ELEZIONI PROVINCIALI 2010 E BALLOTTAGGIO AL COMUNE

Annunci e commenti

Moderatori: Giammarco De Vincentis, Staff

Rispondi
Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3701
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

ELEZIONI PROVINCIALI 2010 E BALLOTTAGGIO AL COMUNE

Messaggio da Giammarco De Vincentis » mer mar 10, 2010 1:08 pm

Antonio Del Corvo
Immagine
Immagine

"L’uomo del fare” , proteso ad analizzare minuziosamente i problemi per arrivare alle soluzioni più efficaci, convinto che la politica debba essere “cucita” sui bisogni della collettività: così ama definirsi, e così viene definito da chi ben lo conosce Antonio DEL CORVO, candidato del Pdl alla Presidenza della Provincia dell’Aquila.

50 anni, stimato dottore commercialista, ha deciso di porre la sua esperienza professionale al servizio del territorio aquilano. Non gode di una forte popolarità mediatica poiché abituato a lavorare concretamente dietro le quinte, senza inutili autocelebrazioni.

L’impegno e le capacità amministrative dimostrate nel ruolo di vice Sindaco nellaciità di Celano e, successivamente dal 2008, in quello di Consigliere regionale lo hanno distinto agli occhi del Presidente del consiglio dei Ministri on. Silvio Berlusconi che, insieme al coordinatore regionale del Pdl sen. Filippo Piccone e al Presidente della Regione Abruzzo Gianni Chiodi, ha espresso forte sostegno e fiducia nelle sue qualità politiche, tecniche e umane.

Convinto che l’economia regionale passi in gran parte attraverso l’agricoltura, Antonio DEL CORVO ritiene fondamentale puntare sulla modernizzazione del sistema in Abruzzo: è proprio l’impegno in questo settore che lo ha portato a ottenere la Presidenza della III Commissione consiliare regionale-Agricoltura, oltre ad essere membro di altre due Commissioni consiliari: Bilancio e Affari Generali.

Secondo Antonio DEL CORVO, in un momento di grande difficoltà come quello che sta attraversando la Provincia aquilana il cambiamento risulta essere fondamentale. Essere uniti, lavorare insieme mettendo da parte sterili sentimenti campanilistici sono presupposti imprescindibili per raggiungere degli obiettivi che sono comuni, data la forte interconnessione tra le economie delle diverse aree della Provincia.

Punti cardine del suo programma politico sono la ricostruzione della città dell’Aquila – da sempre centro nevralgico della Provincia per la sua importanza storica, artistica e culturale – e la crisi economica dell’intero territorio provinciale, con particolare attenzione alla Valle Peligna, che negli ultimi anni ha conosciuto significative problematiche occupazionali.
clikkate qui http://www.delcorvo.it/ per leggere il programma.
Ultima modifica di Giammarco De Vincentis il lun dic 13, 2010 2:03 pm, modificato 6 volte in totale.
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3701
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

Messaggio da Giammarco De Vincentis » mer mar 10, 2010 3:03 pm

Candidato consigliere alla provincia dell'Aquila
Al collegio di San Benedetto, Pescina, Collarmale, Cerchio e Aielli VOTATE
il dottor Luigi Percossi

Immagine

Cliccate qui http://www.radicchio.it/facsimilepercossi.doc per scaricarvi il fac-simile per il voto

Immagine
__________________________________________
La fonte IL COMIZIODI LUIGI PERCOSSI DEL 21 MARZO http://www.facebook.com/group.php?v=app ... opic=13690
Sono Luigi Percossi candidato alle elezioni Provinciali per la lista del Presidente Antonio Del Corvo “FORZA PROVINCIA” , lista di diretta emanazione del Partito della libertà.
Ho avuto l’opportunità di ascoltare alcuni candidati come me alle elezioni Provinciali.
Come solito in queste occasioni, sono state elencate una lunga serie di promesse , di impegni senza però mai entrare nei dettagli.
Io non lo farò.
Come mio solito, per coloro che mi hanno ascoltato nella precedente tornata elettorale, vorrei fare una analisi della situazione politica-economica del nostro territorio e di conseguenza spiegare le ragioni della mia scelta di candidarmi nella lista del Presidente Antonio Del Corvo “FORZA PROVINCIA” .
Il momento che stiamo attraversando è un momento di estrema importanza.
La crisi economica che ha investito il mondo occidentale ci ha toccato nel vivo e sta mettendo a dura prova l’esistenza di molti concittadini.
Come sottolineato da molti autorevoli economisti, per la prima volta, nella storia moderna, i figli staranno peggio dei genitori, costretti a sopportare un deficit e un debito pubblico oltre l’immaginazione.
Quello che è messo in discussione non è solo la legittimazione dello stato sociale, ma la stessa necessità di far fronte ai bisogni primari di tutti i cittadini.
Dalle scelte che faremo dipenderà l’esito del nostro futuro e del futuro dei nostri figli.
Per questo, ritengo, che l’espressione del voto, a questo o quel candidato, basata sulla mera fede politica, non sia più attuale e non risponde più alle esigenze di crescita economica del territorio; di conseguenza non risponde più alla necessità di dare priorità agli interessi generali rispetto a quelli particolari.
Decisivo nella scelta del voto deve essere l’analisi del programma o progetto elettorale e la scelta degli uomini chiamati a realizzarlo.
L’Abruzzo e la provincia dell’Aquila in particolare, stanno attraversando un periodo di crisi profonda aggravata dal recente terremoto che ha colpito la zona dell’Aquila. La prova è il ricorso sempre crescente alla cassa integrazione e il numero, sempre maggiore, delle aziende che hanno chiuso i loro cancelli.
L’azione della politica deve tendere alla ricerca di nuove aree di sviluppo che possano dare occupazione ma soprattutto alla ricerca delle risorse necessarie da destinare alla crescita economica.
Noi crediamo che la Marsica ed in particolare il Fucino possano avere un ruolo importante e primario al superamento della crisi economica, ma questo presuppone la previsione di un piano strategico e l’impiego di risorse finanziarie destinate all’ammodernamento delle strutture delle nostre aziende.
C’e bisogno di una azione congiunturale che metta le nostre imprese in condizione di poter produrre meglio e a costi più bassi per far fronte alla concorrenza del libero mercato.
Per fare questo c’è bisogno di denaro.
Ora mi chiedo e vi chiedo, quale dei candidati in questa tornata elettorale sarà più interessato a stanziare denaro a favore della Marsica?
Quale dei candidati è convinto che il Fucino rappresenti ancora una ricchezza su cui credere ed investire denaro?

UNA PRIMA RIFLESSIONE.
Mai come in questo momento la Marsica ha avuto migliori opportunità.
Possiamo vantare un Senatore della Repubblica e, se eletto, di un Presidente della Provincia.
Le notizie dell’ultim’ora dicono che gli Aquilani, per mere ragioni di campanilismo, dirotteranno i loro voti alla Pezzopane e non accettano assolutamente di votare un Marsicano.
Questa notizia deve farci riflettere e spostare il discorso sulle vere ragioni che inducono gli Aquilani a sostenere un loro candidato a danno dei Marsicani.
Abbiamo detto che lo sviluppo di un territorio dipende, soprattutto in questo momento, dalle risorse di cui potrà disporre a sostegno della propria economia.
Ora vi chiedo e mi chiedo: La Pezzopane quante risorse sarà disposta a stornare sul territorio della Marsica?!!!
Ascoltado le varie trasmissioni e le dichiarazioni rese, la Pezzopane ha sempre detto che la stragrande maggioranza delle risorse saranno destinate alla ricostruzione del capoluogo L’Aquila.
Il programma del nostro candidato Marsicano, Antonio Del Corvo, presenta degli aspetti più complessi articolati da una persona professionalmente valida , che per ragioni legate alla sua professione, conosce perfettamente le esigenze del nostro territorio.
Del Corvo dice: Stiamo assistendo, in ragione della crisi, alla chiusura e smantellamento di molte aziende non legate al territorio, che trasferiscono la loro produzione in aree meno costose e più redditizie.
Questo fenomeno è meno appariscente nella Marsica, in quanto unico territorio che può vantare un rilevante numero di aziende ed imprenditori autoctoni.
Nostro compito è si aiutare la ricostruzione dell’Aquila, ma senza penalizzare il territorio Marsica.
Le imprese Marsicane vanno sostenute in questo momento così delicato approntando le giuste risorse, in una sorte di connubio e gioco di squadra da programmare con la Regione.
Se tutte le risorse vengono destinate per la ricostruzione della città dell’Aquila, si rischia di minare in modo irreparabile la capacità di sviluppo e la capacità produttiva della Marsica.
Per fare un esempio : è come se una famiglia spendesse tutti i soldi che ha per costruire la propria abitazione e poi non ha più i soldi nemmeno per fare la spesa.
La città dell’Aquila va ricostruita, ma nei tempi e nei modi giusti, favorendo nello stesso tempo le imprese autoctone della Marsica a sopportare il momento della crisi ed avviandole verso nuovi sviluppi che secondo le leggi della sana economia daranno maggiore occupazione.
Per L’Aquila il Presidente Del Corvo auspica la costituzione di una zona franca che nell’immediato possa attirare il capitale e gli investimenti di imprenditori non locali.
Queste sono le ragioni che mi hanno spinto a scegliere il candidato Del Corvo.
Sono stato criticato di aver scelto di candidarmi all’ultimo momento, troppo tardi.
Ma io non ero alla ricerca di una candidatura e quando mi è stata offerta mi è sembrato giusto confrontare le convinzioni del candidato alla presidenza della provincia con le mie, mi è sembrato giusto confrontare se l’analisi politica economica del momento fosse non dico uguale ma simile. Mi è sembrato giusto confrontare se le azioni e programmi da mettere in atto per dare una scossa alla ripresa economica rispecchiassero le mie soluzioni. Per tutto questo c’è voluto del tempo.
Altri sicuramente avrebbero e avranno accettato immediatamente. Io no!!!

SECONDA RIFLESSIONE
Noi cittadini di San Benedetto, nella logica sin qui rappresentata, certamente abbiamo perso un’altra occasione buona.
Potevamo certamente esprimere un unico candidato di centrodestra in grado di rappresentarci nel Palazzo della Provincia.
Ma la vecchia logica delle spartizioni e delle correnti non ci ha consentito di avere la fortuna di un unico candidato capace di rappresentare nelle sedi opportune le ragioni e le difficoltà del nostro Paese.
La logica degli interessi particolari ha prevalso , ancora una volta, sulla logica degli interessi generali; le conseguenze ricadranno, come sempre, su tutti noi .
Ancora una volta è prevalsa la suddutanza ai rappresentanti delle varie fazioni politiche sovra comunali su quello generale del nostro Paese.
L’aver espresso una parte della PDL una propria candidatura, senza confrontarsi con gli altri, ha fatto in modo che questi ultimi si sentissero in diritto di esprimere anch’essi autonomamente una propria candidatura.
Anche in questo caso io ho inteso schierarmi con coloro che appartengono e sostengono il territorio della Marsica.
Da sempre le risorse messe a disposizione dallo Stato, dalla Regione Abruzzo,dalla Provincia, sono finite nelle tasche degli abitanti della costa.
Li si sono create infrastrutture, collegamenti, zone industriali, artigianali e commerciali.
Li si sono create le maggiori opportunità di crescita e di posti di lavoro.
La Marsica da sempre penalizzata ha dovuto farsi carico da sola di tutte le criticità e di tutti i problemi che volta per volta si è trovata ad affrontare.
Ora la Marsica non è più in grado da sola a risolvere i problemi che la crisi e il mercato globale ha evidenziato e messo allo scoperto.
Per questo la mia scelta è stata determinata dalla necessità di sostenere la parte politica più attenta e vicina alla popolazione Marsicana.
La Pezzopane, gli eletti al Parlamento e alla Regione non Marsicani sono tutti fortemente motivati a stornare le risorse verso i territori di provenienza.
Il voto a Del Corvo assicura l’attenzione politica sul territorio Marsica, da sempre motore economico della provincia dell’Aquila e in caso di vittoria, potremmo, al pari degli altri, ricevere risorse utili al sostegno e allo sviluppo della nostra Marsica.
Per questo, ripeto, la mia scelta è orientata verso quelle forze politiche che hanno tutto l’interesse a portare i soldi nella Marsica e favorire, almeno per una volta, l’imprenditoria e lo sviluppo del nostro territorio.

TERZA RIFLESSIONE
Nei comizi di due anni fa ho avuto modo di dire che la scarsità delle risorse finanziarie sarebbe stata aggravata dalla emanazione della legge sul FEDERALISMO FISCALE.
La nostra Regione, colpa di chi prima ci ha governato, si è presentata all’appuntamento con un fardello di debiti che sfiorano i 4 miliardi di euro.
Ciò ha comportato un piano straordinario di rientro che prevede oltre la riduzione delle spese per la sanità e per la socialità, l’innalzamento delle imposte per tutti gli operatori economici e per tutti coloro che risiedono nella Regione Abruzzo.
In sostanza noi della Regione Abruzzo, a causa della cattiva gestione, negli anni precedenti , dei conti pubblici, siamo costretti a pagare più tasse rispetto agli altri cittadini residenti nelle altre regioni.
Tale situazione impone che la politica, nella grande strategia del ripiano dei debiti, non penalizzi oltre modo il sistema economico che sopporta già di per se il peso della crisi che stiamo attraversando.
Di qui la scelta di quale settore economico salvaguardare e la necessità di avere persone amiche che possano delineare le grandi strategie, tenendo conto della nostra risorsa più grande che è il FUCINO.
L’impegno di DEL CORVO è quello di sostenere le imprese autoctone è in questo senso, le previsioni della Pezzopane, al contrario, portano al coinvolgimento delle risorse a disposizione solo per la ricostruzione della città dell’Aquila.
Questo gli Aquilani lo hanno capito ed è il motivo per il quale fanno quadrato intorno alla Pezzopane.
Loro si che non voteranno un Marsicano perché vogliono tutti i soldi per loro, vogliono che tutte le risorse a disposizione siano destinate unicamente per il territorio dell’Aquila.
E noi Marsicani che cosa vogliamo?!!!!
Facciamo finta che i nostri imprenditori agricoli non sono in crisi, facciamo finta che il sistema della globalizzazione non ha toccato la nostra economia e che tutto va bene?!!!
Mai una campagna elettorale ha assunto così grande importanza; mai il voto che noi esprimeremo avrà così tanto rilievo nella determinazione del nostro destino.
Per questo mai come in passato abbiamo necessità di avere rappresentanti locali a noi amici che possano operare scelte che prevedono investimenti nel territorio della Marsica.
Qualcuno negli anni passati si è accorto di impegni di spesa a favore della Marsica?!!! E dove sono finite le ingenti risorse che la provincia dell’Aquila ogni anno amministra?!!!
Non nella Marsica. Per questo penso che tutti coloro che voteranno per la Pezzopane voteranno per L’Aquila, ma non per la Marsica. Quelli che voteranno per la Pezzopane voteranno contro se stessi, contro i loro genitori, contro i loro figli, contro i loro fratelli, contro i loro concittadini, contro la possibilità di rimettere in linea il sistema economico del nostro territorio che vacilla terribilmente e sta mettendo a dura prova i nostri imprenditori.
Mai come adesso i nostri imprenditori hanno bisogno di certezze, di regole precise, di finanziamenti che possano garantire la ripresa economica del nostro territorio.
PER QUESTO VI INVITO A VOTARE E FARE VOTARE PER LA PROVINCIA IL CANDIDATO PRESIDENTE ANTONIO DEL CORVO.
GRAZIE
Ultima modifica di Giammarco De Vincentis il gio mar 11, 2010 10:15 pm, modificato 7 volte in totale.
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3701
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

Messaggio da Giammarco De Vincentis » mer mar 10, 2010 3:20 pm

Elezioni comunali, Ballottaggio tra Paolo Di Cesare e Marco Passante

Immagine
Vota Di Cesare Paolo
Per continuare da dove ci siamo lasciati, per ridare dignità al paese e la fiducia ai cittadini
.
Immagine
cari concittadini,
ho sempre ritenuto che per ‘fare politica’ bisogna essere sostenuti da una grande passione e da tanto altruismo: senza questi due elementi sarebbe molto difficile raggiungere obiettivi e risultati utili per la propria Comunità.
Se nel dopo guerra i politici che hanno amministrato la nostra Nazione non avessero nutrito un grande amore e spirito di abnegazione, certamente l’Italia non sarebbe arrivata ad essere una delle piu grandi potenze economiche e democratiche del mondo.
Quando faccio riferimento ai politici del dopoguerra intendo annoverare tra essi anche gli amministratori dei piccoli centri come il nostro, che hanno dovuto affrontare innumerevoli e inimmaginabili problemi.
Le difficoltà che oggi sta attraversando il nostro Paese sono superabili, se prendiamo ad esempio quegli uomini che sono stati costretti ad amministrare in momenti in cui la nostra Comunità soffriva le conseguenze di una guerra tanto disatrosa.
La volontà e la determinazione delle persone che compongono la lista “ PER PROGREDIRE INSIEME “ porteranno senza alcun dubbio San Benedetto fuori dalla crisi .
La nostra lista non è nata contro qualcuno, ma con l’unico scopo di far progredire il nostro paese e riportarlo ad essere uno dei centri piu importanti della Marsica.
San Benedetto tra i suoi cittadini ha persone competenti e capaci di rivitalizzarlo.
Un appello ai giovani :lottate sempre per le vostre idee, amate e difendete la Libertà, vostra e degli altri.
Amate San Benedetto .

ALLE ELEZIONI COMUNALI VOTATE LA LISTA “ PER PROGREDIRE INSIEME “ .

ALLE ELEZIONI PROVINCIALI VI INVITO A VOTARE LUIGI PERCOSSI

Paolo Di Cesare
Ultima modifica di Giammarco De Vincentis il mar mar 23, 2010 9:47 pm, modificato 11 volte in totale.
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3701
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

Messaggio da Giammarco De Vincentis » ven mar 12, 2010 7:51 pm

APPUNTAMENTI ELETTORALI.

Domenica 14 Marzo 2010 dalle ore 11'00 presso la sede dei candidati Percossi e Di Cesare ( casa sciapito nel corso) ci sarà un incontro aperitivo con i simpatizzanti.Nel pomerigio alle ore 17.00 ci sarà un incontro con i giovani del P.D.L.

Ecco alcune foto

Secondo Cordischi del comitato Elettorale
Immagine

Le ragazze del comitato Elettorale
Immagine

Di Cesare e Percossi
Immagine

Duilio De Vincentis e Oreste Percossi veterani della politica
Immagine

I presentin in sede.
Immagine

Cordischi Secondo con Roberta e Marta De Vincentis
Immagine

Alcni sostenitori davanti alla sede
Immagine

E' stato un bel momento di incontro con in sostenitori e con i cittadini di San Benedetto.
Le ragazze del comitato elettorale hanno girato per il paese facendo una massiccia propaganda distribuendo materiale elettorale tra i cittadini.
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3701
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

Messaggio da Giammarco De Vincentis » dom mar 14, 2010 8:58 pm

Giammarco ha scritto:
Giammarco ha scritto:Domenica 14 Marzo 2010 dalle ore 17.00 presso la sede dei candidati Percossi e Di Cesare ,incontro con i giovani del PDL.
Immagine
Immagine
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3701
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

Messaggio da Giammarco De Vincentis » mar mar 16, 2010 12:58 pm

Fonte site.it e il martello del Fucino
http://www.site.it/la-progettata-discar ... e/03/2010/

Immagine

La progettata discarica a “Valle dei Fiori”: Una piana riconversione di idee + Una tortuosa circonvallazione
Scritto il 16 Marzo 2010 da Francesco
La progettata discarica a “Valle dei Fiori”:
una piana riconversione di idee
In più occasioni abbiamo affrontato l’argomento smaltimento dei rifiuti solidi urbani e, in particolare, la scellerata scelta dell’ACIAM di realizzare una discarica in località Valle dei Fiori.

A distanza di qualche tempo, però, con grande sorpresa, ho avuto modo di constatare che anche questo pesantissimo problema sta scivolando lentamente nel calderone che raccoglie le dispute tra il partito del fare e quello dei visionari sognatori. Infatti, mentre il partito dei sognatori visionari continua a domandarsi quale sarà l’impatto ambientale della discarica, il futuro del comprensorio Marsica est, che razza di schifezza lasceremo ai nostri figli, che conseguenze ci saranno da qui a cento anni per le falde idriche della zona, come evolverà quello che al momento è solo un rischio idrogeologico, il partito del fare, una formazione affaristico-clientelare che supera confini ideologici e partitici, con la promessa di decine di posti dentro l’immondezzaio e l’intreccio di affari con quanti avranno modo di mettere in moto le proprie ruspe e i propri cantieri, ipoteca concretamente le modalità di smaltimento dei rifiuti nel comprensorio aquilano. Ne è la dimostrazione l’atteggiamento di molte persone che alla domanda di cosa pensano della discarica fanno spallucce e rispondono che i rifiuti sono reali e pertanto vanno smaltiti con le modalità che ACIAM o gli amministratori dei comuni soci assicurano essere pienamente legittime e tecnicamente fattibili. Certo su questo non c’è dubbio, così come non c’è dubbio sul fatto che le necessarie autorizzazioni per la realizzazione della discarica di Valle dei Fiori prima o dopo verranno acquisite.
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3701
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

Messaggio da Giammarco De Vincentis » sab mar 20, 2010 3:45 pm

Domenica 21 dalle ore 17.30 alle 19.00, comizio in piazza di Paolo Di Cesare e di Luigi Percossi. Alle ore 19.00 si è passati nel salone del ristorante Ragno, dove sono intervenuti, Il Senatore Filippo Piccone e il candidato alla presidenza della provincia Antonio Del Corvo.

COMIZIO DI DOMENICA 21 MARZO 2010, PER AL PRESENTAZIONE DEI CANDIDATI DI CESARE E PERCOSSI.

Cari amici e concittadini di San Benedetto:
Le elezioni per il rinnovo del consiglio provinciale e il ballottaggio al comune, ricadono in un periodo di grave crisi economica perché oltre al disastro del terremoto dell’aprile scorso, a San Benedetto si aggiunge la mancanza di un sindaco, prima per due anni dal 2006 al 2008 e poi per altri due 2009-2010 per la presenza del commissario prefettizio, causa il ricorso che ha portato al ballottaggio.
Uno scenario così complesso rende difficile poter ricreare le condizioni per ripartire. Bisogna rialzarsi, mettendo pero’ da parte la politica delle chiacchiere e degli inciuci, soprattutto per passare finalmente a una “politica del fare” fatta di programmi e progetti proiettati nel futuro.
Lavorando, insieme, ce la potremo fare , c’è bisogno di tutti pero’ , perché un ente pubblico, senza la collaborazione dei cittadini da solo puo’ fare poco.
Un paese si pulisce prima e meglio, se lo si sporca meno.
Dobbiamo sentirci responsabili di un qualcosa che ci appartiene, perché ogni pietra di questo paese ha una storia fatta di sacrifici per chi ci ha preceduto, i nostri padri i nostri nonni, sono stati capaci di risorgere da guerre e terremoti e noi dobbiamo farlo almeno per loro, anche se tante volte siamo demotivati perché non ci sentiamo piu garantiti da una politica sorda alle nostre esigenze.
Per raggiungere questi risultati è importante pero’ mettere da parte rancori personali e divisioni nell’interno dei partiti politici, spesso strumentalizzate a fini elettorali: dobbiamo essere uniti, in tutte le aree del territorio, perché solo così il centro destra potrà vincere, visto che siamo la netta maggioranza nella provincia dell’Aquila e nel nostro San Benedetto.
Basta con la politica di chi vota per far perdere uno, piu che per far vincere l’altro ed emula Sansone quando mori con tutti i filistei .
Della provincia ha parlato l’amico Percossi, io voglio dire qualcosa in merito al comune cercando di farvi capire come sarebbe composto il consiglio comunale, qualora venisse eletto Passante o Di Cesare.
Se venisse eletto Di cesare, avrebbe modo di dare continuità a quanto ha fatto in sei mesi e poco piu di amministrazione e avrebbe l’esperienza come Sindaco per rimettere ordine al nostro paese e ridare fiducia ai cittadini, iniziando dalle conseguenze dei danni del terremoto.
Nel consiglio comunale avrebbe una maggioranza schiacciante insieme agli eletti della lista Percossi, tutti di centro destra, come ha fatto durante il periodo che ha amministrato, quando la sinistra al nostro consiglio comunale era scomparsa, il punteggio era di 19 PDL a 2 PD.
Marco Passante invece fa parte di un gruppo che oggi lo appoggia e che domani potrà metterlo in un angolino, prigioniero di ricatti.
Una persona che si reputa di destra e che è nella sua lista mi ha detto che prima lo faranno vincere e poi lo faranno cadere, basta che non vince Paolo e questo è grave, vorrei darvi un indizio ma vi rimando al prossimo comizio.
Cari amici questo è un paese in cui c’è chi dice che non è capace a fare il Sindaco o che non ha tempo per farlo e allo stesso tempo dice che Paolo sta sempre in mezzo e che non lascia spazio agli altri del centro destra.
Ebbene voi credete che l’alternativa a Di Cesare nel centro destra sia Marco Passante come Sindaco?.
Ben vengano volti nuovi e persone capaci, ma che non sia uno comunista. Purtroppo pero’ chi ha le capacità per farlo dice : ma chi me lo fa fare, e non gli do torto, fare il Sindaco soprattutto in questo momento è una grossa responsabilità.
In situazioni di emergenza come la nostra , il Sindaco è come il medico è una questione di fiducia e lo si sceglie non tanto per quello che potrebbe fare, ma per quanto ha fatto.
Nel nostro comune, ci sono solo pochi spiccioli per la normale amministrazione perché le entrate sono sempre di meno, quindi questo anno non avremo nemmeno i soldi per tappare le buche delle strade e nel prossimo saremo già in piena campagna elettorale per le elezioni comunali del 2012.
SARA’ DURA E CHI VINCE AVRA’ VITA DIFFICILE
Se dovesse vincere Passante invece, in paese provate ad indovinare chi tornerebbero a comandarci……… i TEDESCHI.
Lo sapete come sarà composto il consiglio comunale ?
Se no lo sapete ve lo dico io ;)
Nella maggioranza Passante tra gli undici consiglieri eletti, ci sarebbero al massimo 5 elementi di sinistra e 6 del centro destra.
Nel totale il consiglio comunale sarebbe composto da 11 consiglieri del centro destra e 5 del centro sinistra, Passante politicamente sarebbe in netta minoranza.
Nel PDL ci siamo organizzati e dopo le elezioni ci saranno delle direttive ben specifiche in merito agli enti sovra comunali per chi dice che è del centro destra, non ci saranno piu accordi trasversali.
E per questo vogliamo fare qualche domanda a quelli della lista Passante, alle quale vorremmo che ci rispondessero in pubblico, durante questa campagna elettorale e non ci dicano che sono una lista civica, perché fuori da questo territorio dovranno esprimere un voto politico, negli enti sovra comunali e bussare alla porta di chi governa per avere fondi.
Il PDL governa in parlamento e alla regione e presto ci auguriamo anche in provincia, l’ideale sarebbe che anche a San Benedetto ci sia un amministrazione con un sindaco di centro destra. Mai come adesso abbiamo una situazione politica cosi favorevole.

Torniamo alle domande :
1 - Se nella comunità montana, oppure in altri enti , il voto del comune di San Benedetto sarà determinante per eleggere un presidente di destra o di sinistra, chi andrà a rappresentarci come consigliere, uno di destra o uno di sinistra ?
2 – Abbiamo trovato in comune dalla precedente amministrazione accesso ad un mutuo di 400.000 euro per un tappeto sintetico al campo sportivo e abbiamo ritenuto di usarlo per rimettere in sicurezza le scuole, perché teniamo di piu ai nostri bambini, voi siete d’accordo su questo.

3- Noi siamo contrari alla discarica in valle dei fiori, zona cardito alla lupara e voi cosa ne pensate ?

In questa ultima settimana elettorale bisogna che si parli delle vere problematiche del paese e come si affronteranno, l’unica cosa che vi posso dire e che nel periodo in cui Paolo ha ultimamente amministrato tra le varie iniziative si è cominciato anche a lavorare per la riapertura del corso.
Io personalmente non sono qui cmq a dirvi di votare l’uno o l’altro, ma di ascoltarli perché è importante che ognuno sappia come, chi vincerà vorrà risolvere i problemi del paese.
San Benedetto è un paese responsabile, la gente ha aperto gli occhi da un bel pezzo.
Siamo una piccola comunità, ci si conosce bene, vi consiglio di votare
con la vostra coscienza chi secondo voi potrà risollevare le sorti di questo paese.
Non è tempo questo di accontentare con un voto il compare o l’amico del vicino di casa, non fatevi condizionare.
Noi voteremo al comune Paolo Di Cesare perché ha saputo assumersi le sue responsabilità e ha dato una vita al suo paese, facendo tante cose buone a sbagliando anche , come succede a tutti coloro che si danno da fare.
Chi ha un età matura ricorderà Paolo alle grosse battaglie per l’agricoltura, per lo sport e la politica del nostro paese, i giovani, cominciano a conoscerlo adesso.
Qualcuno dirà cosa c’entro io in politica e a loro rispondo Nel 1994 insieme a pochi amici ho dato vita a Forza Italia a San Benedetto, il partito di Silvio Berlusconi, e che oggi sono uno del PDL, il consiglio che vi do è di non perdere la vostra genuinità la freschezza, siete come il vino nuovo, non dovete mischiarsi con quello vecchio, perché diventereste subito aceto.
Se volete far politica ascoltate il consiglio di chi vi rappresenta, perché è stato eletto e ancora meglio se è del vostro territorio.
Con loro dovete crescere nel futuro e non prestatevi al gioco di chi fa la politica da sempre sotto le cantine, dicendo ancora io ero di questo o di quel partito, perché oggi i partiti non ci sono piu, nel centro destra esiste il PDL.
In provincia poi, non possiamo votare un presidente che non rappresenti il nostro territorio, abbiamo l’amico Antonio del Corvo, un candidato marsicano e credo che nessuno meglio di lui possa fare gli interessi della Marsica, ma soprattutto andiamo a votare. Noi voteremo Percossi perché è una persona capace e competente .
Un caro saluto a tutti .
Giammarco De Vincentis
___________________________________________________

Eco alcune foto.
Antonio Del Corvo candidato presidente alla Provincia
Immagine

Paolo Di Cesare
Immagine

Luigi Percossi
Immagine

Giammarco De Vincentis
Immagine

Il Coordinatore del PDL Senatore Filippo Piccone con alcuni amici.
Immagine
C'è stata la presenza di tantissima gente, samo entrati in piena campagna elettorale . Adesso toccherà a passante.
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Avatar utente
Redazione
Redazione del Forum
Messaggi: 2205
Iscritto il: mar apr 19, 2005 5:17 pm
Località: Siamo online in ogni parte del mondo

Messaggio da Redazione » lun mar 22, 2010 7:53 pm

COMUNE DI SAN BENEDETTO DEI MARSI
COMUNICATO STAMPA
Oggetto: Elezioni amministrative del 28 e 29 marzo 2010
ELEZIONE DEL SINDACO:
NEI GIORNI 28 E 29 MARZO 2010, NEL COMUNE DI SAN BENEDETTO DEI MARSI, SI SVOLGERA’ ANCHE IL BALLOTTAGGIO PER L’ELEZIONE DEL SINDACO.
PER DISPOSIZIONE DEL MINISTERO DELL’INTERNO, GLI ELETTORI AVENTI DIRITTO AL VOTO SONO GLI STESSI CHE ERANO ISCRITTI NELLE LISTE ELETTORALI ALLA DATA DEL PRIMO TURNO DEL 13 APRILE 2008, ANCHE SE NEL FRATTEMPO SONO EMIGRATI IN ALTRI COMUNI, E SARANNO AMMESSI AL VOTO ESCLUSIVAMENTE NELLA SEZIONE IN CUI ERANO ISCRITTI NEL PRIMO TURNO DEL 13 APRILE 2008.
TUTTE LE SEZIONI ELETTORALI SARANNO UBICATE NEI LOCALI DELLA SCUOLA ELEMENTARE CON INGRESSO DA VIA FUCINO PER LE SEZIONI 1^ E 2^ E DA VIA DIAZ PER LE SEZIONI 3^ 4^.
PER AGEVOLARE L’INDIVIDUAZIONE DELLA SEZIONE IN CUI VOTARE PER ELEGGERE IL SINDACO, VERRANNO AFFISSE ALL’INGRESSO DEI SEGGI ELETTORALI COPIE DELLE LISTE SEZIONALI UTILIZZATE NEL PRIMO TURNO DEL 13 APRILE 2008 CHE POTRANNO ESSERE CONSULTATE PER VERIFICARE LA SEZIONE DI ISCRIZIONE A QUELLA DATA.
ELEZIONI DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA E DEL CONSIGLIO PROVINCIALE:
PER VOTARE , INVECE , PER LE ELEZIONI PROVINCIALI, OGNI ELETTORE DOVRA’ RECARSI NELLA SEZIONE INDICATA SULLA PROPRIA TESSERA ELETTORALE.
San Benedetto dei Marsi, lì 22 MARZO 2010 IL COMMISSARIO PREFETTIZIO
(Dott. Natalino Benedetti)
Se vuoi scrivere nel Forum degli Innamorati registrati cliccando qui

Avatar utente
Redazione
Redazione del Forum
Messaggi: 2205
Iscritto il: mar apr 19, 2005 5:17 pm
Località: Siamo online in ogni parte del mondo

Messaggio da Redazione » gio mar 25, 2010 7:00 pm

Comizio di chiusura di Venerdi 26 Marzo 2010 a San Benedetto dei Marsi. In comune accordo tra le liste di Di Cesare e di Passante per le elezioni comunali e di Percossi e Raglione per le elezioni provinciali si è deciso di fare in contemporanea la chiusura dei comizi, dalle ore 21.00 alle ore 22.00 in due piazze divers...e . Passante e Raglione del centro sinistra, parleranno in piazza vicino alla tendopoli, mentre Di Cesare e Percossi, del centro destra , parleranno alla piazza del comune.
______________________________________________________

Massiccia è stata la presenza delle persone accorse ad ascoltare il comizio di Di cesare e di Percossi. La gente ha ascoltato con interesse. Si è parlato di progetti e di programmi per il futuro.Mentre dall'altra parte si è perso tempo a fare attacchi personali.

Immagine
Se vuoi scrivere nel Forum degli Innamorati registrati cliccando qui

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3701
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

Messaggio da Giammarco De Vincentis » lun mar 29, 2010 11:34 pm

Elezioni comunali vince alla grande per 170 voti in piu Di Cesare su Passante, perde la politica degli inciuci. Alla provincia vince del Corvo sulla Pezzopane per 200 voti, successo di Pasqualino Cordischi candidato consigliere della lista Di pietro, delude Raglione Vinicio, nella lista Pezzopane, ottimo il risultato della Scurci e di Percossi per la lista di del Corvo.Vi daremo notizie piu precise domani.
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3701
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

Messaggio da Giammarco De Vincentis » mar mar 30, 2010 8:44 am

DI CESARE VOTI 1325,Passante 1155. Alla provincia vince del Corvo sulla Pezzopane per 200 voti,

Immagine

Elezioni comunali vince alla grande per 170 voti in piu Di Cesare su Passante, perde la politica degli inciuci. DI CESARE VOTI 1325,Passante 1155. Alla provincia vince del Corvo sulla Pezzopane per 200 voti, successo di Pasqualino Cordischi candidato consigliere della lista Di Pietro, delude Raglione Vinicio, nella lista Pezzopane, ottimo il risultato della Scurci e di Percossi per la lista di del Corvo Clikkate qui per leggere i risultati http://provinciali.interno.it/amm100328/P0380850.htm delle elezioni prvinciali

I cittadini di San Benedetto hanno mostrato un gran senso di responsabilità. A decidere è stata la loro coscienza senza farrsi condizionare da quelle persone che sono andate a cercare il voto casa per casa.Non ha vinto chi voleva far perde l'uno piu che far vincere l'altro, ma chi si è presentato alla gente con umiltà senza promettere nulla, ma chiedendo un voto per ripartire da questa crisi profonda.In merito a Passante vanno i miei auguri affinche possa fare un opposizione costruttiva e recuperare un po del tempo perso. Caro Michele il Santone ha portato bene ancora una volta e credo che ve lo dovete sopportare ancora per molto ;) sempre se Dio mi vorrà in politica tra la gente.Un caro saluto a tutti.

In merito a Vinicio Raglione canddato di San Benedetto con la Pezzopane alla provincia, dico che quando ci si candida per vincere in politica, chi arriva secondo ha perso, anche se ritengo che Vinicio ha fatto un buon risultato. La Pezzopana dice la stessa cosa quando dice che ha vinto sulla zona del cratere, dimenticandosi che ha vinto Del Corvo. Vinicio era convinto di essere eletto e anche io ne ero certo. Bisogna vedere cosa non ha funzionato a San Benedetto, forse in campagna elettorale ha tocato argomenti che poi non sono andati a suo favore. Quando ci si candida alle provinciai il voto del paese di appartenenza è determinante spesso è l''70% del totale ( a San Benedetto sono mancati almno 200 voti a Vinicio ) vedi Radichetti a Pescina, la Scurci , Percossi o Cordischi a San Benedetto confrontaNdo i loro voti.
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3701
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

ANALISI DEL VOTO

Messaggio da Giammarco De Vincentis » mer mar 31, 2010 1:35 pm

ANALISI DEL VOTO

A Due giorni dopo il voto vorrei fare un analisi personale in merito ai risultati di queste elezioni:
Per quanto riguarda le comunali, la gente ha premiato Di Cesare perché è stato molto chiaro con i cittadini, senza inventarsi programmi e progetti che non si potranno mai realizzare nei tre anni a seguire.
Noi non abbiamo fatto attacchi personali, ma siamo scesi tra la gente nell’ultima settimana senza invadere con prepotenza le case degli elettori, perché siamo certi che i cittadini sambenedettesi conoscono bene i problemi del paese e i due candidati a Sindaco.
Abbiamo chiesto un voto ricordando quanto abbiamo fatto di buono in passato e non per quello che avremo fatto nel futuro e la gente ha scelto Paolo e coloro che si sono impegnati con lui, a far rinascere San Benedetto.
E’certo che nessuno si aspettava un risultato cosi clamoroso, 170 voti sono tanti, troppi per trovare giustificazioni della sconfitta da parte di Passante e chi lo ha appoggiato in modo attivo.
Alla gente non è piaciuto il comizio di Passante che ironizzava con attacchi alla persona, quando per esempio ha detto in modo prepotente, che avrebbe fatto la dezellettizzazione dopo le elezioni, convinto di vincere, non rendendosi conto che in quel momento stava ricompattato le coscienze di chi era tentato a votarlo tappandosi il naso.
Lo stesso penso che è successo quando sul palco, facendo riferimento alla mia persona, qualcuno della lista Passante, ha detto che un santone stava facendo campagna elettorale su internet a favore di Paolo, qui credo che si sono persi qualche voto dei cattolici.
Quando non si riesce a parlare piu di un quarto di ora in un comizio, vuol dire che non si hanno argomenti da trattare, e se poi si offende con battute fuori posto il suo avversario è certo che il consenso cala piuttosto che crescere.
Noi dovevamo farli parlare e ci siamo riusciti, dovevano rispondere alle nostre domande fatte al comizio di domenica precedente alle elezioni e qui dopo che per mesi hanno detto che erano favorevoli alla discarica di valle dei fiori, si sono rimangiato tutto e dicendo che erano contrari solo per prendersi i voti dei cittadini e questo lo hanno capito tutti.
Non ci hanno risposto alla domanda in cui chiedevamo cosa ne avrebbero fatto dei 400.00 euro che noi avevamo spostato dal campo sportivo, per rimettere in sicurezza le scuole, quindi e si è capito che avrebbero speso quei soldi per rifare un tappetino in erba sintetica , per far allenare squadre di calcio, che non hanno a che fare con il nostro paese. ;).
L’affiancamento di Percossi a Di Cesare, ha spostato a Paolo 170 voti in piu della metà dei suoi consensi di quando si è candidato con la sua terza lista e questo dimostra che non è vero che aveva preso circa 850 voti l’altra volta da un gruppo di amici di partito.
Anche la mia presenza ha dato contributo alla vittoria di Paolo, ma non tanto perché sono andato a chiedere i voti per le case della gente, ma perché ho messo la faccia mia accanto alla loro insieme a tutti quelli della lista Di Cesare persone in gamba oltre ad essere brava gente .
Cmq al di la di tutto ha vinto Di Cesare contro tutti, come ha fatto il Mauro del grande fratello, la gente si schiera a favore di chi viene attaccato nel modo scorretto dal branco ;)
Il popolo lo ha scelto per le sue capacità e l’esperienza amministrativa che in questo momento serve piu di ogni altra cosa, per ridare dignita e fiducia al paese.
Ci auguriamo che l’opposizione collabori affinchè si recuperi il tempo perso, senza fare il solito ostruzionismo .

BUON LAVORO A TUTTI

_________________________________________________________

Nelle elezioni provinciali invece ancora una volta San Benedetto non è riuscito ad eleggere un proprio consigliere, si sapeva che 5 candidati erano troppi e che i voti si sarebbero divisi.
Se vogliamo parlare di chi ha fatto bella figura, possiamo dire che tutti in base alle loro forze politiche e ai mezzi di cui avevano a disposizione , hanno fatto un buon risultato, cominciando da chi ha preso circa 500 voti a chi ne ha preso poco piu di 100, sono serviti comunque a non far vincere un sambenedettese.
Cominciando dal centro destra, la Scurci con 488 voti e Percossi con 431 voti hanno avuto un buon successo e contribuito alla vincita di Del Corvo, ma se avessimo avuto un solo candidato uno dei due sarebbe stato eletto.
La colpa è della politica paesana dove si fa fatica a dialogare, di destra e di sinistra, questo a vantaggio degli altri paesi che riescono sempre a trovare un accordo per eleggersi il proprio consigliere.
Nel centro sinistra invece la rivelazione è stata Pasqualino Cordischi che nella lista Di Pietro ha avuto 336 voti e sono tanti per chi ha lavorato da solo, cosi la Mastrodicasa che con i suoi 129 voti senza apparire sulla piazza ha avuto un buon successo .
Chi secondo me poteva avere di piu dai San Benedettesi è Vinicio Raglione, che si è fatto una campagna elettorale alla grande, con la struttura di un partito alle spalle che lo ha aiutato in tutto il collegio.
Vinicio a San Benedetto ha avuto 442 voti, sembrano tanti ma per chi ha corso convinto si essere eletto consigliere resta un po di amaro in bocca, anche se nel collegio con i suoi 849 voti ha fatto tutto sommato bella figura.
A San Benedetto gli sono mancati almeno 200 voti , perché è nel paese di appartenenza che si prendono dal 70 all’80 % dei consensi in queste elezioni per essere eletto.
A mio avviso nel suo comizio ha toccato alcuni punti che poi lo hanno penalizzato.
Quando ha attaccato Del Corvo, dimenticandosi che Antonio è un marsicano, Vinicio ha fatto un autogol, doveva secondo me dire solo le cose buone che ha fatto la Pezzopane, doveva chiedere il voto di tutti , lasciare che la Pezzopane e Del Corvo si attaccassero da soli.
Non doveva toccare il punto dolente della presenza della Pezzopane alla festa della misericordia, in piena campagna elettorale, come ho fatto io per rispetto e correttezza.
Nella sera della chiusura ho ascoltato il suo comizio in piazza Risorgimento e subito dopo è toccato a me nella piazza del comune e da persona corretta non sono andato sull’argomento ma ho preferito di dire cose piu importanti e che interessavano alla gente.
La gente sa come in questi 15 anni ho contribuito, prima a far nascere e poi a far si che la misericordia andasse avanti, non sarà la politica a rovinare quanto di buono abbiamo fatto insieme;)
E’ anche vero che Vinicio non ha potuto parlare accanto al suo amico di Partito Passante e forse il voto di opinione politico non è andato a suo favore.
Le solite male lingue dicono che qualcuno di centro destra ha dirottato il voto a Passante di sinistra pur di avere in cambio un voto alla provincia e vedendo i risultati potrebbe essere anche la verità ;)

Una cosa è vera pero’, che un uomo solo, con una ruspa è riuscito a fermare un camioncino, che portava a spasso la foto di un candidato su e giu’ per il paese .

Meglio fare qualche battuta e scherzarci su ;) diremo tutti come sempre che abbiamo vinto, qualcuno si riconterà con i voti dei candidati, una cosa è certa pero’ che in provincia ancora una volta ha perso il paese, ma per fortuna che ha vinto Del Corvo.

San Benedetto dei Mars 31 Marzo 2010
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Rispondi

Torna a “San Benedetto dei Marsi. Succede a San Benedetto”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti