Emily Dickinson

Poeti celebri di affermata fama nazionale e mondiale

Moderatore: Staff

Rispondi
Tonyaldebaran
Messaggi: 252
Iscritto il: mer mag 18, 2005 8:43 am
Località: Abito a Marta VT , sono nato a Messina
Contatta:

Emily Dickinson

Messaggio da Tonyaldebaran » sab nov 19, 2005 3:35 pm

Immagine
Emily Dickinson (1830-1886)

Emily Dickinson nasce il 10 dicembre 1830 ad Amherst (Massachussetts), in un piccolo centro di religione e cultura puritana, da Edward, celebre avvocato destinato a diventare deputato del Congresso, ed Emily Narcross, donna dalla personalità piuttosto debole. E' la seconda di tre figli. Austin è il fratello maggiore, Lavinia la sorella minore: a entrambi sarà sempre legata da un grande affetto. Dal 1840 al 1847 frequenta la Amherst Academy e successivamente si iscrive alle scuole superiori di South Hadley, da cui viene ritirata dal padre dopo un anno. Manifesta intanto un carattere fiero e indipendente. A casa continua i propri studi da autodidatta, orientata nelle letture anche da un assistente del padre, Benjamin Newton, con il quale resterà in seguito in corrispondenza. Scrivere lettere sarà un'attività fondamentale per la poetessa, un modo intimo per entrare in contatto con il mondo: non a caso molte delle sue poesie verranno allegate ad esse. Nel 1850 scrive alcune "valentine" per gli amici. Nel 1852 conosce Susan Gilbert, con la quale stringe un forte legame, testimoniato da importanti lettere. Nel corso degli anni successivi compie qualche raro viaggio. Incontra il reverendo Charles Wadsworth, un uomo sposato, del quale (a quanto pare) si innamorerà vanamente. Nel 1857 conosce lo scrittore-filosofo trascendalista Ralph W. Emerson, ospite di Austin e Susan, sposi da pochi mesi.La poetessa entra in amicizia con Samuel Bowles, direttore dello Springfiel Daily Republican giornale su cui appariranno (a partire dal 1861) alcune sue poesie. Conosce anche Kate Anton Scott. Sia con Bowles sia con quest'ultima stabilisce un profonod rapporto anche epistolare. La casa dei Dickinson è praticamente il centro della vita culturale del piccolo paese, dunque uno stimolo continuo all'intelligenza della poetessa, che in questo periodo incomincia a raccogliere segretamente i prpri versi in fascicoletti. Nel 1860 è l'anno del futore poetico (365 liriche) e sentimentale. Il suo amore (probabilmente per Bowles) rimane però senza sbocco. Nello stesso anno avvia una corrispondenza con il colonnello-scrittore Thomas W. Higginson, a cui si affida per un giudizio letterario: egli rimarrà impressionato dall'eccezionalità dello spirito,dell'intelligenza e del genio della poetessa, pur ritenendo "impubblicabili" le sue opere. D'altronde ella non intende nè ha mai inteso dare alle stampe i propri versi. Tra il 1864 e il 1865 Emily trascorre alcuni mesi a Cambridge, Massachusetts ospite delle cugine Norcross, per curare una malattia agli occhi. Va maturando la decisione di autorecludersi, e diminuisce i contatti umani e superficiali. Mantiene viva la corrispondenza con amici ed estimatori, divenendo sempre più esigente e cercando, a un tempo, intensità ed essenzialità. Intanto continua a scrivere poesie. La sua produzione, pur non raggiungendo la quantità del 1862, rimane cospicua. Nel 1870 riceve la prima visita, molto attesa, di Higginson, che tornerà a trovarla nel 1873. Incomincia un periodo durissimo per Emily, ormai da anni "reclusa" in casa propria. Muore il padre (1874). La madre si ammala gravemente (1875). Muore Bowles (1878). Nello stesso anno ella si innamora di Otis Lord, un anziano giudice, vedovo, amico del padre, e a quanto pare, l'amore è ricambiato (ma sulla qualità del rapporto con lui non sappiamo quasi nulla). Intanto può anche godere dell'ammirazione della scrittrice Helen Hunt Jackson. Nel 1881 i coniugi Todd si trasferiscono ad Amherst: Mabel Todd diventerà l'amante di Austin, creando dissidi nella famiglia Dickinson. La catena delle tragedie riprende: muoiono la madre a Wadsworth (1882), l'amatissimo nipotino Gilbert (1883), il giudice Lord (1884). Emily è prostrata. Nel 1885 si ammala,e il 15 maggio 1886 muore nella casa di Amherst. La sorella Vinnie scopre i versi nascosti e incarica Mabel Todd di provvedere alla loro pubblicazione, che sarà sempre parziale fino all'edizione critica completa (1955) curata da Thomas H. Johnson, comprendente 1775 poesie.

Fonte:http://www.neparliamo.it/poesie/dickinson.htm

Se io potrò impedire ad un cuore di spezzarsi
non avrò vissuto invano -
Se allevierò il dolore di una vita o allevierò una pena -
O aiuterò un pettirosso caduto a rientrare nel nido
Non avrò vissuto invano.

Emily Dickinson

Immagine


Non posso essere sola,
mi viene a visitare
una schiera di ospiti,
non sono registrati,
non usano la chiave,
non han né vesti, né nomi,
né climi, né almanacchi,
ma dimore comuni,
proprio come gli gnomi,
messaggeri interiori
ne annunciano l'arrivo,
invece la partenza
non è annunciata, infatti
non sono mai partiti.


Emily Dickinson

**********************************************************


Io so bene che dentro la mia stanza
c'è un amico invisibile,
non si rivela con qualche movimento
né parla per darmi una conferma.

Non c'è bisogno che io gli trovi posto:
è una cortesia più conveniente
l'ospitale intuizione
della sua compagnia.

La sola libertà che si concede
è di essere presente.
Né io né lui violiamo con un suono
l'integrità di questa muta intesa.

Non non potrei mai stancarmi di lui:
sarebbe come se un atomo ad un tratto
si annoiasse di stare sempre insieme
agli innumerevoli elementi dello spazio.

Ignoro se visti anche altri,
se rimanga con loro oppure no.
Ma il mio istinto lo sa riconoscere:
il suo nome è Immortalità.


Emily Dickinson

**********************************************************

Il suo volto era un letto di chiome,
Come fiori in un prato-
La sua mano era più bianca dell'olio
che bruciando alimenta le luci sacre.
La sua lingua era più tenera
dell'armonia che oscilla nelle foglie-
chi l'ascolta può rimanere incredulo,
ma chi ne fa esperienza crede
.


Emily Dickinson

***********************************************************

Chi non trova il paradiso quaggiù
non lo troverà neanche in cielo .
Gli angeli stanno nella casa
accanto alla nostra
ovunque noi siamo
.


Emily Dickinson




Tratte dal sito della mia amica aurorablu

Valentina
Messaggi: 237
Iscritto il: gio nov 10, 2005 7:43 pm

Messaggio da Valentina » dom nov 20, 2005 8:50 pm

Emily è la mia poetessa preferita.
Grazie :D
*Valentina, FataErvariva* ...Luce ai miei passi la Tua Parola!...

Avatar utente
Beldanubioblu
Messaggi: 2017
Iscritto il: sab set 24, 2005 6:59 pm
Località: Triginto/Mediglia (Milano)

Messaggio da Beldanubioblu » lun nov 21, 2005 8:45 pm

FataErvariva
Evangelizzatore



Registrato: 10/11/05 19:43
Messaggi: 24
Località: pressi di Torino
Inviato: Ven Nov 18, 2005 9:49 am Oggetto: Bussò il vento

--------------------------------------------------------------------------------

Vi regalo una delle mie poesie preferite



Bussò il vento come un uomo stanco
Ed io garbata 'Entra' gli risposi
Con ferma voce e allora egli rapido
Entrò nella mia camera
Ospite senza piedi
Invitarlo a sedere era impossibile
Tanto sarebbe valso presentare
All' aria una poltrona


Ed ossa non aveva, per tenerlo
Il suo parlare era come il fiato
Di molti colibrì ronzanti insieme
Da un celeste cespuglio
Un' onda, la sua faccia e mentre andava
Dalle dita una musica gli usciva
Di suoni tremuli
Soffiati nel cristallo


Indugiò, sempre qua e là movendo
Poi timidamente
Bussò di nuovo fu come una raffica
Ed io rimasi sola
Emily Dickinson
_________________
*Vale* ...Dio ama chi dona con gioia!

Torna in cima


Giammarco
Evangelizzatore



Registrato: 06/05/05 16:11
Messaggi: 511
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Inviato: Ven Nov 18, 2005 12:56 pm Oggetto: Il suo parlare era come il fiato

--------------------------------------------------------------------------------

Il suo parlare era come il fiato


Grazie Vale per averci donato lo splendore di questa poesia.

Giammarco
_________________
La vita è come un grande quadro, noi non siamo che una semplice pennellata e Dio la dipinge ogni giorno che passa.La Madonna Vi Benedica e Vi Preservi da ogni maleCliccate qui per leggere le mie poesie

Torna in cima


Tonyaldebaran
Evangelizzatore



Registrato: 18/05/05 08:43
Messaggi: 134
Località: Abito a Marta VT , sono nato a Messina
Inviato: Sab Nov 19, 2005 3:19 pm Oggetto: ,

--------------------------------------------------------------------------------

Emily, e' una delle mie preferite , una poetaessa molto vicino al mio modo di intendere la poesia , sono molto belle alcune poesie scritte sugli angeli, se le trovo le postero' , ciao Tony
_________________
>-----+-----+-----<@
Regala un sorriso, non ti costa niente ,
chi lo riceve si sentira' piu' ricco
....senza saperlo... Tony (^_^)
Il sole non ti serve per vedere perchè tu luce sei in mezzo al buio...(Lucia Di Iulio)

Avatar utente
Beldanubioblu
Messaggi: 2017
Iscritto il: sab set 24, 2005 6:59 pm
Località: Triginto/Mediglia (Milano)

Messaggio da Beldanubioblu » lun nov 21, 2005 8:51 pm

Come fare per dimenticare!
Ma potrebbe insegnarlo?
Si dice sia tra le arti la piu' facile
quando si impara il metodo.
Cuori duri son morti
nell'acquisirla, eppure
il sacrificio per la scienza adesso
e' piuttosto comune.
Sono andata anche a scuola
ma non ne son uscita piu' informata -
il mappamondo non lo puo' insegnare
e non serve a niente il logaritmo.
"Come dimenticare"!
Venga qualche filosofo a spiegarmelo!
Ah, essere eruditi
quanto basta asaperlo!
C''e' scritto in qualche libro?
In questo caso io potrei comprarlo -
E' simile a un pianeta?
I telescopi potrebbero scoprirlo -
Se invece e' un'invenzione
deve avere un brevetto.
E tu, dimmi, lo sai,
rabbi del libro saggio?

Il sole non ti serve per vedere perchè tu luce sei in mezzo al buio...(Lucia Di Iulio)

Avatar utente
Beldanubioblu
Messaggi: 2017
Iscritto il: sab set 24, 2005 6:59 pm
Località: Triginto/Mediglia (Milano)

Messaggio da Beldanubioblu » lun nov 21, 2005 8:53 pm

Mai resterà privo di compagnia
chi la sua propria intimità coltiva.
Degli uomini può spesso l'uomo saggiosentir fastidio -
ma dell'uomo interiore
non ci si può stancare -
Sa intrattenerti più piacevolmente
di straniere ballate,
di canti di Biscaglia -
né occorre presentarsi
per arrivare a lui.
Il sole non ti serve per vedere perchè tu luce sei in mezzo al buio...(Lucia Di Iulio)

Avatar utente
Beldanubioblu
Messaggi: 2017
Iscritto il: sab set 24, 2005 6:59 pm
Località: Triginto/Mediglia (Milano)

Il vento

Messaggio da Beldanubioblu » lun nov 21, 2005 8:54 pm

Il vento


Come la luce,
Delizia senza forma -
E come l'ape,
Melodia senza tempo -

Come i boschi,
Segreto come brezza
Che, senza frasi, agita
Gli alberi più superbi -

Come il mattino,
Perfetto sul finire,
Quando orologi immortali
Suonano mezzogiorno!
Il sole non ti serve per vedere perchè tu luce sei in mezzo al buio...(Lucia Di Iulio)

Avatar utente
Beldanubioblu
Messaggi: 2017
Iscritto il: sab set 24, 2005 6:59 pm
Località: Triginto/Mediglia (Milano)

O frenetiche notti!

Messaggio da Beldanubioblu » lun nov 21, 2005 8:58 pm

O frenetiche notti!


O frenetiche notti!
Se fossi accanto a te,
Queste notti frenetiche sarebbero
La nostra estasi!

Futili i venti
A un cuore in porto:
Ha riposto la bussola,
Ha riposto la carta.
Il sole non ti serve per vedere perchè tu luce sei in mezzo al buio...(Lucia Di Iulio)

Avatar utente
Beldanubioblu
Messaggi: 2017
Iscritto il: sab set 24, 2005 6:59 pm
Località: Triginto/Mediglia (Milano)

CANZONE

Messaggio da Beldanubioblu » lun nov 21, 2005 9:00 pm

CANZONE



Fa' ch'io per te sia l'estate

Quando saran fuggiti i giorni estivi!

La tua musica quando il fannello

Tacerà e il pettirosso!

A fiorire per te saprò sfuggire alla tomba

Riseminando il mio splendore!

E tu coglimi, anemone,

Tuo fiore per l'eterno!
Il sole non ti serve per vedere perchè tu luce sei in mezzo al buio...(Lucia Di Iulio)

Avatar utente
Beldanubioblu
Messaggi: 2017
Iscritto il: sab set 24, 2005 6:59 pm
Località: Triginto/Mediglia (Milano)

Messaggio da Beldanubioblu » ven mar 20, 2009 9:25 pm

Immagine

Canzone
Fa ch'io per te sia l'estate
Quando saran fuggiti i giorni estivi!
La tua musica quando il fannello
Tacerà e il pettirosso!

A fiorire per te saprò sfuggire alla tomba
Riseminando il mio splendore!
E tu coglimi, anemone,
Tuo fiore per l'eterno!

&#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829;

Alcuni dicono che
quando è detta,
la parola muore.
Io dico invece che
proprio quel giorno
comincia a vivere.

&#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829;

L'acqua è insegnata dalla sete.
La terra - dagli Oceani traversati.
La gioia - dal dolore.
La pace - dai racconti di battaglia.
L'amore, da un'impronta di memoria.
Gli uccelli, dalla neve.

&#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829;

La "speranza" è un essere piumato -
che si posa sull'anima -
e canta melodie senza parole -
e non finisce mai - del tutto -

E dolcissimo - nella Bufera - si ode,
E intensa deve essere la tempesta -
che potrebbe confondere l'Uccellino
che così tanti ha riscaldato -

L'ho ascoltato nella terra più fredda -
E sul Mare più strano-
Eppure, mai, nel Bisogno,
ha chiesto una briciola - di Me.

&#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829;

Come la luce,
Delizia senza forma
E come l'ape,
Melodia senza tempo

Come i boschi,
Segreto come brezza
Che, senza frasi, agita
Gli alberi più superbi

Come il mattino,
Perfetto sul finire,
Quando orologi immortali
Suonano mezzogiorno!

&#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829;

Per ogni estatico istante
Dobbiamo pagare un'angoscia
In intensa e tremante misura
all'estasi.

Per ogni ora amata
Anni d'amari compensi,
Amari cents contesi,
E Forzieri colmi di Lacrime.

&#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829;

Mai raccontai dell'oro sepolto
Che sulla collina - giace -
Ho visto il sole - concluso il saccheggio
Accucciarsi a guardia della preda.
Era così vicino -
Come tu fossi qui -
Un passo era tra noi -
Se un serpente avesse divaricato la felce
La mia vita sarebbe stata confiscata.

Era uno splendido bottino -
Spero guadagnato onestamente.
Quelli erano i più bei lingotti
Che mai vanga abbia baciato!

Se mantenere il segreto -
Se svelarlo -
Se mentre ci penso
"Kidd" salpasse all'improvviso -

Potesse un sagace consigliarmi
Potremmo anche dividere -
Dovesse il sagace tradirmi -
Atropo decida!

&#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829; &#9829;

Immagine
Il sole non ti serve per vedere perchè tu luce sei in mezzo al buio...(Lucia Di Iulio)

Rispondi

Torna a “Le Poesie dei Grandi Poeti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite