E' festa della Pentecoste Santa! -anno B

Bacheca, condivisione, solidarietà...

Moderatori: Giammarco De Vincentis, Don Armando Maria, Staff

Rispondi
Avatar utente
Don Armando Maria
Sacerdote
Sacerdote
Messaggi: 1795
Iscritto il: gio ott 13, 2005 7:15 pm
Contatta:

E' festa della Pentecoste Santa! -anno B

Messaggio da Don Armando Maria » mer mag 16, 2018 5:51 pm

“Anche voi mi renderete testimonianza”
Ave Maria! Vieni, Spirito Santo, vieni per mezzo del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, tua Sposa amatissima!

Carissimi/e, la Pentecoste capita proprio 50 giorni dopo la Pasqua, e il popolo d’Israele la festeggiava da sempre con grande solennità; era la festa dei covoni di grano (segno profetico dell’Eucaristia) e la Memoria della consegna della Legge di Mosè sul monte Sinai quando Dio stipulò l’Alleanza con il suo popolo: era la festa dell’Alleanza tra Dio e il suo popolo. E proprio nel cuore di questa grande festa ebraica lo Spirito Santo volle fare irruzione nel Cenacolo, a Gerusalemme, nella Chiesa e nel mondo intero: ”Venne all'improvviso dal cielo un rombo, come di vento che si abbatte gagliardo, e riempì tutta la casa dove si trovavano. Apparvero loro lingue come di fuoco che si dividevano e si posarono sopra Maria, Madre della Chiesa, e su ciascuno di loro; ed essi furono tutti pieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue come lo Spirito dava loro il potere di esprimersi”.
Dentro al Cenacolo, e proprio al centro, c’era Maria, la Madre di Gesù, che è Madre della Chiesa, assieme agli Apostoli Santi: la Chiesa era al completo! Lo Spirito Santo è disceso assai volentieri dove stava la sua diletta Sposa: è per il suo Sì d’amore infatti che lo Spirito Santo ha potuto incarnare la Santa Parola, il Verbo di Dio fatto Carne, che è Gesù. Ed è sempre Lei che, come calamita potente, attira lo Spirito Santo nella Chiesa, in noi. Per questo San Luigi Maria da Monfort scrisse, nel suo libro della vera devozione a Maria: “Tu ami la Madonna? Hai lo Spirito Santo. Ami molto la Madonna? Allora hai molto Spirito Santo!“. Ed egli così spiega: “Perché lo Spirito Santo va sempre in cerca della sua diletta Sposa, e dove Egli la sente presente, là vola, si posa, ed opera”. E beato quel cuore che è tutto di Maria, tutto consacrato al suo Cuore Immacolato! Beata quella Comunità che è tutta mariana! Là nasce e cresce Gesù con naturalezza. Maria infatti è l’Incarnante di Cristo in noi, e per opera dello Spirito Santo. Ella è davvero l’Arca della Nuova ed eterna Alleanza d’ amore sponsale tra Dio e l’uomo per Cristo, con Cristo e in Cristo. Egli è il Nuovo Adamo e Maria è la Nuova Eva. E ci siamo tutti noi dentro l’Arca Santa che è il suo Cuore di Madre Santa, infatti noi siamo il Corpo mistico di Gesù che è il nostro Capo, il suo Prolungamento nei secoli.
Carissimi/e, tutti sappiamo che la Parola è Luce sul nostro cammino di vita cristiana, e senza di essa si rimane all’oscuro, nelle tenebre di questo mondo, si rimane soli. E com’ è possibile incarnare la Parola del Signore? Ci vuole una Mamma che La incarni, ci vuole Maria. Ella è Mamma di Gesù, ed è anche Mamma nostra. Senza la Mamma non si incarna niente, e a poco giovano alle anime tante conferenze, aggiornamenti, e la stessa scuola teologica, se tutto ciò si fa senza Maria. Senza di Lei non ci saranno mai cristiani veri, ma solo dei bravi intellettuali. Ma là dove c’è un vero amore filiale alla Madonna, che è lo Stampo di Cristo e Madre della Chiesa, là certamente fiorisce subito e cresce la vera vita di Cristo perché Ella è sua Madre, ed è Madre assai feconda. Nel suo Grembo Immacolato c’è lo stampo perfetto di Cristo, e ogni giorno in Lei lo Spirito Santo, che è suo divino Sposo d’ amore, opera la vita divina per noi; è la vita di Cristo in noi che, nutriti con il latte immacolato della Grazia da Maria, nella Chiesa, cresciamo sempre più nella vita santa di Gesù Cristo, il Signore.
Ah, se tutti i cristiani capissero questo, e se tutta la Chiesa spalancasse davvero le sue porte a Maria! Essa sarebbe, e da subito, tutta bella, senza macchia, e diverrebbe subito tutta santa e immacolata nell’amore: diverrebbe come Maria, a sua immagine a somiglianza, e a vera immagine e somiglianza di Dio. Ed è proprio questa la nuova Pentecoste che stiamo aspettando tutti nella Chiesa Santa di Dio.
Con la Pentecoste la gioia e la grazia della Risurrezione non rimane più riservata solo al piccolo gruppo di credenti in Cristo in terra d’Israele, ma si apre a tutti i popoli della terra, al mondo intero. E il Fuoco del divino Amore arderà in ogni cuore di buona volontà e brucerà ogni scoria di male; ed anche la mondanità e la carnalità verrà bruciata dal Fuoco santo del Signore, e il nostro corpo sarà tutto purificato, rinnovato, e spiritualizzato. Sarà un corpo tutto risorto in Cristo, e reso immortale per la potenza d’Amore del divino Paraclito, che opera sempre per mezzo del Cuore della Madre Santa, e nella Chiesa. Finalmente allora si parlerà tutti una sola lingua: il linguaggio santo dell’Amore di Dio e dei fratelli, a qualunque razza, lingua, popolo o nazione essi appartengano. E la torre di Babele (Gènesi 11,1-9) cadrà, crollerà tutta a pezzi perché, nella potenza dello Spirito Santo e nella divina Maternità di Maria, si ergerà vittorioso il Regno di Dio sulla terra. E sarà già la civiltà dell’Amore, la primavera della Chiesa e il trionfo del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria.
Carissimi/e, con il Santo Battesimo noi tutti abbiamo rinunciato a satana e alle sue opere malefiche, che sono quelle della carne e del mondo. Proprio quel giorno la nostra carne è stata affissa sulla Croce e tutti siamo morti con Cristo per risorgere con lui a vita nuova. E da allora tutti gli apparteniamo. Là ogni cristiano è morto per la carne e per i suoi desideri (2, 19) e siamo diventati tutti una «nuova creatura» in Cristo (2 Cor 5, 17), e ciò è avvenuto per i meriti di Gesù e per l’azione santificante dello Spirito Santo.
Oggi, festa della Pentecoste, tutti partecipiamo ancora al grande miracolo dell’Effusione e del dono dello Spirito Santo, ed è già una novella Pentecoste. Lo Spirito Santo viene anche oggi e, con veemenza scuote tutta la Casa di Dio, ed anche la nostra casa e i nostri cuori che sono appesantiti dal male e dalla carnalità, che è ancora in noi. Egli brucia tutta la spazzatura che abbiamo accumulato dentro e ci infiamma sempre più con il Fuoco del suo divino Amore. Egli ci rende anche capaci di parlare e di lodare il Signore con il cuore, con amore tenero di affetti santi, e di dialogare bene con quelli che ci circondano, con uno sguardo pieno d’amore, con il sorriso mite e umile sulle labbra, con una parola di sapienza e di consolazione, e con il silenzio e l’ascolto di pace. In questo modo lo Spirito Santo si comunica, e sempre più a largo raggio, come a macchia d’olio, con l’olio dell’esultanza, con il suo Sacro Crisma, che ci profuma l’anima del suo divino Amore, della sua Santità, della Santità di Gesù Cristo e di quella della divina Madre, a gloria del Padre. Amen.
E Gesù, Maestro buono, non si stanca mai di insegnarci, nella sua Chiesa, la Verità e la divina Sapienza del Padre; ma solo i piccoli del Regno, quelli che vivono secondo lo Spirito, e non più secondo la carne, i puri di cuore, lo sanno ascoltare, e riescono a vivere, ad incarnare la sua Parola di vita. Infatti solo chi vive la piccolezza e l’umiltà di Maria diviene docile all’azione dello Spirito d’Amore che è Spirito di Verità e di vera Pace. Egli illumina i cuori che a Lui si abbandonano come “bambini svezzati tra le braccia della Madre”: li illumina con la vera Luce di Cristo e li conduce, uno ad uno, nel suo Nido Sacro della Vita in Cristo, nel suo Talamo d’Amore sponsale: nella Madre Santa che è la Chiesa, e nel Cuore di Maria.
Maria e Chiesa sono un tutt’Uno, e restano inscindibili in eterno. E solo là, in Maria e nella Chiesa, noi possiamo vivere sereni, nella pace e nella pienezza di Vita. Là possiamo gustare, già adesso, la dolcezza dell’amore vero, crescendo sempre più nella vita in Cristo, ed anche nella Sapienza della Verità tutta intera. Là assaporiamo già l’amore del Cielo! Amore, pace e gioia, sempre! (*)

“Vieni, Santo Spirito,
riempi i cuori dei tuoi fedeli
e accendi in essi il fuoco del tuo amore!”
Vieni, Spirito Santo, vieni per mezzo del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, tua Sposa amatissima!
Gocce di luce – Gesù parla ad un’anima - 16 maggio 2010 http://www.goccediluce.org/gocce2010_maggio.php
"Verrò con una nuova discesa dello Spirito Santo,
che avvolgerà il mondo"
"Voi siete nell'attesa del mio Ritorno, dato che Io dico agli Apostoli: "Torno presto!", e non vi allontanate da Gerusalemme, attendete lo Spirito santo, che vi darà potenza per annunciare il Regno di Dio. Così dico a voi: "Torno presto!", e il mio ritorno non è solo alla fine del ciclo umano, quando tornerò a prendere tutti e condurli alla vita eterna. C'è una mia seconda venuta, che si annuncerà nei segni del Cielo, che mi annunceranno. Verrò con una nuova discesa dello Spirito Santo, che avvolgerà il mondo per liberarlo dalla totalità delle scorie del male. E dico a voi, come agli Apostoli: "Non vi allontanate dalla Chiesa, dai santi sacramenti. Rifugiatevi nel mio Cuore e nel Cuore della Madre mia, ricolmatevi del Cielo, contemplate e riempitevi delle cose dell'Onnipotente, per far sì che lo Spirito, quando verrà, vi trovi pronti. L'anima che sarà sua non tema: lo Spirito nello spirito suo s'incontra e si bacia, s'infonde. Molti ne porterà, così santificati dal suo abbraccio d'amore, in Paradiso, altri ne formerà ulteriormente l'anima, trasformandola nella sua Potenza perché possa essere annunciatrice e costruttrice del Regno di Dio. Altri periranno nel suo Fuoco poiché non sono del suo Spirito: hanno persistito nel male, non hanno accolto i segni; il fuoco brucerà il loro male e nel fuoco periranno per andare a bruciare ad altro fuoco che non avrà tempo.

Rimanete in preghiera! Colmatevi dei tesori celesti! Il vostro sguardo s'innalzi nelle sue bellezze, contempli il Cielo, e lo desideri, perché chi avrà il Cielo in sé non temerà: si fa casa che accoglie, che ama, che sa ricevere lo Spirito Santo. Ti benedico".
- Lo Spirito è Amore che crea: http://www.goccediluce.org/gocce2010_maggio.php
- Gocce di luce di aprile 2012: "Gocce di luce sono parole mie!", dice Gesù alla sua piccola Maria, e anche a noi tutti. http://www.goccediluce.org/gocce2012_aprile.php

Ave Maria!
Carissimo/a, la Mamma Celeste vuol salvare tutti i suoi figli e figlie, e anche te e me. E allora abbandoniamoci con fiducia di figlio/a al suo amore di Mamma Misericordiosa e rinnoviamo, anche ogni giorno, la consacrazione personale al suo Cuore Immacolato e Addolorato, ed Ella ci consacra tutti al Cuore di Gesù e ci fa innamorare sempre più di Lui e del Padre. E diciamo insieme con il cuore:
- “O Maria, io mi consacro per sempre al tuo Cuore Immacolato e Addolorato. Coprimi con il tuo santo Manto. Sii la Regina della mia casa e della mia vita. Stammi sempre vicino! Prega Gesù per me e per tutti i miei cari, sia vivi che defunti. Amen”.
E ti devo dire anche una cosa importante: tra i messaggi meravigliosi della Regina della pace ce n’è uno che prediligo, ed è quello del giorno di Natale del 1997, eccolo:
- “Cari figli, anche oggi gioisco con voi e vi invito al bene. Desidero che ognuno di voi mediti e porti la pace nel cuore e dica: “Io desidero mettere Dio al primo posto nella mia vita”. Cari figlioli, ognuno di voi diventerà Santo.
Dite, figlioli, ad ognuno: “Ti voglio bene!”. E questi vi ricambierà con il bene. Ed il bene, figlioli, dimorerà nel cuore di ogni uomo.
Stasera, figlioli, vi porto il bene di mio Figlio, che ha dato la sua vita per salvarvi. Perciò, figlioli, gioite e tendete le mani a Gesù , che è solo Bene.
Grazie per aver risposto alla mia chiamata!”.

Ti voglio bene, fratello mio, sorella mia! Prego per te e ti benedico in nome di Gesù e di Maria, e invoco sopra di te, ogni giorno, lo Spirito Santo: “Vieni, Spirito Santo, vieni per intercessione del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, tua Sposa amatissima!”.
- (*) Carissimo/a, questa mia povera omelia l’ho scritta anche per ogni mio ex parrocchiano/a, e per quei fratelli e sorelle che Gesù mi ha fatto incontrare in questi miei 50 anni di vita sacerdotale in qualità di parroco, di vicario parrocchiale, o di educatore dei ragazzi. E non vi considero come degli ex parrocchiani o ex alunni, ma come veri figli spirituali di adesso perché l’anima non invecchia mai.
- E poi, dato che, nell’arco dei miei anni di sacerdozio, sono stato parroco, o vicario parrocchiale, in diverse parrocchie, mi rivolgo a tutti voi, miei parrocchiani/e di…: - Casal Palocco e InfernettoRM sulla Cristoforo Colombo, -Fabriano - San Vincenzo in Bassano Romano, - Saluggia (Vc), - Giulinova, - Chia –Santarello presso Soriano nel Cimino sulla Via Ortana, - Nazzano Romano, - Locri e ad Africo Nuovo, - Alta Valle Maggia (Svizzera Ti): Cavergno, Bignasco, Brontallo, Fusio…, - Mugnano di Lucca - Corfino e Canigiano in Alta Garfagnana (Lucca), - Roma nella parrocchia di N. S. di Czestochowa, - Matelica, e nella parrocchia della Madonna delle Grazie a Braccano (Mc) – Porto Sant’Epidio – Montegranaro.
E voglio dire ad ogni mio ex alunno, e ad ogni ex parrocchiano/a: “Carissimo/a, ti porto sempre nel cuore come mio vero/a figlio/a spirituale, e prego per te, e per i tuoi cari, ogni giorno. Infatti il sacerdote, il parroco, resta sempre Padre, e i figli sono sempre figli. Perciò io ti considero vero/a figlio/a nello Spirito, anche se siamo stati assieme solo per qualche tempo o per pochi anni. Sinceramente ti devo dire che sarei voluto rimanere sempre con te e con tutti voi, e per tutta la vita, perché mi son trovato assai bene con te e con tutti gli altri; ma il Signore ha disposto altrimenti, e che Lui sia sempre lodato! Ti voglio assicurare però che ti porto nel cuore, nel Rosario, nella Mia Messa e nella mia povera preghiera, ogni giorno, con la speranza certa di rincontrarci poi tutti, un giorno, in Paradiso.
Ora ti auguro una bella festa della Pentecoste Santa, e che tutta la tua esistenza sia piena di Spirito Santo, come Gesù, come Maria! E, per questo ti affido, assieme ai tuoi cari, e ti consacro, ancora e per sempre, al Cuore Eucaristico di Gesù e al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, affinché tutti assieme possiamo vivere bene una vera vita di fede cristiana, e salvarci l’anima. Prego per te e per i tuoi cari. Ti voglio bene, ti abbraccio e ti benedico in Gesù e Maria. Prega anche tu per me!
don Armando (don Raffaele) Maria Loffredi o.s.b. silv.

donarmando@silvestrini.org
Monastero di San Silvestro Abate – Fabriano AN
Gesù e la Mamma Celeste vi amano assai e vi benedicono; e anche io, nel loro Santissimo Amore vi voglio bene e vi benedico per intercessione del Cuore Immacolato di Maria: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Don Armando Maria

Rispondi

Torna a “LA COMUNITA' DEGLI INNAMORATI DELLA MADONNA E DEL CUORE DI GESU'”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti