La Madonna e la mia conversione: Lode e Gloria a Te Signore!

La Madonna di Medjugorje Il Santuario e la sua Storia

Moderatore: Staff

Rispondi
Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3658
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

La Madonna e la mia conversione: Lode e Gloria a Te Signore!

Messaggio da Giammarco De Vincentis » mar mag 17, 2005 8:50 pm

Mi sono trovato con lei , quella che chiamo la mamma di tutte le mamme , mano nella mano e mentre gli raccontavo della mia sofferenza mi sono accorto che mi aveva condotto ai piedi della croce.
E' li che ho visto suo figlio Gesu' e di come il mondo lo aveva ridotto, cosi ho capito che cio che mi stava succedendo era solo il minimo che un uomo potesse fare nell'aiutare a portare la croce a Gesu' .
E ti ringrazio Dio, Signore mio del cielo e della terra per tutte le meraviglie che compi ogni giorno e per avermi dato la vita, con la sofferenza giusta affinche la apprezzassi come un tuo immenso dono.


::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Carissimi:
Non so fino a che punto sia corretto che io vi racconti questo evento che ha cambiato la mia vita, a qualche amico più caro l'ho già raccontato e credo che dire anche a voi quanto mi è accaduto possa aiutarvi a capire anche meglio di me.
Premetto che ho avuto mio padre malato della mia stessa malattia e ricoverato nello stesso ospedale di cui vi parlero' e che ogni volta che lui si ricoverava andavo a pregare davanti la statua di questa Madonina.

Immagine

La stessa cosa ho fatto per me quando mi sono ammalato, ma come stavo bene mi dimenticavo della Madonnina, ricordandomi di lei solo al bisogno, cosi l'ultima volta che mi sono ricoverato non ebbi il coraggio di chiedergli nulla.

Prima di raccontarvi cosa mi accadde nel luglio del 2000 devo spiegarvi in breve quanto mi era successo nei due anni precedenti.
Il 24 di dicembre del 1998 scoprii casualmente di avere un cancro al rene sinistro e dopo vari accertamenti il 14 gennaio del 1999 subii il primo intervento chirurgico, dove persi il rene e la speranza di vivere.
Spesso negli avvenimenti più importanti mi accade di lasciare sempre qualcosa di scritto in fogliettini che poi lascio in giro come foglie al vento.
Quella volta PRIMA DI ENTRARE IN SALA OPERATORIA scrissi su un piccolo foglio bianco tipo un bigliettino da visita un desiderio, una preghiera alla Madonna e lo misi, dopo averlo inserito nell'apposita bustina sotto la statua della Madonnina, che si trovava all'ingresso del reparto di chirurgia oncologica dell'ospedale, le figlie di San Camillo in Roma, oggi diventao Madre Giuseppina Vannini, con alla busta la scritta alla mamma di tutte la mamme.
In quel periodo mi ero avvicinato molto alla Madonna e la fede in Dio mi ha aiutato molto ad affrontare le varie problematiche che la salute mi creava di volta in volta.


Tornai a casa e poco alla volta cercai di rientrare nella vita di tutti i giorni. Quando credevo di aver finito di soffrire, esattamente un anno dopo in febbraio del 2000 subii un secondo intervento per cancro questa volta alla vescica, per fotuna di natura diversa, non era una metsatasi.
Ancora una volta le mie speranze erano legate alle preghiere verso la mia madonnina che continuavo a pregare.
Tornai a casa continuando a controllarmi con i vari esami clinici.
Tutto era tranquillo fino a fine giugno quando attraverso un esame di citologia urinaria,mi venne diagnosticato un altro cancro alla vescica, la stessa cosa mi venne detto dopo un immediato esame di confronto, questa volta poteva trattarsi di una metastasi.
Ero scoraggiato, tornai in ospedale, dovevo restare ricoverato per alcuni giorni, prima di essere ancora una volta operato per asportare il male, cosi decisi di scrivere una poesia "alla mamma di tutte le mamme" http://cepostaperme.it/ascoltalemiepoes ... mamma.html

Il mattino successivo al ricovero mi svegliai e andai vicino al comodino, per prendere le medicine e fu una grossa sorpresa quando trovai...La bustina che conteneva il desiderio espresso alla Madonna 15 mesi prima, che avevo scritto su un bigliettino e posto sotto la statua della Madonnina della corsia di oncologia medica dove ero ricoverato

MI VENNE LA PELLE D'OCA

Più tardi mentre mangiavo la mia razione di latte e caffè vidi un infermiera che tra le lenzuela del mio letto aveva trovato una foto,che mise sul comodino dicendomi con un sorriso che la posava li.
Era la foto di Madre TERESA DI CALCUTTA che io fino a prima non avevo mai visto, con alla parte posteriore scritto un nome EMANUELE.
Era tutto strano, sembrava un sogno ma io continuavo a volerlo vivere tutto.
Passai una mattinata incredulo a quanto mi accadeva e verso le 17.00 del pomeriggio scesi nel sotterraneo per andare a sottopormi a esami radiografici.
Ero solo in un angolo seduto mentre pensavo a quel che mi era successo quando mi sentii sfiorare con una mano delicatamente la spalla destra, che mi pose in mano un libricino.
Di balzo mi alzai e e gaurdai in quel lungo corridoio, dove non vi era traccia di persona vivente.
Avevo con me quel libricino aperto che fa parte di una collana di libri religiosi chaimata MEDJUGORJE e sulla pagina aperta una preghiera...

"CARO FIGLIO, IO SONO TUA MADRE
E TI AMO INCONDIZIONATEMENTE"


Caro figliolo!
Io sono tua madre e tia amo
incondizionatamente.
Da ogggi nonn ti appariro' piu'
ogni giorno, ma soltanto il giorno
di Natale, il giorno della nascita
di mio figlio.Non essere triste
perchè io saro sempre con te
come madre e come ogni
vera madre non ti abbandonerò mai.
Tu continua a seguire la via
di mio figlio, via di pace e di amore
e cerca di perseverare
nella missione che ti ho affidato.
Sii sempre di un uomo che
ha conosciuto Dio, l'amore di Dio.
Vedano sempre in te un esempio
di come Dio opera negli uomini
e di come opera attraverso di loro.
io ti benedico con la mia
benedizione materna e ti ringrazio
di aver risposto alla mia chiamata".

(messaggio del 12 settembre 1998 nell'ultima apparizione della Madonna a Jakov Colo) della rivista trimestrale a cura si padre Urbano

Furono qulli giorni che cambiarono la mia vita, subii un altro interveno chirurgico, ma non trovarono alcuna traccia di quel cancro che avevano riscontrato nei precedenti esami.
Oggi mi conservo gelosamente tutto quanto mi ricorda di questo fatto che mi ha cambiato la vita.

Carissimi amici ho deciso di portare questa mia testimonianza a chi come me vive il dramma della sofferenza e di malattie come il cancro, dicendo loro che la Madonna ci aiuta se ci rivogliamo a lei, con le nostre preghiere, le nostre preoccupazioni, le nostre paure.

Quanto vi ho raccontato è vero, non ridete di me e di chi come me non deve più vergognarsi di dire io amo Gesù e chi attraverso lui ama ognuno di noi, colei che chiamero' sempre la mamma di tutte le mamme..


--------------------------------------------------------------------------------


ECCO LA CARTELLA CLINICA

A fine giugno attraverso un esame di citologia urinaria,mi venne diagnosticato un altro cancro alla vescica, la stessa cosa mi venne detto dopo un immediato esame di confronto

questa è la prima pagina della cartella clinica dove la freccetta indica il motivo del ricovero

Immagine

questa è la parte ingrandita dove si si indica il motivo del ricovero


Immagine


Intervento tramite Cistoscopia in narcosi per asportarmi il carcinoma alla vescica, che poi non trovarono come dalla immagiane, dove si legge la risposta dei medci.


Immagine


Esame di urografia endovenosa, una brutta bestia anche qui non trovarono nulla


Immagine


Immagine

Mi hanno fatto tanti altri esami clinici, dove era scomparsa ogni traccia del cancro e dopo qualche giorno nonostatnte che i medici volessero tenermi ancora in osservazione, decisi di andarmene, ero certo di essere guarito senza alcuna medicina, la mamma di tutte le mamme, Maria Teresa di Calcutta, ma soprattutto la fede in Dio mi aveva riconsegnato il sapore della vita, quella vera ed oggi voglio assaporatla senza sprecare un solo momento.

....................................................................................................


Ragazzi il mese dicembre del 2002 mentre ero al cimitero nella cappella di mio padre mi venne a trovare Silvi che non avevo mai visto prima, lei abita a 400 Km da me, aveva letto la mia storia su internet.
Lei mi ha parlato per la prima volta di Medjugorje e mi disse che quelle parole del libricino che io avevo avuto tra le mie mani tre anni la sua pubblicazione, era il messaggio della Madonna di Medjugorje del 24 dicembre 1998, quando il cancro era antrato nella mia vita.

Ringrazio Silvi perchè proprio grazie a lei sono andato a Medjugorje.


Giammarco
Ultima modifica di Giammarco De Vincentis il gio ott 22, 2009 10:12 am, modificato 10 volte in totale.
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3658
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

La mia conversione

Messaggio da Giammarco De Vincentis » mar mag 17, 2005 8:51 pm

Immagine

Forse dovevo farlo già da tanto tempo fa, o invece solo adesso i tempi erano maturi, finalmente sono stato chiamato dalla mamma di tutte la mamme a Medjugorje dove insieme a chi mi è stato compagno di viaggio e con i quali ho condiviso emozioni straordinarie ho potuto assaporare la pace che regna, nei luoghi dove la Madonna ancora oggi appare a gente semplice con il linguaggio di sempre, che ci invita a pregare e a convertirci per trovare la pace in noi e trasmetterla chi ci vive accanto, ai nostri familiari, ai vicini di casa, ai nostri amici.
Siamo partiti da Forli, con un furgone una ventina di persone, tra loro conoscevo solo Silvi e dopo avere abbracciato per la prima volta Fiordaliso, nostra amica ho conosciuto persone stupende, per tutti voglio ricordare Don Alessandro parroco stupendo e la piccola Maria una ragazzina di 5 anni che ci ha tenuti allegri nel viaggio ed una donna semplice ma grande, Pierina, che abbiamo incontrato sola, venuta in macchian da Lecco, con il minimo indispensabile per sopravvivere, affidandosi alla provvidenza di Dio.
Sia il viaggio di andata, che nel ritorno nonostante che siamo stati per circa 20 ore seduti come sardine in scatola :D è andato tutto liscio e sono tornato a casa fresco come una rosa.
Siamo arrivati a Medjogorje la mattina verso le 8.00, passando per ben quattro frontiere, un lembo di terra diviso tra una povertà e un altra, ma dove alla fine ho trovato tanta ricchezza, tra la semplicità di quella gente che mi ha insegnato quanto la povertà del corpo, sia la ricchezza del proprio spirito.
Quattroi giorni diversi, il primo soleggiante e caldo come l'estate, il secondo piovoso come in autunno, il terzo freddo e nevoso come in inverno e il quarto tiepido e luminoso come la primavera.
Ho avuto la sensazione di esserci stato in quattro momenti diversi, come se ci fossi andato ogni volta per ogni anno che è passato da quando la madonna mi ha fatto sapere che non mi avrebbe abbandonato mai.
In quei giorni ho dormito a casa della veggente, Viska a chi ancora oggi, tutti i giorni appare la madonna, puntuale come sempre alle ore 16.40 e non vi nascondo che di notte dormivo con la luce accesa, sentivo un atmosfera diversa dal solito, avevo quasi paura, come se quel posto non mi appartenesse, ma poi pregando mi sentivo a casa mia:)
Ho capito come è semplice vivere la vita con serenità, ho capito che bisogna rallentare la corsa verso il mondo sfrenato e che la madonna è dietro di noi, basta sapere aspettare avere pazienza e ascoltare con il cuore.
Ogni giorno che salivo sul monte dell'apparizione era come se lo facessi per la prima volta e ho pianto tutto il peso che mi sentivo dentro, ho imparato ad adorare Gesù e quando lo facevo,le mie diventavano sue carezze ed ho imparato, cosa vuol dire portare la sua croce ed è molto più semplice di quanto pensassi:-) .
Ho imparato a pregare tenendo in mano rosario e stringendo la piccola croce, non sentivo più la mia che mi portavo dietro da tempo.
Insieme ai nostri amici ho pregato per le persone care e per tutti voi, ho condiviso con loro il corpo di Cristo nella comunione o ascoltato il canto dell'adorazione in Dio ed ho pianto ancora come un bimbo, senza pudore e alcuna vergogna, ho lasciato cadere a terra insieme ad un pianto gioioso, tutte le sofferenze che la vita mi aveva donato, quando non potevo far capire a chi soffriva con me la mia sofferenza, tutto quanto covava in me diventando dolore, me lo ha preso il Signore, sulla sua croce, in cambio mi ha donato la sua preghiera ed io ogni giorno lo farò perchè solo cosi gli aiuterò a portare il peso che tutta l'umanità ha addossato a lui.
Starei qui a parlarvi per ore e non so quanto possa servire a chi questa lettura possa diventare pesante, a chi ancora non ha aperto il cuore al signore, io però come messaggero della Madonna e attraverso chi ancora oggi la vede nelle sue apparizioni, sento l'obbligo di dirvi, di convertirvi cosi come sto facendo io, rinunciando al peccato, rinunciando alla guerra, imparando a perdonare, facendo da passaparola ai suoi messaggi, questa è la conversione e digiunando di quei peccati che non sono la tua felicità, accettando il corpo di Dio, nella comunione, di confessarti per svuotarti dei tuoi peccati e del peso della tua coscienza, ma soprattutto di pregare con il cuore, questa è l'arma che la madonna ci consiglia per sconfiggere la guerra, la solitudine, le sofferenze senza di noi il Signore da solo non puo' tenere a bada il mondo, aiutiamo Dio e la Madonna a far convertire chi ha sete di pace di amore e di fratellanza, iniziando a perdonare noi stessi, per prima e poi man mano chi ci vive accanto e dandoci la mano potremo creare il cerchio che sarà la luce, che salverà il mondo dalla cattiveria e dall'odio della guerra.
La regina della pace ci ha teso la mano alla sua poniamo le nostre mani aprendo il cuore all'amore Dio e vivremo in pace.


Immagine
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3658
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

La mia conversione

Messaggio da Giammarco De Vincentis » mar mag 17, 2005 8:56 pm

Immagine


Dopo la prima voltavi è stata una seconda e le emozioni non sono mancate nel pellegrinaggio a Medjugorje dal 06 al 11 di Dicembre 2003.
E' stato bello condividere con Silvi e Enrico, Debby e Rosario, Alex e Gianna, Fiorearcobaleno, Moreno e Mario e tanti altri amici questa nuova esperienza che ancora una volta lascerà un segno, nella mia vita.
La prima volta per me era stato come un sogno e oggi vedendo quei luoghi mi sono reso conto che quelle immagini che spesso mi vengono in mente la notte prima di dormire, sono una realtà che ancora una volta ho toccato con mano.
Abbiamo fatto un viaggio lungo e difficile, la nave in mare ed il pulman su strade tortuose, sono stati compagni di viaggio, ma a me personalmente hanno fatto soffrire molto, ma ne è valsa siucuramente la pena.
Sono contento di aver conosciuto tanta bella nuova gente, per tutti nomino Iole che portero' sempre nel mio cuore, perchè ha avuto l'umiltà ed il coraggio che spesso non hanno le persone viste tutto di un pezzo, chi quando vedi per strada sembrano i padroni del mondo e che invece sanno apire il loro cuore quando a parlare è il linguaggio usato da un amore fraterno.
Amici Poetixcaso, abbiamo pregato anche per voi, e lasciato sotto la statua della Madonna i nostri pensieri scitti sul forum.
Eravamo a centinaia di Km lontani da casa ma eravate tutti con noi e nei nostri cuori nei momenti di condivisione con quella terra che non ha eguali, dove la pace e la serenità fanno da padrona e tu ti senti parte di quel luogo, come quei volatili che si spostano da ogni parte del mondo, per recarsi in quei luoghi dove è possibile nidificare, cosi noi a Medjugorje abbiamo trovato l'atmosfera giusta, per dissetarci dell'amore di Dio.
Sono contento perchè noi siamo stati la gioia della compagnia ed altre persone hanno saputo della nostra esistenza e sicuramente verranno a trovarci nel nostro sito.
La Madonna è riuscita ancora una volta a farmi piangere quando son partito per tornare a casa sono andato via con il sorriso sulle labbra e tante lacrime gioiose, perchè è proprio vero amici Poetixcaso, che quando ci siamo resi conto di quando lei ci vuole bene, piangiamo lacrime di gioia.

Spero di tornarci ancora e con tutti voi.

.............................................................................................



Il 1 Maggio 2004 ho messo questa statua della Madonnina a Santa Maria.

Immagine


Immagine
Senza la Madonna oggi la mia vita non avrebbe senso, lei mi ha aiutato a superare momenti difficili di una malattia, che oggi ancora molti chiamano incurabile e che per me è solo un brutto ricordo.
Ho messo la statua della Madonna a Santa Maria per una serie di circostanze, senza pensarci piu’ di tanto ed oggi mi rendo conto che sono stato solo uno strumento di Dio.
Io non ho mai visto la Madonna, per me la Mamma di tutte le Mamme, ma la sento presente dentro di me nel mio cuore. Lei mi ha fatto capire come è semplice vivere la vita con serenità. Bisogna rallentare la corsa verso il mondo sfrenato. La Madonna è dietro di noi che aspetta i piu' deboli, basta avere pazienza, andare a passo con i tempi e ascoltare con il cuore. Pregare con il cuore, questa è l'arma che la Madonna ci consiglia per sconfiggere la guerra, la solitudine e la sofferenza. Ci impara a perdonare , iniziando a perdonare noi stessi perchè dal cuore di ognuno di noi nasca la pace che potremo trasmettere a chiunque, iniziando da chi ci vive accanto.


Ormai è diventata per me una consuetudine, quasi tutti i giorni vado a trovare la Madonnina e spesso penso alle domande che mi fanno le persone che vengono a pregare sul colle, tutti mi chiedono perchè ho messo la statua proprio li e posizionata in quel modo con lo sguardo rivolto verso una parte della vallata, quasi di spalle alla gente che si ferma sul colle a pregare.
Non avrei mai pensato che tutto cio' sarebbe mai successo, mi sembra ancora tutto un sogno confuso, è come se quella Madonnina sia sempre stata su quel colle dove io gia prima andavo a pregare, cosi come oggi fan tanta gente.
Voglio comunque raccontarvi come sono andate le cose e perchè quella Madonnina si trova in questo posto stupendo.

Il mio rapporto con la Madonna ha una storia a se, mi ha cambiato la vita, proprio nel momento in cui credevo che la mia vita fosse finita, forse molti non capiranno e altri leggeranno nel modo sbagliato ma voglio comunque raccontarvi una cosa che mi è accaduta cliccate qui .
Conosco Santa Maria frazione di Ortona dei Marsi, perchè mia moglie che si chiama Maria è nata in quel piccolo angolo di paradiso ed è vissuta in quel posto per pochissimi anni prima di trasferirsi ad Avezzano. Ogni tanto andavo a trovare i suoi parenti a Santa Maria e mi recavo su quel colle dove c'è una vecchia croce di ferro messa nel 1931 dai missionari e dove oggi poco distante si trova la Madonnina.

Santa Maria è molto simile a Medjugorje dove sono andato piu' volte, li ho imparato che ogni posto è buono per pregare.

La Satua della Madonna è stata posizionata sul colle della croce in località Santa Maria frazione di Ortona dei Marsi AQ il giorno 01-05-2004 da Del Gizzi Amato di Santa Maria e Giammarco De Vincentis di San Benedetto dei Marsi AQ, in onore dei Poetixcaso, degli abitanti di Santa Maria e in ricordo dell'avvio delle cellule di Evangelizzazioni di San Benedetto dei Marsi AQ.Da quel giorno c'è aria di gioia negli sguardi qi quel pugno di vecchietti che abitano ancora a Santa Maria, il giorno dell'inaugurazione ci fu tanta gente e sono certo che quello che è accaduto non è stato per caso.
Non so perchè proprio li, non so perchè la statua è quasi di spalle alla gente che arriva sul colle, credo che un giorno anche questo avra' un senso.
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3658
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

Messaggio da Giammarco De Vincentis » mar dic 12, 2006 1:39 pm

Immagine

San Benedetto dei Marsi il 12-12-2006

Come sempre quando si torna da Medjugorje, troviamo i nostri luoghi piu’ belli, piu’ accoglienti e come succede a me in questo momento non si sente piu’ nemmeno il rumore, che fino alla settimana scorsa mi rimbombava nell’orecchie, al lavoro dove ora mi trovo.
In realtà siamo noi che siamo cambiati, vediamo la vita con piu’ serenità e la accettiamo cosi come, la guardiamo un po di piu’ con gli occhi di Dio.
Serve dire poco, si legge tutto dai nostri occhi, il nostro sguardo parla piu’ di mille parole il nostro amore si trasmette come un dolce profumo.
E’ la terza volta che sono stato a Medjugorje, credevo non avessi piu’ nulla da chiedere a quel luogo che mi aveva già dato tanto, invece ogni volta mi rendo conto che la misericordia della Madonna, non ha fine.
Durante il viaggio mi sono portato dietro un bastone con il quale, per un paio di anni, mi sono aiutato a salire sul colle della mia Madonnina a Santa Maria di Ortona dei Marsi Aq . http://www.innamoratidimaria.it/lamadonnadisantamaria/
Uno di quei tipici bastoni da pastore, senza di lui forse non mi avrebbe notato nessuno tra la tanta folla, invece tornando a casa sulla nave e sul treno ogni tanto qualcuno mi veniva a salutare dicendomi di avermi visto per le strade di Medjugorje.
Con molti ho fatto amicizia, soprattutto con chi, cosi vestito inizialmente mi vedeva un poco ci buono.
A loro ho ricordato che i primi ad accorrere alla grotta dove è nato Gesu’ furono proprio loro, i pastori con bastoni, cappelli e lunghi capelli e che dobbiamo diffidare di chi vestito con giacca e cravatta, coloro che bussano alle nostre case, promettendoci un posto in un paradiso dove c'è posto solo per pochi.
E’ bello invece quando si va in pelelgrinaggio a Medjugorje soprattutto quando ci si abbraccia, con chi sconosciuto fino ad un attimo prima si inizia a parlare come se ci conoscessimo da sempre .
Si va in piena armonia e ci si capisce al volo perché parliamo lo stesso linguaggio, quello della fratellanza dell’amore verso Dio e e quella che io chiamo la mamma di tutte le Mamme.
Luoghi persone e personaggi cari a questa terra hanno accarezzato il mio cuore, che si è aperto come un fiore che nasce sotto la neve, in attesa che il sole torni a dipingerlo del suo colore.
Gente semplice, tanti nomi, tanti occhi solcati dal pianto gioioso che ha cancellato le tracce nei visi solcati da tanta sifferenza.
Gilda, Silvia, Jaime un nome puo’ valere l’altro ma tutti abbiamo qualcosa in comune.
Siamo quelli che ci affidiamo alla provvidenza divina e non abbandoniamo nemmeno una esile spesanza.
Questa volta la Madonna mi ha dato qualcosa di piu’, di molto importante ed ora non ho piu’ dubbi, non ho piu’ paura, ho solo una certezza.

Immagine

Le altre volte che sono andato a Medjugorje, avevo il timore di incontrarmi con qualche veggente ho quasi evitato che questo succedesse, avevo paura che la ragione avesse trovato qualche dubbio sulle apparizioni della Madonna.
Forse non ero pronto, lei sa quando è arrivato per noi ogni momento.
Questa volta ho avuto la grazia di incontrare Viska e il segnale che la Madonna era li accanto a lei.
Sono stato per tutto il momento in cui Viska ci parlava, a scattare foto e piccoli filmati fin quando credevo che avesse finito.
Alla fine mentre stavo mettendo nel fodero la macchina fotografica, ho cominciato a percepire una sensazione indescrivibile.
Guardando verso di Viska ho visto che aveva le mani giunte ed era raccolta in un intensa preghiera.
Sentivo che mi stava accadendo qualcosa di straordinario, ero un po’ confuso ed anche intimorito a dire il vero.
Ero appoggiato al mio bastone, ho guardato verso di lei, le mie mani divenivano sempre piu’ rigide, non ce la facevo piu’ a stare in piedi.
Poi Viska con un dolce sorriso puntando il suo ditino verso di me, mi ha fatto cenno che non dovevo aver paura.
Ero cosciente pieno di pace interiore, tanta serenità.
Mi son lasciato andare, lasciando le mie mani scivolare lungo il tralcio di una delle viti che si trova dove la veggente, riceve, nella sua vecchia casa.
Mi vedevo accovacciato a terra, respiravo leggermente , poi una voce di donna mia ha detto, non temere e prega, la Madonna ti sta guarendo e ho pianto, senza lamento, lacrime che scottavano sul viso freddo che sembrava di marmo.
C’era tanta gente vicina a me, ma nessuno ha provato a distogliermi da questo momento
Ho sentito una leggerezza indescrivibile, avevo la sensazione di vedermi dall’alto, sembravo un bambino abbracciato a quella vite, come un figlio lo fa con la sua mamma quando ha bisogno delle sue carezze.
Ho avuto la certezza che c’è qualcosa di straordinario anche in questo mondo, basta sintonizzarsi sull’onda giusta.
E’ stato questo il dono piu’ bello che Medjugorje potesse farmi e l’ho ricevuto proprio mentre credevo che l’incontro con Viska fosse finito.
Questa mi dimostra ancora una volta che non siamo noi a decidere quando e come, che sia la nostra mente a trovare risposte alle tante domande che spesso ci facciamo, quando vogliamo provare l’esistenza di Dio.
La Madonna ci concede il suo amore solo se apriamo i nostri cuori, se ci fidiamo di lei ed ogni volta che gli dimostriamo di non aver paura , di non farci impressionare dalla grandezza del suo amore, dalle sensazioni che lo Spirito Santo ci manifesta con la sua venuta, lei ci da sempre un emozione piu’ forte.
Cari Amici sto imparando a pregare con il cuore, la dove ho messo dentro ognuno di voi ed ogni volta che mi rivolgo a lei gli dico:
Mamma io ti apro il mio cuore svuotalo da ogni paura, dalle preoccupazioni e dai peccati di ognuno di noi.
Puliscilo e guariscilo cosi ogni volta che un mio fratello vuole attraverso me rivolgersi a te avrà un posticino dove mettere anche un po di se.

Un fortte abbraccio a tutti.

Giammarco
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Avatar utente
Salvatore
Messaggi: 82
Iscritto il: sab lug 01, 2006 1:02 pm
Località: napoli

Messaggio da Salvatore » gio feb 08, 2007 8:16 am

Quando il Signore vuole chiamare qualcuno usa tutti i mezzi finchè quella persona non risponde la chiamata poi non è finalizzata alla persona stessa ma bensì a tutti i figli di Dio a cui il Padre vuole che arrivi il Suo messaggio facendo diventare il "chiamato" Suo strumento di amore, e per aiutarlo gli mette accanto la Mamma celeste:Tu carissimo Giammarco hai scelto di rispondere a quella chiamata ed ora vivi tutto proteso a sperimentare su te stesso e far sperimentare agli altri l'amore del Padre del Figlio dello Spirito Santo e della Mamma celeste attraverso le opere che lui ti invita a fare.Grazie Grazie Grazie e non vorrei finire di dirti grazie .....
Ieri oggi ho aperto il lavoro vivendo l'esperienza di pace interiore che attraverso te La Madonna ci regala ed è mio desiderio di pregare la Mamma Santissima x te :
Ave o Maria piena di grazia il Signore è con te Tu sei la benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno Gesù
santa maria ,Madre di Dio prega per noi peccatori adesso è nell'ore della nostra morte amen!
Mamma buona che fai arrivare il tuo amore materno ai cuori di tutti perchè possano aprirlo alla volonta del Figlio tuo Ti prego di benedire Giammarco e la sua famiglia e perchè possa sperimentare la tua materna vicinanza donagli tanta pace perchè a sua volta possa far beneficare della tua pace le persone che incontrerà durante la sua vita .
La Pace e la Gioia di Cristo e di Maria che tutto sovrasta abiti nei vostri cuori.

**Lulyna**
Messaggi: 109
Iscritto il: lun mag 08, 2006 1:00 pm

Messaggio da **Lulyna** » sab mar 24, 2007 3:33 pm

Giammarco non riderò di te, sarebbe un insulto e una bestemmia, io credo in ciò che tu hai raccontato, sei un privilegiato, hai riconosciuto il valore della preghiera e hai confidato nell'aiuto dall'Alto anche quando eri in grandi difficoltà, e sei stato graziato, esaudito nelle tue speranze..!!! Lei ha comunicato con te, sei riuscito a sentirla, e sai che non è affatto facile?
Lo riconosco, e ti dirò per quali motivi:
-la vita terrena è frenetica e ci porta anche involontariamente a staccarci dalle sensazioni importanti, dalla calma e dalla riflessione, dalla meditazione e dalla preghiera, che sono il punto di contatto essenziale con l'Aldilà, con l'altra vita e Loro...
-a volte quando pecco (parlo x me ma non so se è successo anche ad altri) faccio una difficoltà enorme nel riavvicinarmi a Lei e a Loro, perché ho paura che mi "odino" che non mi vogliano più...è successo in questi ultimi due anni, ho avuto diffidenza, perché mi sentivo esclusa, ma forse mi ero solo AUTO ESCLUSA!! l'auto esclusione secondo me è ciò a cui punta il maligno, per farti sentire peccatore e comunque diverso da tutti gli altri che Dio accetta, e così anche se non cadi in peccati peggiori ti trattiene dal beneficio della comunione con Loro e ti fa sentire male dentro, ti trasforma giorno dopo giorno in qualcosa che non sei più tu, ti FA PERDERE LA VIA...

Mi ritrovo molto in qualche tua frase dove hai scritto che la Madonna chiede di avere pazienza anche...
Perché un giorno un anno fa, sul treno di ritorno a casa dopo l'università, ero "afflitta" da paranoie relative alla mia vita di coppia, e ne ero scoraggiata... c'era un bel panorama di tramonto, riflettevo con calma, e qualcosa dentro, una voce, non so spiegare, mi disse che dovevo "portare pazienza, che è solo una fase di transizione, alla fine raggiungerai ciò che vuoi"(le parole nn sono proprio queste ma sono le sensazioni che ho avuto in quell'istante)...e mi fu di enorme conforto!! LA PAZIENZA, cosa sconosciuta oggi... intesa non solo come pazienza in famiglia ecc... ma come PAZIENZA degli eventi, dello scorrere del tempo e delle sue vicessitudini, pazienza in essi per portare fiducia senza farsi prendere dall'angoscia e dall'essere precipitosi!! Non si ha tutto e subito..bisogna crescere con gli eventi!

e come ti ha fatto capire Lei, soprattutto le preghiere fatte col cuore, con quella energia che senti uscire dal tuo corpo, quasi la emanassi, quelle sono le preghiere che hanno effetto...!
Che bella la tua esperienza!!
Ti auguro di riuscire sempre a beneficiare delle sensazioni meravigliose date dalla percezione della Sua vicinanza...

Luly

ps. a proposito di timore... ma sai ke io qnd sognai la Madonna a 4 anni d'età (ke poi x vario tempo ho creduto fosse una visione, forse xke ancora nn discernevo bene il sogno dalla realtà) avevo avuto una folle paura che fosse giunta lì per portarmi via dalla mia mamma! all'epoca avevo il terrore che mi rapissero! e così quando La vidi, ebbi paura che mi volesse portare con Lei!! oggi questa cosa mi fa molto sorridere! A mia mamma dissi piangendo "mamma mamma! c'era qui la Madonna forse voleva portarmi via!" hehe :D :oops:
"ognuno ha bisogno di ciò ke in sè ha di peggiore per poter raggiungere ciò che ha di migliore"

[P.C.]

Avatar utente
niky70
Messaggi: 76
Iscritto il: gio mag 03, 2007 2:00 am

Messaggio da niky70 » lun mag 07, 2007 10:40 am

Grazie Giammarco per la tua testimonianza, penso che la Madonna abbia scelto te, puro e semplice di animo come sei, per giungere fino a noi per farci sapere di sperare sempre. Ti chiedo se puoi preghare per me, Lei sa perchè. Grazie e che Dio ti Benedica. Ciao Nicoletta.

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3658
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

Messaggio da Giammarco De Vincentis » mar feb 19, 2008 2:04 pm

Immagine

19 Febbraio 2008

Dopo tanti anni sono tornato a Roma, nello stesso ospedale dove mio padre, prima , poi io, poi, mio zio, poi un altro mio zio, dopo ancora mia sorella e dopo per ultimo mio cugino abbiamo subito tutti interventi chirurgici per lo stesso male.
E' stata una grande emozione ritrovare la statua della madonnina che mi ha cambiato la vita.
Non è piu nel reparto oncologia, ma nel reparto di riabilitazione, al suo posto ce ne è una piu nuova, am per me lei è sempre la piu bella.
Qualcuno pero' l'ha dipinta e lo ha fatto con tanto amore.
I suoi colori luccicano e con il riflresso del sole sembrava volesse sorridrermi questa mattina.
Ringrazio Dio ancora una volta, perchè quei luoghi che io vedevo affacciato da una finestra, mi hanno ricordato di momenti veramente difficili e mi hanno confermato che non bidogna mai perdere la speranza.
L'amore per Dio, per la vita e per la famiglia ci aiutano a cancellare le ferite piu profonde.
Oggi resta solo un ricordo, ecco perchè dico sempre a chi oggi sta vivendo la mia stessa esperienza che è solo questione di tempo e di vivere la sofferenza con la speranza che la vita torni a sorriderci.
Un abbraccio
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

gabrifrosinone
Messaggi: 4131
Iscritto il: lun ott 15, 2007 3:11 pm
Località: FROSINONE

caro Giammarco

Messaggio da gabrifrosinone » mer mar 19, 2008 4:19 pm

Mamma io ti apro il mio cuore svuotalo da ogni paura, dalle preoccupazioni e dai peccati di ognuno di noi.
Puliscilo e guariscilo cosi ogni volta che un mio fratello vuole attraverso me rivolgersi a te avrà un posticino dove mettere anche un po di se.


Grazie Giammarco, per questa tua bella preghiera .
Un abbraccio e un augurio di cuore per la Santa Pasqua.
Gabriella, Enzo e Lucia
.
M.Gabriella Maramao

“Non cercate Gesù in terre lontane: Lui non è là. È vicino a voi. È con voi. Basta che teniate il lume acceso e Lo vedrete sempre... ” (Santa Teresa di Calcutta).

Avatar utente
Don Armando Maria
Sacerdote
Sacerdote
Messaggi: 1793
Iscritto il: gio ott 13, 2005 7:15 pm
Contatta:

Grazie, Giammarco, per questa bella testimonianza a Maria

Messaggio da Don Armando Maria » gio giu 25, 2009 10:23 am

Ave Maria! Carissimo, mi commuovo dentro l'anima ogni volta che leggo la tua bella testimonianza di fede e di amore alla Madonna, che è Mamma di tutte le mamme, come tu dici. Oggi ricorre il 28° annniversario delle apparizioni della Regina della Pace a Medjugorje, e non so perché ma mi è venuto dentro il desiderio di rileggere la tua bella testimonianza mariana. E ti voglio anche dire che, a volte, mi viene il desiderio di venire là a Santa Maria per pregare un pò, assieme con te, davanti alla tua Madonna. Ma non so come fare per arrivare fin là. Quando la Madonna vorrà certamente ciò avverrà. Ci penserà Lei a tutto, anche perché mi è saltata la possibilità di andare a Medjugorje, causa impegni pastorali. Sarei dovuto partire domani con un gruppo. Ora ti mando un forte abbraccio e una benedizione nel Cuiore di Gesù e della Mamma di tutte le mamme. Pace e gioia!
Gesù e la Mamma Celeste vi amano assai e vi benedicono; e anche io, nel loro Santissimo Amore vi voglio bene e vi benedico per intercessione del Cuore Immacolato di Maria: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Don Armando Maria

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3658
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

Messaggio da Giammarco De Vincentis » gio giu 25, 2009 10:52 am

Caro Don Armando quando vuoi venire a Santa Maria, ci saro' io ad ospitarti, devi solo decidere.
A Medjugorje vorrei andare con voi per l'otto di dicembre, se vuoi cominceremo ad organizzarci.
Quando la Madonna ci chiama non ci sono ragioni che ce lo impediscono :)
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

FODDAI
Messaggi: 15
Iscritto il: mar giu 23, 2009 9:51 am
Località: Sardegna

Messaggio da FODDAI » gio giu 25, 2009 11:24 am

caro Giammarco ho letto tuua la tua storia; è molto commuovente, ho i brividi, il Signore vince su tutto!
:o
Sia sempre benedetta la santa e immacolata concezione della beatissima Vergine Maria, madre di Dio, così sia.

Avatar utente
Don Armando Maria
Sacerdote
Sacerdote
Messaggi: 1793
Iscritto il: gio ott 13, 2005 7:15 pm
Contatta:

Grazie, Giammarco!

Messaggio da Don Armando Maria » mar giu 30, 2009 8:04 am

Ave Maria! Carissimo, grazie per la tua bontà nei miei riguardi e grazie per l'invito che mi fai: mi alletta tanto! Comunque io la settimana prossima vado a trovare i miei in ciociaria e rimarrò là fino al 20 luglio. In quei giorni si potrbbe pensare di fare una capatina da te per andarr a pregare assieme la Madonna di Santa Maria, dato che quest'annio ancora non mi è stato possibile di andare a Medjugorje. Pace e gioia!
Gesù e la Mamma Celeste vi amano assai e vi benedicono; e anche io, nel loro Santissimo Amore vi voglio bene e vi benedico per intercessione del Cuore Immacolato di Maria: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Don Armando Maria

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3658
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

Messaggio da Giammarco De Vincentis » mar giu 30, 2009 3:30 pm

k :)a disposizione :)
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

abon99
Messaggi: 18
Iscritto il: lun mar 30, 2009 9:54 am
Contatta:

Messaggio da abon99 » gio dic 10, 2009 10:43 pm

Caro Giammarco
solo ora ho potuto leggere la tua bellissima testimonianza sulla tua guarigione, su Medjugorie.
Sai , sono stata a Lourdes, Banneaux, La Salette e Fatima, a Loreto e Einsidel,ma fin'ora mai a Medjugorie.
Ho alcune riserve,però sento forte il desiderio di andarci.
Volevo anche dirti che, in questo tuo sito, c'è molta serenità e calma ed è molto diverso dallaa frenesia di faceebook
Grazie dell'amicizia.
Un abbraccio
Adrriana
Pace e bene!

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3658
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

Messaggio da Giammarco De Vincentis » gio dic 10, 2009 11:19 pm

Graze Adriana pace e bene anche a te ;)
Spero che presto tu possa andare a Medjugorje
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Rispondi

Torna a “La Madonna di Medjugorje”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti