La Corona delle Sette Allegrezze

Come si recita il Santo Rosario, la sua storia e i suoi benefici

Moderatori: Giammarco De Vincentis, Staff

Rispondi
Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

La Corona delle Sette Allegrezze

Messaggio da miriam bolfissimo » mer mag 03, 2006 5:38 pm

Questa devozione, molto simile al Rosario, era già conosciuta nel XI secolo in ambiente monastico, ma trova la sua più ampia diffusione solo nel XV secolo per opera dei francescani che, seguendo l'esempio di Francesco, vogliono cantare l'amore di Dio ed esultare con Maria che nel Magnificat esclama:
  • «L'anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore...» (Lc 1, 46...).
Questa devozione è molto semplice: la recita del Padre nostro, delle dieci Ave Maria e del Gloria viene accompagnata dalle sette "allegrezze", cioè da alcuni dei momenti più belli della vita della Beata Vergine. In questi avvenimenti, quotidiani e straordinari insieme, Dio si è manifestato a lei e le ha regalato una gioia autentica, profonda, indescrivibile. Ricordando questi episodi della vita di Maria, viene data anche a noi la possibilità di intuire la sua felicità: una felicità che nasce dalla comunione con Dio.

Si crea cosi la Corona delle sette allegrezze, composta da 72 Ave Maria (cioè 70 + 2), tante quanti furono, secondo una tradizione, gli anni della vita terrena di Maria...
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

La Corona delle Sette Allegrezze

Messaggio da miriam bolfissimo » mer mag 03, 2006 5:54 pm

O Spirito Santo, che hai scelto la Vergine Maria per essere la Madre del Verbo di Dio,
questa sera noi invochiamo tutto il tuo speciale sostegno per vivere in profondità
questo momento di preghiera durante il quale desideriamo meditare sulle sette “allegrezze” di Maria,
sulle principali esperienze di gioia a lei donatele dall’Onnipotente.
Desideriamo, perciò, che questo diventi veramente un incontro con colei attraverso la quale
Dio ci ha manifestato tutto il suo amore e la sua misericordia.
Noi siamo coscienti della nostra nullità, della nostra miseria, della nostra fragilità umana,
ma siamo anche sicuri che tu puoi entrare in noi e cambiare radicalmente il nostro cuore
perchè sia meno indegno di rivolgersi alla purissima Vergine Maria.
Ecco, Spirito di Dio, ti presentiamo il nostro cuore:
purificalo da ogni macchia e da ogni tendenza peccaminosa,
liberalo da tutte le preoccupazioni, le angosce, i tormenti
e sciogli col calore del tuo fuoco divino tutto ciò che può essere di ostacolo alla nostra preghiera.
Racchiusi nel Cuore Immacolato di Maria,
rinnoviamo ora la mostra fede nel Dio uno e trino dicendo insieme: Io credo in Dio...

Immagine

PRIMA ALLEGREZZA: Maria riceve dall’arcangelo Gabriele l’annunzio d’essere stata prescelta da Dio quale Madre del Verbo Eterno
  • L’angelo disse a Maria: “Non temere, Maria, perchè hai trovato grazia presso Dio. Ecco concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine”. Allora Maria disse all’angelo: “Come è possibile? Non conosco uomo”. Le rispose l’angelo: “Lo Spirito Santo scenderà su di te. Su te stenderà la sua ombra la potenza dell’Altissimo. Colui che nascerà sarà dunque santo e chiamato Figlio di Dio. Vedi: anche Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito un figlio e questo è il sesto mese per lei, che tutti dicevano sterile: nulla è impossibile a Dio”. Allora Maria disse: “Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto”.
        • (Lc 1,30-38 )
Padre Nostro

7 Ave Maria
  • Siano sempre benedette le gioie di Maria, Madre di Dio e Madre nostra!
Immagine

SECONDA ALLEGREZZA: Maria viene da Elisabetta riconosciuta e venerata quale Madre del Signore
  • In quei giorni Maria si mise in viaggio verso la montagna e raggiunse in fretta una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccaria salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino le sussultò nel grembo. Elisabetta fu piena di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: “Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che debbo che la madre del mio Signore venga a me? Ecco, appena la voce del tuo saluto è giunta ai miei orecchi, il bambino ha esultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell’adempimento delle parole del Signore”. Allora Maria disse: “L’anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore, perchè ha guardato l’umiltà della sua serva. D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata”.
        • (Lc 1,39-48 )
Padre Nostro

7 Ave Maria
  • Siano sempre benedette le gioie di Maria, Madre di Dio e Madre nostra!
Immagine

TERZA ALLEGREZZA: Maria dà alla luce Gesù senza alcun dolore e conservando la sua completa verginità
  • In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto quando era governatore della Siria Quirino. Andavano tutti a farsi registrare, ciascuno nella sua città. Anche Giuseppe, che era della casa e della famiglia di Davide, dalla città di Nazaret e dalla Galilea salì in Giudea alla città di Davide, chiamata Betlemme, per farsi registrare insieme con Maria sua sposa, che era incinta. Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia, perchè non c’era posto per loro nell’albergo.
        • (Lc 2,1-7)
Padre Nostro

7 Ave Maria
  • Siano sempre benedette le gioie di Maria, Madre di Dio e Madre nostra!
Immagine

QUARTA ALLEGREZZA: Maria riceve la visita dei Re Magi giunti a Betlemme per adorare suo Figlio Gesù
  • Alcuni Magi giunsero da Oriente a Gerusalemme e domandavano: “Dov’è il re dei Giudei che è nato? Abbiamo visto sorgere la sua stella, e siamo venuti per adorarlo”. All’udire queste parole, il re Erode restò turbato e con lui tutta Gerusalemme. Riuniti tutti i sommi sacerdoti e gli scribi del popolo, s’informava da loro sul luogo in cui doveva nascere il Messia. Gli risposero: “A Betlemme di Giudea, perchè così è scritto per mezzo del profeta: E tu, Betlemme, terra di Giuda, non sei davvero il più piccolo capoluogo di Giuda: da te uscirà infatti un capo che pascerà il mio popolo, Israele”. Allora Erode, chiamati segretamente i Magi, si fece dire con esattezza da loro il tempo in cui era apparsa la stella e li inviò a Betlemme esortandoli: “Andate e informatevi accuratamente del bambino e, quando l’avrete trovato, fatemelo sapere, perchè anch’io venga ad adorarlo”. Udite le parole del re, essi partirono. Ed ecco la stella, che avevano visto nel suo sorgere, li precedeva, finchè giunse e si fermò sopra il luogo dove si trovava il bambino. Al vedere la stella, essi provarono una grandissima gioia. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, e prostratisi lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra. Avvertiti poi in sogno di non tornare da Erode, per un’altra strada fecero ritorno al loro paese.
        • (Mt 2,1b-12)
Padre Nostro

7 Ave Maria
  • Siano sempre benedette le gioie di Maria, Madre di Dio e Madre nostra!
Immagine

QUINTA ALLEGREZZA: Maria, dopo aver smarrito Gesù, lo ritrova nel Tempio mentre discute con i dottori della Legge
  • I genitori di Gesù si recavano tutti gli anni a Gerusalemme per la festa di Pasqua. Quando egli ebbe dodici anni, vi salirono di nuovo secondo l’usanza; ma trascorsi i giorni della festa, mentre riprendevano la via del ritorno, il fanciullo Gesù rimase a Gerusalemme senza che i genitori se ne accorgessero. Credendolo nella carovana, fecero una giornata di viaggio, e poi si misero a cercarlo tra i parenti e i conoscenti; non avendolo trovato, tornarono in cerca di lui a Gerusalemme. Dopo tre giorni lo trovarono nel Tempio, seduto in mezzo ai dottori, mentre li ascoltava e li interrogava. E tutti quelli che l’udivano erano pieni di stupore per la sua intelligenza e le sue risposte.
        • (Lc 2, 41-47)
Padre Nostro

7 Ave Maria
  • Siano sempre benedette le gioie di Maria, Madre di Dio e Madre nostra!
Immagine

SESTA ALLEGREZZA: Maria riceve per prima l’apparizione di Gesù risorto gloriosamente dalla morte
  • Alla vittima pasquale, s’innalzi oggi il sacrificio di lode. L’agnello ha redento il suo gregge, l’innocente ha riconciliato noi peccatori al Padre. Morte e Vita si sono affrontate in un prodigioso duello. Il Signore della vita era morto; ma ora, vivo, trionfa. “Raccontaci, Maria: che hai visto sulla via?” . “La tomba del Cristo vivente, la gloria del Cristo risorto, e gli angeli suoi testimoni, il sudario e le sue vesti. Cristo, mia speranza, è risorto; e vi precede in Galilea”. Sì, ne siamo certi: Cristo è davvero risorto. Tu, Re vittorioso, portaci la tua salvezza.
        • (Sequenza pasquale)
Padre Nostro

7 Ave Maria
  • Siano sempre benedette le gioie di Maria, Madre di Dio e Madre nostra!
Immagine

SETTIMA ALLEGREZZA: Maria viene assunta in cielo ed incoronata Regina della terra e del paradiso nella gloria degli angeli e dei santi
  • Ascolta, figlia, guarda, porgi l’orecchio, al re piacerà la tua bellezza. Egli è il tuo Signore: pròstrati a lui. Da Tiro vengono portando doni, i più ricchi del popolo cercano il tuo volto. La figlia del re è tutta splendore, gemme e tessuto d’oro è il suo vestito. E’ presentata al re in preziosi ricami; con lei le vergini compagne a te sono condotte; guidate in gioia ed esultanza entrano insieme nel palazzo del re. Farò ricordare il tuo nome per tutte le generazioni, e i popoli ti loderanno in eterno, per sempre.
        • (Sal 44, 11a.12-16.18 )
Padre Nostro

7 Ave Maria
  • Siano sempre benedette le gioie di Maria, Madre di Dio e Madre nostra!
Salve Regina

Immagine

O Maria, Madre della gioia, sappiamo che tu incessantemente intercedi per noi presso il trono dell’Altissimo: perciò, presentandoti tutte le nostre necessità spirituali e materiali, ti supplichiamo fiduciosi ripetendo insieme: Prega per noi!
    • Figlia prediletta del Padre. Prega per noi!
      Madre di Cristo Re dei secoli. Prega per noi!
      Gloria dello Spirito Santo. Prega per noi!
      Vergine figlia di Sion. Prega per noi!
      Vergine povera e umile. Prega per noi!
      Vergine mite e docile. Prega per noi!
      Serva obbediente nella fede. Prega per noi!
      Madre del Signore. Prega per noi!
      Cooperatrice del Redentore. Prega per noi!
      Piena di grazia. Prega per noi!
      Fonte di bellezza. Prega per noi!
      Tesoro di virtù e sapienza. Prega per noi!
      Discepola perfetta di Cristo. Prega per noi!
      Immagine purissima della Chiesa. Prega per noi!
      Donna vestita di sole. Prega per noi!
      Donna coronata di stelle. Prega per noi!
      Splendore della santa Chiesa. Prega per noi!
      Onore del genere umano. Prega per noi!
      Avvocata di grazia. Prega per noi!
      Regina della pace. Prega per noi!
Padre Santo, ti adoriamo e ti benediciamo per averci donato nella Vergine Maria una madre che ci conosce e ci ama e che sul nostro cammino hai posto quale segno luminoso. Donaci, ti preghiamo, la tua paterna benedizione perchè ci renda capaci di ascoltare col cuore le sue parole, di seguire con docilità la strada che ci ha indicato e di cantare le sue lodi. Accogli, Padre buono, questa nostra preghiera che ti rivolgiamo in comunione con Lei cantando insieme il Padre Nostro.
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Rispondi

Torna a “Il SANTO ROSARIO... La Coroncina della Divina Misericordia”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite