Quaresima 2010

Omelie di Monsignor Antonio Riboldi e altri commenti alla Parola, a cura di miriam bolfissimo

Moderatore: Staff

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Quaresima 2010

Messaggio da miriam bolfissimo » lun mar 22, 2010 9:10 am

ImmagineSignore Gesù, tu sai come
  • i passi degli uomini sono spesso incerti
    e il loro cuore smarrito.

    Tu conosci la nostra fatica a comprendere e a scegliere il bene,
    a individuare e ad « acquistare» il tesoro prezioso
    che rende bella e vivibile la nostra vita
    e che «nessun ladro ci può sottrarre» né «la ruggine consumare».

    Tu vedi quanta oscurità invade il nostro cuore
    e nasconde il tuo volto ai nostri occhi.

    Resta con noi con la tua Parola che illumina e consola, che corregge
    le nostre letture sbagliate di Te, di Dio, della vita,
    delle persone che ci sono vicine, che è più forte delle nostre fragilità,
    che sa parlare al nostro cuore e farsi strada nella nostra vita.

    Resta con noi, Signore, perché sulla nostra vita
    non scenda una notte senza luce, senza speranza e senza amore. Amen
    • a cura della Comunità Parrocchiale di Villaricca
[/color]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
Grazia Cuffari
Messaggi: 743
Iscritto il: ven gen 08, 2010 6:45 pm
Località: San Vendemiano - TV

Grazie, William

Messaggio da Grazia Cuffari » lun mar 22, 2010 12:55 pm

Grazie William,
per avermi ricordato nella mia riflessione l' Amore misericordioso del Padre che non giudica il peccatore, ma lo stimola amorevolmente alla conversione.
Ti confesso che è quello che succede a tutti noi quando dietro l'azione del suo Santo Spirito ci convertiamo in piena libertà a Lui, sentendo una gioia e una pace indescrivibile nell'animo.
E tutto non si ferma qui, ti viene un forte desiderio di trasferire questo senso di beatitudine della mente e del cuore a tutti quelli che ti avvicinano, non con sterili parole però, ma con la tua adesione del cuore a vivere in pratica la Parola di Dio, insomma con la testimonianza quotidiana di tutto il tuo essere: mente, corpo, anima e cuore.
E da discepolo, il passo è breve, diventi, per grazia di Dio apostolo della fede. L' Amore misericordioso di Dio ha cambiato l' adultera e la visione della sua vita, così avviene anche di noi, nonostante le nostre fragilità sempre presenti.
Ma con Gesù accanto nel nostro cammino non abbiamo più paura e, con la preghiera costante, cerchiamo di non allontanarci mai più da Lui .
E per questa rinascita ( il nascere di nuovo di Nicodemo ), senti il bisogno di ringraziare l'Artefice di questa tua trasformazione interiore.
Ed è quella che chiedo in questo tempo di Quaresima, perché a Pasqua possa il mo cuore rinascere insieme al Cristo che risorge.
Dio mi ama e ama tutti nel presente e nell'eternità

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Quaresima 2010

Messaggio da miriam bolfissimo » mar mar 23, 2010 9:50 am

Immagine Non voglio restare nel mio peccato, Signore Gesù,
  • ma cercarti, sulla croce, nel sepolcro rimasto vuoto, perché sei risorto.

    So che vai verso il Padre che ti ama, perché sei il Figlio unigenito,
    che non fa nulla da se stesso ma compie le sue opere:
    voglio ascoltare le parole che il Padre ti ha detto
    perché tu le comunicassi a me.

    In quelle parole c'è l'eco di un amore
    che nessuno potrà mai comunicare all'infuori di te,
    quelle parole mi fanno dono dell'amore che desidero e cerco,
    sono fondamento sicuro della speranza di cui ho bisogno per vivere.

    Vengo alla tua croce e alla tua risurrezione
    per cogliere in te, Crocifisso-Risorto,
    il Dio che mi ama come Padre e, amandomi,
    mi offre l’esperienza di una libertà piena e salda.

    Ti accolgo per stare con Te
    e così sperimentarti come amore che libera. Amen

    • a cura della Comunità Parrocchiale di Villaricca
[/color]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Quaresima 2010

Messaggio da miriam bolfissimo » mer mar 24, 2010 3:28 pm

ImmagineDesidero essere libero, o Signore,
  • perché soltanto nella libertà la mia personalità
    è in grado di compiere quello sviluppo armonico che mi rende felice;
    soltanto nella libertà è possibile l'esperienza
    di comunione, di amore, verso la quale mi spinge tutto il mio essere.

    Sii tu il mio liberatore da ogni forma di schiavitù che c'è in me:
    la schiavitù del peccato e delle passioni,
    della mentalità mondana, che mi racchiude
    nella spirale della sensualità, dell'avarizia e della vanità.

    Rendimi libero per la forza di quell'amore
    con il quale tu hai affrontato la morte per la mia libertà,
    sconfiggendola nella risurrezione:
    donami, Signore, il tuo Spirito, che è Spirito liberatore. Amen

    • a cura della Comunità Parrocchiale di Villaricca
[/color]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
Grazia Cuffari
Messaggi: 743
Iscritto il: ven gen 08, 2010 6:45 pm
Località: San Vendemiano - TV

Meditazione

Messaggio da Grazia Cuffari » gio mar 25, 2010 12:54 am

Mi piace meditare con voi questa bella pagina sull'accettazione della Croce da parte di Gesù per la nostra salvezza. Eccola:

La Via della croce

C'è un momento preciso della vita di Gesù in cui si realizza una svolta decisiva nella coscienza del suo ministero e nelle prospettive circa la sua sorte finale. E' durante l'attività in Galilea, quando il suo agire libero ed in difesa incondizionata dell’ uomo, lo porta ad incontrare le inimicizie dell’autorità religiosa ebraica. E’ allora che egli comincia a "pensare concretamente alla possibilità, tutt'altro che teorica,
di una fine violenta" Una scelta che sarà ricordata circa trent'anni dopo, allorché verrà scritta la lettera
agli Ebrei.
"Egli, in cambio della gioia che gli era posta innanzi, si sottopose alla croce, disprezzando l'ignominia" (Eb. 12,2).
Un pensiero ribadito dallo stesso Paolo che, nella lettera ai cristiani di Roma, così scrive verso la metà degli anni 50: "Cristo infatti non cercò di piacere a se stesso, ma come sta scritto: gli insulti di coloro che ti insultano sono caduti sopra di me " (Rom. 15,3).

Il libro redatto da Marco, che è il più arcaico dei quattro vangeli, riporta nello stesso episodio avvenuto a Cesarea di Filippo, nell’estremo nord della Palestina, una singolare coincidenza: nel momento stesso in cui Gesù è riconosciuto come il Cristo da Simon Pietro, preannuncia la sua morte violenta
al termine di sofferenze inaudite: <<E voi chi dite che io sia?>>. Pietro gli rispose: <<Tu sei il Cristo>>. E impose loro severamente di non parlare di lui a nessuno.

E cominciò a insegnar loro che il Figlio dell'uomo doveva molto soffrire, ed essere riprovato dagli anziani, dai sommi sacerdoti e dagli scribi, poi venire ucciso e, dopo tre giorni, risuscitare.
Gesù faceva questo discorso apertamente. Allora Pietro lo prese in disparte, e si mise a rimproverarlo. Ma egli, voltatosi e guardando i discepoli, rimproverò Pietro e gli disse: <<Lungi da me, satana!
Perché tu non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini>>. (Mc 8, 30-33). Pochi istanti prima, Gesù aveva proclamato beato, Pietro.
E gli aveva affidato le chiavi del Regno dei cieli. Ma ora lo chiama addirittura "satana", termine che è "di origine ebraica e significa letteralmente <<avversario>>
Così si manifesta Pietro agli occhi del Maestro, avversando la sua decisione di morire sulla croce.

Ai discepoli di Emmaus Gesù appare dopo la sua risurrezione, ricordando che: "Non bisognava che il Cristo sopportasse queste sofferenze per entrare nella sua gloria?" (Lc 24,26).
Gesù è, quindi, pienamente consapevole che il piano di Dio per la salvezza dell’umanità passa per la sua passione e morte in croce.
Ed abbraccia a tal punto questa "scelta Divina" che ad essa vuole coinvolgere i suoi stessi discepoli ed amici:

"Convocata la folla insieme ai suoi discepoli, disse loro:
<<Se qualcuno vuol venire dietro di me rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua.
Perché chi vorrà salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia e del vangelo, la salverà" (Mc 8,34-35).

"Rinnegarsi e portare la croce non è nell’intenzione del Maestro, fine a sé stesso; e neppure è una scelta piacevole. Lo stesso Gesù di fronte alla sua croce sentirà "paura e angoscia", e giungerà a chiedere l’allontanamento del calice amaro (Cfr. Marco 14, 33-36) ,
Ma al di là della paura e dell’angoscia della morte, Egli accetta totalmente la volontà del Padre fino a sublimarla effondendo sulla croce la sua vita, fino all’ultima goccia di sangue.
L’aveva già predetto durante la sua vita pubblica: "Il Figlio dell'uomo infatti non è venuto per essere servito, ma per servire e dare la propria vita in riscatto per molti" (Mc 10,45).

E’ per questo motivo che il vero senso della regalità di Cristo "si manifesta soltanto dall’alto della croce. Solo dopo la Risurrezione, la sua regalità messianica potrà essere proclamata da Pietro davanti al popolo di Dio:
"Sappia dunque con certezza tutta la casa d’Israele, che Dio ha costituito Signore e Cristo quel Gesù che voi avete crocifisso!"
(At. 2,36).(Catechismo della Chiesa Cattolica, par. 440, pag. 124).
Dio mi ama e ama tutti nel presente e nell'eternità

Avatar utente
Grazia Cuffari
Messaggi: 743
Iscritto il: ven gen 08, 2010 6:45 pm
Località: San Vendemiano - TV

Messaggio da Grazia Cuffari » gio mar 25, 2010 4:49 pm

Immagine

Padre, dammi Gesù

Padre, dammi il dono più bello,
più grande, più prezioso che possiedi: Gesù!
Quando sono ammalato, dammi Gesù
perché egli è la Salute.
Quando mi sento triste, dammi Gesù
perché Egli è la Gioia.
Quando mi sento debole, dammi Gesù
perché Egli è la Forza.
Quando mi sento solo, dammi Gesù
perché Egli è l'Amico.
Quando mi sento legato, dammi Gesù
perché Egli è la Libertà.
Quando mi sento scoraggiato, dammi Gesù
perché Egli è la Vittoria.
Quando mi sento nelle tenebre, dammi Gesù
perché Egli è la Luce.
Quando mi sento peccatore, dammi Gesù
perché Egli è il Salvatore.
Quando ho bisogno d'amore, dammi Gesù
perché Egli è l'Amore.
Quando ho bisogno di pane, dammi Gesù
perché Egli è il Pane di Vita.
Quando ho bisogno di denaro, dammi Gesù
perché Egli è la Ricchezza Infinita.
Padre, a qualsiasi mia richiesta
per qualsiasi mio bisogno, rispondi
con una sola parola, la tua Parola eterna: Gesù.
Dio mi ama e ama tutti nel presente e nell'eternità

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Quaresima 2010

Messaggio da miriam bolfissimo » gio mar 25, 2010 5:04 pm

ImmagineVergine credente,
  • mai hai dubitato nelle promesse divine
    e ardente d'entusiasmo e colma di felicità
    hai aspettato e collaborato al loro compimento.

    Tu, che sei nostra compagna nel cammino verso il tuo Gesù
    che viene incontro a noi per donarci salvezza e libertà,
    aiutaci a riempire il nostro spirito di serenità e pace
    nonostante la pesantezza del nostro vivere quotidiano.

    Aiutaci a divenire con il sano ottimismo della fede
    seminatori di gioia di vita e di speranza. Amen

    • a cura della Comunità Parrocchiale di Villaricca
[/color]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Quaresima 2010

Messaggio da miriam bolfissimo » ven mar 26, 2010 10:54 am

ImmagineVengo a te, Signore Gesù,
  • per chiederti di aprire il mio cuore alla tua Parola,
    perché io l'accolga con fiducia, senza paure o pregiudizi,
    così che sappia riconoscere te
    come fonte permanente della mia esistenza,
    garanzia di libertà, promessa affidabile del mio futuro.

    Sono davanti a te con il desiderio profondo di sentirmi amato da te,
    fino ad abbandonare ogni paura e superare ogni incertezza
    nell'ascoltare la tua testimonianza e nell'accogliere la tua offerta. Amen

    • a cura della Comunità Parrocchiale di Villaricca
[/color]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
Grazia Cuffari
Messaggi: 743
Iscritto il: ven gen 08, 2010 6:45 pm
Località: San Vendemiano - TV

Preghiera di Quaresima 2010

Messaggio da Grazia Cuffari » sab mar 27, 2010 9:11 pm

Resta con me Signore !

In questi giorni di quaresima mio Dio Signore
mi hai invitato a stare con te, a contemplare
il tuo volto, a penetrare nell'intimo del tuo cuore
e ho scoperto con gioia che Tu sei l' Amore,
un amore che al mondo non ve n'è altro eguale,
un amore che dà tutto se stesso per i peccatori.

Ed, io pur nei limiti della mia fragile umanità,
con il tuo aiuto che mi ha dato forza, energia e volontà,
ho aderito col cuore a questo Tuo santo dono d'Amore.
E ho pensato di costruire per Te una dimora nel cuore,
Vi metterò l'indispensabile, perché tu possa ben riposare
e stare tutti i giorni della mia vita accanto a me, Signore.

Se Tu sei con me, non ho bisogno di altro,
perché Tu mi dai Tutto: pace, serenità, gioia e amore.
Solo una cosa ti chiedo però, una cosa sola :
Tienimi stretta e non permettere che un triste giorno
mi abbia ad allontanare da Te e rompere questo magico
momento d'amore vissuto in questi giorni nel mio cuore.

Ed infine aiutami a trasferire questo sentimento d'amore,
nelle mia pratica quotidiana, nel servizio del mio simile.
affinché il mio carattere venga trasformato dal Tuo,
che è misericordioso, mite ed umile di cuore.
E possa con il tuo apostolo Paolo dire le sue parole:
"Non sono io che vivo, ma sei tu Cristo che vivi in me "

E sono sicura che la tua mamma e madre mia mi aiuterà !
Nell'ora della disdetta, aiutami Maria a ritrovare Gesù ![
Dio mi ama e ama tutti nel presente e nell'eternità

Avatar utente
Grazia Cuffari
Messaggi: 743
Iscritto il: ven gen 08, 2010 6:45 pm
Località: San Vendemiano - TV

Tienimi Signore

Messaggio da Grazia Cuffari » dom mar 28, 2010 4:09 am

Tienimi, Signore,

nel Tuo immenso mistero di comunione.

Tienimi nella comunione con Te,

perché la mia vita sia

nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Custodiscimi nella comunione con me,

perché i miei limiti

non diventino ostacolo

nel cammino verso di Te.

Sostienimi nella comunione con gli altri,

perché le scelte di ciascuno

siano orientate alla ricerca di Te,

Infinito compagno nell’Infinito.

Donami la grazia di vivere

Nell’armonia del Tuo Amore.

Amen!

don Giuseppe Lombardo



-------------------------------------
Dio mi ama e ama tutti nel presente e nell'eternità

Bloccato

Torna a “IL VANGELO DELLA SETTIMANA... l'evangelizzazione online”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti