Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Riflessi di lago, specchio di un’anima…

Moderatore: miriam bolfissimo

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » lun mag 25, 2009 9:12 am

ImmagineNovena allo Spirito Santo

      • 22 maggio 2009, primo giorno
[/b][/size]
  • O Signore Gesù Cristo, prima di salire al cielo hai promesso di mandare lo Spirito Santo
    per completare il Tuo lavoro nelle anime dei Tuoi apostoli e discepoli.

    Concedimi di ricevere lo stesso Spirito Santo
    così che Egli possa perfezionare nella mia anima
    il lavoro della Tua grazia e del Tuo amore.

    Concedimi lo Spirito di Sapienza,
    perché io possa disprezzare le cose transitorie di questo mondo
    e gustare solamente le cose che sono eterne.

    Vieni Spirito Santo!
Con tutto il mio piccolo cuore, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » lun mag 25, 2009 9:23 am

ImmagineNovena allo Spirito Santo

      • 23 maggio 2009, secondo giorno
[/b][/size]
  • O Signore Gesù Cristo, prima di salire al cielo hai promesso di mandare lo Spirito Santo
    per completare il Tuo lavoro nelle anime dei Tuoi apostoli e discepoli.

    Concedimi di ricevere lo stesso Spirito Santo
    così che Egli possa perfezionare nella mia anima
    il lavoro della Tua grazia e del Tuo amore.

    Concedimi lo Spirito di Intelletto
    per illuminare la mia mente con la luce della Tua divina verità.

    Vieni Spirito Santo!
Con tutto il mio piccolo cuore, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » lun mag 25, 2009 9:24 am

ImmagineNovena allo Spirito Santo

      • 24 maggio 2009, terzo giorno
[/b][/size]
  • O Signore Gesù Cristo, prima di salire al cielo hai promesso di mandare lo Spirito Santo
    per completare il Tuo lavoro nelle anime dei Tuoi apostoli e discepoli.

    Concedimi di ricevere lo stesso Spirito Santo
    così che Egli possa perfezionare nella mia anima
    il lavoro della Tua grazia e del Tuo amore.

    Concedimi lo Spirito di Consiglio
    perché io possa sempre scegliere la via più sicura
    per piacere a Dio compiendo la sua volontà.

    Vieni Spirito Santo!
Con tutto il mio piccolo cuore, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » lun mag 25, 2009 9:24 am

      • ImmagineLa stanza occupata!


A volte mi capita di viaggiare e allora devo pernottare in qualche comunità religiosa che conosco oppure nelle case di ospitalità che molte diocesi locali gestiscono qui in Kenya. Ma qualche tempo fa mi capitò una cosa insolita. Quando arrivai in uno di questi centri di ospitalità parlai con l'incaricato - sì, avevo prenotato - il quale mi disse il numero della stanza e mi consegnò le chiavi. Infilai le chiavi nella serratura, aprii la porta - e mi fermai di botto. Il mio primo problema fu la valigia aperta che vidi sul tavolino della stanza. Poi notai che il letto era sfatto, e che sul letto c'erano un libro e dei fogli. E sul pavimento c'erano un paio di scarpe - no, non c'era nessuno infilato dentro alle scarpe. La stanza era chiaramente occupata da qualcun altro. Chiusi delicatamente la porta, tornai alla "reception" e dissi gentilmente: "C'è qualcuno dentro alla mia stanza!" E sì che l'avevo riservata!

Tutto fu chiarito, si era trattato di un errore nell'assegnare il numero della stanza. Però non è bello entrare e trovare che la stanza per cui hai pagato è occupata da qualcun altro. Gesù conosce bene questo sentimento - e quella stanza occupata forse è la tua vita di questo periodo.

E' già successo molte volte al Signore. Il libro dell'Apocalisse ce lo dice, ad esempio, a proposito di alcuni cristiani di una località chiamata Laodicea. Nel capitolo 3 ci viene detto che essi pensavano di essere a posto col Signore - erano ricchi e non avevano bisogno di niente. Ma Gesù ha un'opinione diversa a loro riguardo: per Lui sono spiritualmente tiepidi - una temperatura che provoca il Suo rigetto: «Ma poiché sei tiepido, non sei cioè né freddo né caldo, sto per vomitarti dalla mia bocca. Tu dici: "Sono ricco, mi sono arricchito; non ho bisogno di nulla", ma non sai di essere un infelice, un miserabile, un povero, cieco e nudo»(Apocalisse 3, 16-17).

Poi, in Apocalisse 3, 20 Gesù ci da una indimenticabile - e purtroppo vera - immagine di come Lui sia rimasto chiuso fuori dalle vite che dovrebbero invece appartenerGli. Gesù dice a loro - e anche a noi: «Ecco, sto alla porta e busso. Se qualcuno ascolta la mia voce e mi apre la porta, io verrò da lui, cenerò con lui ed egli con me». Qui abbiamo la triste immagine di Gesù che è rimasto chiuso fuori dalla vita di persone per cui ha pagato morendo in croce. E sta parlando di cristiani, non di gente di altre religioni!

Hai mai provato a pensare che forse Gesù in questo periodo si sta sentendo chiuso fuori dalla tua vita, dalle tue priorità? Certo, continui a credere in Lui, a darGli i tuoi soldi, a partecipare alle Sue riunioni alla domenica in chiesa, persino a lavorare per Lui. Ma il fatto è che nella tua vita qualcuno o qualcosa ha occupato la Sua stanza - la parte migliore del tuo tempo, il centro dei tuoi affetti, il meglio delle tue energie, il meglio delle tue risorse - tutto se ne sta andando da un'altra parte. In altre parole, Gesù è arrivato alla porta della tua vita e sta dicendo quello che dissi io quel giorno alla "reception" - "C'è qualcuno dentro alla mia stanza!"

Forse, come i cristiani di Laodicea, anche tu hai l'illusione di sentirti a posto. Probabilmente hai di che vivere decorosamente, le cose ti stanno andando abbastanza bene, e magari hai anche un po' di salute. Vai in chiesa e immagini che la tua vita spirituale stia procedendo discretamente - ma agli occhi di Gesù Cristo invece sei spiritualmente malato. In qualche modo, nella lotta tra le priorità della tua vita, Colui che è morto in croce per te è stato lasciato fuori. E' adesso la Sua stanza è occupata dalla tua carriera... dai tuoi affari... da quella persona a cui ci tieni tanto... dai tuoi obiettivi personali.

Non fare anche tu quello che ha fatto la gente di Betlemme - aspettavano il Messia e quando è arrivato tutte le stanze erano già occupate «perché non c'era posto per loro nell'albergo» (Luca 2,7). Se la tua vita spirituale non decolla forse è perché la stanza per cui Gesù ha pagato con la croce non è più riservata a Lui.

Fai sgombrare l'inquilino che ci hai messo dentro e accogli di nuovo Gesù nel posto che Gli spetta. Forse in quella stanza ci hai messo dentro un idolo - buttalo fuori e lascia che sul trono ci sia solo Gesù Cristo!

  • don Luciano
[/color]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » lun mag 25, 2009 9:26 am

ImmagineNovena allo Spirito Santo

      • 25 maggio 2009, quarto giorno
[/b][/size]
  • O Signore Gesù Cristo, prima di salire al cielo hai promesso di mandare lo Spirito Santo
    per completare il Tuo lavoro nelle anime dei Tuoi apostoli e discepoli.

    Concedimi di ricevere lo stesso Spirito Santo
    così che Egli possa perfezionare nella mia anima
    il lavoro della Tua grazia e del Tuo amore.

    Concedimi lo Spirito di Fortezza
    perché io possa portare la mia croce con Te
    e possa superare con coraggio tutti gli ostacoli
    che si oppongono alla mia salvezza.

    Vieni Spirito Santo!
Con tutto il mio piccolo cuore, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » mar mag 26, 2009 9:32 am

26 maggio 2009, giorno di festa e gioia in onore della Beata Vergine di Caravaggio,

Madre dolcissima di Dio e Madre nostra...

  • O pietosissima, o dolce nostra Madre Maria
    che apparisti a Caravaggio alla povera Giovanetta
    ed ivi suscitasti una fonte d'incessanti grazie a favore di chi fidente a te ricorre,
    mostrandoti benigna consolatrice degli afflitti e potente salute degli infermi,
    voglia essere anche a me propizia nelle infermità e nelle afflizioni,
    impetrandomi pazienza, consolazione, salute e merito in ogni mia tribolazione.
        • Ave Maria

          Nostra Signora di Caravaggio, prega per noi
    O clementissima Madre e avvocata nostra Maria,
    che nel colloquio con Giovannetta ti rivelasti
    rifugio dei peccatori e mediatrice di grazie,
    degnati essere anche per me avvocata pietosa
    soprattutto ottenendomi sincero pentimento delle mie colpe, perdono e grazia.
        • Ave Maria

          Nostra Signora di Caravaggio, prega per noi
    O gloriosissima Regina,
    che alle pia Giovannetta ti rivelasti valido aiuto dei cristiani,
    soccorri pietosa me pure in tutti i pericoli e in tutte le necessità.
    Aiutami in vita, confortami e difendimi nell'ora della morte,
    affinché possa renderti grazie e cantare le tue glorie per tutta l'eternità nel Paradiso.
        • Ave Maria

          Nostra Signora di Caravaggio, prega per noi

      • O Maria, Madre dolcissima di Dio e Madre nostra,
        io mi affido al Tuo Cuore Immacolato ed Addolorato
        affinché possa essere come il Cuore Divino
        del Tuo dilettissimo Figlio e nostro Signore Gesù Cristo mi vuole…
Con tutto il mio piccolo cuore, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » mar mag 26, 2009 9:37 am

ImmagineNovena allo Spirito Santo

      • 26 maggio 2009, quinto giorno
[/b][/size]
  • O Signore Gesù Cristo, prima di salire al cielo hai promesso di mandare lo Spirito Santo
    per completare il Tuo lavoro nelle anime dei Tuoi apostoli e discepoli.

    Concedimi di ricevere lo stesso Spirito Santo
    così che Egli possa perfezionare nella mia anima
    il lavoro della Tua grazia e del Tuo amore.

    Concedimi lo Spirito di Scienza
    perché io possa conoscere Dio e me stesso
    e crescere in perfezione nella scienza dei Santi.

    Vieni Spirito Santo!
Con tutto il mio piccolo cuore, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » mer mag 27, 2009 8:58 am

ImmagineNovena allo Spirito Santo

      • 27 maggio 2009, sesto giorno
[/b][/size]
  • O Signore Gesù Cristo, prima di salire al cielo hai promesso di mandare lo Spirito Santo
    per completare il Tuo lavoro nelle anime dei Tuoi apostoli e discepoli.

    Concedimi di ricevere lo stesso Spirito Santo
    così che Egli possa perfezionare nella mia anima
    il lavoro della Tua grazia e del Tuo amore.

    Concedimi lo Spirito di Pietà
    perché io possa trovare, con l'amore di un figlio,
    il servizio di Dio dolce e amabile.

    Vieni Spirito Santo!
Con tutto il mio piccolo cuore, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » gio mag 28, 2009 7:41 am

ImmagineNovena allo Spirito Santo

      • 28 maggio 2009, settimo giorno
[/b][/size]
  • O Signore Gesù Cristo, prima di salire al cielo hai promesso di mandare lo Spirito Santo
    per completare il Tuo lavoro nelle anime dei Tuoi apostoli e discepoli.

    Concedimi di ricevere lo stesso Spirito Santo
    così che Egli possa perfezionare nella mia anima
    il lavoro della Tua grazia e del Tuo amore.

    Concedimi lo Spirito di Timor di Dio
    perché possa riempirmi di un amorevole rispetto verso Dio
    e possa temere in ogni modo di dispiacergli.

    Vieni Spirito Santo!
Con tutto il mio piccolo cuore, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » ven mag 29, 2009 1:38 pm

Immagine Mio grande Cuore, ecco che dici per bocca dei tuoi santi: nn cercate le consolazioni di Dio, piuttosto cercate il Dio delle consolazioni... ascolto col cuore di figlia, pellegrina e peccatrice, e mi provo a capire la differenza, e la sento... ti cerco, mio grande Cuore, ti cerco e ti sfioro: e le Tue consolazioni sn gocce di rugiada nel deserto...

Con tutto il mio piccolo cuore, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » ven mag 29, 2009 1:41 pm

ImmagineNovena allo Spirito Santo

      • 29 maggio 2009, ottavo giorno
[/b][/size]
  • O Signore Gesù Cristo, prima di salire al cielo hai promesso di mandare lo Spirito Santo
    per completare il Tuo lavoro nelle anime dei Tuoi apostoli e discepoli.

    Concedimi di ricevere lo stesso Spirito Santo
    così che Egli possa perfezionare nella mia anima
    il lavoro della Tua grazia e del Tuo amore.

    Ti prego Signore,
    segnami con il sigillo dei Tuoi veri discepoli
    e animami in tutte le cose con il Tuo Spirito.

    Vieni Spirito Santo!
Con tutto il mio piccolo cuore, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » ven mag 29, 2009 1:43 pm

ImmagineNovena allo Spirito Santo

      • 30 maggio 2009, nono giorno
[/b][/size]
  • O Signore Gesù Cristo, prima di salire al cielo hai promesso di mandare lo Spirito Santo
    per completare il Tuo lavoro nelle anime dei Tuoi apostoli e discepoli.

    Concedimi di ricevere lo stesso Spirito Santo
    così che Egli possa perfezionare nella mia anima
    il lavoro della Tua grazia e del Tuo amore.

    • Vieni, Spirito Santo!

      Vieni, Anima dell’anima mia,
      vieni, Vita della mia vita donata
      vieni, Cuore del mio piccolo cuore!

      Vieni, Spirito Santo!

      Vieni, Gioia eterna,
      e rendimi un raggio
      della tua Forza e della Tua Luce. Amen
Con tutto il mio piccolo cuore, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

renzo
Messaggi: 1950
Iscritto il: mer ago 20, 2008 1:56 pm
Località: TORINO

Messaggio da renzo » ven mag 29, 2009 6:13 pm

grazie , miriam per tutto quello che ci dai per i tuoi scritti sono per me

e per noi cibo per la nostra anima sofferente , e non solo insegnamenti

di amore vero , sincero , e puro a presto e grazie ...................la mia

anima gioisce e il mio cuore esulta per tutto .................mia cara
L"anima mia magnifica il Signore e il mio
spirito esulta in Dio mio Salvatore ....

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

replay

Messaggio da miriam bolfissimo » mer giu 03, 2009 8:46 am

Mio carissimo renzo, pace e bene! essere nel tuo grande cuore riempie di gioia il mio piccolo e semina a piene mani Speranza e Carità... con te, per te, ad una voce...
  • Signore Gesù Cristo,
    che sei Dio vivo e ci fai unico Corpo per mezzo del Tuo Santo Spirito,
    grazia di avermi fatto incontrare nel cammino verso di Te
    questo nostro fratello, renzo:
    benedici lui e i suoi cari di ogni Tua Santa benedizione
    e benedici il nostro camino affinché possiamo giungere
    insieme a Te, o Dio, che sei Amore. Amen
Unabbraccissimogioiosissimo&ringraziosissimo, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » mer giu 03, 2009 8:52 am

ImmagineSolennità di Pentecoste, 31 maggio 2009
      • Vieni, Santo Spirito,
        manda a noi dal cielo
        un raggio della tua luce.

        Vieni, padre dei poveri,
        vieni, datore dei doni,
        vieni, luce dei cuori.

        Consolatore perfetto,
        ospite dolce dell'anima,
        dolcissimo sollievo.

        Nella fatica, riposo,
        nella calura, riparo,
        nel pianto, conforto.

        O luce beatissima,
        invadi nell'intimo
        il cuore dei tuoi fedeli.

        Senza la tua forza,
        nulla è nell'uomo,
        nulla senza colpa.

        Lava ciò che è sordido,
        bagna ciò che è arido,
        sana ciò che sanguina.

        Piega ciò che è rigido,
        scalda ciò che è gelido,
        drizza ciò ch'è sviato.

        Dona ai tuoi fedeli
        che solo in te confidano
        i tuoi santi doni.

        Dona virtù e premio,
        dona morte santa,
        dona gioia eterna. Amen
Con tutto il mio piccolo cuore, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » mer giu 03, 2009 8:54 am

  • ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine
      • Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio.…
[/size][/color]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » mer giu 03, 2009 9:02 am

      • ImmagineBuona giornata!


«Ogni mattina, il potente e ricchissimo re di Bengodi riceveva l'omaggio dei suoi sudditi. Aveva conquistato tutto il conquistabile e si annoiava un po'. In mezzo agli altri, puntuale ogni mattina, arrivava anche un silenzioso mendicante, che porgeva al re una mela. Poi, sempre in silenzio, si ritirava. Il re, abituato a ricevere ben altri regali, con un gesto un po' infastidito, accettava il dono, ma appena il mendicante voltava le spalle cominciava a deriderlo, imitato da tutta la corte. Il mendicante non si scoraggiava. Tornava ogni mattina a consegnare nelle mani del re il suo dono. Il re lo prendeva e lo deponeva macchinalmente in una cesta posta accanto al trono. La cesta conteneva tutte le mele portate dal mendicante con gentilezza e pazienza. E ormai straripava. Un giorno, la scimmia prediletta del re prese uno di quei frutti e gli diede un morso, poi lo gettò sputacchiando ai piedi del re. Il sovrano, sorpreso, vide apparire nel cuore della mela una perla iridescente. Fece subito aprire tutti i frutti accumulati nella cesta e trovò all'interno di ogni mela una perla. Meravigliato, il re fece chiamare lo strano mendicante e lo interrogò. "Ti ho portato questi doni, sire - rispose l'uomo -, per farti comprendere che la vita ti offre ogni mattina un regalo straordinario, che tu dimentichi e butti via, perché sei circondato da troppe ricchezze. Questo regalo è il nuovo giorno che comincia"» (B. Ferrero, "Cerchi nell'acqua. Piccole storie per l'anima").

Mentre leggevo questa storia pensavo alle parole di Gesù scritte in Matteo 7,24: «Perciò chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, è simile a un uomo saggio che ha costruito la sua casa sulla roccia». Mille anni fa costruivano le case come adesso - una pietra alla volta. E anche la nostra vita si costruisce un giorno alla volta. Non un anno alla volta, o un mese o una settimana - ma un giorno alla volta.

La Parola di Dio ci sfida a vivere uno stile di vita che Dio chiama "da sapiente". Sta scritto nel Salmo 89, 12: «Insegnaci a contare i nostri giorni | e giungeremo alla sapienza del cuore». Cosa significa vivere secondo la sapienza del cuore? E' sapiente di cuore chi ha capito che ogni giorno ha un'importanza eterna. E' sapiente di cuore chi fa in modo che ogni suo giorno conti. Chi da valore ai suoi giorni.

Non credo di sbagliare se dico che le persone più importanti della tua vita sono quelle della tua famiglia. Allora tratta ognuna di loro come se fosse l'ultimo giorno che puoi vivere con loro... mettendo la pietra di un'altra buona giornata nell'edificio della loro vita. Quando vivi un giorno alla volta il tuo essere coniuge, mamma o papà o figlio - tutto diventa meno carico di tensione. La tua strategia per costruire la tua famiglia deve essere tutta in quel saluto: "Buona giornata!"

Quindi, invece di concentrarti su tutte le cose negative che vedi, e su ciò di cui hai paura che un giorno possa capitare a te e ai tuoi cari, sforzati piuttosto di fare in modo che diventi una "buona giornata" per coloro che ami. Così, ogni giorno, fatti delle domande di questo tipo:

  • - ho detto qualcosa di veramente incoraggiante a qualcuno oggi?
    - ho detto: "ti chiedo perdono" ogni volta che ho offeso qualcuno oggi?
    - ho saputo tenere chiaramente le distanze oggi - e le ho rinforzate nella maniera giusta?
    - ho dato ad ognuno il meglio di me stesso oggi?
    - ho fatto qualcosa oggi in modo che le persone si sono sentite amate?
    - ho condiviso Dio con qualcuno oggi?


No, questa non è una nuova forma di legalismo o una tabella di buone azioni su cui devi misurarti. E'invece un modo di far assaporare alle persone che ami di più cosa significa per te una "buona giornata". Dio ha affidato queste persone alla tua cura.

Per quanto ti sforzi, non potrai mai costruire la tua famiglia e i rapporti con le persone in maniera veloce o occasionale o istantanea. Devi aprire una mela alla volta, mettere una pietra dopo l'altra. Se lo farai, costruirai una famiglia solida, cementarai le relazioni, costruirai una casa sulla roccia!

  • don Luciano
[/color]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » sab giu 06, 2009 8:07 am

Immagine Mio grande Cuore, con una certa amarezza nel mio piccolo cuore, che trabocca e rallenta il passo... maria, giovane madre fuggì in Egitto e poi, dopo la sosta dolorosa sul calvario, fuggì ad Efeso: sì, mio grande Cuore, ai Tuoi occhi è cammino, nei nostri cuori è fuga, fuga dalla terra che manca sotto i piedi, riparo dalla tempesta che offende il porto, difesa dal Male che regna principe di qs mondo...

...e solo pochi giorni fa il dono inaspettato, generoso, vivo e vero: mio grande Cuore, mi hai riempito lo zainetto di Te, ma io nn ho il coraggio di tirarTi fuori: sia fatta la Tua Volontà ...

Con tutto il mio piccolo cuore, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » gio giu 11, 2009 8:18 am

      • Immagine Ogni cristiano pieghi le ginocchia e si inchini...


Ogni cristiano pieghi le ginocchia e si inchini dinanzi al Santissimo Sacramento in adorazione del Dio fatto uomo, fatto carne in Gesù, fatto pane spezzato e sangue versato. Il Corpus Domini è il banchetto del Re a cui siamo invitati dalla Sua predilezione: è il pane degli angeli, il pane dei pellegrini, il vero pane dei figli. L'istituzione dell'Eucaristia avvenne alla vigilia della Pasqua di passione, morte e resurrezione di Gesù: dopo quell'ultima Cena, insieme ai discepoli, si avviò al monte degli Ulivi. Le circostanze precipitano: il sudore di sangue, l'arresto, il giudizio, l'umiliazione, la condanna, il viaggio al calvario, la crocifissione, la morte, il sepolcro, il mattino di Pasqua.

L'Eucaristia contiene tutto questo e di più: è la presenza, misteriosa ma reale, di Gesù che resta con noi fino alla fine del mondo. Tagli le radici e l'albero muore. Togli i cardini e la porta cade a terra. Giovanni Paolo II ha usato proprio questa similitudine: "Non è possibile che si formi una comunità cristiana se non avendo come radice e come cardine la celebrazione della santa Eucaristia" (Ecclesia de Eucharistia 33). Strettissima, infatti, è la relazione tra il corpo ecclesiale e il corpo eucaristico di Cristo. Chiesa ed Eucaristia sono entrambe il corpo di Cristo.

La Chiesa si nutre e vive della Parola di Dio e del Pane eucaristico. È la persuasione e l'esperienza di sempre. Parola ed Eucaristia vengono ricevute mediante la fede ed entrano nella mente e nel cuore. Accogliere Gesù come pane della vita disceso dal cielo significa credere in lui e mangiare la sua carne e bere il suo sangue. Un'autentica spiritualità cristiana non può che essere biblica ed eucaristica nello stesso tempo. La mensa della parola dispone alla mensa del Corpo e del Sangue.

L'Eucaristia è il cuore pulsante di tutta la vita cristiana perché è memoriale, cioè ripresentazione oggettiva, dell'unico sacrificio della croce, dell'atto supremo di amore verso il Padre e verso gli uomini, con cui Gesù si è consegnato alla morte, è risorto e vive per sempre. Nella celebrazione liturgica si rivela e si attua nel modo più intenso e concreto il mistero della Chiesa corpo di Cristo, partecipe della sua vita e della sua missione, del suo sacrificio e della sua intercessione a favore del mondo intero. Si comprende allora come ogni comunità ecclesiale, in primo luogo la parrocchia, tragga il suo significato e la sua vitalità dalla Santa Messa. La parrocchia è una comunità eucaristica.

Ogni domenica il Signore risorto viene a radunare in assemblea i credenti, a comunicare loro il suo Spirito e a mandarli in missione, come fece con i primi discepoli nel giorno di Pasqua. La domenica è la pasqua settimanale, il giorno del Signore risorto; il giorno della Chiesa, della Parola e dell'Eucaristia; la festa dell'incontro e della comunione, della speranza, della risurrezione e della vita, anticipo sulla terra della liturgia celeste; la festa che dà significato e valore anche ai giorni feriali con tutte le loro attività e relazioni.

L'Eucaristia, in quanto comunione con il Signore risorto, ci mette in comunione non solo tra noi, ma anche con Maria, gli angeli, i santi del cielo e i defunti del purgatorio. Deve essere celebrata come una festa della vita, con la gioia (ne sono segni il canto e la musica) propria di coloro che sono lieti nella speranza e che diffondono serenità e pace anche nel vissuto quotidiano.

La presenza di Gesù nell'Eucaristia è la più grande e straordinaria, perché tocca la materia, il pane e il vino, ma anche la più difficile perché chiede di vedere oltre, con gli occhi della fede. La fatica del credere non è ostacolo ma occasione per una più chiara manifestazione del Signore risorto, come fu per il dubbio dell'apostolo Tommaso.

Lanciano, piccola cittadina abruzzese, conserva il più straordinario miracolo eucaristico della storia. Così recita un'epigrafe: "Circa gli anni del Signore 700 in questa chiesa allora sotto il titolo di san Leguntiano dei monaci di san Basilio dubitò un monaco sacerdote se nell'Hostia consacrata fosse veramente il Corpo di nostro Signore e nel vino il Sangue. Celebrò messa e, dette le parole della consacrazione, vidde fatta Carne l'Hostia e Sangue il vino. Fu mostrata ogni cosa ai circostanti et indi a tutto il popolo. La Carne è ancora intiera et il Sangue diviso in cinque parti disuguali che tanto pesano tutte unite quanto ciascuna separata". Questo nel 1636. Le analisi scientifiche (anatomia e istologia patologica, chimica e microscopia clinica) più recenti (1970 e 1981) hanno dato questo referto: "La Carne è vera Carne. Il Sangue è vero Sangue. La Carne e il Sangue appartengono alla specie umana. La Carne è un Cuore completo nella sua struttura essenziale... La Carne e il Sangue hanno lo stesso gruppo sanguigno: AB... Nel Sangue sono state ritrovate le proteine normalmente frazionate con i rapporti percentuali quali si hanno nel quadro siero proteico del sangue fresco normale".

L'Eucarestia: miracolo e mistero; presenza e nascondimento. La Chiesa è nata proprio nel momento in cui Gesù si è donato al Padre per amore dei fratelli: un dono anticipato alla vigilia della sua passione e consumato nella sua morte e resurrezione. Quel pane, dinanzi al quale oggi pieghiamo le ginocchia, è la promessa realizzata di Gesù di rimanere con noi fino alla fine del mondo.

  • don Angelo
[/color]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » gio giu 11, 2009 8:30 am

ImmagineNovena al mio Grande Cuore: 10 giugno 2009, primo giorno
  • Cuore Divino di Gesù, sei Tu la mia Guida Radiosa nella vita sulla terra!
Con tutto il mio piccolo cuore, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » gio giu 11, 2009 8:32 am

ImmagineNovena al mio Grande Cuore: 11 giugno 2009, secondo giorno
  • Cuore Divino di Gesù, desidero essere come Tu mi vuoi!
Con tutto il mio piccolo cuore, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » ven giu 12, 2009 2:32 pm

      • ImmagineQuesto è il mio corpo. Questo è il mio sangue.


"Ecco il pane degli angeli, pane dei pellegrini. Conduci i tuoi fratelli alla tavola del cielo nella gioia dei santi". Così preghiamo nella domenica del Corpus Domini, festa nella quale celebriamo e veneriamo la presenza del Signore come corpo.

Dio non è un’idea astratta; una filosofia vaga e senza tempo, inafferrabile, lontana. Gesù non è mai un fantasma: è un corpo, concreto, che si presenta nell’oggi, pellegrino che affianca i nostri passi e resta con noi quando si fa sera.

"E il verbo si è fatto carne". Non si può amare Dio senza amare il suo corpo, la sua concretezza; senza ascoltare la sua parola, voce di quel corpo. Il Corpo del Signore non è muto, inerte come un idolo, da interpretare a piacimento. Parla, si spiega, diviene seme, consegna tutto se stesso a chi vuole accoglierlo, a chi non disprezza l’amore, a chi non scappa, a chi non si crede giusto.

Quel corpo continua a comunicare il suo Vangelo di amore nella confusione, nell’incertezza della nostra vita e di questo mondo, parola di liberazione e di gioia: "Dio è con te, si dona a te, il male non vince, impara da me a volere bene!".

Fermiamoci e contempliamolo: è un corpo che ci accompagna nelle diverse stagioni della nostra vita, fin da quando, con emozione, lo abbiamo ricevuto la prima volta. Ed ogni volta che ci nutriamo di Lui deve essere come la prima volta, sempre stupiti davanti a un amore così grande tanto da prendere dimora dentro di noi. Questo pane non diventa mai un diritto: non si compra, non ha prezzo, per noi calcolatori, che pensiamo non si faccia niente per niente; per noi che rendiamo tutto una convenienza, un interesse, anche la vita stessa. È un corpo che ci insegna a volere bene gratuitamente: è il corpo di amore di Dio. L’amore è sempre un dono. La vita è solo dono.

Il Corpus Domini è corpo del cielo e della terra. Quest’altare è posto in alto, al centro della Basilica, sotto gli occhi di Gesù e di sua madre, quasi ad indicare come questa mensa unisce i due lati di quel tavolo di Pasqua. Gesù prese il pane, lo spezzò e lo diede ai suoi. "Questo è il mio corpo". "Questo è il mio sangue". Quel pane e quel vino, secondo le parole stesse di Gesù, sono veramente il "Corpus Domini", il corpo di Gesù. Un corpo che si dona totalmente, che non conosce avarizia, calcolo, risparmio.

Giovanni Crisostomo, padre della chiesa, vescovo di Costantinopoli, amava dire: "Se volete onorare il corpo di Cristo, non disdegnatelo quando è ignudo. Non onorate il Cristo eucaristico con paramenti di seta, mentre fuori del tempio trascurate quest’altro Cristo che è afflitto dal freddo e dalla nudità". "Ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli l’avete fatta a me", disse Gesù.

Non si può onorare il Corpus Domini sulla mensa e poi disprezzare lo stesso Corpus Domini nei poveri e nei fratelli. Non amiamo un’idea! Il Vangelo ci aiuta ad amare la concretezza, tutta umana, della carne, del corpo. Un corpo umano e concreto, come il mio. È quel corpo segnato dalla vita, con quelle mani grandi, consumate, belle, di un anziano. Quello è il corpo di Dio: quel vecchio che non può alzarsi, che non chiede nemmeno più, che si vergogna, che aspetta qualcuno con cui parlare, che non ha chi lo sorregga o, peggio, lo visiti. Il Corpo di Dio è quello di poveri emigranti: di donne piene di sogni e di paure; di bambini sperduti; di uomini che cercano con disperazione il futuro, costretti ad affidarsi a trafficanti, trattati come cose; corpi di cui gli uomini non hanno saputo e voluto conoscere la storia, il volto, il nome, inghiottiti come sono dal mare.

Dio conosce il nome di quei poveri corpi. Di ognuno. Li scalda lui, li accoglie, li protegge, li capisce, li ascolta, li accarezza, ci perde il tempo lui. Il loro corpo è il suo.

Amiamo il corpo di Gesù nella sua eucaristia. Amiamo, amiamo il corpo del Signore nel corpo dei poveri e dei fratelli. La debolezza dell’altro è quella di Dio. Andiamo a visitare i soli; onoriamo il Corpus Domini fermandoci davanti a chi chiede e rendiamolo bello con l’amore. Venerare il corpo spezzato e versato sulla mensa ci farà amare la debolezza del corpo di Dio nei suoi fratelli più piccoli. Signore, raccogli tutti nel tuo regno di salvezza. Resta con noi, Signore. Amen.

  • monsignor Vincenzo Paglia
[/color]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » ven giu 12, 2009 2:33 pm

ImmagineNovena al mio Grande Cuore: 12 giugno 2009, terzo giorno
  • Cuore Divino di Gesù, rendi il mio cuore simile al Tuo!
Con tutto il mio piccolo cuore, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » ven giu 12, 2009 2:44 pm

Immagine Mio grande Cuore, a Te la Sapienza, a Te la Giustizia: a me, se vuoi, un po' della Tua bontà, solo un poco che già solo poco stordirebbe questo mio piccolo cuore...

Con tutto il mio piccolo cuore, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » sab giu 13, 2009 8:54 am

ImmagineNovena al mio Grande Cuore: 13 giugno 2009, quarto giorno
  • Cuore Divino di Gesù, accresci in me sentimenti di Fede, Speranza e Carità!
Con tutto il mio piccolo cuore, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » sab giu 13, 2009 8:55 am

      • ImmagineImbibito


Nei giorni scorsi sono riuscito a rubare un po' di tempo ai miei soliti mille impegni, per fare un salto a casa e far visita ai miei genitori e mio fratello. Nell'orto dietro casa, riparati, coperti e protetti decine di piccoli vasetti con diverse qualità di verdure e ortaggi, attendono di essere trapiantati. Poi - non ricordo bene per quale motivo - ci si è introdotti in una discussione complicatissima sui semi e sulla germinazione. Ho imparato una parola nuova: imbibito, cioè imbevuto, impregnato e intriso. Ci ripenso ora, leggendo questo brano di Vangelo e meditando sulla festa del Corpus Domini.

Imbibito… Il seme è lì, è raggiunto. Deve solo accogliere, lasciarsi circondare e riempire. Imbibito… Il seme è nascosto, sotto terra, sottratto alla vista. I frutti si vedranno, certo. Ma occorre tempio e pazienza.

Imbibito… La rivoluzione che nasce nel seme è sotterranea, impercettibile. Eppure fondamentale e decisiva. Così germina un seme nella terra. Così siamo noi davanti all’Eucaristia.

A volte, quando celebro la Santa Messa, mi viene da sorridere pensando all’infinita fantasia di Gesù. Avrebbe potuto rimanere in mezzo a noi in mille e mille modi, avrebbe potuto lasciarci il segno definitivo della sua potenza e della sua gloria in una forma inequivocabile, tanto per convincerci al cento per cento e smuovere pure i più dubbiosi. Invece no. Non sarebbe stato nel suo stile...

Gesù decide di rimanere in mezzo a noi, presente nella sua comunità nel segno fragile e quotidiano del pane e del vino. Tutto il Suo corpo, la Sua storia, la Sua vita appassionata d’amore sono lì, in quel pezzo di pane. Da mangiare. Da contemplare. Da custodire.

Mangiare quel Pane è nutrirsi del cuore palpitante dell’amore, è assimilare il segreto di quella vita più forte della morte, è scoprire che Dio mi è più intimo di quanto io lo sia con me stesso.

Mangiare di Lui è scoprire che solo Lui sfama e disseta le nostre inquietudini, che solo Lui può dare forza e direzione alla nostra vita, che solo Lui nutre i nostri desideri più profondi.

Imbibire, dicevamo. Forse dovremmo impararlo dal seme. Lasciarsi nutrire e trasformare. Inzupparci di Lui. Farci trasformare da quella potenza silenziosa e tremenda.

Buona settimana e buona “imbibizione”!
  • don Roberto Seregni
[/color]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » mar giu 16, 2009 8:00 am

ImmagineNovena al mio Grande Cuore: 14 giugno 2009, quinto giorno
  • Cuore Divino di Gesù, donami la Tua Pace!
Con tutto il mio piccolo cuore, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » mar giu 16, 2009 8:41 am

ImmagineNovena al mio Grande Cuore: 15 giugno 2009, sesto giorno
  • Cuore Divino di Gesù, fonte di Divina Misericordia, confido in Te!
Con tutto il mio piccolo cuore, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » mar giu 16, 2009 8:43 am

ImmagineNovena al mio Grande Cuore: 16 giugno 2009, settimo giorno
  • Cuore Divino di Gesù, credo al Tuo amore per me!
Con tutto il mio piccolo cuore, miriam bolfissimo ;)
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Avatar utente
miriam bolfissimo
Messaggi: 17774
Iscritto il: dom mag 22, 2005 2:27 pm
Contatta:

Riflessi di lago, specchio di un'anima ... 2009

Messaggio da miriam bolfissimo » mar giu 16, 2009 10:43 am

      • Immagine Una delle più liberanti parole del mondo...


Qualche tempo fa è venuto a trovarmi un caro amico italiano che lavora qui in Kenya. Ha sposato una ragazza del posto e hanno una bellissima bambina, Arima. Quando è entrata in casa, con la curiosità dei bambini, ha cominciato a esplorare il refettorio e la cucina. Non tutto era possibile toccare o spostare, così Arima ha fatto ancora una volta esperienza di una delle parole più difficili del mondo da imparare. E' una parola facile da pronunciare - ma difficile da accettare. E' il monosillabo: "no". Non sto dicendo che Arima amasse sentirsela dire - tuttavia era una parola che i suoi genitori le dicevano quando si avvicinava a un potenziale pericolo o a qualcosa che era bene non facesse. A volte allungava la mano, guardava le espressioni del volto dei genitori - e poi ritraeva la mano.

"No" è una parola che è difficile da imparare non solo per i bambini. E' difficile da mandare giù anche per noi bambinoni adulti! E se vogliamo essere davvero discepoli di Gesù Cristo dobbiamo imparare a dire di no a tutte le cose che dispiacciono a Dio

Gesù in persona ha qualcosa da dirci a questo riguardo in Luca 9, 23: «Poi, a tutti, diceva: "Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce ogni giorno e mi segua"». Rinnegare se stessi - significa: "no". Gesù ti dice che non puoi seguirLo in maniera seria a meno che tu non impari a rinnegare te stesso - dire di no alle tue inclinazioni sbagliate. Ti stai avvicinando a qualcosa che ti piacerebbe fare o dire ma Gesù sa che finirebbe per causare del male a te o a qualcun altro. E' qualcosa che "non è per te", Suo discepolo. Ti fermerai, nonostante il tuo desiderio contrario, guarderai il volto di Gesù, e poi dirai: "No - non posso fare questo"?

Obbedire vuol dire fermarsi quando Dio dice che bisogna fermarsi, non importa quanto affascinante sia l'attrazione. E come il "no" dei genitori ai loro bambini, anche il "no" di Dio vuole impedire che tu ti faccia del male, ti ferisca, ti procuri delle cicatrici permanenti. La domanda che Gesù ti fa oggi è: "A che cosa recentemente hai detto di "sì" quando invece sapevi che avresti dovuto dire 'no'?"

Sono quei discorsi-spazzatura che continuano a ferire qualcuno che ami? Forse hai detto di sì a qualcuno o qualcosa - annacquando la verità, compromettendo la tua integrità, o la purezza dei tuoi pensieri o del tuo corpo, che il tempio dove vive lo Spirito Santo. O quelle cose che guardi e che continuano a inquinare il tuo cuore... o quegli scoppi d'ira... o la tua egoistica ostinazione nel fare sempre e solo quello che pensi tu.

Fino a quando non ti metti in testa che è ora di finirla con queste cose... fino a quando non dici un chiaro "no" alla prossima occasione che hai di sbagliare - sarai sempre zoppo nella tua relazione con Gesù. Perderai la forza che viene da Lui... la libertà spirituale che ti ha donato morendo in croce al posto tuo - e continuerai a farti del male, ad avere vergogna di te stesso, a renderti schiavo delle tue inclinazioni.

Da solo non puoi farcela - hai bisogno della forza soprannaturale per dire quel "no" che ti renderà libero. E tale forza ce l'hai a portata di mano! «Tutto posso in colui che mi dà la forza» (Filippesi 4,13) ha detto l'apostolo Paolo, che aveva i tuoi stessi problemi. Ma devi chiedere ogni giorno la forza per vincere la battaglia contro te stesso - devi consegnare ogni giorno al Signore questa tua lotta. Il "no" dipende da te - la vittoria dipende da Lui. "No" è probabilmente una delle più difficili parole del mondo che dobbiamo imparare - ma è anche una delle più potenti, una delle più liberanti parole che ci siano!

  • don Luciano
[/color]
      • Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo... (santa Teresa di Lisieaux)[/list:u][/list:u][/list:u]

Bloccato

Torna a “MIRIAM BOLFISSIMO”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite