Avvento 2009

Omelie di Monsignor Antonio Riboldi e altri commenti alla Parola, a cura di miriam bolfissimo

Moderatore: Staff

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Avvento 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » sab dic 19, 2009 10:23 am

  • ImmagineQuarta domenica di Avvento: “Santificati per mezzo dell’offerta del corpo di Gesù Cristo”

    Testimoniare
Molti volontari sono per me riferimento da cui ricevo aiuto e vicinanza sincera. Non è questione di un aiuto materiale: certo, quando patisci il disagio della strada e a poco a poco cerchi il modo per uscirne, hai bisogno di tutto. Ma quello che più ti manca – o meglio, quello che più manca a me – è il rispetto della dignità, anche in condizioni così difficili. I buoni volontari – perché non tutti, malgrado le intenzioni, riescono ad esserlo – sono quelli che sanno trasmetterti questo rispetto per la tua persona e vengono a cercarti per testimoniarti la loro presenza, in assoluta semplicità. Così una o due volte a settimana, al diurno o in dormitorio, si ricreano per te piccole abitudini, piccole frequentazioni, amicizie discrete che ti incoraggiano a riprendere fiducia in te stesso. Penso che chi decide di fare il volontario in un centro per persone senza dimora non può rimanere, poi, chiuso in se stesso, costruire muri – per timidezza o per carattere, non so – e farti sentire lontano. Così si diventa volontari “armadi”, volontari “appendiabiti”. Al contrario, il volontario mette in gioco tutta la sua umanità e questo ti aiuta, al di là che si accompagni al pacco viveri o alla sigaretta. Mi commuove sapere che c’è gente che sa andare oltre le apparenze e sa far valere ancora il proprio senso di fratellanza.
  • Un ospite di un centro di accoglienza
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Avvento 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » sab dic 19, 2009 10:24 am

  • ImmagineQuarta domenica di Avvento: “Santificati per mezzo dell’offerta del corpo di Gesù Cristo”

    Mettiamoci in cammino
Il Natale si avvicina, e continuano le “provocazioni” dei poveri. Questa persona “senza dimora” indica con molta precisione cosa ci si aspetta dai volontari: che mettano in gioco la propria umanità. In famiglia, in parrocchia, tutte queste provocazioni devono diventare oggetto di un cammino comune verso una solidarietà più autentica, più fedele al vangelo. Proviamo a stendere un... decalogo che possa servire, ogni tanto, a confrontarci e verificare la nostra capacità di servizio.
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Avvento 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » sab dic 19, 2009 10:27 am

  • Immagine20 dicembre 2009, quinto giorno della novena di Natale

          • Curato d’Ars
    [/b][/size]
Fate bene attenzione, miei figliuoli: il tesoro del cristiano non è sulla terra, ma in cielo. Il nostro pensiero perciò deve volgersi dov’è il nostro tesoro. Questo è il bel compito dell’uomo: pregare e amare. Se voi pregate e amate, ecco, questa è la felicità dell’uomo sulla terra. La preghiera nient’altro è che l’unione con Dio. Quando qualcuno ha il cuore puro e unito a Dio, è preso da una certa soavità e dolcezza che inebria, è purificato da una luce che si diffonde attorno a lui misteriosamente. In questa unione intima, Dio e l’anima sono come due pezzi di cera fusi insieme, che nessuno può più separare. Figliuoli miei, il vostro cuore è piccolo, ma la preghiera lo dilata e lo rende capace di amare Dio. La preghiera ci fa pregustare il cielo, come qualcosa che discende a noi dal paradiso (dal Catechismo di San Giovanni Maria Vianney).
  • Immagine Gesù, aiuta i nostri occhi

    a riconoscerti quando vieni in mezzo a noi,
    così come ha fatto il tuo servo
    Giovanni Maria Vianney, Curato d’Ars..
    Immagine
[/color]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Avvento 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » lun dic 21, 2009 10:12 am

  • Immagine21 dicembre 2009, sesto giorno della novena di Natale

          • Pier Giorgio Frassati
    [/b][/size]
Pier Giorgio Frassati scriveva: «Nelle mie lotte interne mi sono spesso domandato perché dovrei essere triste? Ho io forse perso la fede? No, grazie a Dio la mia fede è ancora abbastanza salda e allora rinforziamo, rinsaldiamo questa che è l’unica gioia, di cui uno possa essere pago in questo mondo perché vivere senza una fede, senza un patrimonio da difendere, senza sostenere in una lotta la verità non è vivere; è vivacchiare».

In questa novena in cui ci stiamo avvicinando al mistero del Natale, siamo invitati da questo testimone, patrono dei giovani, a vivere in pienezza questo tempo che ci prepara ad accogliere Colui che dà senso alle nostre giornate, alla nostra esistenza. Chiediamo al Signore il dono della fede perché la gioia del Natale invada tutte le situazioni che il mondo intero vive e gli sia concesso il dono della pace.
  • Immagine Gesù, aiuta i nostri occhi a riconoscerti

    quando vieni in mezzo a noi,
    così come ha fatto il tuo servo Pier Giorgio Frassati.
    Immagine
[/color]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Avvento 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » mar dic 22, 2009 9:05 am

  • Immagine IV Domenica di Avvento

    Angelus del Santo Padre Benedetto XVI
Cari fratelli e sorelle!

Con la IV Domenica di Avvento, il Natale del Signore è ormai dinanzi a noi. La liturgia, con le parole del profeta Michea, invita a guardare a Betlemme, la piccola città della Giudea testimone del grande evento: “E tu, Betlemme di Efrata, / così piccola per essere fra i villaggi di Giuda, / da te uscirà per me / colui che deve essere il dominatore in Israele; / le sue origini sono dall’antichità, / dai giorni più remoti” (Mi 5,1). Mille anni prima di Cristo, Betlemme aveva dato i natali al grande re Davide, che le Scritture concordano nel presentare come antenato del Messia. Il Vangelo di Luca narra che Gesù nacque a Betlemme perché Giuseppe, lo sposo di Maria, essendo della “casa di Davide”, dovette recarsi in quella cittadina per il censimento, e proprio in quei giorni Maria diede alla luce Gesù (cfr Lc 2,1-7). In effetti, la stessa profezia di Michea prosegue accennando proprio ad una misteriosa nascita: “Dio li metterà in potere altrui – dice – / fino a quando partorirà colei che deve partorire; / e il resto dei tuoi fratelli ritornerà ai figli d’Israele” (Mi 5,2). C’è dunque un disegno divino che comprende e spiega i tempi e i luoghi della venuta del Figlio di Dio nel mondo. E’ un disegno di pace, come annuncia ancora il profeta parlando del Messia: “Egli si leverà e pascerà con la forza del Signore, / con la maestà del nome del Signore, suo Dio. / Abiteranno sicuri, perché egli allora sarà grande / fino agli estremi confini della terra. / Egli stesso sarà la pace!” (Mi 5,3).

Proprio quest’ultimo aspetto della profezia, quello della pace messianica, ci porta naturalmente a sottolineare che Betlemme è anche una città-simbolo della pace, in Terra Santa e nel mondo intero. Purtroppo, ai nostri giorni, essa non rappresenta una pace raggiunta e stabile, ma una pace faticosamente ricercata e attesa. Dio, però, non si rassegna mai a questo stato di cose, perciò anche quest’anno, a Betlemme e nel mondo intero, si rinnoverà nella Chiesa il mistero del Natale, profezia di pace per ogni uomo, che impegna i cristiani a calarsi nelle chiusure, nei drammi, spesso sconosciuti e nascosti, e nei conflitti del contesto in cui si vive, con i sentimenti di Gesù, per diventare ovunque strumenti e messaggeri di pace, per portare amore dove c’è odio, perdono dove c’è offesa, gioia dove c’è tristezza e verità dove c’è errore, secondo le belle espressioni di una nota preghiera francescana.

Oggi, come ai tempi di Gesù, il Natale non è una favola per bambini, ma la risposta di Dio al dramma dell’umanità in cerca della vera pace. “Egli stesso sarà la pace!” – dice il profeta riferendosi al Messia. A noi spetta aprire, spalancare le porte per accoglierlo. Impariamo da Maria e Giuseppe: mettiamoci con fede al servizio del disegno di Dio. Anche se non lo comprendiamo pienamente, affidiamoci alla sua sapienza e bontà. Cerchiamo prima di tutto il Regno di Dio, e la Provvidenza ci aiuterà.

Buon Natale a tutti!
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Avvento 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » mar dic 22, 2009 9:06 am

  • Immagine22 dicembre 2009, settimo giorno della novena di Natale

          • Edith Stein
    [/b][/size]
«Ognuno di noi ha già sperimentato la felicità del Natale ma il cielo e la terra non sono ancora divenuti una cosa sola. La stella di Betlemme è una stella che continua a brillare anche oggi in una notte oscura: Pace in terra agli uomini di buona volontà. Ma non tutti sono di buona volontà. Per questo il Figlio dell’eterno Padre dovette scendere dalla gloria del cielo, perché il mistero dell’iniquità aveva avvolto la terra. Le tenebre ricoprivano la terra, ed egli venne come la luce che illumina le tenebre, ma le tenebre non l’hanno compreso. A quanti lo accolsero egli portò la luce e la pace; la pace col Padre celeste, la pace con quanti come essi sono figli della luce e figli del Padre celeste. Il Bambino protende nella mangiatoia le piccole mani... “Seguimi”, così dicono le mani del Bambino. Se mettiamo le nostre mani nelle mani del Bambino divino e rispondiamo con un “Sì” al suo “Seguimi”, allora siamo suoi, e libera è la via perché la sua vita divina possa riversarsi in noi». (Edith Stein)
  • ImmagineGesù, aiuta i nostri occhi a riconoscerti

    quando vieni in mezzo a noi,
    così come ha fatto la tua serva Edith Stein.
    Immagine
[/color]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Avvento 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » mar dic 22, 2009 9:07 am

Immagine Maria, insegnaci il silenzio dell’accoglienza
  • e la prontezza nel compiere il bene per poter riconoscere,
    come te, l’azione dello Spirito anche nella nostra vita.

    Conduci, o Maria, noi tuoi figli, sulla via delle virtù,
    quali l’umiltà, la fortezza e la carità.

    Beata perché hai creduto,
    rendi il nostro cuore
    e la nostra mente docili all’annuncio.

    La Parola di Dio ci guidi premurosi nel cammino verso i fratelli,
    per essere come te nell’amore, presenza di consolazione e di speranza.

    • Lucia Giallorenzo
    [/color][/b]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Avvento 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » mer dic 23, 2009 10:39 am

  • Immagine23 dicembre 2009, ottavo giorno della novena di Natale

          • Andrea Santoro
    [/b][/size]
Pochi giorni prima di essere ucciso a Trebisonda (Turchia), il sacerdote scrive agli amici italiani questo racconto: “Mi si è avvicinato un gruppetto, erano 4-5 ragazzi sui 14-15 anni e hanno cominciato a farmi domande: «Ma sei qui perché ti hanno obbligato?». «No, sono venuto volentieri, liberamente». «E perché?». «Perché mi piace la Turchia. Perché c’era qui una Chiesa e un gruppo di cristiani senza prete e allora mi sono reso disponibile. Per favorire dei buoni rapporti tra cristiani e musulmani…». «Ma sei contento?» (hanno usato la parola mutlu che in turco vuol dire felice). «Certo che sono contento. Adesso poi ho conosciuto voi, sono ancora più contento. Vi voglio bene». A questo punto gli occhi di una ragazza si sono illuminati, mi ha guardato con profondità e mi ha detto con slancio: «Anche noi ti vogliamo bene». Dirsi «ti vogliamo bene» dentro una chiesa, tra cristiani e musulmani, mi è sembrato un raggio di luce. Basterebbe questo a giustificare la mia venuta”.

Ogni giorno il Signore viene nella nostra vita, chiediamogli di saperlo accogliere e di dimostrargli il nostro amore così come d. Andrea ha fatto, per Suo amore, nei confronti del popolo turco.
  • Immagine Gesù, aiuta i nostri occhi a riconoscerti

    quando vieni in mezzo a noi,
    così come ha fatto il tuo servo don Andrea Santoro.
    Immagine
[/color]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Avvento 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » mer dic 23, 2009 10:42 am

  • Immagine24 dicembre 2009, nono giorno della novena di Natale

          • Giovanni Paolo II
    [/b][/size]
Signore Gesù, ti contempliamo
nella povertà di Betlemme,
rendici testimoni del tuo amore,
di quell’amore che ti ha spinto a spogliarti
della gloria divina per venire a nascere
fra gli uomini, e a morire per noi.

Infondi in noi il tuo Spirito,
perché la grazia dell’Incarnazione
susciti in ogni credente l’impegno
di una più generosa corrispondenza
alla vita nuova ricevuta nel Battesimo.

Fa’ che la luce di questa notte
più splendente del giorno
si proietti sul futuro e orienti i passi
dell’umanità sulla via della pace.

Tu, Principe della Pace,
Tu, Salvatore nato oggi per noi,
cammina con la Chiesa sulla strada
che le si apre dinanzi nel nuovo millennio.
  • Immagine Gesù, aiuta i nostri occhi a riconoscerti

    quando vieni in mezzo a noi,
    così come ha fatto il tuo servo Giovanni Paolo II.
    Immagine
[/color]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Bloccato

Torna a “IL VANGELO DELLA SETTIMANA... l'evangelizzazione online”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti