FACCIAMO IL PRESEPE?

Solo lettura: dal maggio 2005 al maggio 2010

Moderatore: Staff

Bloccato
Avatar utente
alexnovo
Presidente dei Poetixcaso
Messaggi: 226
Iscritto il: gio mag 19, 2005 10:44 pm
Località: Roma Nord
Contatta:

FACCIAMO IL PRESEPE?

Messaggio da alexnovo » ven dic 08, 2006 11:02 am

Cari amici del forum, come ogni anno é per noi tradizione prepararsi al Santo evento della Natività di Ns. Signore, facendo un Presepe.
Sarà sufficiente postare qualche immagine del vostro presepe se ne avete la possibilità o un altro che a voi piaccia per creare anche qui il nostro angolo dove pregare aspettando il Santo Natale.
Metteremo di seguito anche cosa chiediamo a Gesù che nasce mentre siamo li davanti.

Immagine

questo invece é di questo prossimo Santo Natale...

Immagine (by Alex)
TEMPO DI AVVENTO E DI RINNOVAMENTO

Profumo di Santità e di festa
tra gli uomini di chiesa
e nell’aria dell’attesa
già freme, tra battiti scanditi il loro cuore.
Nelle notti d’Avvento
qualche piccola luce
apparirà all’orizzonte
frugando tra le stelle
verso oriente
che in queste ore dense d’attese
sono già intente a farsi più belle.

E’ un Bambino
il Re che si festeggia
e che rinasce Divino
nell’anima che attende…
Ei gioirà per tutti quanti
mostrandoSi in una Santa culla
dove oltre al cuore Immacolato della Mamma
e l’amore vivo di Giuseppe Santo
a riscardarLi ci sarà solo una stalla.

Chiave per l’eternità scenderà per noi dal Cielo,
interminabile speranza, nostra garanzia,
luce nel buio. esempio da seguire
donata con la Grazia da inseguire.
Sarà semplice nostra offerta a Lui gradita
una devota e semplice preghiera
che sgorghi in umiltà dal cuore
e non sia offesa e né pretesa
in questo atteso e lieto Avvento
segno di svolta e di rinnovamento!

Alexnovo
(SS.Natale 2006)


Facciamo il Presepe, amici cari, come di consuetudine, amici e fratelli.. prepariamoci insieme!! L'evento straordinario é vicino, atteso ... é il punto di partenza della nostra fede in Dio e ora anche fede Cristiana in Gesù. Seguiamone il tragitto in questo tempo d'Avvento... un Grande Evento.. sta per compiersi davanti agli occhi ed al cuore per tutti l'umanità di buona volontà... riscopriremo la nostra fede insieme a Lui piccino e quanto é grande l'amore di Dio nostro Padre Creatore di ogni cosa finita e infinita.
Alex :)
Ultima modifica di alexnovo il mar dic 12, 2006 2:40 pm, modificato 6 volte in totale.
Se pensiamo di essere parte del creato un giorno incontreremo il Creatore che vorrà riconoscerci come Sue creature in immagine e somiglianza facendoci partecipi nel Suo Regno Eterno di quanto sia mirabile il puro amore ...

Ospite

Messaggio da Ospite » ven dic 08, 2006 1:38 pm

:o ok!
comincio io a postare qualche cosa:
Immagine
Immagine
ciao! :)

Avatar utente
Redazione
Redazione del Forum
Messaggi: 2205
Iscritto il: mar apr 19, 2005 5:17 pm
Località: Siamo online in ogni parte del mondo

Messaggio da Redazione » lun dic 11, 2006 4:43 pm

-----Messaggio originale-----
Da: marcello
Inviato: venerdì 8 dicembre 2006 17:05
A: info@innamoratidellamadonna.it

Oggetto: Poesia alla madonna di Mons. Tonino Belli

Gentili rappresentanti del sito.
Oggi 8 dicembre durante l'omaggio del Papa Benedetto XVI alla
Immacolata Concez. , in piazza di Spagna a Roma, trasmessa in diretta
dalla RAI, ho sentito una poesia scritta da Monsignor Tonino BELLI
dedicata alla madonna. Ritengo che sia bellissima. Io non sono affatto
un praticante cattolico, ma detta poesia mi ha colpito molto. Sarei
grato, qualora sia possibile, se Voi poteste inviarmela alla mia
email marcello_dimauro@tiscali.it
Grazie tante

Marcello
Se vuoi scrivere nel Forum degli Innamorati registrati cliccando qui

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

replay

Messaggio da miriam bolfissimo » lun dic 11, 2006 6:26 pm

Mio carissimo marcello, la preghiera/poesia cui ti riferisci potrebbe essere qs... te la invio in mail, lasciandola anche qui x la condivisione di tutti...
  • Santa Maria, compagna di viaggio
[/size]
  • Santa Maria,
    madre tenera e forte,
    nostra compagna di viaggio sulle strade della vita,
    ogni volta che contempliamo
    le cose grandi che l'Onnipotente ha fatto in te,
    proviamo una così viva malinconia per le nostre lentezze,
    che sentiamo il bisogno di allungare il passo
    per camminarti vicino.
    Asseconda, pertanto, il nostro desiderio di prenderti per mano,
    e accelera le nostre cadenze di camminatori un po' stanchi.
    Divenuti anche noi pellegrini nella fede,
    non solo cercheremo il volto del Signore,
    ma, contemplandoti quale icona della sollecitudine umana
    verso coloro che si trovano nel bisogno,
    raggiungeremo in fretta la «città»
    recandole gli stessi frutti di gioia
    che tu portasti un giorno a Elisabetta lontana.
      • Santa Maria, vergine del mattino,
        donaci la gioia di intuire,
        pur tra le tante foschie dell'aurora,
        le speranze del giorno nuovo.
        Ispiraci parole di coraggio.
        Non farci tremare la voce quando,
        a dispetto di tante cattiverie e di tanti peccati
        che invecchiano il mondo
        osiamo annunciare che verranno tempi migliori.
        Non permettere
        che sulle nostre labbra il lamento prevalga mai sullo stupore,
        che lo sconforto sovrasti l'operosità,
        che lo scetticismo schiacci l'entusiasmo,
        e che la pesantezza del passato
        ci impedisca di far credito sul futuro.
        Aiutaci a scommettere con più audacia sui giovani,
        e preservaci dalla tentazione di blandirli
        con la furbizia di sterili parole,
        consapevoli che solo dalle nostre scelte di autenticità e di coerenza
        essi saranno disposti ancora a lasciarsi sedurre.
        Moltiplica le nostre energie
        perché sappiamo investirle
        nell'unico affare ancora redditizio sul mercato della civiltà:
        la prevenzione delle nuove generazioni
        dai mali atroci che oggi rendono corto il respiro della terra.
        Da' alle nostre voci la cadenza degli alleluia pasquali.
        Intridi di sogni le sabbie del nostro realismo.
        Rendici cultori delle calde utopie
        dalle cui feritoie sanguina la speranza sul mondo.
        Aiutaci a comprendere
        che additare le gemme che spuntano sui rami
        vale più che piangere sulle foglie che cadono.
        E infondici la sicurezza di chi già vede l'oriente
        incendiarsi ai primi raggi del sole.
  • Santa Maria, vergine del meriggio,
    donaci l'ebbrezza della luce.
    Stiamo fin troppo sperimentando
    lo spegnersi delle nostre lanterne,
    e il declinare delle ideologie di potenza,
    e l'allungarsi delle ombre crepuscolari sugli angusti sentieri della terra,
    per non sentire la nostalgia del sole meridiano.
    Strappaci dalla desolazione dello smarrimento
    e ispiraci l'umiltà della ricerca.
    Abbevera la nostra arsura di grazia
    nel cavo della tua mano.
    Riportaci alla fede
    che un'altra madre, povera e buona come te,
    ci ha trasmesso quando eravamo bambini,
    e che forse un giorno abbiamo in parte svenduto
    per una miserabile porzione di lenticchie.
    Tu, mendicante dello Spirito,
    riempi le nostre anfore di olio:
    destinato a bruciare dinanzi a Dio:
    ne abbiamo già fatto ardere troppo
    davanti agli idoli del deserto.
    Facci capaci di abbandoni sovrumani in Lui.
    Tempera le nostre superbie carnali.
    Fa' che la luce della fede,
    anche quando assume accenti di denuncia profetica,
    non ci renda arroganti o presuntuosi,
    ma ci doni il gaudio della tolleranza e della comprensione.
    Soprattutto, però, liberaci dalla tragedia
    che il nostro credere in Dio
    rimanga estraneo alle scelte concrete di ogni momento,
    sia pubbliche che private,
    e corra il rischio
    di non diventare mai carne e sangue
    sull'altare della ferialità.
      • Santa Maria, vergine della sera,
        Madre dell'ora in cui si fa ritorno a casa,
        e si assapora la gioia di sentirsi accolti da qualcuno,
        e si vive la letizia indicibile di sedersi a cena con gli altri,
        facci il regalo della comunione.
        Te lo chiediamo per la nostra Chiesa,
        che non sembra estranea neanch'essa
        alle lusinghe della frammentazione,
        e della chiusura nei perimetri segnati dall’ombra del campanile.
        Te lo chiediamo per la nostra città,
        che spesso lo spirito di parte riduce così tanto a terra contesa,
        che a volte sembra diventata terra di nessuno.
        Te lo chiediamo per le nostre famiglie,
        perché il dialogo, l'amore crocifisso,
        e la fruizione serena degli affetti domestici
        le rendano luogo privilegiato di crescita cristiana e civile.
        Te lo chiediamo per tutti noi,
        perché, lontani dalle scomuniche dell'egoismo e dell'isolamento,
        possiamo stare sempre dalla parte della vita,
        là dove essa nasce, cresce e muore.
        Te lo chiediamo per il mondo intero,
        perché la solidarietà tra i popoli
        non sia vissuta più come uno dei tanti impegni morali,
        ma venga riscoperta come l’unico imperativo etico
        su cui fondare l'umana convivenza.
        E i poveri possano assidersi, con pari dignità, alla mensa di tutti.
        E la pace diventi traguardo dei nostri impegni quotidiani.
  • Santa Maria, vergine della notte,
    noi t'imploriamo di starci vicino
    quando incombe il dolore,
    e irrompe la prova,
    e sibila il vento della disperazione,
    e sovrastano sulla nostra esistenza il ciclo nero degli affanni,
    o il freddo delle delusioni,
    o l'ala severa della morte.
    Liberaci dai brividi delle tenebre.
    Nell'ora del nostro Calvario,
    tu, che hai sperimentato l'eclisse del sole,
    stendi il tuo manto su di noi,
    sicché, fasciati dal tuo respiro,
    ci sia più sopportabile la lunga attesa della libertà.
    Alleggerisci con carezze di madre
    la sofferenza dei malati.
    Riempi di presenze amiche e discrete
    il tempo amaro di chi è solo.
    Spegni i focolai di nostalgia nel cuore dei naviganti,
    e offri loro la spalla perché vi poggino il capo.
    Preserva da ogni male i nostri cari che faticano in terre lontane
    e conforta, col baleno struggente degli occhi,
    chi ha perso la fiducia nella vita.
    Ripeti ancora oggi la canzone del Magnificat,
    e annuncia straripamenti di giustizia a tutti gli oppressi della terra.
    Non ci lasciare soli nella notte a salmodiare le nostre paure.
    Anzi, se nei momenti dell'oscurità ti metterai vicino a noi
    e ci sussurrerai che anche tu,
    vergine dell'Avvento,
    stai aspettando la luce,
    le sorgenti del pianto si disseccheranno sul nostro volto.
    E sveglieremo insieme l'aurora.
    Così sia.
      • (don Tonino Bello)
Un abbraccissimo, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Maria Patrizia
Messaggi: 461
Iscritto il: lun dic 04, 2006 12:45 pm
Località: Valle Santa

Messaggio da Maria Patrizia » lun dic 11, 2006 7:04 pm

AMO GLI ANGELI IN MODO DEL TUTTO PARTICOLARE E HO LA CASA PIENA DI LORO IMG.

IN QUESTO PERIODO, NATURALMENTE, LA MIA CASA DIVIENE ANCOR DI PIU' UN ANGOLO DI PARADISO (CI SONO ANGELI DA TUTTE LE PARTI OLTRE CHE NEL PRESEPE) E NATURALMENTE NE POSTO ALCUNI ANCHE QUI.... CON GRANDE GIOIA... UNO PER OGNI CORO ANGELICO. PATTY


ImmagineImmagineImmagine
ImmagineImmagineImmagineImmagine
ImmagineImmagine

Valentina
Messaggi: 237
Iscritto il: gio nov 10, 2005 7:43 pm

Messaggio da Valentina » mar dic 12, 2006 11:51 am

Ecco il mio piccolo presepino, in attesa di allestire quello più grande e classico :D

Immagine
*Valentina, FataErvariva* ...Luce ai miei passi la Tua Parola!...

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3696
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

Messaggio da Giammarco De Vincentis » sab dic 16, 2006 12:36 pm

Immagine
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Maria Patrizia
Messaggi: 461
Iscritto il: lun dic 04, 2006 12:45 pm
Località: Valle Santa

Messaggio da Maria Patrizia » sab dic 16, 2006 6:19 pm

Immagine
ImmagineImmagine

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 16, 2006 7:55 pm

Immagine


Breve storia del presepe

La parola presepe deriva dal latino “Praesepe “ che significava letteralmente stalla, mangiatoia e rappresenta una raffigurazione rievocativa e realistica della natività di Gesù. La prima ricostruzione della scena del presepe si attribuisce a S. Francesco nel 1223. La consuetudine di allestire presepi nelle chiese si diffuse nel 1400 a partire dal Regno di Napoli, allargandosi in seguito in tutto il meridione. Intorno al 1500 nasce la cultura del presepe popolare ad opera di S. Gaetano di Thiene il quale diede un decisivo impulso all'ammissione di personaggi secondari vestiti sia secondo le fogge antiche sia dell'epoca a lui coeva. La nascita del "Figurinaio”, cioè del creatore di statuette avviene sotto il regno di Carlo III . La tradizione presepistica siciliana predilige l'utilizzo della terracotta come materiale per la realizzazione di presepi i quali vengono ormai riconosciuti come vere e proprie opere d'arte.


Tra otto giorni sarà di nuovo la notte di Natale!
Il mio desiderio più grande è che Gesù bambino trovi un posto caldo nel mio cuore, in una culla fatta d’amore. Solo il cuore libero, pulito e guarito può accogliere Gesù bambino con amore e umiltà. Per questo desidero chiedere perdono se ho ferito qualcuno, anche involontariamente, perché nessun sentimento di orgoglio e nessun risentimento possa ostacolare l'accoglienza di Gesù bambino nel mio cuore. Vi voglio bene e prego per voi.

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

replay

Messaggio da miriam bolfissimo » lun dic 18, 2006 3:41 pm

  • Otto secoli di una tradizione
[/size]

Greccio è famosa soprattutto per la rappresentazione del Natale istituita da Francesco nel 1223.

Per questo chiese aiuto a un amico, Giovanni, a cui spiegò che avrebbe voluto che il sacerdote celebrasse la messa all'aperto, nella notte stellata, per richiamare «il ricordo di quel Bambino nato a Betlemme, e in qualche modo vedere con gli occhi del corpo... come fu adagiato in una greppia, quando lo misero sul fieno tra il bue e l'asino».

Chiese all'amico di fargli trovare la greppia e il fieno; chiese il bue e l'asino, ricordati soltanto dai Vangeli apocrifi (cioè quelli che la Chiesa non ritenne ispirati da Dio). Sorprendentemente però «dimenticò» i protagonisti principali: la Madonna e il Bambino.

Non chiese alcun bambino, reale o in immagine, mentre già ai suoi tempi si usava, a Natale, mettere sull'altare una tavola dipinta che rappresentasse la Natività; spesso sacerdoti o ragazzi, debitamente addobbati, si trasformavano in attori, permettendo al pubblico di seguire gli eventi di quella notte straordinaria.

Fu soltanto l'eccellente capacità oratoria di Francesco, che suscitò in un astante una visione, a colmare il vuoto della mangiatoia. A quell'uomo pio «sembrò che il Bambinelllo giacesse privo di vita nella mangiatoia, e che Francesco gli si avvicinasse e lo destasse da quella specie di sonno profondo».

Tommaso da Celano commenta: «per i meriti del santo, il fanciullo Gesù veniva risuscitato nei cuori di molti che l'avevano dimenticato, e il ricordo di lui rimaneva impresso profondamente nella loro memoria».

Con quell'insolita rappresentazione e con la sua predica Francesco lanciò un messaggio preciso (nel 1220 il santo per molti mesi si era trattenuto in Terra Santa, dove si combatteva la quinta crociata): era inutile passare il mare in armi e uccidere in nome della fede.

L'importante, per un vero cristiano, era avere Betlemme nel cuore, come appunto in maniera illuminante aveva scritto Tommaso da Celano: per effetto della predica di Francesco «Greccio è divenuta come una nuova Betlemme».

Visti in questa prospettiva acquistano allora un preciso significato quelli che, in un primo momento, potevano sembrare elementi di contorno: il bue, l'asino e il fieno.

Infatti in tanti commenti dei Padri della Chiesa (ad esempio Agostino e Gregorio Magno) il bue rappresenta gli ebrei, l'asino i pagani e il fieno l'ostia consacrata.

Lo riassume mirabilmente Valafrido Strabene: «Cristo fu adagiato nella mangiatoia perché il corpo di Cristo è posto sull'altare». Il bue e l'asino significano gli ebrei e i pagani che verranno a comunicarsi all'altare.

Il Dio che prospetta Francesco non è il Dio soltanto dei cristiani, ma un Dio creatore di tutto, nei cui piani sono compresi perciò anche gli «infedeli», un Dio che non giudica e non condanna, ma accoglie e redime.

A Greccio il Bambino nasce di nuovo attraverso la parola trascinante del santo e l'emozione dei presenti; Betlemme è a Greccio e ovunque nella sorprendente soluzione escogitata da Francesco in risposta al bisogno di liberare con un pellegrinaggio armato i luoghi dell'esperienza terrena di Cristo, propagandato allora dalla Chiesa.

La pace fu il punto centrale del progetto di Francesco, instancabilmente ricercata per tutta la vita, pace che coincide con l'essenza stessa del Natale: «Pace in terra agli uomini di buona volontà», annunciano gli angeli nella notte santa (Lc 2,14).
  • (Chiara Furgoni)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

replay

Messaggio da miriam bolfissimo » mer dic 20, 2006 10:06 pm

      • ImmagineMiei carissimi tutti, nella gioiosa condivisione...
Immagine


      • Unabbraccissimoauguriosissimo, miriam bolfissimo&C
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
1silvi
Messaggi: 91
Iscritto il: lun giu 27, 2005 9:51 am
Località: FORLI

Messaggio da 1silvi » gio dic 21, 2006 1:16 pm

Non riesco a postare le immagini del mio presepe ma qui..pongo il cuore e ciò che esso contiene...è tutto ciò che il presepe rappresenta..
Un caro augurio ed un forte abbraccio per augurarvi un sereno santo Natale.
Silvi
Un sorriso non dura che un istante,
ma nel ricordo può essere eterno (Schiller)

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » mar dic 26, 2006 10:37 am

Immagine


HO PREGATO DAVANTI AL PRESEPE PER MEZZ'ORA PER TUTTI VOI E PER LE VOSTRE RICHIESTE DI PREGHIERE. SIETE SEMPRE NEL MIO CUORE E NELLE MIE PREGHIERE. ANCORA BUONE FESTE BENEDETTI DAL PICCOLO GESù APPENA NATO. ALELUJA!

Avatar utente
alexnovo
Presidente dei Poetixcaso
Messaggi: 226
Iscritto il: gio mag 19, 2005 10:44 pm
Località: Roma Nord
Contatta:

RE:

Messaggio da alexnovo » mar dic 26, 2006 3:59 pm

Grazie Silvia... che la pace sia sempre nel tuo cuore....
Ti auguro un nuovo anno pieno di gioia e di benedizioni.
Mancherò per qualche giorno, così anticipo questi nuovi auguri.
Sempre nel mio pensiero.... ti abbraccio con affetto. Alex :D
Se pensiamo di essere parte del creato un giorno incontreremo il Creatore che vorrà riconoscerci come Sue creature in immagine e somiglianza facendoci partecipi nel Suo Regno Eterno di quanto sia mirabile il puro amore ...

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3696
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

Messaggio da Giammarco De Vincentis » mar dic 26, 2006 4:04 pm

Anche noi abbiamo pregato a Santa maria per tutti noi.

Grazie Silvia

Immagine
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Avatar utente
alexnovo
Presidente dei Poetixcaso
Messaggi: 226
Iscritto il: gio mag 19, 2005 10:44 pm
Località: Roma Nord
Contatta:

Re: Grazie Giammarco...

Messaggio da alexnovo » mar dic 26, 2006 4:13 pm

Mio carissimo amico... GRAZIE di aver pregato anche per me... ne ho sempre più bisogno!
Ti ho pensato lassù a Santa Maria.. accanto alla Madonnina.. con il sole ed il vento a fissare il dolce volto della Mamma. Lei ci protegge dal suo eremo sicuro.. dove dominando tutta la valle può vedere il mondo intero.
Ti auguro un felice nuovo anno... domani sarò via... ma il cell lo terrò sempre acceso. Ti abbraccio. Alex :D
Se pensiamo di essere parte del creato un giorno incontreremo il Creatore che vorrà riconoscerci come Sue creature in immagine e somiglianza facendoci partecipi nel Suo Regno Eterno di quanto sia mirabile il puro amore ...

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3696
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

Messaggio da Giammarco De Vincentis » mar dic 26, 2006 7:07 pm

Caro Alex il tempo passa ed i sassolini, lasciati ai piedi della Madonna, sono sempre di piu', cosi gli amici che vengono a far visita alla nostra Madonnina.
Ho un gran desiderio che è quello di incointrarci nel mese di Maggio con amici che frequentono il nostro forum, a Gennaio incominceremo a pensarci :)
Tui auguro un sereno fine anno e un anno nuovo ricco di amore e di pace.

Un grande abbraccio
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Avatar utente
sandanydp
Messaggi: 1142
Iscritto il: gio feb 09, 2006 8:30 pm
Località: ROMA

Messaggio da sandanydp » mer dic 27, 2006 4:44 pm

Festa di S. Stefano. Ieri è stata per me una giornata splendida all'insegna dell'ospitalità e del calore umano, qualità di Giammarco e di tutta la sua famiglia, compresa la piccola Emanuela, una perla di bambina. Riccioluta come il nonno e buona come tutti loro.
A beneficiare di tutto ciò è stato anche il mio gentil consorte, che da tanto tempo non vedevo così radioso, veramente sereno. E' il signore nella foto che è stata postata con il giaccone marrone. Abbiamo percorso un pezzo di strada di montagna a piedi, coperta da un pò di neve e ghiaccio e nonostante la mia discopatia sono riuscita ad arrivare ai piedi della Madonnina di Santa Maria. Vi posso assicurare che è stato commovente. Io e Giam, in ginocchio davanti lei, abbiamo pregato per le nostre famiglie ed anche per voi tutti, che per noi fate parte di esse. Abbiamo raccolto strada facendo dei sassolini, che rappresentavano le grazie da chiedere alla Mamma Santa. Ne abbiamo raccolto anche uno grosso che rappresenta tutti gli IDM. Abbiamo parlato con Lei ed io in quel momento avrei voluto abbracciare veramente tutti voi, vicino o lontano che state. E allora ho abbracciato forte forte Giam, che essendo bello alto rappresenta gli amici del forum. In questo posto ho sentito veramente l'aria di Natale, il Natale di una volta, il Natale della semplicità e della serenità nel cuore. Tutta la natura che ci circondava ci parlava di Lui, della sua grandiosità e nello stesso tempo del Suo amore per tutti, dal primo all'ultimo. Ma l'ultimo per Lui chi è? In mezzo a quei monti volevo gridare "TI VOGLIO BENE Signore. Ti voglio bene Maria. Ti voglio bene fratello/sorella, dovunque tu sia". Non sarebbe stato merito mio, ma della Mamma Celeste, che vuole che siamo veramente uniti. Ho parlato per telefono con Lucia. L'avrei voluta stringere anche a lei forte sul mio cuore, come desidero farlo con ognuno di voi.
Spero che non mancherà occasione per incontrarci, per stringere sempre di più una amicizia vera ed arrivare alla sincera fratellanza.
Maria e Gesù mi stanno aiutando alla grande. Non so se vi ricordate quella specie di poesia che scrissi nel mese di settembre:

Del tempo è passato
da quando, per la prima volta,
per caso vi ho incontrato.
Qui ho trovato tanto amore di Gesù,
che credo proprio che ci abbia pensato
Lei da lassù.
Questo forum più bello faremo
e Giammarco ringrazieremo
per la sua pazienza e disponibilità,
che è tanto rara, purtroppo, in questa società.
Beldanubioblù,
le sue musiche metterà
e l'anima ci rallegrerà.
E' una vera padrona di casa
- ve lo posso assicurare -
la sua dolcezza sempre sprigionerà.
Dridri, speriamo che al più presto ritornerà,
perchè altrimenti tanto ci mancherà.
I suoi consigli veri e sinceri
rivelano una persona saggia,
che ti può aiutare a risolvere
mille pensieri.
Bolfissimo è così buona
che ha quasi per tutti una breve
ma dolce parola.
Serenity, è così cara,
che è preziosa quanto una rosa rara.
A tutti gli altri dico
- Dio vi benedica
per tutto quello che fate,
nel rispondere qua e là
a chi una richiesta
di aiuto, intercessione e prece fà.
Senza parlare poi di vecchio ,
che ha del folletto.
La tua poesia a volte prosegue
con i suoi versi, che ti fanno incantare,
perchè un mistero sembra svelare
e qualche volta viene da obiettare,
ma ci esorta più che mai a ragionare.
Fiorellino, mi è mancata tanto
e ho pregato la Madonna di Medyu,
che per favore la rimandasse
al più presto da noi quaggiù,
chè la sua mancanza sentivo sempre più.
Don Armando Maria,
non ho capito se dal forum è andato via.
So solo che da quando di persona l'ho conosciuto,
mai più qui l'ho rincontrato.
A Valentina, che è così carina,
vorrei dedicarle una canzoncina,
ma siccome ancora non la so postare,
spero tanto che qualcuno al più presto
me lo voglia insegnare.
Albertucci ha mille spiritucci,
ma che sia benedetto per quello che fa,
perchè mi ricorda molto la verità del mio papà.
A Vale, figlia mia,
dico di aver tanta pazienza con questa mamma sua
e di dedicarle oltre che una poesia
anche tante Ave Maria.
A me stessa, cosa dico?
che è tempo di migliorare,
perciò devo di più pregare, meditare
e non sempre parlare,
perchè altrimenti, da qui me ne dovrò andare.
Ad Andrea, che per primo ho conosciuto,
dico che nel mio animo è sempre il
"BENVENUTO".
Ad Alex, anche lui di persona ho incontrato,
faccio sapere che è mio desiderio rivederlo
e perchè no? nel suo giardino bello.
Come un caro amico, un pò più, ascoltarlo.
Tante cose credo che si possano fare:
basta sperare.
Ognuno di noi ha tante qualità,
che messi insieme possiamo seminare,
vangare, annaffiare
e un forum più bello riuscire a creare.
L'amore per Gesù e Maria
ci unirà sempre più
e quello che prima chiamavi fratello,
perchè il Padre è Quello,
lo sentirai ancor più vicino
e lo chiamerai anche dal tuo telefonino.
Con Skipe, prima ci si poteva sentire,
allora, perchè non proseguire?
La sua voce ascolterai
come se stesse proprio alla RAI
e tante cose belle
insieme organizzerai.
Basta volerlo, sai?!
Una grande famiglia vera diventeremo
e i più timidi incoraggeremo.
Tutti hanno desiderio di pace e libertà,
ma anche di quell'amore
che ci ha donato Mamma e Papà.
Scusate se così ho parlato,
ma un pò di allegria spero di aver portato.
Poi, se così non è stato, vogliatemi,
per favore, perdonare e pregare per me
affinchè la strada giusta possa fare
e tanti ostacoli, insieme a voi,
riuscire a superare.
Però, una cosa è certa:
- VI VOGLIO TANTO BENE!
Nè giudizi nè pregiudizi
ci debbono separare
e le distanze, invece, cercare di accorciare.
Solo così saremo l'Esercito del Signore
e i fiori belli del Giardino di Maria.
che cura in tutte le ore! S DANY
Registrato: 17/02/06 16:00
Messaggi: 99
Località: ROMA
Inviato: Lun Set 04, 2006 2:40 pm
S D PETROCCHI

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

replay

Messaggio da miriam bolfissimo » mer dic 27, 2006 4:48 pm

Immagine Unabbraccissimogioiosissimodiqlchelegge, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Maria Patrizia
Messaggi: 461
Iscritto il: lun dic 04, 2006 12:45 pm
Località: Valle Santa

Messaggio da Maria Patrizia » mer dic 27, 2006 6:09 pm

Grazie infinite Sandra, Giammarco e tutta la famiglia IDM.

Restiamo sempre uniti nella preghiera per essere sempre di più una cosa sola. Credo nell'unità... credo nella mia unica ragione di vita: " CHE TUTTI SIANO UNO" Gv. 17,21
Ho sempre sentito forte, dentro di me, questa richiesta di Gesù al Padre e cerco sempre di creare con tutti unità attraverso Gesù abbandonato e attraverso Maria... dolcissima madre...

Grazie per aver pregato a Santa Maria dei Marsi e quando Maria deciderà certamente verrò anch'io sul colle dell'amore per pregare insieme a Giammarco... nel frattempo lo facciamo spiritualmente, per lo spirito non esistono le distanze...

Sandra credo che il tuo sentire l'amore e l'unità con tutto e tutti sia la nostra vera dimensione, quella che ci fa sentire parte del tutto nel tutto...qualla dimensione che annulla la nostra piccolezza e debolezza umane e ci fa essere uno con Dio, il creato, i fratelli e ci fa gridare "TI VOGLIO BENE Signore...."

Grazie di cuore per il bene che trasmettete....

Un abbraccio Patty

Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3696
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

Messaggio da Giammarco De Vincentis » mer dic 27, 2006 9:45 pm

Sandra carissima leggo con commozione le tue parole e ringrazio il Signore di avermi dato la gioia di conoscerti insieme a tuo marito Silvano.
Spero un giorno e non tanto lontano di riavervi con noi insieme ad altri amici del forum.
Ho imparato a sograre ogni volta che il solo pensiero mi ha portato su quel colle ineiemne a nuovi amici e lo faro' ancora perchè spesso è diventato realtà.
Alla seconda settimana di maggio prossimo vedo un sacco di amici sul colel della madonnina e tanta gente a pregare con noi.
Prego la Madonnina che questo possa accadere.
Un abbraccissimo :)
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Avatar utente
sandanydp
Messaggi: 1142
Iscritto il: gio feb 09, 2006 8:30 pm
Località: ROMA

Messaggio da sandanydp » gio dic 28, 2006 8:32 am

Immagine

Caro Giam, caro fratello mio, le tue parole mi inteneriscono il cuore tantissimo. Ti voglio un bene fraterno tantissimo. Anche vicino a te sono piccola. Tu sei il gigante buono, dalle poche parole e dal grande cuore. Dobbiamo veramente ringraziare LORO!. Si dice che "NON C'E' FOGLIA CHE SI MUOVE SE DIO NON VUOLE". Altro che foglia mi sento spesso, sbatacchiata di quà e di là dagli eventi della vita. Ma il vento non mi spazza via, perchè un altro vento benevolo mi sorregge. Anche per me è stato, come dire, strano, essermi trovata lassù, con te, ai piedi di Maria a pregare. Non l'avrei mai creduto.
Ed allora, dopo averci pensato tanto, voglio prenderti per mano e farti sentire anche a te le SUE PAROLE.


Ho imparato a sograre ogni volta che il solo pensiero mi ha portato su quel colle ineiemne a nuovi amici e lo faro' ancora perchè spesso è diventato realtà.

Immagine
LASCIA CHE SIA IO AD AGIRE
(Libro azzurro, 21 luglio ‘73)
Perché ti agiti? Perché ti preoccupi? Lasciati guidare da Me.
Fidati di Me e come un bambino lasciati condurre per mano.

Abituati a pensare in un altro modo, non fare progetti, non costruire il domani,
ci sono Io a farlo già per te, Io sono sempre con te!

RIT. Lascia che sia Io ad agir per te,
affidati a Me, consacrati a Me
tu dimmi solo, come dice un bambino:
“Mamma io mi fido di Te!”

Allora sarò Io ad agir per te, agirò attraverso di te!
Dovrai lasciar te stesso ed imparare a soffrire
a non esser capito, a venir calpestato.

Ma quando parlerai di Me, dell’abbandono a Me, dell’affidarsi a Me,
vedranno te, la tua umiltà, la tua fiducia in Me la Mia spada sarà, perciò RIT.

Lascia che sia Io ad agire in te,
affidati a Me, consacrati a Me
tu dimmi solo, come dice un bambino:
“Mamma io mi fido di Te!”
“Mamma si mi fido di Te!”
“Mamma si mi fido di Te!”


[size=18]Alla seconda settimana di maggio prossimo vedo un sacco di amici sul colel della madonnina e tanta gente a pregare con noi.
Prego la Madonnina che questo possa accadere. [/size]


E SE ACCADESSE ANCHE PRIMA?

CIAO! A PRESTO! SANDRA
S D PETROCCHI

Bloccato

Torna a “ARCHIVIO DELLA COMUNITA' DEGLI INNAMORATI DELLA MADONNA E DEL CUORE DI GESU'”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti