SALVIAMO IL DISTRIBUTORE DI ANDREA

Annunci e commenti

Moderatori: Giammarco De Vincentis, Staff

Rispondi
Avatar utente
Redazione
Redazione del Forum
Messaggi: 2205
Iscritto il: mar apr 19, 2005 5:17 pm
Località: Siamo online in ogni parte del mondo

SALVIAMO IL DISTRIBUTORE DI ANDREA

Messaggio da Redazione » mer giu 03, 2009 12:15 pm

LETTERA INVIATA PER EMAL

----- Original Message -----
From: <bince@inwind.it>
To: "ortobemar" <ortobemar@radicchio.it>
Sent: Wednesday, June 03, 2009 11:02 AM
Subject: All'attenzione di G. De Vincentis

La prego di pubblicare sul suo sito internet l'articolo in allegato.
La ringrazio anticipatamete per la sua disponiblità.
Vincenzina Cerasani

__________________________________________________________

La popolazione di San Benedetto dei Marsi è indignata e scandalizzata per il provvedimento iniquo e pretestuoso che è stato preso dal Commissario Prefettizio per risolvere un problema di sicurezza stradale e che invece vuole colpire e mettere sul lastrico una giovane famiglia.
Spieghiamo: alla periferia del paese c'è un incrocio pericoloso dovuto alla quasi totale assenza della segnaletica e sicuramente all'elevata velocità degli automobilisti. In loco c'è il distributore della famiglia sopracitata, lì da più di 60 anni.
Il Commissario, anziché garantire l'incolumità degli automobilisti e dei passanti con provvedimenti adeguati al problema, chiaramente di viabilità, ha deciso di far chiudere il distributore di benzina "per salvaguardare l'incolumità del gestore" (testuali parole del Commissario Prefettizio).
C'è da precisare che il giovane gestore dell'impianto, per adeguarsi alla legge, aspetta da nove anni l’auorizzazione per spostare la propria attività fuori dal paese ma nessuna amministrazione l’ha mai concessa adducendo vari e diversi pretesti. Al contrario, in brevissimo tempo è stata rilasciata l’autorizzazione ad un impianto concorrente.
Ora tutti ci chiediamo:
Come mai questa disparità di trattamento?
Perché tanto accanimento verso questa giovane ed onesta famiglia?
Se vuoi scrivere nel Forum degli Innamorati registrati cliccando qui

Avatar utente
Redazione
Redazione del Forum
Messaggi: 2205
Iscritto il: mar apr 19, 2005 5:17 pm
Località: Siamo online in ogni parte del mondo

Messaggio da Redazione » mer giu 03, 2009 7:36 pm

----- Original Message -----
From: rosalba graziani
To: ortobemar@radicchio.it
Sent: Wednesday, June 03, 2009 7:44 PM
Subject: lettera aperta

Nel comune di San Benedetto dei Marsi ormai siamo arrivati alle comiche finali verso cittadini la cui sola colpa è quella di non appartenere alla “ casta”. Dopo anni ed anni di negazione dei propri diritti alcuni cittadini sono stati definitivamente messi fuori gioco. Spieghiamo tutto: qualche anno fa il titolare di un vecchio impianto di carburanti, morendo, lo lasciò in eredità ai suoi figli i quali, in base alle nuove leggi nel frattempo entrate in vigore, si attivarono per mettersi subito in regola acquistando un terreno e presentando regolare progetto per un nuovo impianto. Da questo momento in poi si è scatenata la più fervida fantasia di amministratori e politici locali nel trovare continuamente motivi (scuse) per bloccare il progetto. In questo modo passando ben 8 anni sono riusciti a far diventare fuori legge il vecchio impianto ed a non dare il via al nuovo. Quando, nonostante tutto, si era ormai giunti alla fine della telenovela è arrivato il commissario prefettizio il quale per non essere da meno e per non interrompere l’opera iniziata, nonostante promesse fatte ( non mantenute) ha pensato bene di dare l’ultimo colpo di coda ordinando la chiusura del vecchio impianto mettendo in pratica sulla strada il gestore e la sua famiglia. Pensate un po’, in questo periodo di crisi, si fà chiudere una attività oltretutto adducendo motivi che definire comici non rende bene l’idea.
Tutto questo potrebbe essere classificata come una classica storia all’italiana se non fosse per un particolare più o meno trascurabile (fate voi) consistente nel fatto che lo svolgersi dei fatti cosi’ come si è succeduto non ha fatto altro che favorire, speriamo involontariamente, il titolare dell’altro impianto presente in paese e mettere in mezzo ad una strada un ragazzo di 34 anni, sua moglie e suo figlio di quasi 3 anni. Lascio a voi le considerazioni.
Spero soltanto che queste storie non abbiano più a ripetersi né a San Benedetto né in nessuna città o paese dal momento che l’Italia è uno stato di diritto e non può e non deve finire in mano agli imbroglioni.
P.S. Ho 60 anni e da molto tempo non credo più alla befana.

Rosalba Graziani
Se vuoi scrivere nel Forum degli Innamorati registrati cliccando qui

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3706
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

Messaggio da Giammarco De Vincentis » mer giu 03, 2009 9:37 pm

Sono solidale con Andrea e la sua famiglia e credo che nessuno possa decidere da oggi a domani quanto non è stato fatto negli ultimi anni, ma lo sarei stato con chiunque, perché questa è un attività a disposizione di tutti i sambenedettesi.
L’incidente che è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso è uno dei tanti che si ripetono in quell’incrocio, ma non solo e se non c’è una segnaletica adatta non si puo,’ rischiare di far chiudere tutte le attività del paese, ma credo ti tante realtà commerciali in Italia.
Pescina per iniziare dal comune piu vicino al nostro ha un distributore in piazza posizionato tra due incroci, eppure ancora è al suo posto, come lo sono tutti i distributori delle autostrade, dove ogni giorno muoiono innocenti, che riprendono il viaggio dopo una sosta.
San Benedetto purtroppo è stato prima senza sindaco per tre anni e chi è rimasto ad amministrare, anzichè fare gli interessi del paese hanno pensato a spartirsi gli interessi politici negli enti sovra comunali , senza assumersi le proprie responsabilità quando si trattava di metter una firma.
Non dimentichiamoci poi che il commissariamento del comune ha portato il paese ad un collasso , ancora oggi non siamo in grado di sapere se il terremoto ha provocato danni o meno alle strutture pubbliche e private, per non parlare di tutto il resto.
Di questo problema si è occupato anche Paolo Di Cesare, il quale ha avuto un colloquio con il commissario, dove ha ribadito che se esiste una legge che non permette piu ai distributori di carburante di stare in prossimità di incroci, non è nata ieri e che si puo’ lasciare questa decisione all’amministrazione che si andrà ad insediare dopo il ballottaggio, visto che si tratta di pochi mesi.
E’ notizia intanto di questi giorni che è pronta l’autorizzazione della provincia per la costruzione del nuovo impianto che Andrea deve costruire e quindi invito il commissario a sospendere l’ordinanza di chiusura e magari se vuole risolvere il problema della viabilità un semaforo risolverebbe ogni problema .
Se mancano i soldi per comprarlo, credo che sia arrivato il momento di mettere anche nel territorio di San Benedetto degli autovelox, sarà una scelta che non andrà a favore della politica , ma io lo farei.

Giammarco De Vincentis
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Avatar utente
Redazione
Redazione del Forum
Messaggi: 2205
Iscritto il: mar apr 19, 2005 5:17 pm
Località: Siamo online in ogni parte del mondo

Messaggio da Redazione » mer giu 24, 2009 7:55 pm

Ringrazio tutti i cittadini di S.Benedetto per la solidarieta’ l’affetto e la partecipazione volontaria nella raccolota delle firme contro l’immediata chiusura del distributore di Andrea .Ieri con un collaudo eseguito dai Vigili del Fuoco,Asl e ,Utif e’ stata revocata la chiusura del vecchio impianto fin a quando non sara’ pronta la nuova area di servizio ,con la clausola di fare una barriera vicino alle colonnine di erogazione carburate onde evitare che, nel caso ci fosse un altro incidente simile a quello gia’ avvenuto ,quest’ultime saranno protette.Grazie di cuore a tutti per aver anche dimostrato che nel nostro paese, per le giuste cause, siamo capaci di essere uniti e compatti e saper sostenere un cittadino in serie difficolta’.Un particolare grazie da parte di Andrea e tutta la sua famiglia.Un grazie particolare anche a Giammarco per avermi dato spazio sul suo sito in questo modo ho potuto informare tutti di quello che stava accadendo.
Rosalba Virgili, Graziani
Se vuoi scrivere nel Forum degli Innamorati registrati cliccando qui

Rispondi

Torna a “San Benedetto dei Marsi. Succede a San Benedetto”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti