Chiedo umilmente le vostre preghiere...

Solo lettura: dal maggio 2005 al maggio 2010

Moderatore: Staff

Bloccato
Avatar utente
Redazione
Redazione del Forum
Messaggi: 2205
Iscritto il: mar apr 19, 2005 5:17 pm
Località: Siamo online in ogni parte del mondo

Chiedo umilmente le vostre preghiere...

Messaggio da Redazione » lun mag 10, 2010 1:31 pm


Da: Maria Grazia
Inviato: lunedì 10 maggio 2010 12.29
A: Miriam
Oggetto:

...non sto proprio bene e attendo con pazienza la visita gastroscopica del prossimo giovedì 13, per vedere se nel mio stomaco è cambiato qualcosa...

Fiduciosa in Cristo Gesù, medico assoluto delle nostre anime e dei nostri corpi, e nel cuore pietoso della Madonna nostra madre, chiedo umilmente le vostre preghiere. Grazie

Maria Grazia
Se vuoi scrivere nel Forum degli Innamorati registrati cliccando qui

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

replay

Messaggio da miriam bolfissimo » lun mag 10, 2010 1:39 pm

Mia carissima maria grazia, pace e bene! sei stretta ai nostri cuori e nelle nostre preghiere come dono prezioso nel cammino verso la Meta e ti affidiamo alle cure dolcissime della Mamma Celeste affinché possa compiersi per te, nella consolazione, la Volontà del Padre nostro che è nei cieli...
  • Ave, o Maria,
    piena di grazia:
    il Signore è con Te!

    Tu sei benedetta fra le donne
    e benedetto è il frutto del Tuo seno, Gesù.

    Santa Maria, Madre di Dio,
    prega per noi peccatori:
    adesso e nell’ora della nostra morte. Amen
Unabbraccissimodolcissimo, miriam bolfissimo&C
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

ALICE
Messaggi: 9873
Iscritto il: ven feb 19, 2010 12:26 pm

Messaggio da ALICE » mar mag 11, 2010 2:10 pm

è il giorno della Madonna di Fatima l esito andrà bene...secondo me E' più facile parlare con Dio che ascoltarlo, ma ricordati che non è più importante quello che dici tu a Dio perché Lui lo sa; al contrario è importante quello che Lui ha da dirti. Ogni volta che preghi; fa' una pausa di silenzio prolungata per metterti alla presenza di Dio. Pensalo presente in te nella SS. Trinità e chiediGli: "Signore cosa hai da dirmi oggi?" Aiutati molto con la parola di Dio, il Vangelo. Chiedi ad esempio: "Cosa hai da dirmi oggi sulla mia carità, sui miei doveri o sul mio modo di accostarmi alla S. Eucaristia?" Se non hai la risposta subito, ricorda che il Signore parla sempre con un piccolo velo perché noi abbiamo bisogno di attesa, di fede, di umiltà. Non allarmarti se non senti risposta subitanea alle tua insistenza; la tua domanda deve essere schietta; poi la risposta ti verrà magari in piena giornata. Fai esercizio di ascolto.

Avatar utente
niky70
Messaggi: 76
Iscritto il: gio mag 03, 2007 2:00 am

Messaggio da niky70 » mar mag 11, 2010 6:01 pm

Ave o Maria
Piena di Grazia
il Signore è con Te

Tu sei Benedetta tra le donne
e Benedetto il Frutto del Seno Tuo Gesù

Santa Maria Madre di Dio
prega per noi peccatori
adesso e nell'ora della nostra morte.
Amen

Ospite

Messaggio da Ospite » mar mag 11, 2010 7:03 pm

Ave o Maria
Piena di Grazia
il Signore è con Te

Tu sei Benedetta tra le donne
e Benedetto il Frutto del Seno Tuo Gesù

Santa Maria Madre di Dio
prega per noi peccatori
adesso e nell'ora della nostra morte.
Amen

Avatar utente
Grazia Cuffari
Messaggi: 743
Iscritto il: ven gen 08, 2010 6:45 pm
Località: San Vendemiano - TV

Volto stupefacente della Madonna

Messaggio da Grazia Cuffari » mar mag 11, 2010 11:39 pm

Immagine

Carissimi tutti,
questa immagine mi è stata donata proprio oggi, ed io la porterò sempre
con me nel mio cuore, non come cimelio, né portafortuna, ma come la
mamma del caro buon Gesù che ci ha salvati con amore, come la mamma che ci ama con quello stesso amore con cui ci ama Gesù.
Forse l'avete già vista, ma guardatela ancora, vi prego.

E' un immagine stupenda di Maria, la Madonna di Medjugorje che parla direttamente al cuore e all'animo di chi l'ammira
Lo splendore vivo e penetrante degli occhi comunica allo spirito tante cose: amorevolezza, sofferenza pacata, misericordia, pace, invito ad accogliere e testimoniare il suo amore e l'amore del Figlio suo Gesù, per non rendere vani il Sacrificio del Figlio e queste sue apparizioni e prodigi di
Madre dell'Umanità
Ho stampato l'immagine dopo averla ingrandita e la porterò con me sempre, specialmente giorno 13 in ospedale quando avrò la visita gastroscopica.
Ho letto il resoconto di come si sono svolti i fatti relativi all'immagine.
Intuisco che sono fatti inspiegabili che solo Dio conosce e concessi a persone sensibili, per mettere in evidenza quei segni dei tempi che stiamo attraversando, allo scopo di stare vigilanti con l'olio della fede, come le vergini savie in attesa dello Sposo, che giunge nel pieno della notte.
Tutto questo ho letto negli slendidi occhi di questa stupefacente immagine della Madonna, che, grazie a lei, ho potuto oggi contemplare ed anche, vi ho letto il dolcissimo invito a non staccarci dai suoi occhi per indirizzare i nostri a quelli di Gesù nostro Salvatore.
E difatti più li guardo questi occhi e più vorrei tornare a guardarli !

Da quando mi son messa in cammino per conoscere Gesù e la sua Parola mi riesce difficile non parlare di Gesù e della Madonna come facevano San Benedetto e Santa Scolastica, se non ricordo male.
Maranatà, Vieni Signore Gesù!
Con affetto Maria Grazia

Salve Regina, Madre di misericordia;vita, dolcezza e speranza nostra,
salve. A te ricorriamo,noi esuli figli di Eva: a te sospiriamo gementi e piangenti in qresta valle di lacrime. Orsù dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi quegli occhi tuoi misericordiosi. E mostraci dopo questo esilio Gesù, il frutto benedetto del tuo seno. O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria
Dio mi ama e ama tutti nel presente e nell'eternità

Avatar utente
Grazia Cuffari
Messaggi: 743
Iscritto il: ven gen 08, 2010 6:45 pm
Località: San Vendemiano - TV

lettera di accompagnamento

Messaggio da Grazia Cuffari » mer mag 12, 2010 6:54 am

Ecco adesso la lettera di accompagnamento dell'immagine della Madonna di Medjugorje.
  • UN’IMMAGINE STUPEFACENTE

    “QUANTO, O MAMMA, ABBIAMO CERCATO I TUOI OCCHI!”
Sottopongo all’attenzione di tutti una immagine straordinaria. (in fondo alla pagina)

È straordinaria in se stessa, a prescindere dal modo in cui è venuta fuori, anche se, cioè, non fosse collegata ai fatti che sto per raccontare.
Durante il pellegrinaggio che ho guidato l’anno scorso a Medjugorje per il festival dei giovani, un signore che era con noi, Giuseppe Tomarchio di Mascali (Catania), afferma di aver scattato una foto alla statua della Madonna posta in fondo alla navata destra della chiesa di Medjugorje. Era il primo agosto, alle ore 15,06. Egli si sentì come attirato ad andare presso la statua, davanti alla quale (poiché stavano cambiando i fiori), in quei momenti era stata tolta la ringhiera artificiale che impedisce ai fedeli di avvicinarsi troppo. Trovatosi a tu per tu con la statua, lui stesso non sa come, scattò una foto al Suo volto, ma senza controllarne subito il risultato.
Qualche giorno dopo, il 5 agosto, durante il viaggio di ritorno dalla visita alla comunità di Nuovi Orizzonti nella sua nuova sede e dopo aver partecipato alla apparizione della Madonna alla veggente Marija, una cugina (Pina) del signor Tomarchio, rivedendo le foto sul cellulare, rimase colpita da una immagine della Madonna, dalla bellezza del viso, ma soprattutto degli occhi di quella immagine, che sembravano gli occhi di una persona viva, e non quelli di una statua. “Questa foto la voglio!”, esclamò la cugina. Ma più grande stupore colse lo stesso signor Tomarchio nel constatare la presenza di un volto totalmente diverso da quello a cui aveva scattato la foto in chiesa.
Giunti a casa, in Sicilia, il telefonino fu portato da un fotografo, che non riuscì nell’intento di estrarre il file. Successivamente un altro fotografo ci riuscì, e la foto sviluppata e stampata ha cominciato ad attirare tutti quelli che l’hanno vista.
L’immagine ricalca quella di Tihaljina, dove noi però non siamo andati, ma con alcune differenze sconcertanti: il volto non è più così ovale come nella statua. Ciò che però più impressiona sono gli occhi, che alcuni non riescono ad affrontare a lungo, tanto sono quelli di una persona viva. Ingrandendo l’immagine si scopre anche che in quegli occhi sono presenti le ciglia. Lo sguardo intenso dà la sensazione di una persona che stia lì pronta a piangere. Sono occhi che ti interrogano, che ti scrutano maternamente, che ti rimproverano, che, dopo che tu hai visto, ti inseguono benignamente, aiutandoti a rispondere alla sua chiamata. Sono occhi misericordiosi e tristi. Sono occhi dei quali non puoi fare più a meno.
Si tratta di una immagine che va diffusa. E se anche non fosse di origine straordinaria, ma ci fosse la mano di un uomo, occorrerebbe fare a questa persona i più calorosi complimenti per aver realizzato questo capolavoro di una intensità senza pari.
Forse è un segno per la persona che l’ha scattata, della quale non ho motivo di dubitare; forse è un regalo per il nostro gruppo. Ma qualsiasi cosa sia, sono convinto che esso è un’occasione straordinaria per ascoltare i richiami di Maria che ci parla con gli occhi, quegli occhi misericordiosi che ogni giorno le chiediamo di rivolgere a noi. Un ennesimo tentativo di implorare la nostra conversione e di prendere in seria considerazione i suoi richiami. Tra le tante immagini che circolano e che si ritengono miracolose, questa ha il pregio di farci sentire vivi i richiami di Maria.

Ma c’è ancora un altro fatto che a me pare si possa accostare a questa immagine, che non sento di chiamare foto, e che, almeno per il nostro gruppo, costituisce la conferma di un segno. È successo l’hanno precedente sempre nel nostro gruppo, e sempre durante il festival dei giovani. Cerco di riproporlo, grosso modo rinviando ad altra data il racconto particolareggiato.
Stavano per salire il Podbrdo, quando passando accanto alla vecchia casa di Vicka, abbiamo notato un gruppo che attendeva la veggente. Nessuno tra la folla di migliaia di pellegrini presenti a Medjugorje in quei giorni, sapeva di questo incontro. Così ho dirottato subito i miei pellegrini nel cortiletto attorno alla scala che tradizionalmente serve a Vicka per parlare a tutti coloro che vogliono incontrarla.
Ad un certo punto del suo dialogo con i pellegrini, Vicka cominciò ad imporre le mani ai presenti e a pregare su di loro. Una giovane signora del nostro gruppo, con i problemi più disparati e che stava dietro a Vicka, quando ormai aveva perso ogni speranza di parlarle, si trovò all’improvviso davanti Vicka che le imponeva le mani. Scoppiò a piangere, quando Vicka la chiamò per nome, poiché non si erano mai conosciute prima. “Come fai a conoscere il mio nome?”, le chiese. “Me lo ha detto la Signora”, rispose Vicka. È stato quello il momento in cui questa donna del nostro gruppo, ora sì fortunata, non ha più visto il volto di Vicka, ma il volto della Madonna che le parlava. Gli occhi, in modo particolare, erano di un azzurro indescrivibile.
Per un po’ di giorni questa donna non è stata capace di raccontare la sua esperienza. Tutto il resto di quel giorno ha voluto rimanere da sola a considerare ciò che le era accaduto. Neanche la sera ha voluto uscire dalla sua stanza, nonostante ci fosse gratis il concerto di Andrea Bocelli.
Quando, qualche tempo fa, le ho mostrato e regalato l’immagine della Vergine di cui stiamo parlando, con grande emozione mi ha detto: “QUANTO HO CERCATO QUESTI OCCHI!”.

In sintonia con il signor Tomarchio, abbiamo pensato di mettere a disposizione di tutti questa immagine, senza alcuna pretesa. Ognuno giudichi da sé! L’unica cosa che chiediamo e che l’immagine si accompagni alla sua storia. E questo per evitare, come è già successo, che tanti si vantino a sproposito di essa come di propria esperienza. È un dono per tutti. Che almeno venga sottoscritta o retroscritta la dicitura: Immagine scattata a Medjugorje dal signor Giuseppe Tomarchio di Mascali (Catania) il giorno 01 agosto 2009 alle ore 15,06 al volto della statua che si trova dentro la chiesa di Medjugorje. Questo per evitare che qualcuno speculi sull’immagine.
Credo poi che ne abbiamo fin sopra i capelli di discussioni su verità o falsità di immagini che circolano nei luoghi delle apparizioni: questa immagine è straordinaria in se stessa da qualunque parte venga.
Inutile cercare il file originale, poiché dopo averlo estratto la prima volta, il telefonino del signor Tomarchio , in cui il file era contenuto, è andato distrutto.
Io però intimamente propendo per la sua autenticità. Tuttavia se qualcuno conoscesse già la stessa immagine, rimane libero di contestarci.
A breve l’immagine sarà sottoposta al giudizio di alcuni veggenti.
Intanto, io già prego davanti ad essa.

Prima di concludere vorrei aggiungere un ulteriore tassello a questa storia, ricca di coincidenze interessanti. Si tratta di una circostanza particolare, forse fortuita. Un po’ dopo aver scattato la foto di cui abbiamo parlato, rientrato in chiesa, il signor Tomarchio ha girato un breve filmato alla statua, durante il quale si sente distintamente il canto “Virgen Morenita”, un canto alla Vergine di Guadalupe, Colei cioè che ci ha lasciato di se stessa una delle immagini più stupefacenti della storia del cristianesimo. Tutti sanno che negli occhi di quella immagine è racchiuso uno dei suoi misteri più sorprendenti. Così nel suo telefonino il signor Tomarchio si è ritrovata prima la stupenda immagine in questione e poi il filmato con questo canto alla Madonna di Guadalupe. L’orario della foto, le 15,06, è quello in cui si sta recitando la coroncina della Divina Misericordia: un ulteriore richiamo agli occhi misericordiosi di Maria.
  • Diacono Franco Sofia
Qui di seguito, il racconto autografo del signor Tomarchio:

“Lo scorso anno, ad agosto, in occasione del Festival dei Giovani, insieme ad un gruppo di fedeli, accompagnati dal diacono Francesco Sofia, mi recai in pellegrinaggio a Medjugorje.
Più volte, durante la giornata, andavo in chiesa a pregare ai piedi della statua della Madonna.
Un pomeriggio, mentre alcune persone sistemavano i fiori ai piedi della statua, come se fossi stato chiamato ad avvicinarmi, mi accostai accanto alla statua e, con il telefono cellulare, scattai una foto al volto.
Qualche giorno dopo, stavamo rivedendo, insieme a mia cugina Pina, le foto scattate durante il pellegrinaggio, quando con grande stupore ella mi faceva notare la bellezza del volto di una di queste immagini: era la bellezza del volto di una persona viva, in tutti i suoi particolari. Solo allora mi resi conto che quella era la foto che avevo scattato alla statua che si trova dentro la chiesa di Medjugorje. Si trattava di una persona reale viva in tutti i suoi particolari.
Ho ringraziato la Madonna, per il segno molto bello e vivo che rimarrà nei nostri cuori per tutta la vita”.
Giuseppe Tomarchio.

Poiché in questa vicenda tutti e tre i protagonisti portano il nome di san Giuseppe, proprio a lui che per tanti anni ha incontrato gli occhi ineffabili di Maria, quegli occhi che hanno fatto innamorare il Figlio di Dio, Gesù, vorrei dedicare questa immagine. Essa è posta sotto la sua custodia.
A tutti un augurio e una benedizione: che gli occhi di Maria siano sempre su di voi, vi inteneriscano fino alle lacrime di compunzione, accompagnino i vostri passi, veglino sul vostro futuro e sulla vostra salvezza! O Madre e Regina della pace, rivolgi sempre a noi i tuoi occhi misericordiosi. Amen.
  • Diacono Franco Sofia
 
Dio mi ama e ama tutti nel presente e nell'eternità

ALICE
Messaggi: 9873
Iscritto il: ven feb 19, 2010 12:26 pm

Messaggio da ALICE » mer mag 12, 2010 12:25 pm

L'essenza del Rosario
Santissima Madre di Dio; non abbandonarmi per tutto il tempo della mia vita, non lasciarmi mai, protettrice degli uomini; ma vieni in mio aiuto, abbi pieta' di me.
Vergine Santa, Madre di Dio, io ricorro alla tua protezione perche' so che vi trovero' la salvezza, perche' Tu hai il potere di aiutarmi, o tutta pura. Nessuno di quelli che sono ricorsi a Te, e' rimasto deluso, Vergine Madre di Dio; se hanno chiesto qualche grazia, da Te hanno avuto risposta alla loro domanda. Tutti coloro che sono scampati a qualche pericolo, sono ricorsi a Te. E quale altro rifugio e' paragonabile a Te, Madre di Dio, che proteggi la nostra vita?
Amen. Ave Maria!

irene
Messaggi: 424
Iscritto il: lun mag 21, 2007 8:49 am

Messaggio da irene » mer mag 12, 2010 2:31 pm

Vedrai che andrà tutto bene e la Madonna nella sua festa di Fatima non può che esaudire queste nostre preghiere:


Ave Maria, piena di grazia
il Signore è con te
Tu sei benedetta tra le donne e
benedetto è il frutto del Tuo seno
Gesù.

Santa Maria, Madre di Dio
prega per noi adesso e
nell'ora della nostra
morte, Amen.

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

replay

Messaggio da miriam bolfissimo » gio mag 13, 2010 8:16 am

...in speciale comunione oggi, giorno di festa e gioia in onore della Beata Vergine di Fatima e dell'Ascensione del Suo Dilettissimo Figlio e nostro Signore Gesù Cristo al cielo...
  • Ave, o Maria,
    piena di grazia:
    il Signore è con Te!

    Tu sei benedetta fra le donne
    e benedetto è il frutto del Tuo seno, Gesù.

    Santa Maria, Madre di Dio,
    prega per noi peccatori:
    adesso e nell’ora della nostra morte. Amen
Un abbraccissimo, miriam bolfissimo&C
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

ALICE
Messaggi: 9873
Iscritto il: ven feb 19, 2010 12:26 pm

ghiera alla Madonna di Fatima

Messaggio da ALICE » gio mag 13, 2010 11:48 am

ghiera alla Madonna di Fatima







O Regina di Fatima, in questa ora di così grandi pericoli per le nazioni cristiane, allontanante da esse il flagello del comunismo ateo. Non permettete che riesca a instaurarsi, in tanti paesi nati e formati sotto l'influsso sacro della civiltà cristiana, il regime comunista, che nega tutti i comandamenti della legge di Dio. Perciò, o Signora, mantenete vivo e accrescete il rifiuto che hanno opposto al comunismo tutte le categorie sociali dei popoli dell'Occidente cristiano. Aiutateci ad avere sempre presente che:

1. Il decalogo ci ordina: "non avrai altro Dio fuori che me" "non nominare il nome di Dio invano" e "ricordati di santificare le feste". E il comunismo ateo fa di tutto per estinguere la fede, portare gli uomini alla bestemmia e creare ostacoli alla normale e pacifica celebrazione del culto;

2. Il decalogo ordina: "onora il padre e la madre", "non commettere atti impuri" e "non desiderare la donna d'altri". Ebbene, il comunismo vuole rompere i vincoli tra genitori e figli, affidando la loro educazione alle mani dello Stato. Il comunismo nega il valore della verginità e insegna che il matrimonio può essere sciolto per qualsiasi motivo, per la semplice volontà di uno dei coniugi;

3. Il decalogo ordina: "non rubare" e "non desiderare la roba d'altri". Il comunismo nega la proprietà privata e la sua così importante funzione sociale;

4. Il decalogo ordina: "non ammazzare". Il comunismo si serve della guerra di conquista come mezzo di espansione ideologica e promuove rivoluzioni e delitti in tutto il mondo;

5. Il decalogo ordina: "non dire falsa testimonianza", e il comunismo usa sistematicamente la menzogna come arma di propaganda. Fate che, sbarrando risolutamente il passo alla infiltrazione comunista, tutti i popoli dell'Occidente cristiano possano contribuire a fare avvicinare il giorno della gloriosa vittoria che avete predetto a Fatima con queste parole cosi piene di speranza e di dolcezza:

colui33
Messaggi: 291
Iscritto il: sab feb 18, 2006 12:35 pm

Messaggio da colui33 » dom mag 16, 2010 3:40 pm

Ave o Maria
piena di grazia
il Signore è con te
tu sei benedetta fra le donne
e benedetto è il frutto
del tuo seno Gesù
Santa Maria Madre di Dio
prega per noi peccatori
adesso e nell'ora della nostra morte amen

un abbraccio mara

Bloccato

Torna a “ARCHIVIO DELLE RICHIESTE DI PREGHIERE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti