Romano Battaglia

Poeti celebri di affermata fama nazionale e mondiale

Moderatore: Staff

Rispondi
Tonyaldebaran
Messaggi: 252
Iscritto il: mer mag 18, 2005 8:43 am
Località: Abito a Marta VT , sono nato a Messina
Contatta:

Romano Battaglia

Messaggio da Tonyaldebaran » mar dic 13, 2005 11:28 pm

Biografia

Immagine

Romano Battaglia é nato in Versilia a Marina di Pietrasanta.
In qualità di inviato speciale del Telegiornale é autore di numerosi servizi in Italia ed all'estero. E' stato compagno di Antonio Cifariello nella realizzazione del documentario della RAI sul lavoro italiano nel mondo "Dalle Ande all' Imalaya". Ha fatto parte della redazione dei telegiornali sulle tre reti RAI; ha collaborato e condotto numerosi programmi televisivi di grande successo, quali: "TV sette", "Cronache Italiane", "TG l'una", "A Nord a Sud", "Bell' Italia" ed altre rubriche culturali.
Ha scritto trentatrè libri di cui sette sono per ragazzi: "Lettere dal domani", vincitore del Premio Bancarellino 1973 e dal quale sono stati tratti un' opera teatrale, un' opera lirica ed un disco; "Il paese dei burattini" finalista alla XVIII edizione del Premio Bancarellino; "L'isola di Papagusa"; "Mi hanno rapito gli extraterrestri"; "Il giardino dei pensieri bambini" premio selezione Bancarellino 1979; "La pioppeta" facente parte della collana "I ricordi dei personaggi famosi" ed "Il canto della natura". Ha vinto con "Il pesce lucente" il Premio Internazionale Andersen per la più bella fiaba per ragazzi. E' autore anche di tre libri di poesia: "Il ragazzo di sughero", "L'uomo che piangeva al rovescio", "Tornare di sera" con il quale ha vinto il premio internazionale di Poesia Città di Piacenza.
Ha scritto volumi, quali: "Artista chi sei", "Sulla riva del mare" ed il volume documentario su Milano "La città parla". Un suo lungo racconto figura in "Racconti d'autore", un' enciclopedia dei maggiori scrittori italiani.
Altri libri di Romano Battaglia, e dai quali sono stati tratti spettacoli teatrali e radiofonici, sono quelli della serie delle "Lettere al direttore", "Nuove lettere al direttore", "Le più belle lettere al direttore" ed "Ultime lettere al direttore", un' invenzione narrativa fatta di brevi cronache ispirate alla realtà che assieme formano il ritratto di un' Italia minore rimasta per anni sconosciuta.
Seguono poi un' opera satirica "Come si fa", "Il mistero di Dino Buzzati", "Il cielo splende ancora", "Vivono fra noi", "Non l' ho detto alla TV", "Disagiate per amore" ed il romanzo "Non mi sono ucciso" vincitore del Premio Selezione Bancarella 1980.
Al nome di Battaglia é legata la grande manifestazione de "La Versiliana" che in estate si svolge a Marina di Pietrasanta.
Al "Caffè della Versiliana" sono passati i più bei nomi del mondo dello spettacolo, della cultura e della politica; ogni giorno migliaia di persone assistono agli incontri condotti da Battaglia ed intervengono con domande creando così una viva atmosfera di conversazione.
La sua carriera di giornalista della carta stampata (incominciata a diciotto anni) e poi televisiva é costellata di numerosi premi e riconoscimenti; gli sono anche stati conferiti dal Presidente della Repubblica le onoreficienze di Commendatore, Cavaliere e Grande Ufficiale della Repubblica per meriti letterari.
Gli ultimi romanzi, tutti best sellers sono: "Notte infinita" Rizzoli 1989,"Storia di Settembre" Rizzoli 1991, "Il fiume della Vita" Rizzoli 1992, "Cielochiaro" Rizzoli 1993, "Una rosa dal mare" Rizzoli 1994, "La capanna incantata" Rizzoli 1995 "Alle porte della vita" Rizzoli 1996 e "Con i tuoi occhi" Rizzoli 1997.Ha vinto con i suoi libri tradotti in Germania, Giappone e Corea - numerosi premi: Premio Selezione Bancarella 1994 e Premio WWF Posidone 1993 con Cielochiaro, Premio Internazionale Cypraea 1991 con Storia di Settembre, Premio Levanto 1994 con Una rosa dal mare, Premio Badia 1996 con La capanna incantata, Premio Un libro per l'estate 1996 con Alle porte della vita. Sempre nel 1996 ha pubblicato Ho incontrato la vita in un filo d'erba. Scrive per "Il Giorno" e "La Nazione" Romano Battaglia ha una grande vocazione: la pittura. Da tutta la vita dipinge i bovi bianchi che per secoli hanno arato i campi nella sua terra di Versilia.

Tonyaldebaran
Messaggi: 252
Iscritto il: mer mag 18, 2005 8:43 am
Località: Abito a Marta VT , sono nato a Messina
Contatta:

Padre nostro di Romano Battaglia

Messaggio da Tonyaldebaran » mar dic 13, 2005 11:35 pm

PADRE NOSTRO




Non pronunciare Padre se ogni giorno non ti comporti da figlio rispettando i genitori.

Non dire Nostro se vivi soltanto nel tuo egoismo senza pensare agli altri.

Non aggiungere Che Sei Nei Cieli se pensi solo alle cose terrene come unica fonte di felicità.

Non invocare Venga Il Tuo Regno se lo confondi con il successo materiale e la ricchezza.

Non supplicare Sia Fatta La Tua Volontà se non l'accetti quando è difficile e dolorosa.

Non ripetere Dacci Oggi Il Nostro Pane Quotidiano se non ti preoccupi di coloro che hanno fame.

Non dire Non Ci Indurre In Tentazione se ti comporti da disonesto e continui a peccare.

Non invocare Liberaci Dal Male se non ti opponi al male con tutte le tue forze.

Non terminare la preghiera con un Amen se non prendi sul serio le parole del Padre nostro.




Romano Battaglia

SILENZIO, ed. Rizzoli

Post di FIORDINEVE

Tonyaldebaran
Messaggi: 252
Iscritto il: mer mag 18, 2005 8:43 am
Località: Abito a Marta VT , sono nato a Messina
Contatta:

.

Messaggio da Tonyaldebaran » mar dic 13, 2005 11:46 pm

Una rosa dal mare

Il mare spesso parla con parole lontane,
dice cose che nessuno sa.
Soltanto quelli che conoscono l'amore
possono apprendere la lezione dalle onde,
che hanno il movimento del cuore.

Immagine


Come siamo diversi quando si vuole bene.
Si guarda il mondo con altri occhi,
sembra che tutto sia con noi e ci protegga.
Quando si ama diventiamo più buoni.


Immagine


Una volta mi dissero che l'amore dei gabbiani,
come quello degli alcioni,
dura a lungo, spesso per tutta una vita.
Infatti i pescatori a volte trovano sulla sabbia
i loro corpi senza vita,a due alla volta mai soli.
Volano per l'ultima volta
sulla riva solitaria per morire insieme.


Immagine


L'amore nasce negli occhi,
incomincia con uno sguardo,
poi con un sorriso, una luce diversa
da quella degli altri occhi.
Quando si ama la natura
tutte le cose non sono più un mistero.
Tu mi hai regalato te stesso.
Mi hai regalato la vita.


Immagine


Era come se Dio, per un attimo,
si fosse ricordato più di noi che degli altri,
e ci stesse regalando una gioia intensa,
come se un filo avesse unito me, lui, quel cielo, quel lago,
quegli spazi, quel volo di uccelli, in un unico abbraccio.



Immagine


Ma le coincidenze, a volte, sono i segnali misteriosi della vita,
ai quali bisogna credere.


Immagine


L'anima dell'uomo è come un caleidoscopio,
lo possiamo girare, vedere i colori che cambiano,
ma non possiamo conoscere
uno ad uno i mille pezzetti di cui è formato.


Immagine


La morale suggeriva
una interruzione di quel rapporto, ma l'amore,
quando è vero amore, non permette a
nessuna morale di interropere il suo corso.
E' come impedire al sole di nascere al mattino,
o al vento di spirare, oppure alla pioggia di cadere.
I sentimenti nascono, vivono,
durano nel tempo, a volte per sempre.
Oppure muoiono, per altri sentimenti diversi e più grandi.


Immagine


Tra un attimo e l'altro della vita
c'è una speranza che attende un'altra speranza.
In quel breve spazio abita speso l'amore.
Per ogni difficile amore c'è una speranza più grande
che sta fra un attimo e l'altro del cuore.


Immagine


L'amore non conosce la sua profondità
finchè non arriva l'ora del distacco. Gibran


Immagine


Ecco cos'era l'amore:
il dimenticare le cose terrene per annullarsi nell'altro,
il vivere insieme con intensità le piccole cose,
il diventare un'unica essenza,
la forza interiore che rende piccoli gli affanni quotidiani,
perchè sei proiettato nell'altrove nel sentimento d'amore.



Immagine


Era l'emozione di sentire la sua voce,
di una carezza, dello sfiorarsi delle mani,
dello guardarsi negli occhi e capirsi senza parlare.
Era stringerti forte per dare, era il sapere che c'era l'altro,
il donarsi, una risata complice, lo scopririsi,
per poi amarsi di più e più consapevolmente.


Immagine



Vedi, solo una cosa abbiamo di grande: la forza di amare.



Immagine


Un giorno, in una strada
in mezzo ai campi di grano,
vidi un uomo e una donna
che si tenevano per mano.
Mentre il giorno moriva,
loro si amavano
e camminavano piano
per non fare male al cielo.
andavano verso est
con il loro sguardo sereno.
Nei loro occhi
c'era la felicità di chi si ama.



Immagine



Non volevo più vivere nel futuro, ma nel presente,
e camminare uniti, lungo il sentiero della vita.


Immagine


Rappresenti per me
quel pezzetto di strada bianca
in mezzo ai campi di grano
che conduce al giardino della vita,
si puo' avere tutto ricchezza tranquillità affetto
ma senza quel pezetto di strada
che passa attraveerso il nsotro cuore
tutto è nulla, tu sei quel pezzetto di strada,
sei l'amore.


Immagine


Il cerchio si è chiuso.
Fai parte del mio essere, del mio esistere.
Sei per me l'aria, la luce, la vita, tutto.
Ti sto donando piano il mio cuore.
In ogni cosa che faccio,
in ogni persona che incontro,
vedo te, con il tuo sorriso,
le tue carezze la tua dolcezza.


Immagine


Una rosa dal mare, è la rosa della nostra coscienza,
arrivata dopo lunghe battaglie con le onde,
le tempeste, per raccontare del suo significato.
Una rosa dal mare è tutto quello che noi
siamo capaci di dare: il nostro coraccio,
la nostra forza, la nostra speranza,
il nostro amore.

Ospite

Messaggio da Ospite » ven dic 23, 2005 1:44 am

A che serve l'aver conosciuto molta gente
e le grandi città
se restiamo
ignoti a noi stessi.

Ospite

Messaggio da Ospite » ven dic 23, 2005 1:47 am

Immagine




Bisognerebbe amare a tal punto

da riuscire a trasformare in amore

anche i nostri peccati.

Ospite

Messaggio da Ospite » ven dic 23, 2005 1:51 am

Immagine



Quando crediamo di aver piantato un albero frondoso,
il più bello e il più grande del giardino,
forse ci siamo sbagliati. La verità la diranno
soltanto coloro che si ripareranno alla sua ombra.
Chissà quante volte ci siamo fermati
sotto quell'albero e non ce ne siamo accorti.

Ospite

Messaggio da Ospite » ven dic 23, 2005 1:59 am

Immagine

Ospite

Messaggio da Ospite » ven dic 23, 2005 2:05 am

C'è un luogo dove la pace della natura
filtra in noi come la luce del sole tra gli alberi
dove i venti ci comunicano la loro forza
e gli affanni si staccano da noi come foglie.
Non è difficile arrivarci:
basta guardarsi dentro
ed avere un cuore pulito.

Rispondi

Torna a “Le Poesie dei Grandi Poeti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite