Paolo Coelho

Poeti celebri di affermata fama nazionale e mondiale

Moderatore: Staff

Rispondi
Ospite

Paolo Coelho

Messaggio da Ospite » sab dic 17, 2005 3:18 am

Immagine


Paolo Coelho

Nato a Rio de Janeiro il 24 agosto 1947, il noto scrittore di fama mondiale Paulo Coelho dimostra fin da ragazzo, una sorta di avversione per le regole e, al tempo stesso, un bisogno quasi ossessivo di affermare la propria creatività.

Il padre Pedro è ingegnere, la madre Lygia, devota e religiosa: la famiglia appartiene al ceto borghese. Paulo vive in un appartamento nell'incantevole quartiere di Botafogo, e frequenta la scuola gesuita Santo Ignacio. Qui scopre la sua vera vocazione letteraria: vuole diventare uno scrittore. Vince il suo primo premio in un concorso scolastico di poesia. Ben presto si denota una chiara vocazione da artista in netto contrasto con il futuro da brillante avvocato deciso per lui dal padre. All'età di 17 anni, il padre, d'accordo con un amico medico, fa rinchiudere Paulo in manicomio. Ma questa soluzione per quanto drastica non distoglie il ribelle Paulo dai suoi obiettivi. Paulo entra poi in contatto con un gruppo di teatro e comincia a lavorare come giornalista. Il teatro rappresentava un'attivitá immorale per la borghesia dell'epoca. I genitori, nuovamente scossi, lo portano in ospedale per la terza volta.

Coelho attraverserà tutte le esperienze della sua generazione e tutte in modo estremo. "Sarà estremamente politicizzato, marxista e guerrigliero. Estremamente hippy, fino a provare tutte le droghe. Estremamente spirituale, tanto da frequentare una setta dove la magia bianca si confonde con la nera. E sperimenta anche tutte le arti: fa teatro, fonda una rivista alternativa, scrive canzoni" (L'Espresso).

Nel 1971 Paulo Coelho incontra Raul Seixas, cantante e compositore; diventano grandi amici e Raul invita Paulo a scrivere i testi per le sue canzoni. Il primo album esce nel 1973 con il titolo "Khig-Há-Bangalo". Il secondo album esce nel 1974 ed è un successo capace di vendere oltre 600.000; per Paulo è la prima vera esperienza di guadagno. Nel 1976 Coelho compone più di sessanta canzoni con Raul Seixas contribuendo alla svolta del panorama rock brasiliano.
I due inoltre hanno fatto parte della "Società Alternativa", un'organizzazione che si opponeva all'ideologia capitalista, difendeva il diritto del singolo individuo a fare ciò che voleva, e praticava la magia nera.

In questo periodo Paulo e Raul pubblicano il "manifesto de Khig-há", in nome della libertà. La dittatura militare attivissima in quel periodo, li reputa sovversivi, e vengono arrestati e imprigionati. Raul esce presto, mentre Paulo rimane in cella più a lungo perchè considerato pericoloso "capo" di quella operazione editoriale. Due giorni dopo la sua scarcerazione Paulo viene fermato mentre cammina per strada e portato a un centro militare di tortura dove è trattenuto per vari giorni. La vicenda lo segnerà profondamente.

Dopo queste travagliate esperienze, tenta un percorso più tranquillo. Lavora alla casa discografica Polygram e nel 1977 si trasferisce a Londra. L'anno seguente ritorna in Brasile dove lavora per un'altra casa discografica, la CBS. Dopo soli tre mesi abbandona il lavoro.
Nel 1979 incontra Christina Oiticica, il grande amore della sua vita, che sposerà il 2 luglio 1980.
Paulo e Chris viaggiano in vari paesi europei, dove le esperienze raccolte costituiranno linfa per la produzione letteraria dello scrittore brasiliano.

Inizia a scrivere e i suoi testi, che parlano di forza individuale, riscuotono subito un grande successo. In breve tempo Paulo Coelho diventa così ricco da comprarsi ben cinque appartamenti. Lui stesso avrà modo di affermare di avere denaro a sufficienza per vivere tre reincarnazioni. Il suo esordio avviene nel 1986 con il libro "Diario di un mago", seguito un anno dopo, da "L'Alchimista". Quest'ultimo titolo vende 11 milioni di copie e viene tradotto in 44 lingue. In Francia "L'Alchimista" rimane in testa alle classifiche per trentatre settimane consecutive. Altri suoi successi sono "Il cammino di Santiago" (2001), "Monte Cinque" (1996), "Il manuale del guerriero della luce" (1997), "Sulla sponda del fiume Piedra mi sono seduta e ho pianto" (1994), "Veronika decide di morire" (1999, vincitore del Premio Bancarella 2000), "Il diavolo e la Signorina Prym" (2000), "Undici minuti" (2003), "Lo Zahir" (2005).

In totale Coelho ha venduto oltre 31 milioni di libri pubblicati in 150 Paesi, dal Giappone, all'Iran, alla Lituania, e tradotti in 56 lingue.

Per i contenuti dei suoi libri, che sono stati definiti "stelle per chi cerca la luce nel proprio cuore o nell'infinito mistero dell'universo", il governo francese gli ha conferito nel 2000 la prestigiosa onoreficenza della Legione d'Onore.

Paulo Coelho è un eterno pellegrino, geniale nell'arte di trasmettere le sue esperienze utilizzando un linguaggio universale, semplice e immediato, capace di raggiungere il cuore di milioni di lettori.
La filosofia e i temi trattati nei suoi libri sono diventati un punto di riferimento per le persone in cerca della propria strada e di nuovi modi per comprendere il mondo.
I critici apprezzano particolarmente questo suo stile poetico, realistico e filosofico così come quel suo "linguaggio simbolico che non parla alla nostra testa ma al nostro cuore". I suoi racconti hanno il potere di ispirare i popoli. L'autore è diventato nel tempo una vero mito della letteratura mondiale.

Paulo Coelho è anche autore televisivo e giornalista; è autore di una rubrica domenicale su "O Globo", uno tra i quotidiani a maggior tiratura in Brasile. La rubrica si basa su storie che giungono da tutto il mondo e da culture diverse ed esprime i tratti fondamentali della filosofia di Coelho. È pubblicata anche in Messico, Argentina, Cile, Bolivia e Polonia.

Papa Giovanni Paolo II lo ha ricevuto in udienza nella città del Vaticano nel 1998. Coelho è stato il primo scrittore non musulmano a visitare l'Iran dopo la rivoluzione Islamica del 1979.
E' membro dell'Accademia Brasiliana delle Lettere, membro dell'istituto Shimon Perez per la pace, consigliere speciale dell'Unesco per i dialoghi interculturali e convergenze spirituali, membro della direzione della Schwab foundation for social Entrepreneuship.



fonte:http://biografie.leonardo.it

Lucia




Quando si vedono sempre le stesse persone
alla fine queste
cominciano a far parte della nostra vita
E quando divengono parte della nostra vita
cominciano anche a volerla modificare
Se non ci comportiamo come loro si aspettano
si irritano
Sembra che tutti abbiano l'idea esatta di come dobbiamo vivere la nostra vita



E non sanno mai come devono vivere la loro

Ospite

Messaggio da Ospite » sab dic 17, 2005 3:18 am

"Non aver paura Pilar. Non puoi 'controinscenare' "
"Certe persone vivono in lotta con le altre, con se stesse, con la vita. Allora si inventano opere teatrali immaginarie e adattano il copione alle proprie frustrazioni."
"Ne conosco molte così. Ho capito di cosa stai parlando."
"La cosa peggiore, però, è che non possono rappresentare quest'opera da soli. Allora continuano a convocare altri attori."
"E' quanto ha fatto quel tipo là fuori. Voleva vendicarsi di qualcosa e ha scelto noi. Se avessimo accettato la sua proibizione, ce ne saremmo pentiti. Gli avremmo permesso di includerci nella sua vita meschina e nelle sue frustrazioni."
"L'aggressività di quell'uomo era visibile: è stato facile evitare di 'controinscenare'. Altri, ivece, ci 'convocano' quando cominciano a comportarsi da vittime, lamentandosi per le ingiustizie della vita, chiedendoci di essere d'accordo, di dare consigli, di partecipare."

(P. Coelho - "Sulla sponda del fiume piedra mi sono seduta e ho pianto")

Ospite

Messaggio da Ospite » sab dic 17, 2005 3:19 am

Stralcio di Saggia Intelligenza

E' esattamente l'analisi che feci anni fa
e con la quale mi ritrovo faccia a faccia
con altri attori, adesso
innanzi un palco ormai vuoto

ed io spettatrice non applaudo
ma penso in silenzio a quanto triste sia quel vivere
loro

Altre parole non giungono
solo un forte abbraccio a te
Amica Mia

Ospite

Messaggio da Ospite » sab dic 17, 2005 3:20 am

Il lottatore esperto resiste agli insulti: conosce la forza del proprio pugno, l’abilità dei propri colpi. Davanti all’avversario impreparato, lo guarda fissamente negli occhi, e riesce a vincere senza portare la lotta sul piano fisico.
A mano a mano che il Guerriero apprende dal maestro spirituale, la luce della fede comincia a brillare anche nei suoi occhi, ed egli non ha bisogno di dimostrare niente a nessuno. Non lo scalfiscono le argomentazioni aggressive dell’avversario, il quale afferma che Dio è superstizione, che i miracoli sono trucchi, che credere negli Angeli significa fuggire dalla realtà.
Proprio come il lottatore, il Guerriero della Luce conosce la propria forza immensa: non lotta mai con chi non merita l’onore del combattimento.


da: Il Manuale Del Guerriero della Luce
di P. Coelho

Ospite

Messaggio da Ospite » sab dic 17, 2005 3:20 am

Un tempo per nascere,un tempo per morire.
Un tempo per piantare,un tempo per sdradicare
la pianta.
Un tempo per uccidere,un tempo per guarire.


Un tempo per distruggere,un tempo per costruire.
Un tempo per piangere,un tempo per ridere.
Un tempo per gemere,un tempo per ballare.
Un tempo per scagliare pietre,un tempo per
raccogliere sassi.
Un tempo per abbracciare,un tempo per separarsi.
Un tempo per cercare,un tempo per perdere.
Un tempo per conservare,un tempo per gettare via.
Un tempo per strappare,un tempo per ricucire.
Un tempo per tacere,un tempo per parlare.
Un tempo per amare ,un tempo per odiare.
Un tempo pe la guerra,un tempo per la pace.

..da UNDICI MINUTI di P.Coelho.

Ospite

Messaggio da Ospite » sab dic 17, 2005 3:27 am

Veronika decide di morire -

Paulo Coelho






Perchè alcune persone tentano di opporsi al corso naturale della vita, che è quello di lottare per sopravvivere a qualsiasi costo?
[...]
Che cos' è che spinge una persona a detestarsi?
Forse la vigliaccheria. Oppure l'eterna paura di vivere nell'errore, di non fare ciò che gli altri si aspettano.

Ospite

Messaggio da Ospite » sab dic 17, 2005 3:28 am

Odiava l'amore che le era stato dato, perchè non chiedeva nulla in cambio: e questo era assurdo, irreale, andava contro ogni legge di natura.
L'amore che non chiedeva nulla in cambio la riempiva di sensi di colpa, di un desiderio di corrispondere alle aspettative, anche se ciò voleva dire rinunciare a quanto aveva sognato per se stessa. Era un amore che, per anni, aveva tentato di nasconderle le sfide e il marciume del mondo, ignorando che un giorno lei se ne sarebbe resa conto e che, allora, non avrebbe avuto le difese indispensabili per affrontarli.

Veronika decide di morire - Paulo Coelho

Avatar utente
Beldanubioblu
Messaggi: 2017
Iscritto il: sab set 24, 2005 6:59 pm
Località: Triginto/Mediglia (Milano)

Messaggio da Beldanubioblu » mer apr 05, 2006 12:04 pm

Immagine

QUANDO LA PORTA DELLA FELICITà SI CHIUDE, UN'ALTRA SI APRE!




Forse, Dio vuole che incontriamo un po' di gente sbagliata,
prima di incontrare quella giusta così,
quando finalmente la incontriamo,
sapremo come essere riconoscenti per quel regalo.

Quando la porta della felicità si chiude,
un'altra si apre!
Ma tante volte guardiamo così a lungo a quella chiusa
che non vediamo quella che è stata aperta per noi.
La miglior specie d'amico è quel tipo con cui puoi stare seduto in un portico
o camminarci insieme
senza dire una parola
ma quando vai via,
ti sembrerà che sia stata la miglior conversazione mai avuta.
È vero che non conosciamo ciò che abbiamo prima di perderlo
ma è anche vero che non sappiamo ciò che ci è mancato prima che arrivi.
Dare a qualcuno tutto il tuo amore non ti assicura che sarai amato a tua volta!
Non aspettarti tanto amore indietro;
aspetta solo che cresca nei loro cuori ma se non succede,
accontentati che cresca nel tuo.
Ci vuole solo un minuto per offendere qualcuno,
un'ora per piacergli
e un giorno per amarlo
ma potrebbe occorrere una vita per dimenticarlo.

Non puntare tutto sulle apparenze,
possono ingannare.

Non puntare tutto sulla salute,
può affievolirsi anche quella.
Cerca piuttosto qualcuno che ti faccia sorridere,
perché ci vuole solo un sorriso per far sembrare brillante una giornataccia.

Trova quello che fa sorridere il tuo cuore.
Ci sono momenti nella vita in cui qualcuno ti manca così tanto
che vorresti proprio tirarlo fuori dai tuoi sogni per abbracciarlo davvero!!
Sogna ciò che ti va, va dove vuoi, sii ciò che vuoi essere
perché hai solo una vita e una possibilità di far le cose che vuoi,
quindi sfruttala.

Puoi avere abbastanza felicità da renderti dolce,
difficoltà a sufficienza da renderti forte,
dolore abbastanza da renderti umano,
speranza sufficiente da renderti felice.
Mettiti sempre nei panni degli altri se ti senti stretto ,
probabilmente anche loro si sento così.

Le più felici delle persone non necessariamente hanno il meglio di ogni cosa;
soltanto traggono il meglio da ogni cosa che capita sul loro cammino.

La felicità è ingannevole per quelli che piangono,
quelli che fanno male ,
quelli che hanno provato,
solo così possono apprezzare l'importanza delle persone che hanno toccato le loro vite.

L'amore comincia con un sorriso,
cresce con un bacio e finisce con un the.

non importa in quanti pezzi il tuo cuore si è spezzato;
il mondo non si ferma, aspettando che tu lo ripari.

Il miglior futuro è basato sul passato da cui sai trarre insegnamento,
tutti i dolori però lasciali da parte e sii pronto a ricominciare!!!


Immagine


Lucia
Il sole non ti serve per vedere perchè tu luce sei in mezzo al buio...(Lucia Di Iulio)

Avatar utente
Beldanubioblu
Messaggi: 2017
Iscritto il: sab set 24, 2005 6:59 pm
Località: Triginto/Mediglia (Milano)

Messaggio da Beldanubioblu » mer apr 05, 2006 12:39 pm

Immagine



AFORISMI


«Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di correre il rischio di vivere i propri sogni.»

«Il vero io è quello che tu sei, non quello che hanno fatto di te.»

«Tutto l'universo cospira affinché chi lo desidera con tutto sé stesso possa riuscire a realizzare i propri sogni.»

«Le cose più semplici sono le più straordinarie, e soltanto il saggio riesce a vederle.»

«Esistono due tipi di idioti: quelli che rinunciano a fare qualcosa perchè hanno ricevuto una minaccia e quelli che pensano che faranno qualcosa perchè li stanno minacciando.»

«Il Signore ascolta le preghiere di coloro che chiedono di dimenticare l'odio. Ma è sordo a chi vuole sfuggire all'amore.»

«La buona sorte di un amico è una benedizione.»

«Il guerriero della luce crede. Poiché crede nei miracoli, i miracoli cominciano ad accadere.»

«Quanto più lontano stanno dagli occhi, tanto più vicini al cuore sono i sentimenti che cerchiamo di soffocare e dimenticare.»

«Perfino Dio ha il suo inferno: è il suo amore per gli uomini.»


Il Signore ascolta le preghiere di coloro che chiedono di dimenticare l'odio. Ma è sordo a chi vuole sfuggire all'amore.

Esistono due tipi di idioti: quelli che rinunciano a fare qualcosa perchè hanno ricevuto una minaccia e quelli che pensano che faranno qualcosa perchè li stanno minacciando.

Tutto l'universo cospira affinché chi lo desidera con tutto sé stesso possa riuscire a realizzare i propri sogni.

Le cose più semplici sono le più straordinarie, e soltanto il saggio riesce a vederle.

Quanto più lontano stanno dagli occhi, tanto più vicini al cuore sono i sentimenti che cerchiamo di soffocare e dimenticare.

Le dune si trasformano con il vento ma il deserto rimane sempre uguale.

Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di correre il rischio di vivere i propri sogni.

Il vero io è quello che tu sei, non quello che hanno fatto di te.

Il guerriero della luce crede. Poiché crede nei miracoli, i miracoli cominciano ad accadere.

La buona sorte di un amico è una benedizione.


fonte:http://aforismi.meglio.it

Immagine
Il sole non ti serve per vedere perchè tu luce sei in mezzo al buio...(Lucia Di Iulio)

Avatar utente
Beldanubioblu
Messaggi: 2017
Iscritto il: sab set 24, 2005 6:59 pm
Località: Triginto/Mediglia (Milano)

Messaggio da Beldanubioblu » lun apr 10, 2006 8:21 pm

"Carlos" <info@millemani.com>
To: <Beldanubioblu1@hotmail.com>
Subject: Re: PAOLO COELHO
Date: Mon, 10 Apr 2006 09:59:42 +0200
>Ciao Lucia
>
>Ho letto questo tuo appunto su Coelho.
>Sono un vero appassionato di Paulo e, avendolo conosciuto personalmente, mi
>è rimasto nel cuore.
>
>Per passione scrivo canzoni (da qualche anno) e sto preparando il mio
>secondo CD musicale che uscirà a luglio 2006. C'è una canzone che è stata
>scritta da Coelho e che, lo scrittore, mi ha autorizzato a pubblicare.
>
>Per me è una grande notizia.....
>
>giancarlo Spadaccini
Il sole non ti serve per vedere perchè tu luce sei in mezzo al buio...(Lucia Di Iulio)

Rispondi

Torna a “Le Poesie dei Grandi Poeti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti