Non affannatevi dicendo: Che cosa mangeremo? la Provvidenza

Giammarco... perchè credo in Dio, le mie poesie e un po' della mia vita

Moderatore: Giammarco De Vincentis

Rispondi
Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3650
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

Non affannatevi dicendo: Che cosa mangeremo? la Provvidenza

Messaggio da Giammarco De Vincentis » dom set 18, 2005 8:03 am

Ogni giovedì, leggete di fronte al Santissimo Sacramento il passo del Vangelo di Matteo 6,24-34, e se non vi è possibile andare in Chiesa, fatelo nella vostra famiglia" (Medjugorje, 1 marzo 1984)


"Nessuno può servire a due padroni: o odierà l'uno e amerà l'altro, o preferirà l'uno e disprezzerà l'altro: non potete servire a Dio e a mammona.
Perciò vi dico: per la vostra vita non affannatevi di quello che mangerete o berrete, e neanche per il vostro corpo, di quello che indosserete; la vita forse non vale più del cibo e il corpo più del vestito?

Guardate gli uccelli del cielo: non seminano, né mietono, né ammassano nei granai; eppure il Padre vostro celeste li nutre.
Non contate voi forse più di loro? E chi di voi, per quanto si dia da fare, può aggiungere un'ora sola alla sua vita?

E perché vi affannate per il vestito? Osservate come crescono i gigli del campo: non lavorano e non filano.
Eppure io vi dico che neanche Salomone, con tutta la sua gloria, vestiva come uno di loro. Ora se Dio veste così l'erba del campo, che oggi c'è e domani verrà gettata nel forno, non farà assai più per voi, gente di poca fede?
Non affannatevi dunque dicendo: Che cosa mangeremo? Che cosa berremo? Che cosa indosseremo? Di tutte queste cose si preoccupano i pagani; il Padre vostro celeste infatti sa che ne avete bisogno. Cercate prima il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta. Non affannatevi dunque per il domani, perché il domani avrà gia le sue inquietudini. A ciascun giorno basta la sua pena." (Mt 6,24-34)
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3650
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

.

Messaggio da Giammarco De Vincentis » dom set 18, 2005 8:04 am

Amici questo passo del Vangelo di Matteo 6,24-34, è uno dei piu' significativi e ogni volta che lo leggo mi aiuta a vivere la vita nel modo piu' vero .
Tante volte in passato vivevo momenti di fibrillazione, ero agitatissimo per il lavoro la salute e la vita che mi aveva fatto prigioniero della sua corsa sfrenata e mi mancava il tempo da dedicare alla mia anima, che non riuscivo piu' a sentire perchè soffocata dai rumori della vita.
Ogni giorno passavo ore a pensare a quello che avrei fatto il domani e nei mesi successivi, tanto da appesantire il fardello che mi portavo alle spalle che giorno dopo giorno pesava sempre di piu' e vivevo in anticipo il peso del lavoro che avrei dovuto sopportare il domani e le paure per i controlli periodici per la mia salute, perchè ero certo di essere arrivato alla fine dei miei giorni, quando poi in realtà ho capito che per me stava inziando la vera vita:) .
Spesso pero' non ce la facevo piu' mi inginocchiavo per il peso che era diventato piu' grande delle mie forze e mi scoraggiavo, cosi mi chiudevo in me e non facevo piu' nulla.
Poi ho scoperto il vero amore di Dio ed ho scritto qualcosa di questo passo del Vangelo che io non ricordo di aver ascoltato prima, spiegando del perchè io credo in Dio [link=pub19.ezboard.com/fmodestinafrm45.showMessage?topicID=3.topic newwindow]cliccate qui[/link]
Ho capito ragazzi che bisogna vivere alla giornata, che la vita è adesso, mentre siamo occpuati a pensare al nostro domani, bisogna viverla come quando sfogliamo un libro, leggendo una pagina alla volta, ogni giorno leggendo la pagina della nostra vita, senza pensare a quello che saranno le successive, perchè domani esse saranno diverse da quel che abbiamo immaginato, i tempi saranno cambiati e quel che volevamo ieri domani non servirà piu' se si tratta di cose materiali.

Vi racconto cosa è successo ad un mio caro amico, che si chiama Renzo quando eravamo ragazzetti, avevamo tredici anni circa.
Questo mio amico sognava ogni giorno di avere un giradischi, cosi ogni tanto quando poteva si conprava un disco, perchè quando avrebbe fatto la prima comunione sperava che qualcuno gli regalasse un giradischi.
Venne il giorno della comunione e fu una grande delusione quella del mio amico che si vide regalare un mangianastri, cosi si accorse che il suoi dichi non servivano piu'.

Ragazzi questo ci fa capire di come puo' cambiare la vita legata alle cose materiali, oggi facciamo sacrifici per comprarci un macchina nuova a volte firmando anche cambiali e poi dopo solo pochi giorni di felicità, tutto torna nella normalità, ma le cambiali restano.:)

Amici carissimi la vita forse non vale più del cibo e il corpo più del vestito ?

La felicità dura il tempo che corre fa parte delle cose materiali della vita, cerchiamo la gioia che è tutta un altra cosa perchè quando l'avremo trovata durerà per sempre.
La gioia la troveremo solo nei nostri cuori, solo se saremo capaci di aprirli alle parole di Dio, perchè il cuore di ognuno di noi è come una spugna che assorbe e poi ci restituisce un po alla volta quello che gli abbiamo dato in pasto durante ogni giorno che passa.
Non alimantiamolo di odio e della rabbia di tutti i giorni, non facciamolo vivere di paura e di tensioni, perchè quando saremo di fronte a chi si troverà nel nostro cammino, il nostro linguaggio sarà quello che il cuore avrà imparato e come spugna ogni volta che si contorcerà per mandare il sangue nelle vene, restituirà quello che gli abbiamo dato da mangiare e se è stato odio sarà odio se invece lo avremo alimentato di amore, sarà amore ogni parola che diremo e saranno quelle giuste quando chi ha bisogno di conforto si rivolgerà a noi.

Cercate prima il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta. Non affannatevi dunque per il domani, perché il domani avrà gia le sue inquietudini. A ciascun giorno basta la sua pena.

Amici concludo dicendovi che l'amore di Dio è la nostra gioia, facciamone un contagio e trasmettiamocela l'un l'altro.

cosa ci costa volerci bene?

Immaginiamo di esere, oltre lo schermo, di questa scatoletta :) e abbracciamoci.
Amici è molto bello quando sentiamo di far parte ad un gruppo di persone che si vogliono bene, forse il buon Dio prima o poi ci farà conoscere tutti, ma se non dovesse succedere è come se ci conoscessimo da sempre, perchè parliamo lo stesso linguaggio.
Impariamo a vivere della parte migliore di ognuno di noi, non cerchiamo di perderci ogni volta che vediamo nell'amico anche un solo difetto, ma viviamo di lui anche un solo pregio perchè anche quello servirà ad arricchire le nostre conoscenze.
Sforziamoci di regalare un sorriso anche quando la vita ci donerà momenti difficili, perchè chi sta peggio di noi possa vivere di questo gesto un attimo di serenità e possa sentirsi meno solo su questa terra.

Il mio sogno è quello di fare di questo spazio una fiammella sempre accesa dove chi vuole accendere il proprio amore e metterlo a disposizione degli altri possa farlo, ogni momento della giornata.

Qualcuno dirà che non è poi cosi semplice:b
Io ci sto provando, provateci anche voi cercando le parole in quelle di Gesu' e del suo Vangelo, perchè sonole stesse di sempre e non c'è il rischio di fare la fine del mio amico e dei suoi dischi.:D
Il linguaggio di Gesu' sarà lo stesso nella sua semplicità fin quando ognuno di noi avrà capito e chiunque vorrà ascoltarlo LUI sarà a disposizione e ci perdonerà anche nell'ultimo istante della nostra vita.
Perchè aspettare ragazzi se si ha la fortuna di conoscere Gesu' prima che sia arrivato il nostro momento, allora parliamone a cuore aperto con chiunque, soprattutto con chi crediamo lontano dalle parole di Dio, perchè Gesu' ci ha lasciato prima di salire in cielo dicendoci:
“Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo a tutte le genti!” (Mc. 16,15) ognuno di noi se in grazie con la parola di Dio sarà suo apostolo.

Giammarco
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Rispondi

Torna a “GIAMMARCO... LE MIE POESIE E UN PO' DELLA MIA VITA.”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite