Domenica X C «Giovinetto, dico a te: alzati!».

Bacheca, condivisione, solidarietà...

Moderatori: Giammarco De Vincentis, Don Armando Maria, Staff

Rispondi
Avatar utente
Don Armando Maria
Sacerdote
Sacerdote
Messaggi: 1793
Iscritto il: gio ott 13, 2005 7:15 pm
Contatta:

Domenica X C «Giovinetto, dico a te: alzati!».

Messaggio da Don Armando Maria » sab giu 04, 2016 11:33 am

Ave Maria! Gesù, ti amo!
Caro fratello, cara sorella mia in Gesù e Maria, buona domenica! Facciamo festa perché oggi è il ”Giorno del Signore” e, per viverlo davvero bene nella gioia dello Spirito e della comunione fraterna, ci consacriamo tutti assieme al Cuore Eucaristico di Gesù e al Cuore Immacolato di Maria che abbiamo festeggiato proprio ieri e l’altro ieri. Ti voglio dire che Gesù e la Mamma ti amano proprio assai, e anch’ io ti voglio bene nel loro Santissimo Amore e ti benedico assieme ai tuoi cari nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Io prego per te, prega anche tu per me! Ed ora, nel silenzio, riflettiamo un po’ assieme sul Santo Vangelo di oggi.
Ecco, vediamo Gesù, tutto sorridente e amabile, che cammina per le vie polverose di un piccolo paese: Naim. Egli si incontra con un funerale: portano al cimitero un ragazzo, figlio unico di madre vedova: povera donna, povera mamma! Ella piange sconsolata suo figlio morto, piange e prega; ma le sembra che la sua preghiera non salga al Cielo perché ormai è finita, e pensa che anche Dio l’abbia abbandonata. Ma ecco che arriva il Figlio di Dio in persona, che è disceso dal Cielo! Eccolo, sta entrando in paese… E’ Gesù! Egli è “il più bello tra i figli degli uomini”, è “il Giglio delle convalli”, è “ il Mughetto della Mamma”. Egli è davvero è il Figlio di Dio e di Maria.
Dio Padre dal Cielo ha ascoltato la preghiera d questa povera mamma, come un giorno ascolterà ed esaudirà la preghiera ardente, infuocata della Madonna Addolorata. Dio ha mandato proprio il suo Figlio prediletto per consolare questa povera mamma, e per consolare ogni mamma e l’umanità intera. Ma ora io rimango in adorazione silenziosa e ascolto con voi il fatto, così come avvenne, raccontato da San Luca nel suo bel Vangelo:
“Quando fu vicino alla porta della città, ecco che veniva portato al sepolcro un morto, figlio unico di madre vedova; e molta gente della città era con lei. Vedendola il Signore ne ebbe compassione e le disse: «Non piangere!». E accostatosi toccò la bara, mentre i portatori si fermarono. Poi disse: «Giovinetto, dico a te, alzati!». Il morto si levò a sedere e incominciò a parlare. Ed egli lo diede a sua madre”.
Il ragazzo risuscitò all’istante! E anche noi risorgeremo fisicamente ala fine del mondo ed avverrà proprio come diciamo ogni domenica alla Messa nel nostro credo cattolico: “Credo la Risurrezione della Carne, la Vita eterna, amen”. Ma, per la potenza di Dio, e in forza della Morte e Risurrezione di Gesù Cristo risorgiamo oggi stesso, dentro la nostra anima e già viviamo una vita risorta in Cristo e siamo vivi, siamo felici perché la Vita di Dio è dentro di noi, se stiamo in grazia di Dio, alleluia! Fratelli, sorelle, ecco che Gesù sta camminando per le vie del nostro paese e incontra tanti morti ambulanti per la via, e molti anche assai giovani, e tante mamme che piangono e pregano per i propri figli e figlie. Ecco, Gesù passa e bussa nel cuore di chi incontra nel suo cammino di salvezza e li invita, uno ad uno, a risorgere dentro, ripetendo ad ognuno, come ordinò al ragazzo morto a Naim: “Dico a te, alzati!». Egli ci invita a risorgere spiritualmente dentro l’anima, che con il peccato è diventata come morta, vuota e assai triste.
E come si fa a risorgere spiritualmente? Con il pentimento sincero dei nostri peccati e con la Confessione sacramentale, per poi ricevere degnamente il Corpo, Sangue, Anima e Divinità di Gesù Cristo Vivo. Questa è la prima nostra Risurrezione che po’ avvenire oggi stesso per te , se vuoi, e può avvenire anche dentro la tua casa per tuo figlio, per tua figlia o tuo nipote, che li vedi così tristi, chiusi e mezzi disperati. Annunciate ad essi la gloriosa di Gesù Cristo, quella del ragazzo di Naim di cui abbiamo parlato e di tutti i credenti in Cristo. Sì, si risorge a nuova vita nello spirito nell’attesa della Risurrezione dei morti alla fine del mondo, quando Egli ritornerà nella sua gloria, e ci risorgerà a tutti anche nel nostro corpo per sempre e saremo giovani in eterno.
E ricordiamoci che la Mamma Celeste, l’Addolorata, ancora piange, piange amaramente, e non più per Gesù perché Egli ora è Vivo, ma piange sconsolata per i tanti suoi figli che sono stati rovinati dal peccato, e soprattutto per quelli che ancora non hanno assaporato l’Amore di Dio e il suo amore di Mamma. Poveri fratelli, povere sorelle nostre! Essi si sono ammalati dentro l’anima e vivono come dei morti ambulanti a causa del peccato, mentre prima, quando erano piccoli, erano tutti belli e gioiosi come Angeli di Dio. Essi camminano per le nostre strade proprio come morti ambulanti, come dei zompi; e tanti di loro sono anche assai giovani, sono ragazzi: come il ragazzo di Naim.
Ecco, Gesù va loro incontro e la Mamma del Cielo prega, intercede e piange sconsolata affinché ognuno di loro possa rivivere dentro. E a Medjugorje Ella, tutta accorata, chiede a noi preghiere, digiuni e penitenze “per coloro che non hanno assaporato l’amore di Dio”.
Carissimi, ora vi do una bella notizia: ci sarò anch’io al festival dei giovani a Medjugorje. Vi porto tutti con me spiritualmente là ai piedi della Regina della pace e pregherò per voi. Pregate anche voi per me: per una mia conversione vera e sincera. Vi voglio bene e ancora vi benedico in Gesù a Maria! Pace a voi!
P. S. Se qualcuno volesse venire con me a Medjugorje me lo faccia sapere quanto prima: si parte da Ancona la sera del 30 luglio e si ritorna il 6 agosto. Grazie! (*)

(*) Carissimo /a, questa mia povera omelia l’ho scritta per te e per tutti i miei figli spirituali, tra cui sono inclusi tutti i miei amici di fb, e ogni mio ex parrocchiano/a, e quei fratelli e sorelle che Gesù mi ha fatto incontrare in questi miei 50 anni di vita sacerdotale in qualità di parroco o di vicario parrocchiale, (*) o di animatore dei ragazzi a Bassano Romano, a Saluggia, a Giulianiva. E non li considero come degli ex parrocchiani o ex alunni, ma come veri figli spirituali di adesso perché l’anima non invecchia mai:
Miei cari/e, vi voglio dire che vi penso sempre: prego per ognuno di voi, vi porto sempre nel cuore come miei veri figli e figlie spirituali. Infatti il sacerdote, il parroco, resta sempre Padre, e i figli sono sempre figli. Perciò io vi considero veri figli e figlie nello Spirito, anche se siamo stati assieme solo per qualche tempo o per pochi anni. Sinceramente vi devo dire che sarei voluto rimanere sempre con voi, e per tutta la vita, perché mi son trovato assai bene con voi; ma il Signore ha disposto altrimenti, e che Lui sia sempre lodato! Vi voglio assicurare, nel suo Santo Nome, che un giorno ci rincontreremo tutti e che staremo tutti assieme in Paradiso per sempre. Dove saremo giovani in terno, e risorti in Cristo. Ma prima di rincontrarci tutti insieme Lassù, spero di potervi rivedere, almeno qualche volta, ancora quaggiù.

Ricordati che la Mamma Celeste vuol salvare tutti i suoi figli e figlie, e anche te e me. E allora abbandoniamoci con fiducia di figlio/a al suo amore di Mamma e rinnoviamo, anche ogni giorno, la consacrazione personale al suo Cuore Immacolato e Addolorato, ed Ella ci consacra al Cuore di Gesù e ci fa innamorare sempre più di Lui. E ogni girono ricordiamoci di salutarla con qualche Ave Maria e consacriamoci al suo Cuore di Mamma Buona e Santa, dicendole con cuore di figli:
“O Maria, io mi consacro per sempre al tuo Cuore Immacolato e Addolorato. Coprimi con il tuo santo Manto. Sii la Regina della mia casa e della mia vita. Stammi sempre vicino! Prega Gesù per me e per tutti i miei cari, sia vivi che defunti. Amen”.
- E ti devo dire anche una cosa importante: tra i messaggi meravigliosi della Regina della pace ce n’è uno che prediligo, ed è quello del giorno di Natale del 1997, eccolo:
“Cari figli, anche oggi gioisco con voi e vi invito al bene. Desidero che ognuno di voi mediti e porti la pace nel cuore e dica: “Io desidero mettere Dio al primo posto nella mia vita”. Cari figlioli, ognuno di voi diventerà Santo.
Dite, figlioli, ad ognuno: “Ti voglio bene!”. E questi vi ricambierà con il bene. Ed il bene, figlioli, dimorerà nel cuore di ogni uomo.
Stasera, figlioli, vi porto il bene di mio Figlio, che ha dato la sua vita per salvarvi. Perciò, figlioli, gioite e tendete le mani a Gesù , che è solo Bene.
Grazie per aver risposto alla mia chiamata!”.
Messaggio della Regina della pace a Marja e a Jakov il giorno di Natale 2013 http://innamoratidellamadonna.it/forum/ ... hp?t=12035
-Sappi infine che Gesù e la Mamma del Cielo ti amano assai, ti proteggono e ti benedicono sempre. E anche io ti voglio bene e ti benedico nel loro Santissimo Amore. Tvb! Io prego ogni giorno per te, per ognuno di voi, e vi chiedo un preghiera anche per me. Vi voglio bene, vi abbraccio e vi benedico, uno per uno, in Gesù e Maria. Pace e gioia sempre!
Don Armando Maria (è il mio nome del Battesimo e don Raffaele è il nome religioso) Loffredi o.s.b. silv.donarmando@silvestrini.org
-ti offro la mia amicizia su fb: https://www.facebook.com/don.maria.5 -

(*) Casal Palocco (prima esperienza pastorale 1967-68) e Infernetto - Bassano Romano, - Saluggia (Vc), - Giulinova, - Chia –Santarello presso Soriano nel Cimino sulla Via Ortana, - Nazzano Romano, - Locri e ad Africo Nuovo, - Alta Valle Maggia (Svizzera Ti): Cavergno, Bignasco, Brontallo, Fusio…, - Mugnano di Lucca - Corfino e Canigiano in Alta Garfagnana (Lucca), - Roma est nella parrocchia di N. S. di Czestochowa, - Matelica, e nella parrocchia della Madonna delle Grazie a Braccano di Matelica, dove sono Amministratore parrocchiale presentemente.

-Ed ecco ora la Santa Parola di Dio di oggi con il bel commento sapienziale del caro don Carlo De Ambrogio, fondatore del Gam (gioventù ardente mariana), che è stato un vero uomo di Dio e sacerdote santo. Ho avuto la grazia di conoscerlo e di seguirlo, per ben 4 anni, assieme ai miei ragazzi della scuola negli anni ’70 a Roma nei bei Cenacoli Gam:

Prima Lettura
Dal primo libro dei Re (17,17-24)
In quei giorni, il figlio della vedova di Zarèpta si ammalò. La sua malattia era molto grave, tanto che rimase senza respiro. Essa allora disse a Elia: «Che c'è fra me e te, o uomo di Dio? Sei venuto da me per rinnovare il ricordo della mia iniquità e per uccidermi il figlio?».
Elia le disse: «Dammi tuo figlio». Glielo prese dal seno, lo portò al piano di sopra, dove abitava, e lo stese sul letto. Quindi invocò il Signore: «Signore mio Dio, forse farai del male a questa vedova che mi ospita, tanto da farle morire il figlio?». Si distese tre volte sul bambino e invocò il Signore: «Signore Dio mio, l'anima del fanciullo torni nel suo corpo». Il Signore ascoltò il grido di Elia, l'anima del bambino tornò nel suo corpo e quegli riprese a vivere. Elia prese il bambino, lo portò al piano terreno e lo consegnò alla madre. Elia disse: «Guarda! Tuo figlio vive». La donna disse a Elia: «Ora so che tu sei uomo di Dio e che la vera parola del Signore è sulla tua bocca».
* «Quale fu la cosa che più di tutto ti confortò nell'estremo istante della vita?» chiese in visione san Giovanni Bosco a san Domenico Savio, il ragazzo morto a 15 anni. «La cosa che più di tutto mi confortò - rispose san Domenico Savio - fu l'assistenza della potente ed amabile Madre di Dio!».

Salmo Responsoriale (dal Salmo 29)
Ti esalto, Signore, perché mi hai liberato
Signore Dio mio,
a te ho gridato e mi hai guarito.
Signore, mi hai fatto risalire dagli inferi,
mi hai dato vita perché non scendessi nella tomba.
Cantate inni al Signore, o suoi fedeli,
rendete grazie al suo santo nome,
perché la sua collera dura un istante,
la sua bontà per tutta la vita.
Alla sera sopraggiunge il pianto
e al mattino, ecco la gioia.
Ascolta, Signore, abbi misericordia,
Signore, vieni in mio aiuto.
Hai mutato il mio lamento in danza,
Signore, mio Dio, ti loderò per sempre.

Seconda Lettura
Dalla lettera di San Paolo Apostolo ai Gàlati (1,11-19)
Vi dichiaro, fratelli, che il vangelo da me annunziato non è modellato sull'uomo; infatti io non l'ho ricevuto né l'ho imparato da uomini, ma per rivelazione di Gesù Cristo.
Voi avete certamente sentito parlare della mia condotta di un tempo nel giudaismo, come io perseguitassi fieramente la Chiesa di Dio e la devastassi, superando nel giudaismo la maggior parte dei miei coetanei e connazionali, accanito com'ero nel sostenere le tradizioni dei padri. Ma quando colui che mi scelse fin dal seno di mia madre e mi chiamò con la sua grazia si compiacque di rivelare a me suo Figlio perché lo annunziassi in mezzo ai pagani, subito, senza consultare nessun uomo, senza andare a Gerusalemme da coloro che erano apostoli prima di me, mi recai in Arabia e poi ritornai a Damasco.
In seguito, dopo tre anni andai a Gerusalemme per consultare Cefa, e rimasi presso di lui quindici giorni; degli apostoli non vidi nessun altro, ma solo Giacomo, il fratello del Signore.

* «Come nella generazione naturale vi è un padre e una madre, così nella generazione soprannaturale e spirituale vi è un Padre che è Dio e una madre che è Maria» (S. Luigi de Montfort).
* La madre della mia vita spirituale è Maria.
* «La vita cristiana è una mistica gestazione che si svolge nel seno di Maria». «La Madonna che ha formato il capo del corpo mistico, Gesù, continua a formare noi che siamo le membra» (S. Agostino).
* Il mio vincolo vitale con Gesù avviene in Maria. La sua azione materna plasma in me l'immagine, mi rende suo fratello e figlio di Dio. «Non può avere Dio per Padre chi non ha Maria per Madre».
* «Nel suo seno verginale l'anima viene nutrita dal latte della grazia e della materna misericordia. Viene formata in Gesù e Gesù in Lei» (S. Luigi de Montfort).

Canto al Vangelo
Alleluia, alleluia, alleluia.
Io sono la risurrezione e la vita, dice il Signore;
chi crede in me non morrà in eterno.
Alleluia.

Vangelo
† Dal vangelo secondo Luca (7,11-17)
In quel tempo, Gesù si recò in una città chiamata Nain e facevano la strada con lui i discepoli e grande folla.
Quando fu vicino alla porta della città, ecco che veniva portato al sepolcro un morto, figlio unico di madre vedova; e molta gente della città era con lei. Vedendola, il Signore ne ebbe compassione e le disse: «Non piangere!». E accostatosi toccò la bara, mentre i portatori si fermarono. Poi disse: «Giovinetto, dico a te, alzati!». Il morto si levò a sedere e incominciò a parlare. Ed egli lo diede alla madre.
Tutti furono presi da timore e glorificavano Dio dicendo: «Un grande profeta è sorto tra noi e Dio ha visitato il suo popolo».
La fama di questi fatti si diffuse in tutta la Giudea e per tutta la regione.
* Tutte le grazie e tutti i doni di Dio passano attraverso le mani di Maria; in base al potere che ne ha ricevuto, dice san Bernardino da Siena, Maria dà a chi vuole, come vuole, quando vuole e finché vuole, le grazie del Padre Celeste, le virtù di Gesù e i doni dello Spirito (S. Luigi-Maria Grignion de Montfort).

SPUNTI DI RIFLESSIONE
La morte è vinta
Dio non voleva per noi né la sofferenza né la morte, ma le desiderò quando divennero nostre dopo il peccato; le trasfigurò facendole sue in suo Figlio, perché a nostra volta anche noi potessimo accettane e desiderarle. Ogni dolore umano trova echi e risonanze in Gesù come appare anche in questo commovente episodio. Lo sguardo di Gesù si posa sulla povera donna vestita a lutto, disfatta dal dolore, tutta un singhiozzo. Egli ne è colpito nell’intimo del cuore. suo pensiero va forse a un’altra vedova, la Madre, che in un non lontano venerdì santo avrebbe pianto sul suo unico Figlio crocifisso. Gesù dice alla donna una parola dolcissima di conforto: «Non piangere!»; una parola che penetra nel cuore e che solo Dio può pronunciare efficacemente. «Alzati!». È un comando divino: il comando di risorgere. Gesù è la Risurrezione e la Vita: la vittoria sulla morte non è soltanto un’opera che Egli ha compiuto, ma è lui stesso la Risurrezione. Le varie risurrezioni compiute da Gesù (il giovinetto di Nain, la figlia di Giairo, Lazzaro...) sono segno e anticipo della sua Risurrezione. Gesù è il Vivente, il Risorto. È tornato dalla terra lontana dei morti. Ha vinto per sempre la morte per sé e per noi. Pensare a Gesù non è affatto come ricordare un morto. Egli vive; la sua anima e il suo corpo vivono; il suo cuore batte, la sua mano è calda, la sua bocca parla, il suo occhio scintilla. E se anche Egli rimane ancora avvolto nella sua invisibilità, tuttavia ne potrebbe uscire a ogni momento. Con Lui e in Lui anche noi si entra nell’immortalità incontro alla beatitudine della vita eterna, incontro alla Vita. Sotto il suo caldo splendore riposeremo anche noi, quando un giorno il corpo cadrà; alla sua Parola onnipotente ci desteremo nella risurrezione. È impossibile che qualcosa dell’Amore rimanga nella tomba, o che l’Amore, che è Dio, lasci corrompere per sempre qualcosa nella tomba. «Io risorgo, Padre - dice l’antifona d’ingresso della Messa di Pasqua -, io risorgo per essere sempre con te».

LA PAROLA PER ME OGGI
Gesù aveva guarito con un semplice atto della sua volontà il servo dell’ufficiale romano. Ma a Naim si trova di fronte a una situazione disperata. Un ragazzo è morto: è il figlio unico di una madre vedova. Non c’è più niente da fare. Di fronte a situazione senza via d’uscita Dio, per la sua amicizia, è disposto ad esaudire i nostri desideri, non è però impegnato a esaudirli fin dalla prima richiesta. Egli vuole essere importunato, perché l’insistenza ci sarà psicologicamente benefica, rafforzando l’intensità del nostro desiderio e della nostra preghiera.

LA PAROLA SI FA PREGHIERA
«Ascoltami, o Signore.
Non ti ho ancora mai parlato;
adesso desidero dirti: come stai?
Ascoltami, mio Dio.
Mi hanno detto che tu non esistevi
e come uno sciocco io ci credevo.
L’altra sera, nel fondo di una buca scavata da un obice,
ho visto il tuo cielo.
Di colpo ho capito che mi hanno detto una menzogna.
Io mi domando, o Dio, se tu accetterai di stringermi la mano;
eppure sento che tu mi stai comprendendo.
È curioso che mi sia stato necessario venire in questo posto
infernale per avere il tempo di vedere il tuo volto.
Io ti amo immensamente;
ecco ciò che voglio che tu sappia.
Chi lo sa? Può darsi che io giunga a te questa sera stessa.
Noi non siamo mai stati amici finora e io mi domando, o mio
Dio, se tu mi attenderai alla porta.
Ecco, sono qui che piango, verso lacrime.
Ah, se ti avessi conosciuto prima!
Adesso bisogna che io parta.
È strano: ma da quando ti ho incontrato
Non ho più paura della morte.
Arrivederci…» (preghiera di un soldato).


Cenacolo GAM | Chi Siamo | La "Comunità Consacrati del GAM"
www.cenacologam.it
Sito ufficiale del Cenacolo GAM

Carissimi/e, vi consiglio di leggere anche -GOCCE di LUCE – Gesù parla ad un’anima: Questi insegnamenti spirituali li ricopio, mese per mese, letteralmente, così come sono stati scritti nel quaderno di una mamma di famiglia, che è casalinga. Ella vive in povertà e nel totale nascondimento. Si tratta di locuzioni interiori, di cui ella viene privilegiata, da anni. Gesù le parla al cuore durante il ringraziamento alla Santa Comunione Eucaristica, e la chiama:”mia piccola Maria”. Le parole di Gesù le giungono come Gocce di luce, e in una grande pace, nel cuore. Poi ella scrive tutto sul suo quaderno, e in fretta, perché a casa deve preparare la cena per la sua famiglia.
Questo dono non è soltanto per suo beneficio spirituale, ma è per la Chiesa, è per tutti, e specialmente per noi sacerdoti. E’ per questo che mi sono deciso, dopo aver pregato, riflettuto e dopo essermi consigliato, a farlo conoscere.
Quest’anima la seguo spiritualmente da più di 10 anni, e posso garantire, davanti a Dio e alla mia coscienza, sulla sua sincerità, sulla sua vita cristiana. Le Gocce di luce, volta per volta, vengono sempre consegnate regolarmente alla Santa Madre Chiesa.

”Gocce di luce - Gesù parla ad un’anima” Presentazione: http://www.goccediluce.org/forum/viewto ... 99d4c661ad
-Sito ufficiale internet di "Gocce di luce – Gesù parla ad un'anima": http://www.goccediluce.org/

- GOCCE DI LUCE su Gloria tv:
http://gloria.tv/?user=221045
http://gloria.tv/?media=293044
http://gloria.tv/?media=320090
http://it.gloria.tv/?media=164312
http://gloria.tv/?media=301833

- GOCCE DI LUCE su BLOGSPOT: http://legoccediluce.blogspot.it/
- Gocce di luce su Facebook: Gocce di luce e don Armando Maria: http://www.facebook.com/don.maria.5

- GOCCE di LUCE – Gesù parla ad un'anima: INDICE GENERALE http://www.goccediluce.org/indice.php http://innamoratidellamadonna.it/forum/ ... hp?t=11450

- GOCCE DI LUCE - AUDIO https://www.youtube.com/channel/UClsjWt ... kb_yv2F2Yg

- -GOCCE di LUCE – AUDIO… http://www.youtube.com/watch?v=-0ed-WJl ... e=youtu.be

- Gocce di luce – Gesù parla ad un'anima - Ecco come fare per acquistare alcuni volumi di Gocce di luce: http://innamoratidellamadonna.it/forum/ ... hp?t=11197
-GOCCE di LUCE e il CUORE IMMACOLATO di MARIA http://www.goccediluce.org/gocce_cuoreimmacolato.php

Sappiamo che la Santa Chiesa, dopo le grandi prove, è destinata a trionfare e ciò avverrà tramite il Cuore Immacolato di Maria. Lo ha detto la Madonna a Fatima: “Finalmente il mio Cuore Immacolato trionferà e ci sarà la pace!”. E le Gocce di luce che dicono al riguardo?... Ecco qui una bella raccolta di Gocce di luce mariane che ci illuminano sul mistero di Maria e del suo Cuore di Mamma al quale vi affido e vi consacro per sempre:
http://www.goccediluce.org/gocce2013_maggio.php
31 maggio 2009 "Cosa è il trionfo del Cuore Immacolato di Maria se non la vita nuova che si vivrà sulla terra nello Spirito Santo? http://www.goccediluce.org/gocce_cuoreimmacolato.php

-GOCCE di LUCE e il Rosario:
http://innamoratidellamadonna.it/forum/ ... hp?t=11940


-GOCCE DI LUCE – Gesù parla ad un’anima - giugno 2013 “Venite al tabernacolo! Sono l'Innamorato che arde di nostalgia ed attende con trepidazione l'arrivo dell'amato!” http://www.goccediluce.org/gocce2013_giugno.php

-Agosto 2013 – “Preparatevi al combattimento, preparatevi alla persecuzione poiché, per la mia Parola di salvezza, vi faranno guerra!” - http://www.goccediluce.org/gocce2013_agosto.php
-Gocce di luce – Gesù parla ad un’anima:7 dicembre 2011 "Tuffatevi nelle acque di Maria!" http://www.goccediluce.org/gocce2011_dicembre.php
-8 dicembre 2011"Maria è: "la Tutta Incarnata in Dio ed è l'Incarnante dei suoi figli"
http://www.goccediluce.org/gocce2011_dicembre.php
-GOCCE di LUCE - Gesù parla ad un'anima - settembre 2013 http://www.goccediluce.org/gocce2013_settembre.php "I venti impetuosi della guerra, per la preghiera, si placheranno, ma poi torneranno di nuovo ad innalzarsi a causa dell'uomo"
-GOCCE DI LUCE - ottobre 2013 “Mai come in questo periodo il messaggio di Fatima è attuale, non superato, e ancora non compiuto, come invece molti affermano” http://www.goccediluce.org/gocce2013_ottobre.php
-GOCCE di LUCE – Gesù parla ad un’anima - Novembre 2013 "La Madonna è fondamentale nel cammino dell'esistenza del cristiano; non potete da soli. Io stesso, nella mia umanità, ne ho fatto ricorso e ne ho avuto bisogno" http://www.goccediluce.org/gocce2013_novembre.php
-Gocce di luce – Gesù parla ad un’anima - La fine di questo tempo malvagio e la rinascita dell’umanità: 27 giugno 1996 "Io ritorno nel mio Amore e nella mia Giustizia… In quelli che vi sembreranno giorni terribili non uscite di casa" http://www.goccediluce.org/gocce1996_giugno.php
-7 dicembre 2008 "Lei raduna il 'piccolo resto', rimasto fedele e vi aiuta" http://www.goccediluce.org/gocce2008_dicembre.php
-24 gennaio 2009 "Io sono la Misericordia, ma anche la Giustizia" http://www.goccediluce.org/gocce2009_gennaio.php
-30 settembre 2009 "La terra verrà attaccata dal diavolo fortemente" http://www.goccediluce.org/gocce2009_settembre.php
-9 novembre 2009 "La Croce apparirà, in alto nei Cieli, radiosa e splendente" http://www.goccediluce.org/gocce2009_novembre.php
- 13 novembre 2009 "Ci sarà una spaccatura nell'umanità: che segue il bene e chi il male" http://www.goccediluce.org/gocce2009_novembre.php

-15 novembre 2009 "Ora viene la fine di questo tempo malvagio" http://www.goccediluce.org/gocce2009_novembre.php
-16 novembre 2009 "Gli uomini non comprendono più il senso del bene e del male" http://www.goccediluce.org/gocce2009_novembre.php
-16 maggio 2010 "Verrò con una nuova discesa dello Spirito Santo,
che avvolgerà il mondo” http://www.goccediluce.org/gocce2010_maggio.php
-17 giugno 2010"Tornerà, tornerà Elia con il suo fuoco…" http://www.goccediluce.org/gocce2010_giugno.php
-29 giugno 2010 "Gli inferi non prevarranno!" http://www.goccediluce.org/gocce2010_giugno.php
-3 luglio 2010"Tornerò, figlia mia! Mi sono posto in cammino per raggiungervi" -13 luglio 2010 "Guai a te, oggi, Roma, guai a te, Gerusalemme!" http://www.goccediluce.org/gocce2010_luglio.php
-29 luglio 2010 "Questo libro è mia opera e sarà segno di divisione" http://www.goccediluce.org/gocce2010_luglio.php
-30 luglio 2010 "Questo libro farà un gran bene" http://www.goccediluce.org/gocce2010_luglio.php
-31 luglio 2010 "E Io sarei un 'guaio’? La mia Parola può essere e portare guai?!" http://www.goccediluce.org/gocce2010_luglio.php
-25 novembre 2010"La vostra liberazione è vicina! La Babilonia, la grande, sta per cadere" http://www.goccediluce.org/gocce2010_novembre.php
- 10 dicembre 2010 -Voi dite: "Signore, ci vogliono segni grandiosi, portentosi…!".
Io vi dico: "Verranno anch'essi!" http://www.goccediluce.org/gocce2010_dicembre.php
-15 dicembre 2010 "Ancora tornerò sulla terra per proclamare che il Signore è presente" http://www.goccediluce.org/gocce2010_dicembre.php
-Gocce di luce di aprile 2016: http://www.goccediluce.org/gocce2016_aprile.php
-Gocce di luce – Gesù parla ad un’anima: -Riguardo alla lettera pontificia “Amoris laetitia”…
http://www.goccediluce.org/gocce2016_maggio.php
-LA SACRA SCRITTURA COMMENTATA dal Servo di Dio don Dolindo Ruotolo:
- 1 – Prefazione di don Dolindo: http://innamoratidellamadonna.it/forum/ ... hp?t=12653
- 2 – Introduzione: http://innamoratidellamadonna.it/forum/ ... hp?t=12654
- 3 – Introduzione generale al Pentateuco e al Genesi: http://innamoratidellamadonna.it/forum/ ... hp?t=12655
- 4 - Genesi I – Creazione del sole, della luna e delle stelle: http://innamoratidellamadonna.it/forum/ ... hp?t=12706
- 5 - Genesi capitolo I -Creazione delle piante-D. Dolindo Ruotolo: http://innamoratidellamadonna.it/forum/ ... hp?t=12699
- 6 - Creazione dei pesci, degli uccelli e degli altri animali: http://innamoratidellamadonna.it/forum/ ... hp?t=12713

-FATIMA: i canti bellissimi del Santuario http://www.servizioapostolatofatimasabina.it/
Gesù e la Mamma Celeste vi amano assai e vi benedicono; e anche io, nel loro Santissimo Amore vi voglio bene e vi benedico per intercessione del Cuore Immacolato di Maria: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Don Armando Maria

Rispondi

Torna a “LA COMUNITA' DEGLI INNAMORATI DELLA MADONNA E DEL CUORE DI GESU'”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite