LODE E GLORIA A GESU' E MARIA... e Testimonianze di Vita

Ringraziamo insieme Gesù e Maria e le nostre Testimonianze di Vita

Moderatore: Staff

Rispondi
Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3660
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

LODE E GLORIA A GESU' E MARIA... e Testimonianze di Vita

Messaggio da Giammarco De Vincentis » gio ott 22, 2009 10:24 am

Cari amici spesso ci rivolgiamo al Signore in preghiera per avere grazia e quasi mai lo ringraziamo insieme per le meraviglie che LUI compie sulla terra.
Apriamo questo spazio per condividere le nostre testimonianze di vita o di persone a noi care e ringraziamo Gesu' e Maria percè ci danno con la divina provvidenza ogni giorno il necessario per vivere e la pace e serenità nel cuore .
Grazie Signore gesu', Lode e Glotia a Te.


La lode rassomiglia all'adorazione, ma è più attiva, più estroversa; parla interiormente o ad alta voce, grida, canta, balla. La lode celebra Dio. L'adorazione connota la prostrazione silenziosa davanti a Dio; la lode ha voce. "Dal trono uscì una voce che disse: 'Date lode al nostro Dio, voi tutti suoi servi, voi che lo temete, piccoli e grandi" Poi sentii come una voce d'una gran folla, simile a quella delle grandi acque, e come una voce di tuoni potenti che diceva: Alleluja! Il Signore Dio nostro, l'Onnipotente, regna. Rallegriamoci! Esultiamo! Diamogli gloria!"(cfr. Ap 19,5-7). La lode non dà niente a Dio. Semplicemente lo acclama, lo applaude. Non si riferisce al passato o al presente come il ringraziamento né al futuro come la preghiera di petizione; guarda direttamente il Signore e batte le mani. Lodare significa dare gloria a Dio, glorificarlo per la sua gloria rivelata. Il Primo Concilio Vaticano dichiarò che "il mondo è fatto per la gloria di Dio" (Dei filus, 1, can 5). Questa gloria di Dio include quella che egli dà alle sue creature e tramite la quale esse manifestano la grandezza di Dio.



INIZIAMO CON QUESTO SALMO CHE SARA' IL SIMBOLO DI QUESTO SPAZIO.

Date lode al Signore (Salmo 107)
Date lode al Signore, Egli è buono
eterna è la Sua misericordia!

1. I redenti di Dio lo dicano,
i salvati da mano nemica:
li raccolse da tutti i paesi,
da oriente li unì e da occidente
e ancora dal nord e dal mare.

2. Per deserti e steppe vagavano,
non trovando al lungo errare
una strada per qualche città,
una sosta almeno, una casa:
già sfiniti per fame e per sete!

3. Nelle angosce gridarono a Dio
e fu Dio la loro salvezza:
li condusse per vie diritte
e mostrò ad essi dove abitare,
la città per la loro dimora.

4. Al signore innalzino il canto,
ai prodigi del Suo amore
verso tutte le stirpi dell'uomo:
ha placato la sete dell'esausto,
l'affamato ha saziato di beni.

5. Abitavano in ombra di morte,
dentro tenebre in ceppi da schiavi,
nella grande miseria i ribelli
ai divini comandi, in rivolta
al disegno di Dio altissimo.

6. Con sventure piegò le lor vite:
abbattuti, nessuno li aiutava.
Nelle angosce gridarono a Dio
e fu Dio la loro salvezza:
e li trasse dall'ombra di morte.

7. Le catene spezzò delle tenebre:
al Signore innalzino il canto,
ai prodigi del Suo amore
verso tutte le stirpi dell'uomo:
sbarre e porte ha divelto e infranto.

8. Infiacchiti da colpe pagavano
desolati i loro misfatti:
ogni cibo era a loro di nausea:
e ancora di nuovo toccavano
tutti insieme le soglie della morte.

9. Nelle angosce gridarono a Dio
e fu Dio la loro salvezza:
il Suo verbo inviò a guarirli
e a salvarli da morte ormai certa:
tutti rendano grazie al Signore.

10. Al Signore innalzino il canto,
ai prodigi del Suo amore
verso tutte le stirpi dell'uomo:
a Lui rendano lodi in offerta
e ne narrin le gesta con gioia.

11. Quando il mare solcavan su navi
e traevan commerci dai mari
del Signore han visto le opere:
le Sue opere in mare profondo
quando al vento parlò di levarsi.

12. Come irruppero allorai Suoi flutti!
Le burrasche salivano al cielo
e scendevano giù negli abissi:
e nel rischio il lor cuore tremava,
da vertigini resi ubriachi.

13. E svanita era ogni bravura:
nelle angosce gridarono a Dio
e fu Dio la loro salvezza:
e ridusse alla calma il mare,
per la quiete gioirono tutti.

14. Li guidò Dio al porto agognato!
Al Signore innalzino il canto,
ai prodigi del Suo amore
verso tutte le stirpi dell'uomo:
gloria a Lui rendan popolo e anziani.

15. Egli i fiumi ridusse a deserto,
fonti d'acque in aride lande;
terra fertile in triste palude
per malizia dei suoi abitanti:
ma di nuovo il Signore interviene!

16. Il deserto Egli copre di laghi,
di sorgenti irriga la steppa,
e dimora la rende dei poveri
perché fondino case e città
e preparino campi fecondi.

17. E piantarono essi una vigna,
e raccolsero frutti abbondanti:
benedetti vi crebbero subito
e insieme vi crebbe il bestiame.
Poi ridotti ancora e dispersi.

18. Li oppressero prove e sventure;
e Colui che i potenti disprezza
li ha fatti ancora vagare
per deserti e steppe impervie,
solo attento a salvare il povero:

19. come gregge lo rende fecondo!
Questo vedano i giusti con gioia,
e l'iniquo si tappi la bocca!
Queste cose il saggio conservi
e comprenda come ama Iddio!
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

replay

Messaggio da miriam bolfissimo » gio ott 22, 2009 1:29 pm

Mio grande cepo, pace e bene! con te, con tutti, ad una voce...
  • Date lode al Signore, Egli è buono:
    eterna è la Sua misericordia!

    I redenti di Dio lo dicano,
    i salvati da mano nemica:
    li raccolse da tutti i paesi,
    da oriente li unì e da occidente
    e ancora dal nord e dal mare.

    Per deserti e steppe vagavano,
    non trovando al lungo errare
    una strada per qualche città,
    una sosta almeno, una casa:
    già sfiniti per fame e per sete!

    Nelle angosce gridarono a Dio
    e fu Dio la loro salvezza:
    li condusse per vie diritte
    e mostrò ad essi dove abitare,
    la città per la loro dimora.

    Al signore innalzino il canto,
    ai prodigi del Suo amore
    verso tutte le stirpi dell'uomo:
    ha placato la sete dell'esausto,
    l'affamato ha saziato di beni.

    Abitavano in ombra di morte,
    dentro tenebre in ceppi da schiavi,
    nella grande miseria i ribelli
    ai divini comandi, in rivolta
    al disegno di Dio altissimo.

    Con sventure piegò le lor vite:
    abbattuti, nessuno li aiutava.
    Nelle angosce gridarono a Dio
    e fu Dio la loro salvezza:
    e li trasse dall'ombra di morte.

    Le catene spezzò delle tenebre:
    al Signore innalzino il canto,
    ai prodigi del Suo amore
    verso tutte le stirpi dell'uomo:
    sbarre e porte ha divelto e infranto.

    Infiacchiti da colpe pagavano
    desolati i loro misfatti:
    ogni cibo era a loro di nausea:
    e ancora di nuovo toccavano
    tutti insieme le soglie della morte.

    Nelle angosce gridarono a Dio
    e fu Dio la loro salvezza:
    il Suo verbo inviò a guarirli
    e a salvarli da morte ormai certa:
    tutti rendano grazie al Signore.

    Al Signore innalzino il canto,
    ai prodigi del Suo amore
    verso tutte le stirpi dell'uomo:
    a Lui rendano lodi in offerta
    e ne narrin le gesta con gioia.

    Quando il mare solcavan su navi
    e traevan commerci dai mari
    del Signore han visto le opere:
    le Sue opere in mare profondo
    quando al vento parlò di levarsi.

    Come irruppero allorai Suoi flutti!
    Le burrasche salivano al cielo
    e scendevano giù negli abissi:
    e nel rischio il lor cuore tremava,
    da vertigini resi ubriachi.

    E svanita era ogni bravura:
    nelle angosce gridarono a Dio
    e fu Dio la loro salvezza:
    e ridusse alla calma il mare,
    per la quiete gioirono tutti.

    Li guidò Dio al porto agognato!
    Al Signore innalzino il canto,
    ai prodigi del Suo amore
    verso tutte le stirpi dell'uomo:
    gloria a Lui rendan popolo e anziani.

    Egli i fiumi ridusse a deserto,
    fonti d'acque in aride lande;
    terra fertile in triste palude
    per malizia dei suoi abitanti:
    ma di nuovo il Signore interviene!

    Il deserto Egli copre di laghi,
    di sorgenti irriga la steppa,
    e dimora la rende dei poveri
    perché fondino case e città
    e preparino campi fecondi.

    E piantarono essi una vigna,
    e raccolsero frutti abbondanti:
    benedetti vi crebbero subito
    e insieme vi crebbe il bestiame.
    Poi ridotti ancora e dispersi.

    Li oppressero prove e sventure;
    e Colui che i potenti disprezza
    li ha fatti ancora vagare
    per deserti e steppe impervie,
    solo attento a salvare il povero:

    come gregge lo rende fecondo!
    Questo vedano i giusti con gioia,
    e l'iniquo si tappi la bocca!
    Queste cose il saggio conservi
    e comprenda come ama Iddio!
Unabbraccissimodellanovitàfelicissimo, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Antonietta
Messaggi: 59
Iscritto il: mar ott 20, 2009 1:22 pm

Messaggio da Antonietta » gio ott 22, 2009 3:41 pm

Salmi119,1124
Kaf-81 Si strugge l'anima mia
verso la tua salvezza;
io spero nella tua parola.

82 Si struggono i miei occhi verso la tua promessa e dico
<<Quando mi darai conforto?>>.
Si, sono come un otre esposto al fumo,
ma non ho dimenticato i tuoi decreti.

84 Quanti saranno del tuo servo?
Quando fari giudizio
contro quelli che mi perseguitano?

85 Mi hanno scavato fosse gli insolenti,
i quali non seguono la tua legge.

86 Tutti i tuoi precetti sono veri.
A torto mi perseguitano:
accorri in mio aiuto.

87per poco non mi hanno
bandito dalla terra,
ma non ho abbandonato
i tuoi comandi.

88 Dammi vita secondo
la tua misericordia,
e custodirò i voleri della tua bocca.

Lamed-89 In eterno,
Signore,rimane la tua parola;
essa sta immobile come i cieli.

90 Per ogni generazione
dura la tua fedelta;
hai reso salda la terra
ed essa sta.

91Per i tuoi giudizi
oggi tutto sussiste,
poichè tutte le cose servono a te.

92 Se la tua legge
non fosse stata la mia gioia,
da tempo sarei perito nella mia afflizione.

93 Non dimenticherò
mai i tuoi comandi,
poichè con essi mi hai ridato la vita.

94 Io sono tuo: salvami!
Si io cerco i tuoi comandi.

95Gli empi mi insinuano
per gettarmi in rovina:
ma io cerco di comprendere
i tuoi voleri.

95 Di ogni cosa perfetta
ho visto il limite;
ma il tuo decreto è senza confine.

Mi fermo qui c'è tanto da copiare e da scrivere,ma non sono molto esperta "scusate la mia ignoranza" ma sono cosi belle queste preghiere che ho pensato che questo spazio sia il posto giusto per pubblicarle e condividerle con tutti voi!
Salve Maria mamma mia celeste, aiutami a combattere il male di tutti quelli che ti odiano e disprezzano, sono i miei fratelli, sono tuoi figli, dammi la forza affinché io possa difenderti ed essere testimone della tua immensa grazia!

maistrinimaria

Lodare Do è riempire il proprio cuore del Suo Amore

Messaggio da maistrinimaria » gio ott 22, 2009 5:06 pm

Lodare Dio è riempire il proprio cuore del Suo Amore

Riempire il proprio cuore dell'amore di Dio è lasciarsi guidare da Lui come un cieco tra le tenebre.

Salmo 27

Contemplerò la bontà del Signore
nella terra dei viventi.

Il Signore è mia luce e mia salvezza,
di chi avrò paura?
Il Signore è difesa della mia vita,
di chi avrò timore?

Una cosa ho chiesto al Signore,
questa solo io cerco:
abitare nella Casa del Signore
tutti i giorni della mia vita,
per gustare la dolcezza del Signore
ed ammirare il Suo Santuario.

Ascolta, Signore, la mia voce.
Io grido: abbi pietà di me! Rispondimi.
Il Tuo Volto, Signore, io cerco.
Non nascondermi il Tuo Volto.

Sono certo di contemplare la bontà del Signore
nella terra dei viventi
Spera nel Signore, sii forte,
si rinfranchi il tuo cuore e spera nel Signore.

Tina
Messaggi: 193
Iscritto il: lun feb 12, 2007 5:40 pm
Località: Siderno

lode al Signore

Messaggio da Tina » ven ott 23, 2009 3:56 pm

E' facile lodare Dio quando tutto va bene, noi cristiani del Rinnovamento vogliamo lodare Dio nelle tribolazioni, angosce, pene. Vogliamo offrire un sacrificio di lode.

Lode a Te Signore per ciò che sosteniamo: lo sosteniamo con Te
Lode a Te Signore per ciò che facciamo, lo facciamo con Te , in Te , per Te
ALLELUIA E GLORIA AL TUO SANTO NOME SEMPRE NEI SECOLI ETERNI


AMEN
Ed io ti dico che se tu credi vedrai la gloria di Dio................

simonasf
Messaggi: 1505
Iscritto il: mar giu 02, 2009 3:34 pm

Messaggio da simonasf » sab ott 24, 2009 5:28 pm

Grazie per tutto, e grazie per la vostra presenza così forte in questi mesi, grazie perchè siete la mia unica forza, e grazie perla vostra Misericorda, il votro amore per me che sempre sbaglio.

Rispondi

Torna a “LODE E GLORIA A GESU' E MARIA... e Testimonianze di Vita”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti