Domenica XXVI A ”I pubblicani e le prostitute..."

Bacheca, condivisione, solidarietà...

Moderatori: Giammarco De Vincentis, Don Armando Maria, Staff

Rispondi
Avatar utente
Don Armando Maria
Sacerdote
Sacerdote
Messaggi: 1795
Iscritto il: gio ott 13, 2005 7:15 pm
Contatta:

Domenica XXVI A ”I pubblicani e le prostitute..."

Messaggio da Don Armando Maria » sab set 27, 2014 8:16 am

”I pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel Regno di Dio”

Ave Maria!

Oggi Gesù afferma che le persone palesemente ingiuste sono da preferire a quelle che non sentono più alcun bisogno di conversione… i pubblicani (gli scomunicati) e le prostitute ci passano avanti nel Regno di Dio..! Infatti essi, toccando con mano la loro porcheria peccaminosa che emana fetore, e vedendo lo stato lacrimevole della loro anima, sentono il forte bisogno di purificazione, di conversione e di aria pura, …sentono il forte bisogno di Dio, e si convertono, cambiano vita. E noi, che ci sentiamo sempre a posto in coscienza quando ci decidiamo a convertirci per davvero? Questo forte richiamo alla conversione Gesù lo rivolge non a dei poveri laici, ma ai capi dei sacerdoti di allora e ai capi dell’Israele santo. E oggi che direbbe Egli a me prete, e a te…?! Riflettiamoci anche questa notte quando ci sveglieremo per la preghiera, nel silenzio della nostra coscienza, che non tace mai, a meno che non abbiamo deciso di metterla a tacere per sempre.
“…È venuto a voi Giovanni nella via della giustizia e non gli avete creduto; i pubblicani e le prostitute invece gli hanno creduto. Voi, al contrario, pur avendo visto queste cose, non vi siete nemmeno pentiti per credergli!”… E’ venuta la Madonna a Medjugorje, e sono più di 33 anni che parla e invita alla conversione, …e chi sono quelli che vanno e che l’ascoltano e che si convertono? La storia si ripete: ascoltiamola almeno noi.
*Il profeta Ezechièle, nella prima lettura, ci fa riflettere sulle nostre responsabilità individuali, quelle mie e quelle di ognuno di noi: egli ci fa fare un esame di coscienza sincero per vederci chiaro su ciò che abbiamo combinato durante il giorno, perché noi diamo sempre la colpa agli altri quando sbagliamo e, a volte, ce la prendiamo addirittura con Dio… Ma quando poi andiamo a letto la sera, e soprattutto quando ci svegliamo nel silenzio della notte… la coscienza ci parla… e come ci parla..! E come si fa ad azzittirla e a ritornare nella pace del cuore se non ammettendo, in tutta sincerità, la verità sul nostro operato? E beati noi se allora ammetteremo il nostro errore e se invocheremo la pietosa misericordia di Dio. Egli è un Papà misericordioso e pieno di bontà e di dolcezza per ognuno dei suoi figli che sbagliano. Ed è normale che facciamo sbagli: siamo infatti impastati di terra e di tanta fragilità umana. Egli ci usa misericordia e ci perdona sempre. Abbiamo sempre fiducia in Lui!

* La lettera di san Paolo infine è davvero un gioiello prezioso ed è tutta da imparare a memoria e da copiare dentro al nostro cuore: è da incarnare nella vita di ogni giorno!... Il cuore del Santo Apostolo è pieno di consolazione e di gioia piena quando vede che esiste amore tra i fratelli, quando vede che regna l’Amore puro, autentico tra di loro, e i medesimi sentimenti di amore e di compassione che sono propri del Cuore di Gesù.
E ricordiamoci sempre che chi ha vero amore al Padre e sincera devozione a Maria presto dentro al suo cuore nasceranno i lineamenti di Gesù e i suoi bei sentimenti di amore, di misericordia, di tenerezza, di comunione e di pace. Infatti è il Cuore della Madre lo Stampo di Gesù Cristo, come ci spiegano i Santi. E chiunque si getta in questo Stampo Immacolato prenderà infallibilmente la fisionomia e i lineamenti di Gesù, suo Figlio e nostro Signore. E’ Maria, la Madre che, per opera dello Spirito, incarna nei suoi figli l’amore, i lineamenti e i sentimenti stessi di Gesù Cristo in noi, e ogni giorno di più, proprio come il bimbo immerso nelle acque materne.
E allora finalmente non faremo più nulla per spirito di rivalità o per vanagloria, ma ognuno di noi, con tutta umiltà, considererà gli altri superiori a se stesso. E non cercheremo più ciascuno il proprio interesse, ma piuttosto quello degli altri. E avremo tutti gli stessi sentimenti che furono e sono in Cristo Gesù. E allora ameremo, come Lui, la spogliazione di noi stessi, accettando le umiliazione e divenendo servi dei fratelli nostri come lo è stato Lui che si è umiliato per noi, e anche obbedienti come Lui che si è fatto obbediente fino alla morte e alla morte di Croce.
E la nostra lingua proclamerà, e in tutta sincerità, che Gesù Cristo è il Signore, a gloria di Dio Padre. Egli sarà il Signore della nostra vita, per sempre, alleluia! (*)

+++++++++++++++++++++++++++++++++++++


Ave Maria! Carissimo/a, la Mamma Celeste vuol salvare tutti i suoi figli e figlie, e anche te e me. E allora abbandoniamoci con fiducia di figlio/a al suo amore di Mamma e rinnoviamo, anche ogni giorno, la consacrazione personale al suo Cuore Immacolato e Addolorato, ed Ella ci consacra al Cuore di Gesù e ci fa innamorare sempre più di Lui. Diciamo con il cuore:
“O Maria, io mi consacro per sempre al tuo Cuore Immacolato e Addolorato. Coprimi con il tuo santo Manto. Sii la Regina della mia casa e della mia vita. Stammi sempre vicino! Prega Gesù per me e per tutti i miei cari, sia vivi che defunti. Amen”.

E ti devo dire anche una cosa importante: tra i messaggi meravigliosi della Regina della pace ce n’è uno che prediligo, ed è quello del giorno di Natale del 1997, eccolo:
“Cari figli, anche oggi gioisco con voi e vi invito al bene. Desidero che ognuno di voi mediti e porti la pace nel cuore e dica: “Io desidero mettere Dio al primo posto nella mia vita”. Cari figlioli, ognuno di voi diventerà Santo.
Dite, figlioli, ad ognuno: “Ti voglio bene!”. E questi vi ricambierà con il bene. Ed il bene, figlioli, dimorerà nel cuore di ogni uomo.
Stasera, figlioli, vi porto il bene di mio Figlio, che ha dato la sua vita per salvarvi. Perciò, figlioli, gioite e tendete le mani a Gesù , che è solo Bene.
Grazie per aver risposto alla mia chiamata!”.

Sappi infine che Gesù e la Mamma del Cielo ti amano assai, ti proteggono e ti benedicono sempre… e anche io ti voglio bene e ti benedico nel loro Santissimo Amore.

Ti voglio bene, fratello mio, sorella mia cara, prego per te e ti benedico in nome di Gesù e di Maria, e invoco sopra di te, ogni giorno, lo Spirito Santo: “Vieni, Spirito Santo, vieni per mezzo del Cuore Immacolato di Maria, tua Sposa amatissima!”. Pace e gioia sempre!


-Ed ecco ora finalmente la Santa Parola di Dio di oggi con il bel commento sapienziale del caro don Carlo De Ambrogio, fondatore del Gam (gioventù ardente mariana), che è stato un vero uomo di Dio e sacerdote santo. Ho avuto la grazia di conoscerlo e di seguirlo, per ben 4 anni, assieme ai miei ragazzi della scuola negli anni ’70 a Roma nei meravigliosi Cenacoli Gam:


Prima Lettura
Dal libro del profeta Ezechiele (18,25-28)
Così dice il Signore: «Voi dite: Non è retto il modo di agire del Signore. Ascolta dunque, popolo d'Israele: Non è retta la mia condotta o piuttosto non è retta la vostra? Se il giusto si allontana dalla giustizia per commettere l'iniquità e a causa di questa muore, egli muore appunto per l'iniquità che ha commessa. E se l'ingiusto desiste dall'ingiustizia che ha commessa e agisce con giustizia e rettitudine, egli fa vivere se stesso. Ha riflettuto, si è allontanato da tutte le colpe commesse: egli certo vivrà e non morirà».

* Ezechièle è uno dei sacerdoti ebrei che furono deportati a Babilonia dopo la catastrofe del 586 a.C. Egli afferma con forza il principio della responsabilità individuale: come ogni uomo è responsabile delle sue azioni, così ogni generazione è responsabile delle proprie colpe e dei propri meriti. Ezechièle nega con violenza il principio, allora molto diffuso, della responsabilità anonima o ereditaria: no, Dio non dà né a una collettività né a una persona una vita programmata in anticipo, ma ci crea liberi.
Salmo Responsoriale (dal Salmo 24)
Ricordati, o Dio, del tuo amore.
Fammi conoscere, Signore, le tue vie,
insegnami i tuoi sentieri.
Guidami nella tua verità e istruiscimi,
perché sei tu il Dio della mia salvezza,
in te ho sempre sperato.
Ricordati della tua fedeltà che è da sempre.
Non ricordare i peccati della mia giovinezza:
ricordati di me nella tua misericordia,
per la tua bontà, Signore.
Buono e retto è il Signore,
la via giusta addita ai peccatori;
guida gli umili secondo giustizia,
insegna ai poveri le sue vie.

Seconda Lettura
Dalla lettera di San Paolo Apostolo ai Filippesi (2,1-11)
Fratelli, se c'è qualche consolazione in Cristo, se c'è conforto derivante dalla carità, se c'è qualche comunanza di spirito, se ci sono sentimenti di amore e di compassione, rendete piena la mia gioia con l'unione dei vostri spiriti, con la stessa carità, con i medesimi sentimenti.
Non fate nulla per spirito di rivalità o per vanagloria, ma ognuno di voi, con tutta umiltà, consideri gli altri superiori a se stesso. Non cerchi ciascuno il proprio interesse, ma piuttosto quello degli altri.
Abbiate in voi gli stessi sentimenti che furono in Cristo Gesù,
il quale, pur essendo di natura divina,
non considerò un tesoro geloso
la sua uguaglianza con Dio;
ma spogliò se stesso,
assumendo la condizione di servo
e divenendo simile agli uomini;
apparso in forma umana,
umiliò se stesso
facendosi obbediente fino alla morte
e alla morte di croce.
Per questo Dio l'ha esaltato
e gli ha dato il nome
che è al di sopra di ogni altro nome;
perché nel nome di Gesù
ogni ginocchio si pieghi
nei cieli, sulla terra e sotto terra;
e ogni lingua proclami
che Gesù Cristo è il Signore,
a gloria di Dio Padre.

* La comunità cristiana della città di Filippi, dove Paolo soggiornò durante il suo secondo viaggio missionario (verso il 50 dopo Cristo), è una delle comunità preferite dall'apostolo. Paolo domanda ai suoi Filippési di colmare la sua gioia e felicità rendendo ancora più stretto l'amore fraterno con l'unità degli «spiriti», della «carità», dei «sentimenti».
In questa esortazione all'unità, Paolo fa appello ai valori fondamentali che egli condivide con i suoi carissimi Filippési: la «consolazione», cioè la confortante certezza della presenza di Cristo nella Chiesa; il «conforto» che deriva dalla Carità, cioè il sentirsi amati da Dio Padre, che è Carità-Amore; la «comunanza», cioè il sapere che l'anima della nostra anima a fonderci insieme nell'amore è lo Spirito Santo; infine la tenerezza di «amore fraterno» e il vicendevole «compatimento».

Canto al Vangelo
Alleluia, alleluia, alleluia.
Le mie pecore ascoltano la mia voce,
dice il Signore,
io le conosco ed esse mi seguono.
Alleluia.

Vangelo
† Dal vangelo secondo Matteo (21,28-32)
In quel tempo, disse Gesù ai prìncipi dei sacerdoti e agli anziani del popolo: «Che ve ne pare? Un uomo aveva due figli; rivoltosi al primo disse: Figlio, va' oggi a lavorare nella vigna. Ed egli rispose: Sì, signore; ma non andò. Rivoltosi al secondo, gli disse lo stesso. Ed egli rispose: Non ne ho voglia; ma poi, pentitosi, ci andò. Chi dei due ha compiuto la volontà del padre?». Dicono: «L'ultimo».
E Gesù disse loro: «In verità vi dico: i pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio.
È venuto a voi Giovanni nella via della giustizia e non gli avete creduto; i pubblicani e le prostitute invece gli hanno creduto. Voi, al contrario, pur avendo visto queste cose, non vi siete nemmeno pentiti per credergli».

* La parabola è costruita sul confronto tra due fratelli. Il confronto diventa paradossale, addirittura scandaloso, nell conclusione, dove si afferma che le persone palesemente ingiuste sono da preferire a quelle ritenute giuste. Queste infatti non sentono alcun bisogno di conversione.

SPUNTI DI RIFLESSIONE
La vera obbedienza
La figura del primo figlio è delineata chiaramente in poche parole: «Vado, signore. Ma non ci andò». Non è il sì ipocrita ed egoistico, pronunciato meccanicamente e senza riflettere, che è decisivo, ma l'azione susseguente.
Il secondo figlio, che è caratterizzato da poche parole, ma di grande efficacia («non ne ho voglia»), si comporta con durezza e indifferenza nei confronti del padre.
Merita tuttavia una certa considerazione per la sua schiettezza e sincerità. Malgrado il suo no, dimostra una profondità umana superiore a quella del fratello.
Lo sguardo del padre lo induce a riflettere. È scontento del suo rifiuto: «Poi, pentitosi, ci andò». Possiede il coraggio e l'umiltà necessari per la conversione e si sottomette alla volontà del Padre. La parabola dei due figli contrappone due risposte e due comportamenti.
La vigna è Israele. La vantata obbedienza dei capi di Israele alla volontà di Dio non è obbedienza autentica, come quella del primo figlio che dice sì e fa no. La prova, eccola: dopo aver detto tanti sì a Dio, si ostinano a dire no all'inviato di Dio che è Gesù e al suo Vangelo. Hanno trasformato la Toràh in Talmud, cioè l'adesione vera a Dio in un rotolo di pergamena coperto di prescrizioni e di interdetti. La vera obbedienza è vita, non un papiro o una pergamena. I capi del popolo hanno chiuso le porte alle novità del Battista e di Gesù. Chi invece ha varcato le soglie del Regno di Dio? Gesù risponde: «I pubblicani e le prostitute arrivano prima di voi». Cioè, persone che sono allergiche alle beatitudini della povertà (i pubblicani) e della purezza (le prostitute), hanno incontrato l'Amore che è Gesù, si sono sentite amate.
I capi del popolo invece sono dei cattivi ricchi: tesorizzano e vantano i loro meriti, invece che confessare la propria povertà davanti a Dio, invece che «pentirsi e credere».

LA PAROLA PER ME OGGI
Il buon Dio mi parla attraverso la Parola e gli avvenimenti: sono disposto ad accogliere la sua volontà con disponibilità e amore? Agisco con prontezza perché la mia vita diventi un'offerta gradita a Dio Padre?

LA PAROLA SI FA PREGHIERA
Perdonaci, Signore, quando soffochiamo i nostri entusiasmi nell'inerzia spirituale e quando, pur di non scomodarci troppo, ti diciamo di non riuscire a comprendere quello che tu vuoi da noi.

+++++++++++++++++++

Ave Maria! Carissimo/a, ti invito a leggere anche, se vuoi, questi insegnamenti spirituali che fanno bene all’anima: si chiamano “Gocce di luce - Gesù parla ad un’anima”. Le troverai anche sul Sito ufficiale internet di "Gocce di luce – Gesù parla ad un'anima": http://www.goccediluce.org/ .

-GOCCE di LUCE – Gesù parla ad un’anima: Presentazione -
Ave Maria! Questi insegnamenti spirituali li ricopio, mese per mese, letteralmente, così come sono stati scritti nel quaderno di una mamma di famiglia, che è casalinga. Ella vive in povertà e nel totale nascondimento. Si tratta di locuzioni interiori, di cui ella viene privilegiata, da anni. Gesù le parla al cuore durante il ringraziamento alla Santa Comunione Eucaristica, e la chiama:”mia piccola Maria”. Le parole di Gesù le giungono come Gocce di luce, e in una grande pace, nel cuore. Poi ella scrive tutto sul suo quaderno, e in fretta, perché a casa deve preparare la cena per la sua famiglia.
Questo dono non è soltanto per suo beneficio spirituale, ma è per la Chiesa, è per tutti, e specialmente per noi sacerdoti. E’ per questo che mi sono deciso, dopo aver pregato, riflettuto e dopo essermi consigliato, a farlo conoscere.
Quest’anima la seguo spiritualmente da più di 10 anni, e posso garantire, davanti a Dio e alla mia coscienza, sulla sua sincerità, sulla sua vita cristiana. Le Gocce di luce, volta per volta, vengono sempre consegnate regolarmente alla Santa Madre Chiesa.

”Gocce di luce - Gesù parla ad un’anima” Presentazione: http://www.goccediluce.org/forum/viewto ... 99d4c661ad
-Sito ufficiale internet di "Gocce di luce – Gesù parla ad un'anima": http://www.goccediluce.org/

-Gocce di luce su Facebook: http://www.facebook.com/don.maria.5

-GOCCE di LUCE e il CUORE IMMACOLATO di MARIA http://www.goccediluce.org/gocce_cuoreimmacolato.php

Carissimo/a, sappiamo che la Santa Chiesa, dopo le grandi prove, è destinata a trionfare e ciò avverrà tramite il Cuore Immacolato di Maria. Lo ha detto la Madonna a Fatima: “Finalmente il mio Cuore Immacolato trionferà e ci sarà la pace!”. E le Gocce di luce che dicono al riguardo?... Ecco qui una bella raccolta di Gocce di luce mariane che ci illuminano sul mistero di Maria e del suo Cuore di Mamma al quale vi affido e vi consacro per sempre:
http://www.goccediluce.org/gocce2013_maggio.php
31 maggio 2009 http://www.goccediluce.org/gocce_cuoreimmacolato.php
"Cosa è il trionfo del Cuore Immacolato di Maria
se non la vita nuova che si vivrà sulla terra nello Spirito Santo?”…


FATIMA: i canti bellissimi del Santuario http://www.servizioapostolatofatimasabina.it/


Ave Maria! GOCCE di LUCE e il Rosario
http://innamoratidellamadonna.it/forum/ ... hp?t=11940



• Gocce di luce nel Forum Innamorati della Madonna e del Cuore di Gesù: http://www.goccediluce.org/forum/viewforum.php?f=144


• Gocce di luce su Gloria tv: gloria.tv
http://gloria.tv/?media=293044
http://gloria.tv/?media=320090
http://it.gloria.tv/?media=164312
http://gloria.tv/?media=301833

GOCCE DI LUCE – Gesù parla ad un’anima - giugno 2013 http://www.goccediluce.org/gocce2013_giugno.php
“Venite al tabernacolo! Sono l'Innamorato che arde di nostalgia ed attende con trepidazione l'arrivo dell'amato!”
GOCCE DI LUCE – Gesù parla ad un’anima - luglio 2013 – “San Benedetto ha dato dei fondamenti semplici, basilari, acquisibili da tutti nel vivere questa chiamata che non appartiene solo ai monaci” - http://www.goccediluce.org/gocce2013_luglio.php

Agosto 2013 – “Preparatevi al combattimento, preparatevi alla persecuzione poiché, per la mia Parola di salvezza, vi faranno guerra!” - http://www.goccediluce.org/gocce2013_agosto.php

-GOCCE di LUCE – Oggi Gesù parla ad un'anima: INDICE GENERALE http://www.goccediluce.org/indice.php
http://innamoratidellamadonna.it/forum/ ... hp?t=11450


Ave Maria! Gocce di luce – Gesù parla ad un'anima - E' uscito anche il VI° volume ed è in preparazione il VII°. Ecco come fare per acquistarlo, anche assieme agli altri: http://innamoratidellamadonna.it/forum/ ... hp?t=11197

-Gocce di luce – Gesù parla ad un’anima:
7 dicembre 2011
"Tuffatevi nelle acque di Maria!"

8 dicembre 2011
"Maria è: "la Tutta Incarnata in Dio ed è l'Incarnante dei suoi figli"
http://www.goccediluce.org/gocce2011_dicembre.php


GOCCE di LUCE - Gesù parla ad un'anima - settembre 2013 http://www.goccediluce.org/gocce2013_settembre.php "I venti impetuosi della guerra, per la preghiera, si placheranno, ma poi torneranno di nuovo ad innalzarsi a causa dell'uomo"


GOCCE DI LUCE - ottobre 2013 “Mai come in questo periodo il messaggio di Fatima è attuale, non superato, e ancora non compiuto, come invece molti affermano” http://www.goccediluce.org/gocce2013_ottobre.php


-Gesù parla ad un’anima - Gocce di luce http://legoccediluce.blogspot.it/


Ave Maria! Messaggio della Regina della pace a Marja e a Jakov il giorno di Natale 2013 http://innamoratidellamadonna.it/forum/ ... hp?t=12035

GOCCE di LUCE – Gesù parla ad un’anima - Novembre 2013 http://www.goccediluce.org/gocce2013_novembre.php "La Madonna è fondamentale nel cammino dell'esistenza del cristiano; non potete da soli. Io stesso, nella mia umanità, ne ho fatto ricorso e ne ho avuto bisogno"


Ave Maria! GOCCE di LUCE – AUDIO… http://www.youtube.com/watch?v=-0ed-WJl ... e=youtu.be


Gocce di luce – Gesù parla ad un’anima - La fine di questo tempo malvagio e la rinascita dell’umanità:
27 giugno 1996
"Io ritorno nel mio Amore e nella mia Giustizia… In quelli che vi sembreranno giorni terribili non uscite di casa" http://www.goccediluce.org/gocce1996_giugno.php
7 dicembre 2008
"Lei raduna il 'piccolo resto', rimasto fedele e vi aiuta" http://www.goccediluce.org/gocce2008_dicembre.php
24 gennaio 2009
"Io sono la Misericordia, ma anche la Giustizia" http://www.goccediluce.org/gocce2009_gennaio.php
30 settembre 2009
"La terra verrà attaccata dal diavolo fortemente"
http://www.goccediluce.org/gocce2009_settembre.php

9 novembre 2009
"La Croce apparirà, in alto nei Cieli, radiosa e splendente"
http://www.goccediluce.org/gocce2009_novembre.php

13 novembre 2009
"Ci sarà una spaccatura nell'umanità: che segue il bene e chi il male"
http://www.goccediluce.org/gocce2009_novembre.php

15 novembre 2009
"Ora viene la fine di questo tempo malvagio"
http://www.goccediluce.org/gocce2009_novembre.php

16 novembre 2009
"Gli uomini non comprendono più il senso del bene e del male" http://www.goccediluce.org/gocce2009_novembre.php

25 novembre 2009
"Essere cristiani, figlia mia, comporta la persecuzione" http://www.goccediluce.org/gocce2009_novembre.php

13 maggio 2010
"Egli sa che il messaggio di Fatima non è stato compiuto"
http://www.goccediluce.org/gocce2010_maggio.php

16 maggio 2010
"Verrò con una nuova discesa dello Spirito Santo,
che avvolgerà il mondo”
http://www.goccediluce.org/gocce2010_maggio.php
17 giugno 2010
"Tornerà, tornerà Elia con il suo fuoco…" http://www.goccediluce.org/gocce2010_giugno.php
29 giugno 2010
"Gli inferi non prevarranno!" http://www.goccediluce.org/gocce2010_giugno.php
3 luglio 2010
"Tornerò, figlia mia! Mi sono posto in cammino per raggiungervi" http://www.goccediluce.org/gocce2010_luglio.php
13 luglio 2010
"Guai a te, oggi, Roma, guai a te, Gerusalemme!" http://www.goccediluce.org/gocce2010_luglio.php
29 luglio 2010
"Questo libro è mia opera e sarà segno di divisione" http://www.goccediluce.org/gocce2010_luglio.php
30 luglio 2010
"Questo libro farà un gran bene" http://www.goccediluce.org/gocce2010_luglio.php
31 luglio 2010
"E Io sarei un 'guaio? La mia Parola può essere e portare guai?!" http://www.goccediluce.org/gocce2010_luglio.php
25 novembre 2010
"La vostra liberazione è vicina! La Babilonia, la grande, sta per cadere" http://www.goccediluce.org/gocce2010_novembre.php
10 dicembre 2010
Voi dite: "Signore, ci vogliono segni grandiosi, portentosi…!".
Io vi dico: "Verranno anch'essi!" http://www.goccediluce.org/gocce2010_dicembre.php
15 dicembre 2010
"Ancora tornerò sulla terra per proclamare che il Signore è presente" http://www.goccediluce.org/gocce2010_dicembre.php
26 dicembre 2010
"Verranno i nuovi tempi in cui ci sarà la rinascita dell'umanità" http://www.goccediluce.org/gocce2010_dicembre.php

Carissimo/a, Papa Francesco è un vero dono della Madonna. Egli è molto amato ma anche assai contrastato… sosteniamolo con la nostra preghiera!

-14 marzo 2013 "La Madonna…, con il Cuore in mano e, con lacrime, ha implorato l'Altissimo che desse deroga alla Chiesa" http://www.goccediluce.org/gocce2013_marzo.php
-17 marzo 2013
"Accogliete la parola di questo Papa che ha il compito di traghettare questa umanità
dal peccato alla Misericordia di Dio" http://www.goccediluce.org/gocce2013_marzo.php
-19 marzo 2013
"Questo Papa è anche frutto di San Giuseppe di cui egli ha una devozione tenerissima...
San Giuseppe infonde a lui doti della sua amabile paternità” http://www.goccediluce.org/gocce2013_marzo.php

Gocce di luce di gennaio e febbraio 2014 http://innamoratidellamadonna.it/forum/ ... hp?t=12176

-Gocce di luce - Gesù parla ad un'anima: Marzo 2014 "Abbeveratevi di queste Gocce che si fanno, una unita all'altra, non solo sorgente, ma fiumi di Grazia"
http://www.goccediluce.org/gocce2014_marzo.php

- Aprile 2014 "In questo mondo di oggi l'umanità si è pervertita,
si è prostrata in adorazione della bestia rivestita d'oro.
Cos'è quest'oro se non l'idolo del denaro?" http://www.goccediluce.org/gocce2014_aprile.php

GOCCE DI LUCE - AUDIO https://www.youtube.com/channel/UClsjWt ... kb_yv2F2Yg

Carissimo/a, da alcuni anni sto pubblicando queste bellissime “Gocce di luce” e devo affermare con tutta coscienza davanti a Dio e davanti agli uomini che esse sono davvero autentiche e che è proprio Gesù che parla al cuore della piccola Maria durante il ringraziamento alla Santa Comunione. Ora le “Gocce di luce” sono di meno dato che ella, per motivi di salute, non può più andare, come prima, tutti i giorni a Messa, e questo per lei è un grande dolore. Teniamola presente questa povera serva del Signore nelle nostre preghiere… e prega anche per me. Grazie! La piccola Maria ed io preghiamo sempre per te e per i tuoi cari, e che Gesù ti benedica sempre!


GOCCE DI LUCE - Maggio e giugno 2014 http://innamoratidellamadonna.it/forum/ ... hp?t=12337


GOCCE DI LUCE di settembre 2008 http://innamoratidellamadonna.it/forum/ ... hp?t=12364


https://www.facebook.com/don.maria.5

(*) Ave Maria! Questa mia povera omelia l’ho scritta anche per ogni mio figlio/a spirituale che seguo, per volontà di Dio, e per quelli che Gesù mi ha fatto incontrare in questi miei 47 anni di vita sacerdotale in qualità di parroco, vicario parrocchiale, o di assistente dei ragazzi. E non li considero come degli ex parrocchiani o ex alunni, ma come veri figli spirituali di adesso perché l’anima non invecchia mai. E poi, dato che, nell’arco dei miei anni di sacerdozio, sono stato parroco, o vicario parrocchiale, in diverse parrocchie, mi rivolgo a tutti voi, miei parrocchiani e parrocchiane di…: - Casal Palocco, e Infernetto, - Bassano Romano, - Saluggia (Vc), - Giulinova, - Chia –Santarello presso Soriano nel Cimino, - Nazzano Romano, - Locri e ad Africo Nuovo, - Alta Valle Maggia (Svizzera Ti): Cavergno, Bignasco… Fusio, - Mugnano di Lucca . Corfino e Canigiano in Alta Garfagnana (Lucca), - Roma nella parrocchia di N: S. di Czestochowa, - Matelica e Braccano…
Carissimo/a, ti voglio dire che ti porto sempre nel cuore come mio vero figlio spirituale e prego per te ogni giorno. Infatti il sacerdote, il parroco, resta sempre Padre, e i figli sono sempre figli… Perciò io ti considero vero figlio mio e figlia nello Spirito, anche se siamo stati assieme solo per qualche tempo o per pochi anni. Sinceramente ti devo dire che sarei voluto rimanere sempre con te e con tutti voi, e per tutta la vita, perché mi son trovato assai bene con voi… ma il Signore ha disposto altrimenti, e che Lui sia sempre lodato! Ti voglio assicurare però che ti porto nel cuore e nella mia povera preghiera, ogni giorno, con la speranza certa di rincontrarci poi tutti, un giorno, in Paradiso. Ti affido, assieme a tutti gli altri, e ti consacro ancora, ogni giorno, al Cuore Eucaristico di Gesù e al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria affinché tu possa vivere bene la tua vita di fede cristiana per salvarti l’anima. Io prego per te, e ti chiedo un preghiera anche per la mia salute, che è un po’ cagionevole. Ti voglio bene, ti abbraccio e ti benedico in Gesù e Maria. Pace e gioia sempre!
Don Armando (don Raffaele) Maria Loffredi o.s.b. silv.
donarmando@silvestrini.org
Gesù e la Mamma Celeste vi amano assai e vi benedicono; e anche io, nel loro Santissimo Amore vi voglio bene e vi benedico per intercessione del Cuore Immacolato di Maria: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Don Armando Maria

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

replay

Messaggio da miriam bolfissimo » lun set 29, 2014 8:09 am

Mio carissimo don armando, pace e bene! leggo, e medito nel mio piccolo cuore...
  • Infatti è il Cuore della Madre lo Stampo di Gesù Cristo, come ci spiegano i Santi.
    E chiunque si getta in questo Stampo Immacolato prenderà infallibilmente
    la fisionomia e i lineamenti di Gesù, suo Figlio e nostro Signore...
...e così prego...
  • Ave, o Maria,
    piena di grazia:
    il Signore è con Te!

    Tu sei benedetta fra le donne
    e benedetto è il frutto del Tuo seno, Gesù.

    Santa Maria, Madre di Dio,
    prega per noi peccatori:
    adesso e nell’ora della nostra morte. Amen
Un abbraccissimo, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Rispondi

Torna a “LA COMUNITA' DEGLI INNAMORATI DELLA MADONNA E DEL CUORE DI GESU'”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti