Da Confagricoltura L'Aquila .... irrigazione del Fucino

Annunci e commenti

Moderatori: Giammarco De Vincentis, Staff

Rispondi
Avatar utente
Redazione
Redazione del Forum
Messaggi: 2205
Iscritto il: mar apr 19, 2005 5:17 pm
Località: Siamo online in ogni parte del mondo

Da Confagricoltura L'Aquila .... irrigazione del Fucino

Messaggio da Redazione » ven feb 01, 2008 12:35 am

Sen. Ottaviano Del Turco
Presidente Giunta Regionale D’Abruzzo

Al Vice Presidente del Consiglio Regionale
Dott. Nicola Pisegna Orlando

Al Vice Presidente del Consiglio Regionale
D.ssa Daniela Stati

On. Marco Verticelli
Assessore Regionale Agricoltura

On Giovanni D’Amico
Assessore regionale al Bilancio

On. Mimmo Sgrour
Assessore Regionale Lavori pubblici, e Servizio Idrico Integrato

On. Valentina Bianchi
Assessore Regionale Attività Produttive

Ai Parlamentari della Marsica

Ai Consiglieri Regionali della Marsica

Al Presidente della Provincia dell’Aquila
D.ssa Stefania Pezzopane

Ai Consiglieri ed Assessori provinciali della Marsica

Ai Sindaci dei Comuni del Fucino
Al Direttore Generale dell’ARSSA
Al Presidente del Consorzio Acquedottistico
Al Presidente del Consorzio di Bonifica
Alle Organizzazioni Sindacali FLAI-CGIL, FAI-CISL, UILA-UIL.
Oggetto: Emergenza idrica nel fucino.
Le scriventi organizzazioni professionali agricole: Coldiretti L’Aquila, Confagricoltura L’Aquila, CIA provincia dell’Aquila facendo proprie le richieste del mondo agricolo del Fucino manifestate nelle numerose riunioni presso i Comuni di Gioia dei Marsi, Luco dei Marsi, Trasacco, Celano, San Benedetto dei Marsi e presso la sede ARSSA e Consorzio di Bonifica, partecipano alle autorità in indirizzo le preoccupazioni degli agricoltori sul grave stato di penuria idrica che potrebbe provocare il definitivo tracollo dell’agricoltura fucense con gravi ripercussioni sul fragile sistema economico marsicano.
Le richieste degli operatori agricoli sono semplici e sono inquadrate in due momenti:
a) l’emergenza idrica che si paventa per l’imminente campagna agraria 2008,
b) il definitivo decollo del progetto di irrigazione della piana del Fucino.
Per quanto riguarda l’emergenza idrica Coldiretti, Confagricoltura e CIA provinciali hanno condiviso e fatto proprie le proposte del Consorzio di bonifica e dell’ARSSA sulla necessità di perseguire i seguenti obiettivi:
1. Dotare il Consorzio di bonifica dei mezzi finanziari necessari a far funzionare tutti i pozzi del comprensorio per il pompaggio dell’acqua, per effettuare sondaggi per la ricerca di nuove fonti di approvvigionamento idrico e per realizzare le indispensabili infrastrutture necessarie a garantire una migliore e più equa distribuzione dell’acqua.
2. Dotare il Consorzio di bonifica dei mezzi finanziari necessari a coprire le spese straordinarie che sono state necessarie per assicurare la campagna irrigua 2007.
3. Approvare rapidamente il DDLGR sul riordino dei Consorzi di bonifica dotando gli stessi degli indispensabili poteri di regolazione della campagna irrigua e, per quel che riguarda il Consorzio di bonifica del Fucino, l’attribuzione allo stesso di tutte le residue competenze ora riservate all’ARSSA.
4. Dotare l’ARSSA dei mezzi finanziari necessari all’effettuazione della ripulitura straordinaria dei canali dell’alveo del Fucino.
Per quanto riguarda le prospettive di medio periodo, gli agricoltori ritengono assolutamente indispensabile la necessità di dotare il Fucino di un impianto d’irrigazione moderno, razionale, capace di distribuire l’acqua senza sprechi e con oneri a carico dell’utenza.
Pertanto, le organizzazioni agricole Coldiretti, Confagricoltura e CIA provinciali, richiedono un atto di indirizzo politico da parte del Consiglio Regionale, del Consiglio provinciale e dei Consigli Comunali che dichiari l’irrigazione del Fucino obiettivo primario irrinunciabile di interesse generale.
Ciò posto è indispensabile impegnare le risorse finanziare del c.d. decreto Lunardi per realizzare il sistema intubato di distribuzione di acqua sull’intero comprensorio fucense i cui progetti di massima sono stati già realizzati dal servizio tecnico dell’ARSSA con il supporto della facoltà di ingegneria idraulica di Cremona; nel frattempo la Giunta Regionale d’intesa con l’Assessore Regionale Agricoltura, l’ARSSA, ed il Consorzio di Bonifica devono impegnarsi a ricercare indipendenti e riconosciute competenze scientifiche ed accademiche italiane o estere che sappiano validare, sul piano tecnico, la migliore soluzione per l’approvvigionamento e la conservazione e distribuzione dell’acqua.
Siamo consapevoli della estrema gravità del momento, chiediamo, alle autorità in indirizzo, un unanime scatto di orgoglio che raccolga l’accorato appello degli agricoltori non dissimile da quello lanciato, in altre epoche storiche, e che trovò ascolto nella classe dirigente dell’epoca, portando il Fucino ad essere fucìna di benessere per gli addetti e per l’intera economia della Marsica.
Distinti saluti
Avezzano 31/01/2008

Bruno Rosso Roberto Fonte Filippo Rubei
Presidente Coltivatori Diretti Presidente Confagricoltura L’Aquila Presidente CIA Provinciale
Se vuoi scrivere nel Forum degli Innamorati registrati cliccando qui

Rispondi

Torna a “San Benedetto dei Marsi. Succede a San Benedetto”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti