Per il Santo Padre...

Solo lettura: dal maggio 2005 al maggio 2010

Moderatore: Staff

Bloccato
Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Per il Santo Padre...

Messaggio da miriam bolfissimo » mer apr 07, 2010 2:08 pm

Miei carissimi tutti, pace e bene! tutti noi abbiamo nel cuore il Santo Padre e in questi giorni è importante che rinnoviamo la nostra presenza al suo fianco: qui possiamo continuare la comunione di preghiera che il nostro carissimo robert aveva iniziato due anni fa, a seguire possiamo lasciare le nostre riflessioni...

Un abbraccissimo, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

rosaangelica
Messaggi: 9
Iscritto il: sab mag 16, 2009 8:50 pm
Località: roma
Contatta:

Messaggio da rosaangelica » mer apr 07, 2010 2:28 pm

Il Signore fonte di Vita, Forza, Sanpienza e Carità abbia nel cuore il nostro Sommo Pontefice lo custodisca da ogni male e gli doni la Luce che proviene dallo Spirito Santo Paraclito perchè con coraggio e umiltà conduca la Chiesa Popolo di Dio verso Lui unico Amore innesauribile.
Signore ti preghiamo per chi perseguita la Tua Chiesa abbi misericordia
di loro e riscalda i loro cuori perchè possano e vogliano trovare Te
unico salvatore del mondo.

Spirito Consolatore fonte d'ogni bontà
nel Tuo Fuoco d'amore affidiamo il nostro caro Papa tienilo vicino a Te
e nella Tua infinità bontà accogli ogni sua intenzione, purificala, amala,
fondila in Te e fa che tutto avvenga secondo la Tua Santa Volontà.
Amen

Regina degli Apostoli: proteggi i sacerdoti del Figlio Tuo.

Avatar utente
Grazia Cuffari
Messaggi: 743
Iscritto il: ven gen 08, 2010 6:45 pm
Località: San Vendemiano - TV

Preghiera a Gesù risorto per il Santo Padre

Messaggio da Grazia Cuffari » mer apr 07, 2010 10:26 pm

Preghiera a Gesù risorto per il Santo Padre

Signore Gesù, Tu che vedi tutto quello che avviene oggi
nel mondo, tutto il marasma di contraddizioni, di falsità,
d'impudicizia e d'incoerenze, che sembrano come mine
vaganti che esplodono con violenza al minimo tocco,
Ti preghiamo umilmente di ristabilire l' ordine naturale
delle cose sulla Terra e soprattutto nel cuore dell'uomo.

Tu che vedi che persino nella nostra Chiesa infuria
la tempesta del male, mentre il maligno se la ride,
ascolta la nostra prece, che umilmente ti rivolgiamo.
Aiuta il nostro Santo Padre, chiamato da te come Pietro,
a dirigere, secondo la tua legge evangelica d'amore,
la Comunità di tutti noi che crediamo in Te, Signore!

Egli, ha sulle sue spalle una pesante croce da portare.
una croce in cui si accumulano gli errori del passato
e del presente, vissuto nell'incertezza e nella confusione,
perché molti fedeli si sono disancorati dal tuo Amore.
Aiutaci, Signore, specialmente in questa Santa Pasqua,
ad aiutarlo ad eseguire nella tua legge il Tuo Volere.

Allontana le forze del male sempre pronti all'assalto
della Tua Verità, unico bene supremo che hai lasciato,
come testamento d' amore da vivere su questa terra.
Dacci il coraggio di fare, il " buon combattimento "
della fede, rimanendo uniti per tutta la vita a te Signore,
per essere luce e testimonianza in questo fragile mondo.

Aiutaci a dipanare le fitte tenebre che lo avvolgono,
con la conoscenza approfondita e la contemplazione
della Tua Parola, unica ancora di salvezza per noi!
Che il Tuo Santo Spirito ci protegga dalle insidie di satana
e ci faccia capire che per aiutare il Papa nella attuale via
dolorosa, occorre essere uniti insieme a lui, come cirenei,

a portare la croce, aprendo i nostri cuori al Dio della Verità,
dell' accoglienza reciproca, della vicinanza amichevole;
e diventando testimoni del Dio della solidarietà e dell' Amore.
Sulla scia del tuo esempio, portare la croce, Signore
è sicuramente infallibile segno di resurrezione e di vittoria
Dio mi ama e ama tutti nel presente e nell'eternità

Avatar utente
Don Armando Maria
Sacerdote
Sacerdote
Messaggi: 1793
Iscritto il: gio ott 13, 2005 7:15 pm
Contatta:

Oremus pro Pontifice nostro Benedicto!

Messaggio da Don Armando Maria » gio apr 08, 2010 2:38 pm

Ave Maria!
Oremus
pro Pontifice nostro
Benedicto!
Dominus conservet eum,
vivificet eum,
et beatum faciat eum in terra,
et salvum faciat
adversus inimicos aius,
Ultima modifica di Don Armando Maria il ven apr 09, 2010 10:10 am, modificato 1 volta in totale.
Gesù e la Mamma Celeste vi amano assai e vi benedicono; e anche io, nel loro Santissimo Amore vi voglio bene e vi benedico per intercessione del Cuore Immacolato di Maria: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Don Armando Maria

Avatar utente
Grazia Cuffari
Messaggi: 743
Iscritto il: ven gen 08, 2010 6:45 pm
Località: San Vendemiano - TV

Preghiera di serenità

Messaggio da Grazia Cuffari » gio apr 08, 2010 4:49 pm

"Preghiera di serenità"

Che Dio mi conceda la serenità
di accettare le cose che non posso cambiare,
il coraggio di cambiare quelle che posso cambiare,
e la saggezza di distinguere tra le due.

Vivere giorno per giorno,
godersi un momento per volta,
accettare le avversità come una via verso la pace,
prendere, come Lui fece,
questo mondo corrotto per quello che è,
non per quello che vorrei,
confidare che Lui sistemerà tutto
se mi abbandonerò alla Sua volontà.

Che io possa essere
ragionevolmente felice in questa vita
e sommamente felice accanto a Lui
nella prossima, per sempre.

Preghiera di Reinhold Niebuh


Che lo Spirito di Dio sia sempre con il nostro Papa Benedetto e vegli sul suo cammino di verità,
di pace, di giustizia, di amore e di ordine in questo mondo sconvolto e problematico.
Gesù Cristo con la sua Resurrezione "ha vinto il mondo e non ci lascerà soli" come ha promesso.
Lo Spirito Santo ci guiderà e risorgeremo con Gesù a nuova Vita in questa e nell'altra in Paradiso
Dio mi ama e ama tutti nel presente e nell'eternità

Avatar utente
Grazia Cuffari
Messaggi: 743
Iscritto il: ven gen 08, 2010 6:45 pm
Località: San Vendemiano - TV

PER IL SANTO PADRE

Messaggio da Grazia Cuffari » dom apr 11, 2010 3:05 am

CONTRO GLI ATTACCHI RECENTI AL SANTO PADRE DA PARTE DI PERSONE CHE VOGLIONO DISTRUGGERE LO SPIRITO DELLA CHIESA RISPONDIAMO CON LE ARMI DELLA FEDE CONSENTITE DA GESU': LA MISERICORDIA E LA PREGHIERA. PERCIO' V'INVITO A PREGARE PER IL PAPA, MA ANCHE PER COLOROCHE,COSCIENTEMENTE O INCOSCIENTEMENTE VOGLIONO PROVOCARE CONFUSIONE E SGOMENTO ALLA CRISTIANITA'

<<PADRE, PERDONA LORO,PERCHE' NON SANNO QUELLO CHE FANNO!>>

CORONCINA ALLA DIVINA MISERICORDIA

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo

Padre Nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, sia fatta la Tua Volontà come in celo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori e non c'indurre in tentazione ma, liberaci del male. Amen

Ave o Maria, piena di grazia, il Signore è con Te, Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori adesso e nell'ora della nostra morte. Amen

Credo in Dio, Padre Onnipotente, Creatore del celo e della terra e in Gesù Cristo suo unico figlio il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, patì sotto ponzio pilato, fu crocefisso, morì e fu sepolto. Discese agli inferi. Il terzo giorno risuscitò da morte, salì a celo e siede alla destra di Dio Padre Onnipotente, di là verrà a giudicare i vivi e i morti. Credo nello Spirito Santo, la Santa Chiesa Cattolica, la Comunione dei Santi, la Remissione dei peccati, la Resurrezione della carne e la Vita Eterna. Amen

sui grani del Padre Nostro si recita:

Eterno Padre, ti offro il Corpo, il Sangue, l'Anima e la Divinità del Tuo dilettissimo Figlio e Signore nostro Gesù Cristo in espiazione dei nostri peccati e di quelli del mondo intero.

sui grandi dell'ave maria si recita per dieci volte consecutivamente:

Per la sua dolorosa Passione, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

dopo aver ripetuto la sequenza per 5 volte alla fine si recita per 3 volte consecutivamente:

Dio Santo, Dio Forte, Dio Immortale, abbi pietà di noi e del mondo intero

Si conclude la preghiera facendosi li segno della Croce: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.
Dio mi ama e ama tutti nel presente e nell'eternità

ALICE
Messaggi: 9873
Iscritto il: ven feb 19, 2010 12:26 pm

PREGHIERA A GESU’ MISERICORDIOSO

Messaggio da ALICE » dom apr 11, 2010 9:13 am

PREGHIERA A GESU’ MISERICORDIOSO

O Gesù, Amico del mio cuore, Tu sei il mio solo rifugio e per me l’unico riposo.

Sei la salvezza nelle tempeste della vita, la mia serenità nei travagli del mondo.

Tu sei per me la pace nelle tentazioni, il sostegno nelle ore disperate e la vittoria nel combattimento che sostengo per portare alle anime il Regno.

Tu solo puoi comprendere un’anima che soffre e resta muta, perché conosci le nostre colpe e le nostre debolezze così bene che incessantemente ci perdoni, ci sollevi e fai in modo che impariamo

ad amarti sempre piu!

Gesù, confido in Te! Amen.

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

replay

Messaggio da miriam bolfissimo » lun apr 12, 2010 11:02 am

Miei carissimi tutti, pace e bene! ecco quel che sento nel mio piccolo cuore...

...questi accadimenti in questo anno sacerdotale non sono a caso: servono innanzi tutto ad iniziare un cammino di purificazione e di sostegno all’interno della Chiesa stessa; e xchè questo cammino possa iniziare e compiersi, è importante che lo stesso sguardo del Santo Padre, Benedetto XVI, si mantenga sereno e fisso su Gesù il Cristo e questi Crocifisso...

...lascio ad altri la divisione tra bene e male, tra responsabilità e colpe: stringo al mio piccolo cuore il bene prezioso della guida del Santo Padre e della presenza meravigliosa dei sacerdoti tra noi...

Un abbraccissimo, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
Grazia Cuffari
Messaggi: 743
Iscritto il: ven gen 08, 2010 6:45 pm
Località: San Vendemiano - TV

Grazie Miriam !

Messaggio da Grazia Cuffari » lun apr 12, 2010 2:57 pm

Grazie Miriam,

per aver, con le tue parole, portato il mio spirito ad una importante riflessione che è quella di abbandonarsi
completamente nelle mani di Dio
, per potere agire in senso positivo a una valanga di cose negative.
Eppure la mia intenzione era ed è quella di difendere il Papa e la classe sacerdotale che tanto bene opera per noi.

Credo di aver agito un po' istintivamente, lo confesso, come ha fatto Pietro che, all'annuncio che Gesù fa
della necessità della sua morte risponde con veemenza che lui non l'avrebbe mai permessa.
Ma Gesù gli risponde con durezza: << Va' lontano da me satana! >>
Ed io, adesso capisco il perché.

Certe cose avvengono, come hai detto tu, per una maggiore purificazione interiore di tutti noi membri della Chiesa.
Così come è avvenuto 2000 anni fa per Gesù !

Nei piani di Dio la morte di Gesù era necessaria, senza di essa non ci sarebbe stata resurrezione e salvezza.
E senza questi accadimenti non ci sarebbe neanche purificazione.
Grazie Miriam, per avermi fatto comprendere questo!

Gesù Misericordioso, mi abbandono umilmente e completamente a Te!

E tu, Madre di Dio e Madre nostra, aiutami a farlo
Dio mi ama e ama tutti nel presente e nell'eternità

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

replay

Messaggio da miriam bolfissimo » lun apr 12, 2010 3:01 pm

Mia carissima maria grazia, pace e bene! con te, ad una voce...
  • Mio Dio: io credo, adoro, spero e ti amo
    e ti chiedo perdono per tutti coloro
    che non credono, non adorano,
    non sperano e non ti amano...
Un abbraccissimo, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
Grazia Cuffari
Messaggi: 743
Iscritto il: ven gen 08, 2010 6:45 pm
Località: San Vendemiano - TV

INVITO

Messaggio da Grazia Cuffari » lun apr 12, 2010 5:03 pm

INVITO

Posso fare un invito a tutti gli amici del Forum ?

Prepariamoci tutti uniti ad una voce, noi amici di Gesù, della Madonna

e del Santo Padre ad inviare da questo sito messaggi di amicizia,

di stima e di fiducia, tra il giorno 16 e il giorno 19 di questo mese, o

anche prima, a Colui che degnamente ci rappresenta su questa terra.
Dio mi ama e ama tutti nel presente e nell'eternità

Avatar utente
Don Armando Maria
Sacerdote
Sacerdote
Messaggi: 1793
Iscritto il: gio ott 13, 2005 7:15 pm
Contatta:

Ieri sera ho visto la tv...

Messaggio da Don Armando Maria » mar apr 13, 2010 9:00 am

Ave Maria! Io non vedo mai la tv, ma irei sera, andando a letto dopo l'adorazione eucaristica che ogni sera facciamo con la gente in chiesa, ed erano passate le ore 22... sento la tv accesa e vedo che c'è là il parroco a vederla. Cosa strana perché anche lui non la segue proprio tanto. E mi fermo con lui... Si trattava del programma l"'infedele", che trattava dlla pedofilia e di altri problemi nella Chiesa...Mamma mia, mamma mia!... a che punto siamo arrivati, e povero Papa nostro che deve guidare la Chiesa di Dio in questi tempi così difficili! C'è da piangere, c'è da digiunare, c'è da pregare proprio... Si èparlato di tutto: di pedofilia, di scisma nella Chiesa, hanno dato accuse ai preti, ai Vescovi, e al Papa. E' un programma preparato ad arte dalla massoneria per colpire la Chiesa e il Papa. Attaccano il Papa perché ama la Verità e non ammette compromessi col male e con la menzogna. E poi c'era un prete che avrebbe dovuto difendere la dottrina della Chiesa e il Papa, invece... Preghiamo, preghiamo per il Papa e per la Chiesa!...
Gesù e la Mamma Celeste vi amano assai e vi benedicono; e anche io, nel loro Santissimo Amore vi voglio bene e vi benedico per intercessione del Cuore Immacolato di Maria: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Don Armando Maria

Avatar utente
Grazia Cuffari
Messaggi: 743
Iscritto il: ven gen 08, 2010 6:45 pm
Località: San Vendemiano - TV

Messaggio da Grazia Cuffari » mar apr 13, 2010 4:51 pm

Sì, don Armando Maria, ha ragione! Occorre pregare e pregare molto, con il cuore pronto al cambiamento di rotta, al rinnovamento dello spirito che ci fa riconoscere Dio come Padre e ci fa vivere in unione con il Cristo Gesù e il suo Santo Spirito, come Gesù faceva col Padre
Ma bisogna essere disponibili a fermarsi per ascoltare l'azione della grazia, senza andare di corsa, una corsa, quasi sfrenata e a volte disumana, per raggiungere chimere che non servono alla vita vera che Dio ci offre!
Ho capito tante cose, soprattutto quest'anno, in cui ho ritenuto necessaria la preghiera fatta con il cuore, messo a disposizione e all'ascolto di Dio.
Sì, occorre pregare molto ed amare tanto di più.
Amare! Ed amare non solo chi ci ama, ma anche chi non ci ama.
E questo "amare" è molto difficile se ostinatamente ci teniamo disancorati da Lui che è Amore- Verità e Vita, pena il nostro essiccamento e la nostra morte spirituale, la morte della nostra umanità, la morte di Dio Uomo in noi.
Un' altra cosa ho capito, don Armando, quella di non giudicare l'altro, qualsiasi cosa faccia, innanzi tutto perché non abbiamo tutti gli elementi per farlo, elementi che solo Dio conosce, poi l'atteggiamento del giudicare ci pone in un atteggiamento di superiorità di fronte all'altro che ci è fratello
e quindi noi siamo fragili come lui.
Ho capito anche che l'atteggiamento della Critica oggi vigente trae la sua origine proprio dal giudicare l'operato degli altri.
Quindi, dopo queste riflessioni, fatte più per la necessità di conoscere il mio animo e il punto di arrivo del mio cammino verso Dio, mi propongo
di pregare e pregare molto, fermandomi a riflettere di più e non come prima con "sms" lanciati frettolosamente di corsa.
La preghiera, fatta di dialogo e reciproco ascolto, è un mezzo di elevazione di crescita spirituale nella speranza che è fede in attesa.
.
Preghiera

Fa' di noi o Padre,
i discepoli di quella sapienza
che ha il suo maestro
e la sua cattedra
nel Cristo innalzato sulla Croce,
perché impariamo a vincere
le tentazioni e le paure
che sorgono da noi e dal mondo,
per camminare sulla via
del Calvario verso la vera vita.
Per Cristo nostro Signore. Amen
Dio mi ama e ama tutti nel presente e nell'eternità

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

replay

Messaggio da miriam bolfissimo » mer apr 14, 2010 8:43 am

Miei carissimi tutti, pace e bene! La Conferenza episcopale italiana in un comunicato, diffuso nel pomeriggio di lunedì 12 aprile, ci invita a pregare x il Santo Padre e la purificazione della Chiesa lunedì 19 aprile, anniversario dell'elezione di Benedetto XVI...

Lunedì 19 aprile ricorre il quinto anniversario dell'elezione di Benedetto XVI al pontificato. La presidenza della Cei invita tutte le comunità ecclesiali a stringersi in quel giorno nella preghiera intorno a lui, centro di unità e segno visibile di comunione.

In tale occasione, si individueranno a livello locale le forme più adatte (quali, per esempio, l'Eucaristia, la liturgia della Parola, veglie di preghiera, l'adorazione eucaristica e la recita del rosario) per rendere grazie a Dio per il magistero illuminato e la cristallina testimonianza del Papa.

Nello stesso tempo, in quest'ora di prova, la Chiesa in Italia non viene meno al dovere della purificazione, pregando in particolare per le vittime di abusi sessuali e per quanti, in ogni parte del mondo, si sono macchiati di tali odiosi crimini.

Confidando nella Sua parola, implora dal Signore energie nuove, perché ne rafforzi la passione educativa, sorretta dalla dedizione e dal generoso impegno di tanti sacerdoti che, insieme ai religiosi, alle religiose e ai laici, ogni giorno si spendono soprattutto nelle situazioni più difficili.
  • CEI, Conferenza Episcopale Italiana
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Ospite

La PEDOFILIA, L'ANNO SACERDOLTALE E LO ZAMOINO DI SATANA

Messaggio da Ospite » gio apr 15, 2010 6:23 am

Riporto un articolo pubblicato su PETRUS ,il quotidiano online dedicato al Magistero del Vicario di Cristo, scritto da Matteo Orlando , che fa riflettere sul periodo così difficile che sta attraversando il Papa e la chiesa tutta, a causa delle accuse riguardo la pedofilia .

CITTA’ DEL VATICANO - Oramai lo hanno capito tutti che per avere le copertine dei giornali o l’apertura dei telegiornali basta attaccare la Chiesa! Se si è un comico che non fa ridere nessuno e, magari, si attacca il Papa al concerto del Primo Maggio, subito i riflettori delle tv si accenderanno. Se si vuole fare cattiva informazione, basta inventarsi ‘schifoso Crimes and The Vatican’ e… si va sulla seconda rete della Rai. Se non si riesce proprio a farsi conoscere, basta sparare un’idiozia qualunque contro il Papa e si vedrà che la notorietà aumenterà. Sì, purtroppo, attaccare la Chiesa è facile e, per qualcuno, divertente e redditizio. E poi, i “pretacci” mica ti minacciano di morte, come hanno fatto altri con gli autori delle vignette su Maometto... Vogliamo fare un ragionamento “diverso” circa la nota questione sulla pedofilia nella Chiesa. Un ragionamento che è per molti, ma non per tutti. Quindi invitiamo i laicisti, gli “illuminati”, gli atei, a non leggere questo articolo, perché non lo comprenderanno. E cominciamo subito facendo un passo indietro nel tempo. Come si sa, Benedetto XVI ha indetto, a conclusione dell’anno dedicato a San Paolo, nella solennità del Sacratissimo Cuore di Gesù del giugno 2009 (giornata tradizionalmente dedicata alla preghiera per la santificazione del clero), un “Anno Sacerdotale” in occasione del 150° anniversario del “dies natalis” di Giovanni Maria Vianney, il Patrono di tutti i parroci del mondo. Nelle intenzioni del Santo Padre, quest’anno sacerdotale (che si concluderà tra pochi mesi) deve “contribuire a promuovere l’impegno d’interiore rinnovamento di tutti i sacerdoti per una loro più forte ed incisiva testimonianza evangelica nel mondo di oggi”. A questo punto una domanda sorge spontanea: credete che il nemico giurato di Gesù Cristo, del suo Corpo Mistico (cioè la Chiesa), permetta tranquillamente tutto questo? Evidentemente no. Lucifero, Satana, chiamatelo come “diavolo” vi pare, questo spirito che separa da Dio, sta lavorando per non consentire la santificazione dei sacerdoti e della Chiesa. Lo spirito del male, purtroppo, esiste, ed è costantemente in azione, nel cuore stesso della Chiesa, sua nemica di sempre! Proprio San Giovanni Maria Vianney, per la gran mole di lavoro apostolico che realizzava per il bene delle anime, ovviamente non è stato preservato dalle ire di Satana e degli altri angeli ribelli. Infatti, fu spesso molestato dai diavoli, con i demòni che lo picchiavano lasciando sul suo corpo delle lividure visibili. Le visite notturne del demònio erano molto frequenti. Ed egli notava che ciò accadeva soprattutto quando alcuni peccatori volevano convertirsi e in effetti giungevano ad Ars per migliorare la loro vita. Con lo sguardo della fede, il Santo Curato metteva in relazione queste diavolerie col suo ministero pastorale. Facendo lo stesso anche noi, possiamo tranquillamente affermare che, nell’anno sacerdotale, l’azione del demonio, attraverso quest’attacco indiscriminato a tutta la Chiesa per colpa di una piccolissima percentuale di sacerdoti criminali e peccatori (per i quali vale, sicuramente, il passo di Mt. 18, 6-7), è un indizio del buon cammino che la Chiesa stessa, guidata da Benedetto XVI, sta facendo, su ogni fronte, quello anti-pedofilia compreso. Se il demonio è in collera così spudoratamente contro l’intera Chiesa, è buon segno. E per la Chiesa queste contrarietà del demonio non sono altro che un incoraggiamento a far sempre meglio. Se la Chiesa soffre per l’infedeltà di alcuni suoi ministri e per le giovani vittime dei loro tremendi peccati-crimini, una rinnovata e lieta coscienza della grandezza di quel dono di Dio che è la Chiesa si va concretizzando, non dimenticando le splendide figure di generosi Pastori, di religiosi ardenti di amore per Cristo e per le anime, di direttori spirituali illuminati e pazienti che la Provvidenza ha saputo fornire e continua a offrirci. Siamo nel momento della battaglia decisiva (cfr. The Fatima Crusader, n. 19) tra Maria e Satana: la caduta delle anime consacrate e dei sacerdoti. Il diavolo sa cos'è che più di tutto offende Dio e che gli procurerà in breve tempo il maggior numero di anime. Così fa di tutto per avere la meglio sulle anime consacrate a Dio, perché sa che, in questo modo, le anime dei fedeli, lasciate senza guida, cadranno più facilmente nelle sue mani. Ciò che offende soprattutto il Cuore Immacolato di Maria e il Cuore di Gesù, è la caduta delle anime dei religiosi e dei sacerdoti. Per ogni religioso o sacerdote che rinnega la sua santa vocazione, molte anime sono trascinate all'inferno. Per questo il diavolo brama di impossessarsi delle anime consacrate. Cerca in ogni modo di corromperle, per addormentare le anime dei fedeli e condurle alla peggiore impenitenza. Il diavolo fa tutto quanto è in suo potere per trascinarci con lui. È fuori discussione che i preti pedofili siano un male assoluto e come tale vada combattuto. Ma se c’è un braccio in cancrena non vuol dire che tutto il corpo sia condannato a perire. Tagliando il braccio, il corpo rimarrà a vivere da sano. La Chiesa ha la forza e il coraggio di denunciare ed emendare tutto questo, indipendentemente da certa stampa o televisione che rema diabolicamente contro. La Chiesa sta usando tutte le armi che possiede per combattere la piaga della pedofilia. Ma c’è da aggiungere che i numeri dei delitti di pedofilia nel clero o tra i religiosi, sono quasi "risibili", dinanzi alla mole enorme, di uomini e donne, che permettono e che vivono questo immenso male vittimizzando innocenti. C’è da notare che in alcuni Paesi - USA e Gran Bretagna, ad esempio - si è raggiunta una vera e propria paranoia in materia di pedofilia. Autentiche lobby di avvocati-sanguisughe hanno fatto fallire fior di Diocesi, usando il dramma delle vittime e giocando su strategie ben lontane dai criteri della verità giuridica ed evangelica, rispolverando fatti accaduti decenni prima, con situazioni e storie personali stranamente misteriose o almeno sospette. Ma quali sono le reali dimensioni del fenomeno della pedofilia? E quali sono le cause di questa marea che coinvolge in piccola parte anche la Chiesa ma che è di tutta la società? E se cominciassimo anche a chiedere conto delle loro azioni a tutti i sostenitori delle "battaglie libertarie" che hanno portato alla completa eliminazione del senso del pudore, a tutti i detrattori della "morale cristiana sessuofobica" che hanno indotto la vergogna della virtù anche nei semplici, ai falsificatori del linguaggio che hanno vietato di chiamare le cose con il loro nome? Se cominciassimo a prepararci all'idea che da qualche parte si sta già preparando la prossima battaglia libertaria, per l'assuefazione all'idea di una "pedofilia dolce", democratica, laica e progressista? (In fondo - scrive qualcuno - che ci vuole: qualche bel film di Hollywood che all'inizio faccia scandalo, così che si possa gridare all'attentato contro la libertà dell'arte, e poi prenda l'Oscar; qualche canzone; un po' di "casi pietosi" di pedofili tanto per bene vittime del pregiudizio e della violenza; un ‘tot’ di inchieste giornalistiche; il parere del neuropsichiatra infantile che dimostra come un'amicizia di un certo tipo non può che far bene al bambino; un paio di outing clamorosi… e il gioco sarà fatto!). C'è in giro, ahinoi, un deliberato riduzionismo che, concentrando in modo esclusivo e strumentale l'attenzione solo sui casi di atti di pedofilia commessi da sacerdoti cattolici, vuole far passare l'idea che: a) la chiesa cattolica è un'istituzione corrotta; b) che la pedofilia è correlata in generale alla morale sessuale cristiana e, in modo particolare, al celibato ecclesiastico. Denunciare questa manovra è doveroso, non solo perché le due affermazioni sopra riportate sono false, ma anche perché essa ha probabilmente anche uno scopo diversivo: parlando solo dei preti pedofili, si distrae l'attenzione da tutti gli altri pedofili (il 99%?), visto che il fenomeno pedofilia ha dimensioni molto più ampie e radici molto più profonde. La pedofilia è parte, dunque, del gioco di Satana. Satana attraverso i suoi servi sulla terra (consapevoli o inconsapevoli) si accanisce contro la Chiesa cattolica perché è l'unica oramai che predica una coerente morale, quella che viene da Dio. La Chiesa cattolica è l'unica autorità morale del nostro tempo. Per questo si cerca di abbatterla, di minarne l'autorità, la credibilità, di metterla in ridicolo. E Satana, non potendo far questo sulla base dei principi (perché i principi morali predicati dalla Chiesa sono giusti, e lui lo sa), lo fa sulla base delle colpe individuali. È una strategia sottile, diabolica, appunto: se non puoi confutare il tuo avversario con la logica, mettilo in ridicolo come persona, dimostra che è indegno. Che il Signore Gesù Risorto, vincitore di Satana, ci aiuti sempre a vedere la luce, nonostante l'esistenza delle tenebre. Nell'anno Sacerdotale, il Signore ci ricordi che il peccato e la grazia sono in ogni uomo, prete o non prete, laico o non laico, religioso/a o non religioso/a e che la verità è che “un prete pedofilo non è un prete che è diventato pedofilo, ma un pedofilo che è diventato prete”. E non doveva diventarlo, come, del resto un omosessuale non deve diventare sacerdote, visto che gran parte dei preti pedofili hanno abusato di giovani dello stesso sesso.
Immagine

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3660
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

Messaggio da Giammarco De Vincentis » gio apr 15, 2010 6:54 am

Vi invito a segnalare ai vostri amici il nostro gruppo, inviando per posta e inserendo sulle nostre bacheche questo link http://www.facebook.com/group.php?gid=87754972206 che li riporterà al nostro gruppo .
Siamo un esercito, ma se continueremo a restare isolati faranno piu rumore quei quattro gattii che si mettono in piazza a sparlare del nostro Papa.
UNIAMOCI NEL GRUPPO IN PREGHIERA E COMUNIONE CON LA NOSTRA CHIESA ;) GRAZIE A TUTTI
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

replay

Messaggio da miriam bolfissimo » ven apr 16, 2010 9:58 am

...in comunione, nel giorno del suo compleanno:
  • Maria, Madre dolcissima di Dio e Madre nostra,
    alle tue dolcissime cure affidiamo Papa Benedetto XVI,
    affinché possa compiersi per Lui, nella consolazione,
    la Volontà del Padre nostro che è nei cieli...

    • Ave, o Maria,
      piena di grazia:
      il Signore è con Te!

      Tu sei benedetta fra le donne
      e benedetto è il frutto del Tuo seno, Gesù.

      Santa Maria, Madre di Dio,
      prega per noi peccatori:
      adesso e nell’ora della nostra morte. Amen
..x chi volesse scrivere al Santo Padre benedettoxvi@vatican.va

Un abbraccissimo, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
Grazia Cuffari
Messaggi: 743
Iscritto il: ven gen 08, 2010 6:45 pm
Località: San Vendemiano - TV

Per il Santo Padre,buon compleanno

Messaggio da Grazia Cuffari » ven apr 16, 2010 11:42 am

Anch'io, in comunione con gli amici del Forum, in questo periodo di difficile prova per la nostra Chiesa, sento dall'intimo dell'anima, la necessità di essere solidale col Santo Padre e con l'impegno che sta mettendo per la purificazione e il rinnovamento interiore della Chiesa.
Per questo mi rivolgo spontaneamente al Signore con questa preghiera:

Signore Gesù, mio Dio e mio Tutto,
Spirito Santo Consolatore, vienici, in aiuto!
Fa' che noi Cristiani di fede cattolica,
in questo periodo di durissima prova,
posiamo essere di sostegno al Papa,
con le armi della della fede e dell'Amore,
con la preghiera costante, la frequenza
ai Sacramenti, soprattutto quello della Penitenza.
Dacci la possibilità di tradurre
nella quotidianità del nostro agire
il nostro Credo e renderlo così credibile
agli occhi del mondo.
Siamo fragili e coscienti di ciò
ti preghiamo d'infonderci la tua forza,
per tenerci in contatto con Te, con il Padre
e con lo Spirito, come facevi Tu Signore.
Dai questa forza consolatrice al Santo Padre,
perché possa guidarci, alla luce del tuo Vangelo,
all'obbedienza delle Tue sante leggi,
del Tuo Santo Amore e fare la Tua volontà, Signore!

Ti siamo vicini Santo Padre e ti auguriamo di cuore
un sereno compleanno con la grazia sovrabbondante
di Gesù nostro Signore e con l'aiuto della Madre
tua e Madre nostra, sempre disponibile per noi.
Dio mi ama e ama tutti nel presente e nell'eternità

Ospite

Messaggio da Ospite » ven apr 16, 2010 2:01 pm

Ave Maria, piena di Grazia
il Signore è con Te
Tu sei benedetta tra le donne
e benedetto è il frutto del
seno Tuo, Gesù.

Santa Maria, Madre di Dio
prega per noi
peccatori adesso e
nell'ora della nostra
morte, Amen

Avatar utente
Grazia Cuffari
Messaggi: 743
Iscritto il: ven gen 08, 2010 6:45 pm
Località: San Vendemiano - TV

Da Radio Maria x il S. Padre

Messaggio da Grazia Cuffari » ven apr 16, 2010 2:32 pm

Da Radio Maria [mailto:newsletter@radiomaria.org]

16 Aprile 2010

Cari amici,
in quest'anno sacerdotale, provvidenzialmente dedicato alla santificazione dei sacerdoti, dobbiamo sentire il bisogno di unirci a tutta la Chiesa nella preghiera per questa intenzione. Abbiamo bisogno di santi sacerdoti e di una nuova fioritura di vocazioni sacerdotali.
In questi giorni, in cui tanti fatti dolorosi sono venuti alla luce, il Santo Padre ci invita, con accenti accorati, alla penitenza e alla conversione:
" Noi oggi abbiamo spesso un po' paura di parlare della vita eterna. Parliamo delle cose che sono utili per il mondo, mostriamo che il cristianesimo aiuta anche a migliorare il mondo, ma che la sua meta sia la vita eterna non osiamo dirlo".
In tale prospettiva "La penitenza è una grazia. Devo dire che noi cristiani abbiamo spesso evitato la parola penitenza, che ci è apparsa troppo dura. Adesso, sotto gli attacchi del mondo che ci parlano dei nostri peccati, vediamo che poter fare penitenza è grazia e vediamo come sia necessario fare penitenza, riconoscere cioè ciò che è sbagliato nella nostra vita. Aprirsi al perdono, prepararsi al perdono, lasciarsi trasformare. Il dolore della penitenza, della purificazione e della trasformazione, questo dolore è grazia, perchè é rinnovamento, è opera della divina misericordia". (Omelia di Giovedi 15 Aprile 2010)
In questo quinto anniversario del Pontificato di Benedetto XVI stringiamoci intorno all'augusta persona del Santo Padre con la preghiera e con l'amore. La sua sapienza, santità e fortezza sono una grande dono di Dio alla Chiesa, chiamata ad affrontare sfide planetarie.
Con Maria e col Papa vinceremo le battaglie più difficili e non smarriremo mai la strada che porta alla meta.

Vostro Padre Livio
Ave Maria, piena di grazia,
il Signore è con Te.
Tu sei benedetta fra le donne
e benedetto è il frutto del seno tuo Gesù

Santa Maria, madre di Dio,
prega per noi peccatori.
adesso e nell'ora
della nostra morte. Amen
Dio mi ama e ama tutti nel presente e nell'eternità

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

replay

Messaggio da miriam bolfissimo » lun apr 19, 2010 8:22 am

...in comunione, nel giorno del suo quinto anniversario come Pastore, dolcissimo Cristo in terra, di tutta la Chiesa...
  • Maria, Madre dolcissima di Dio e Madre nostra,
    alle tue dolcissime cure affidiamo Papa Benedetto XVI,
    affinché possa compiersi per Lui, nella consolazione,
    la Volontà del Padre nostro che è nei cieli...

    • Ave, o Maria,
      piena di grazia:
      il Signore è con Te!

      Tu sei benedetta fra le donne
      e benedetto è il frutto del Tuo seno, Gesù.

      Santa Maria, Madre di Dio,
      prega per noi peccatori:
      adesso e nell’ora della nostra morte. Amen
Un abbraccissimo, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Ospite

Messaggio da Ospite » lun apr 19, 2010 9:22 am

  • PREGHIERA PER IL SANTO PADRE BENEDETTO XVI

    O SIGNORE, SORGENTE DI OGNI BENE E DI OGNI VERITA',
    DONA AL NOSTRO PASTORE,BENEDETTO,
    LO SPIRITO DI SAPIENZA E DI INTELLETTO,
    DI FORTEZZA E DI RETTO DISCERNIMENTO.

    GOVERNANDO CON FEDELTA' IL GREGGE CHE GLI HAI AFFIDATO,
    POSSA EGLI,COME SUCCESORE DI PIETRO,
    EDIFICARE LA TUA CHIESA COME SACRAMENTO DI UNITA' PER TUTTO IL GENERE UMANO.

    AMEN.

Avatar utente
Grazia Cuffari
Messaggi: 743
Iscritto il: ven gen 08, 2010 6:45 pm
Località: San Vendemiano - TV

Lettera per il Santo Padre

Messaggio da Grazia Cuffari » lun apr 19, 2010 6:16 pm

Buon Anniversario Santo Padre!

In questo giorno di ricorrenza così importante per la Santità Vostra, ma soprattutto per noi, vogliamo ringraziare il Signore che Ella sia con noi e si prodiga per far risorgere nei nostri cuori quell'anelito di pace, di giustizia, di verità, di amore impresso da Dio nel nostro animo al momento della Creazione.
E' stato proprio lo Spirito di Dio che, attraverso gli episodi spiacevoli di questi giorni, ci ha fatto capire l'esigenza di essere uniti e coerenti nella fede e l'importanza di testimoniarla giorno dopo giorno, con umiltà e spirito di servizio che ci rende liberi.
Ho riflettuto molto in questi giorni e credo che non è soltanto Lei Santità che ha bisogno delle nostre preghiere, ma soprattutto noi che, in questo cammino di spiritualità, dobbiamo crescere per essere responsabili delle nostre azioni, che devono essere sempre coerenti con la Parola di Dio rivelataci da Gesù.
La Parola di Dio dev'essere la nostra bussola di orientamento ed Ella, Santità, voluta da Gesù come nostra Guida Spirituale, ce lo ricorda spesso in tutte forme di contatto con noi.
E ciò,naturalmente, dà fastidio al Maligno che si oppone a qualsiasi forma di rinascita spirituale nostra.
Auguri Santità ! Che lo Spirito di Dio Le dia la forza, il coraggio e la costanza di proseguire nel " buon combattimento della fede" per condurre
il nostro animo alla purificazione interiore voluta da Gesù, per rinascere come Nicodemo e risorgere insieme al nostro Salvatore.
Con affetto e stima Maria Grazia
Dio mi ama e ama tutti nel presente e nell'eternità

Avatar utente
Grazia Cuffari
Messaggi: 743
Iscritto il: ven gen 08, 2010 6:45 pm
Località: San Vendemiano - TV

Preghiera per il Santo Padre

Messaggio da Grazia Cuffari » lun apr 19, 2010 6:25 pm

PREGHIERA

Dio, Trinità Santa
da Te viene la Chiesa,
popolo pellegrino nel tempo
chiamato a celebrare senza fine
la lode della Tua gloria.
In Te vive la Chiesa,
icona del Tuo amore,
comunione nel dialogo
e nel servizio della carità.
Verso di Te tende la Chiesa,
segno e strumento della Tua opera
di riconciliazione e di pace
nella storia del mondo.
Donaci di amare questa Chiesa
come nostra Madre
e di volerla con tutta la passione del cuore
Sposa bella del Cristo,
senza macchia né ruga,
una, santa,cattolica e apostolica,
partecipe e trasparente della vita dell'eterno
Amore
nel tempo degli uomini,
perché sia luce di salvezza per tutte le genti.
Amen. Alleluia!
Dio mi ama e ama tutti nel presente e nell'eternità

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

replay

Messaggio da miriam bolfissimo » gio apr 22, 2010 2:38 pm


  • Dolore e speranza come di «naufragio»
[/size]

Uno degli otto che a Malta hanno incontrato Benedetto XVI e faccia a faccia gli hanno raccontato la loro storia di bambini violati ha detto che il Papa ha pianto, nell’ascoltare. Segreto e riservatissimo l’incontro, nessuna telecamera si è allungata a cogliere l’istante in cui la compassione, il cum - patere, soffrire insieme, traboccava sul viso di Benedetto XVI. Lo ha testimoniato solo, meravigliato, un visitatore: «ll Papa ha pianto con me».

Piangere, e soprattutto davanti ad altri uomini, non è abitudine dei grandi della Terra. Se mai succede, lo fanno da soli, perché nessuno veda ciò che comunemente è inteso come stigma di confusione e debolezza. «Vergogna », e senso di «tradimento» sono le espressioni che lo stesso Benedetto ha usato nella Lettera ai cattolici d’Irlanda. Però non c’è, in quella sofferenza trapelata a Malta, solo il dolore del male, né solo senso di sconfitta.

In volo verso l’isola dove Paolo fece naufragio, il Papa ha detto ai giornalisti: «Penso che il motivo del naufragio parli per noi. Dal naufragio, per Malta è nata la fortuna di avere la fede. Così anche noi possiamo pensare che i naufragi della vita possono fare il progetto di Dio e possono essere utili per nuovi inizi nella nostra vita».

Singolare, straordinaria cristiana lettura di ciò che, normalmente, gli uomini chiamano semplicemente disgrazia, o colpa, ma in ogni caso identificano in un puro male, come il rivoltarsi di un avverso destino. I marinai della nave di Paolo, in balia del Mediterraneo, alla deriva in un orizzonte senza approdi, maledivano probabilmente il giorno in cui erano partiti – il giorno in cui un Caso maligno li aveva arruolati in quella impresa. Paolo invece, lo ha ricordato il Papa, era certo: «Ci dovremo imbattere in un’isola». Spezzata la rotta per Roma, pure non dubitava che anche quel naufragio fosse disegno di Dio. Il fondo della sventura, la nave sfasciata dalle onda e l’equipaggio miserabilmente approdato sugli scogli: eppure Paolo era convinto che non fosse la fine, ma un altro inizio. (Non è quasi mai così, fra gli uomini. Di fronte a una dura sconfitta molti si isteriliscono nella rabbia. I più si rassegnano, amari. Qualcuno si ribella fino a voler morire. Non è cosa del mondo, questo modo di guardare a un naufragio: come al germogliare di un seme selvatico, non seminato, e che tuttavia spunta in un giardino).

Già almeno una volta Benedetto XVI ha usato questa espressione, naufragio. «Senza un morire – ha scritto nel 'Gesù di Nazaret' – senza il naufragio di ciò che è solo nostro, non c’è comunione con Dio, non c’è redenzione». Dicendoci che il nostro progetto, anche il migliore, non è necessariamente quello di Dio, che strappò le vele alla nave di Paolo, a Malta. Dicendo che il fallimento accettato nella conversione può essere fertile di vita nuova. Che non ci salviamo da noi, ma veniamo salvati da Cristo. Che sguardo 'altro', e che altra prospettiva, mentre ancora i titoli dei giornali stanano e inseguono accaniti vicende di preti colpevoli – quasi soddisfatti che anche gli uomini di Dio siano a volte miserabili come gli altri. «Il Papa ha pianto», ha detto un ex bambino violato a Malta. Lo ha detto meravigliato e commosso; perché ha visto in faccia al Papa vero dolore. Eppure, insieme, una assoluta, ferrea certezza di un bene, tuttavia, perfino di quel male più grande.
  • Marina Corradi
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

replay

Messaggio da miriam bolfissimo » ven mag 14, 2010 1:25 pm

      • Immagine
Il cardinale Angelo Bagnasco, Arcivescovo di Genova e Presidente della CEI, e monsignor Mariano Crociata, Segretario Generale della CEI, parteciperanno domenica 16 maggio 2010 alla preghiera del Regina Coeli di mezzogiorno presieduta da Benedetto XVI, raccogliendo l'invito della Consulta Nazionale delle Aggregazioni Laicali, organismo che raduna sessantasette associazioni e movimenti ecclesiali italiani, a quanti appartengono e si riconoscono nel mondo dell'associazionismo cattolico a stringersi intorno al Papa come figli col padre, "desiderosi di sostenerlo nel suo impegnativo ministero, esprimendogli affetto e gratitudine per la sua passione per Cristo e per l'umanità intera". Prima della preghiera del Regina Coeli il Cardinale Bagnasco guiderà una celebrazione della Parola per introdurre il popolo cristiano nel significato dell'incontro con il Santo Padre.
  • Conferenza Episcopale Italiana
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Bloccato

Torna a “ARCHIVIO DELLA COMUNITA' DEGLI INNAMORATI DELLA MADONNA E DEL CUORE DI GESU'”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite