INFORMAZIONI DA MEDJUGORJE ANNO 2007

A cura di Silvia da Medjugorje

Moderatore: Staff

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » mar giu 05, 2007 11:51 am

20/05/2007

Maratona della pace "Corriamo dalla Gospa"

La prima maratona di “pace e riconciliazione" chiamata "Corriamo dalla Gospa" si è svolta sabato 19 maggio 2007 da Grude a Medjugorje (42.195 metri). È stata organizzata dall'associazione cristiana Kup-Karmel in collaborazione con il club atletico Dinamo-Zrinjevac di Zagabria (Croazia) e dallo studio Nada d.o.o. di Ljubuški (Bosnia-Herzegovina). La maratona è iniziata a Grude e si è conclusa vicino alla statua di Nostra Signora davanti alla chiesa della parrocchia di Medjugorje. I cittadini ordinari hanno potuto partecipare a 15 chilometri di questa corsa, vale a dire da Ljubuški a Medjugorje.



Maratona della pace "Corriamo dalla Gospa"


Immagine

La prima maratona di “pace e riconciliazione" chiamata "Corriamo dalla Gospa" si è svolta sabato 19 maggio 2007 da Grude a Medjugorje (42.195 metri). È stata organizzata dall'associazione cristiana Kup-Karmel in collaborazione con il club atletico Dinamo-Zrinjevac di Zagabria (Croazia) e dallo studio Nada d.o.o. di Ljubuški (Bosnia-Herzegovina). La maratona è iniziata a Grude e si è conclusa vicino alla statua di Nostra Signora davanti alla chiesa della parrocchia di Medjugorje. I cittadini ordinari hanno potuto partecipare a 15 chilometri di questa corsa, vale a dire da Ljubuški a Medjugorje.

Il fondamento di questa maratona è il messaggio di Nostra Signora del 25 luglio 1990: "Cari figli oggi vi invito alla pace. Sono venuta qui come Regina della Pace e desidero arricchirvi con la mia pace materna. Cari figli, Io vi amo e desidero guidarvi tutti verso la pace che solo Dio può dare e che arricchisce ogni cuore. Vi invito a diventare i portatori e i testimoni della mia pace in questo mondo senza pace. Io vi benedico con la mia benedizione materna. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!".

Robert Rukavina, presidente dell'associazione cristiana Kup-Karmel, ha spiegato: "questa corsa pellegrinaggio ricreativo-sportiva dovrebbe riunire gli atleti ed i pellegrini delle differenti nazionalità che vengono da ambienti e culture sociali differenti attraverso la manifestazione, che promuove i valori cristiani tradizionali: pace, riconciliazione, perdono. Questa corsa dovrebbe fornire un incoraggiamento simbolico all'istituzione della pace e della fiducia in questa regione, così come oltre i suoi confini. Allo stesso tempo è di importanza cruciale comprendere completamente il significato del motto della corsa, cioè, "Corriamo dalla Gospa!". Ciò è una semplice affermazione circa l'incapacità dell'uomo di compiere cose grandi, particolarmente la pace e la riconciliazione, senza l’aiuto ed il sostegno di Dio. Da un certo periodo di tempo ad ora le parole “Međugorje” e “Nostra Signora” sono state sinonimo della chiamata, di Dio alla gente, alla riconciliazione ed alla pace nei propri cuori, all'armonia con se stessi, con la gente e con Dio. Quindi abbiamo ritenuto opportuno fissare l’arrivo di questa maratona al Santuario della Regina della Pace a Međugorje, sotto la cui protezione è stata posta questa manifestazione sportiva. Inoltre l'organizzazione stessa di questa maratona è la nostra risposta alla Sua chiamata del 25 maggio 2006: “Figlioli, cercate e lavorate con tutte le forze, affinchè la pace vinca nei vostri cuori e nel mondo…"

Circa cento partecipanti dalla Bosnia-Herzegovina, dalla Croazia, dalla Slovenia, dalla Serbia, dall'Ungheria, dalla Spagna, dall'Austria, dall'Italia e dall'Irlanda hanno partecipato a questa corsa.

Ha corso anche Milan Bandić, sindaco di Zagabria nato a Grude. Al suo arrivo è entrato nella chiesa di San Giacomo ed ha pregato davanti alla statua di Nostra Signora. Ha detto di questa esperienza: "Sono felice per aver corso, per la prima volta nella mia vita, questa maratona alla Regina della Pace, Madre di tutte le madri. Offro la mia corsa a mia madre ed a tutte le madri, a mia moglie, a mia figlia ed a tutta questa gente meravigliosa da Grude a Medjugorje, a tutta la gente in Bosnia-Herzegovina, soprattutto alla mia Herzegovina, alla Croazia ed a tutta la gente buona nel mondo."

(ulteriori informazioni su questa corsa: http://www.kup-karmel.com

© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mar giu 05, 2007 12:28 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » mar giu 05, 2007 12:21 pm

24/05/2007

18o Incontro Internazionale di preghiera dei Giovani
Il 18° Incontro Internazionale di preghiera dei Giovani si svolgerà a Medjugorje dall’1 al 6 Agosto 2007. Il tema dell’incontro è: “Come io vi ho amato, così amatevi anche voi gli uni gli altri” (Gv 13,34)(“Cari figli, oggi vi invito all’amore. Figlioli, amatevi con l’amore di Dio. Gesù risorto sarà con voi e voi sarete i suoi testimoni.” Messaggio del 25 marzo 2005)Vedere anche: Incontri internazionali


18o Incontro Internazionale di preghiera dei Giovani

Il 18° Incontro Internazionale di preghiera dei Giovani si svolgerà a Medjugorje dall’1 al 6 Agosto 2007. Il tema dell’incontro è: “Come io vi ho amato, così amatevi anche voi gli uni gli altri” (Gv 13,34) (“Cari figli, oggi vi invito all’amore. Figlioli, amatevi con l’amore di Dio. Gesù risorto sarà con voi e voi sarete i suoi testimoni.” Messaggio del 25 marzo 2005) (Vedere anche: Incontri internazionali)

Il tema è in armonia con quello della 22a Giornata Mondiale della Gioventù che è stata celebrata nelle Chiese locali. Il Santo Padre ha detto ai giovani:

“Ogni persona avverte il desiderio di amare e di essere amata. Eppure quant’è difficile amare, quanti errori e fallimenti devono registrarsi nell’amore! C’è persino chi giunge a dubitare che l’amore sia possibile. Ma se carenze affettive o delusioni sentimentali possono far pensare che amare sia un’utopia, un sogno irraggiungibile, bisogna forse rassegnarsi? No! L’amore è possibile e scopo di questo mio messaggio è di contribuire a ravvivare in ciascuno di voi, che siete il futuro e la speranza dell’umanità, la fiducia nell’amore vero, fedele e forte; un amore che genera pace e gioia; un amore che lega le persone, facendole sentire libere nel reciproco rispetto. Lasciate allora che percorra insieme a voi un itinerario, in tre momenti, alla “scoperta” dell’amore.”

Programma:

Mattinata: preghiera, lezioni, testimonianze.

Pomeriggio: lezioni, testimonianze. Programma di preghiera della parrocchia.

La sera: Adorazione del Santissimo, Adorazione notturna, Processione attraverso la parrocchia, Spettacolo della Comunità Cenacolo, Congedo con canti.

Il 6 Agosto all’alba - Solennità della Trasfigurazione - S. Messa sul Križevac.

© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » mar giu 05, 2007 12:25 pm

25/05/2007

Testimonianza: Mons. Boulos Emile Saadé, Vescovo Maronita della Diocesi di Batroun (Libano)


Mons. Boulos Emile Saadé, Vescovo Maronita della Diocesi di Batroun in Libano ha visitato Medjugorje in pellegrinaggio privato dall’8 al 14 Maggio 2007. Egli ha accompagnato un gruppo di pellegrini organizzato dall’Associazione “Amici di Maria Regina della Pace” con sede a Beirut. Mons. Boulos Emile Saadé è Sacerdote dal 1958 e Vescovo dal 1986. E’ responsabile della Diocesi di Batroun, nel Nord del Libano, dal 1999. Ecco cosa ci ha detto:

Testimonianza: Mons. Boulos Emile Saadé, Vescovo Maronita della Diocesi di Batroun (Libano)


Immagine

Mons. Boulos Emile Saadé, Vescovo Maronita della Diocesi di Batroun in Libano ha visitato Medjugorje in pellegrinaggio privato dall’8 al 14 Maggio 2007. Egli ha accompagnato un gruppo di pellegrini organizzato dall’Associazione “Amici di Maria Regina della Pace” con sede a Beirut. Mons. Boulos Emile Saadé è Sacerdote dal 1958 e Vescovo dal 1986. E’ responsabile della Diocesi di Batroun, nel Nord del Libano, dal 1999. Ecco cosa ci ha detto:

„Nella mia Diocesi, il 95% della popolazione è Cristiano Maronita. C’è una piccola minoranza Musulmana e una piccola minoranza Ortodossa. Noi siamo una Chiesa molto antica che è sempre stata fedele a Roma e alla devozione verso la Beata Vergine Maria. Nel Medio Oriente noi siamo stati perseguitati per secoli, dall’arrivo dell’Islam nel VII secolo. San Jean Maron, fondatore della Chiesa Maronita, viveva in Siria, ma a causa delle conquiste, si ritirò coi suoi fedeli sui monti del Libano. Le persecuzioni continuarono e l'unica protezione è sempre stata la Beata Vergine Maria. Nel passato, i nostri Patriarchi non avevano una residenza stabile, andavano di luogo in luogo e dovunque essi hanno aperto luoghi di devozione verso la Beata Vergine Maria. Tutte le residenze dei nostri Vescovi sono consacrate alla Beata Vergine Maria.

La nostra relazione con Maria è molto emozionale. Per noi Lei è molto importante. La preghiera alla Beata Vergine Maria è una antica tradizione Maronita. Dovunque in Libano ci sono grotte dove noi veneriamo la Beata Vergine Maria. Non ci sono luoghi di apparizione in Libano, ma ci piace dire che questo non è sorprendente, perché Lei è sempre con noi! Il fatto che noi abbiamo conservato la fede nonostante quindici secoli di persecuzioni è un’opera della Madonna. Noi abbiamo centinaia di martiri… Noi siamo sempre vissuti nella paura, anche oggi viviamo nella paura che il Libano diventi uno stato Islamico mentre circa il 50% degli abitanti sono Cristiani. Noi siamo contro l’emigrazione. Ci sono quasi 500.000 Libanesi all’estero e quasi 1.500.000 nel Libano stesso.

Medjugorje mi ricorda il Libano. E’ molto simile. Nel nostro paese, quando le persone vanno a lavorare, ci vanno col Rosario. Noi siamo un popolo Mariano. Siamo venuti qui per pregare con la gente, per chiedere l’intercessione della Beata Vergine Maria per la pace qui, in Libano e nel mondo intero”.

© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » mer giu 06, 2007 1:48 pm

01/06/2007


Medjugorje a Hong Kong e Macao

Nel Maggio 2007 un gruppo di pellegrini è venuto a Medjugorje da Hong Kong e Macao. Il gruppo è stato accompagnato da un Sacerdote e guidato da Michelle Yau Ivy (Hong Kong) e da S. Claire-Marie (Macao). Lidija Paris ha parlato con loro.

Medjugorje a Hong Kong e Macao

Immagine

Nel Maggio 2007 un gruppo di pellegrini è venuto a Medjugorje da Hong Kong e Macao. Il gruppo è stato accompagnato da un Sacerdote e guidato da Michelle Yau Ivy (Hong Kong) e da S. Claire-Marie (Macao). Lidija Paris ha parlato con loro.

Può dirci qualcosa sull'inizio dei pellegrinaggi da Hong Kong a Medjugorje?
Michelle Yau Ivy: Tutto è iniziato nel Dicembre del 2001 con il mio primo viaggio qui. Ero venuta solo per divertimento con un gruppo di amici da Hong Kong. Non mi aspettavo nulla. Volevo solo venire con gli amici. Dopo questo viaggio, ricevetti una grande benedizione. Quando tornai mio marito mi chiese di imparare a pregare il Rosario ed è diventato veramente devoto a questo. Ero molto sorpresa. Poco tempo dopo mi chiese di imparare il Catechismo e cinque mesi dopo fu battezzato nella festa dell'Assunzione della Madonna. Ora lui lavora per i monaci nel Monastero „Nostra Signora della Gioia“ a Hong Kong! Per me questo è un frutto di Medjugorje. Allora cominciai a pensare di ritornare e decisi di portare qui un gruppo. Sapevo che le persone desideravano venire, ma erano molto spaventate. Tentai di organizzare un viaggio. A Hong Kong si diceva che questo era un posto molto freddo, senza elettricità e senz'acqua, dove la gente mangia solo pane, così essi pensavano di dover portare con sé quanto più cibo possibile! Questo è ciò che abbiamo fatto nel primo viaggio!

Cosa accadde nel suo secondo pellegrinaggio?
Michelle Yau Ivy: Sentivo che la Madonna mi chiamava a unirmi al suo piano, ad aiutarla. Pensavo di non essere degna, di non poterlo fare. Avevo il mio lavoro. Lavoravo in una scuola come amministratrice scolastica ed era difficile prendere ferie. Dovevo trascorrere tutte le mie ferie a Medjugorje. Comunque, l'insistenza della Madonna è stata così forte che non ho potuto resistere. Appena tornai a Hong Kong, già pensai a ritornare a Medjugorje. Siamo venuti per il Festival dei Giovani con 46 persone. In ogni pellegrinaggio vedo come le persone si convertono. Noi vediamo come la Madonna risolve tutti i problemi nel gruppo. Leì è davvero la guida del pellegrinaggio. E' una tale gioia vedere i cambiamenti sui volti delle persone e nei loro cuori, a causa della profonda intimità con la nostra Madre e con Gesù.

Quanto spesso venite?
Michelle Yau Ivy: L'anno scorso ho lasciato il mio lavoro e ora sono libera per Medjugorje. All'inizio venivamo una volta all'anno, ma ora due volte all'anno: per il Festival dei Giovani e per Natale. Amiamo venire con i giovani per il Festival. A loro piace moltissimo. Si sentono a casa qui. E' il loro posto! Tre mesi fa, abbiamo iniziato un apostolato per i giovani a Hong Kong nello spirito di Medjugorje, ci incontriamo una volta al mese e andiamo dappertutto, nelle parrocchie, nelle scuole... i giovani hanno un fuoco nei loro cuori per fare qualcosa per Maria. Adesso stiamo facendo un CD con canti di Adorazione in Cinese... per portare Medjugorje in Cina! Il Natale è una buona esperienza qui, perché a Hong Kong noi siamo molto materialisti. Il Natale significa comprare, mangiare, fare shopping, fare dei party... è un'esperienza molto buona vedere qui cos'è il vero Natale. Quest'anno è la prima volta che veniamo a Maggio. Siamo 39. Siamo venuti a Maggio perché vogliamo fare qui la Consacrazione alla Madonna. Il secondo Sabato di Maggio noi celebriamo la festa di Nostra Signora della Cina e il 13 Maggio è la festa di Nostra Signora di Fatima e qui è anche la festa della mamma. Tutto insieme!

Avete un Sacerdote con voi?
Michelle Yau Ivy: Quasi ogni volta. Questa volta abbiamo un Sacerdote che viene per la terza volta. E' stato molto toccato da Medjugorje.

Cosa fate tra i pellegrinaggi con coloro che sono stati a Medjugorje o con coloro che si preparano a venire?
Michelle Yau Ivy: Dal nostro primo pellegrinaggio abbiamo cominciato a riunirci insieme. Quando torniamo, abbiamo incontri regolari per coloro che sono stati a Medjugorje. All'inizio una volta al mese, il secondo giorno del mese, per pregare per i non credenti. Avevamo il Rosario, la Messa, l'Adorazione, le confessioni, ma era un po' difficile trovare un Sacerdote che volesse venire regolarmente, così abbiamo interrotto per un po', pregavamo solo insieme. Ora, da quasi tre anni, abbiamo un gruppo di preghiera regolare con coloro che sono stati a Medjugorje. Essi si impegnano a venire una volta alla settimana. Preghiamo insieme, meditiamo la Bibbia, il messaggio di Medjugorje e coloro che vogliono sapere qualcosa su Medjugorje possono venire. Il nostro scopo è riunirci per pregare, per restare fedeli alla chiamata. E' molto difficile vivere da soli lo spirito di Medjugorje a Hong Kong che è molto materialistica. La gente lavora moltissimo, dalle 8:00 del mattino alle 10:00 di sera. Se lasciate l'ufficio alle 10:00 di sera, il vostro capo forse vi guarderà e vi chiederà perché andate via così presto! Noi preghiamo il Rosario insieme per le intenzioni della Vergine Maria. Accogliamo anche le persone che non possono venire a Medjugorje, ma vogliono vivere questo spirito. Abbiamo quattro gruppi di preghiera a Hong Kong e tre a Macao. Ci sono circa 30.000 Cattolici a Hong Kong e 300.000 a Macao.

Suor Claire-Marie, siete francese, ma vivete a Macao. Che cosa fate là?
S. Claire-Marie: Sono venuta a Macao perché ho ricevuto una chiamata per andare in Cina. Ho scelto di arrivare il 24 giugno, perché ho desiderato mettermi sotto la protezione di Nostra Signora di Medjugorje, ho desiderato che il mio primo giorno in Cina fosse il 25 giugno. Negli anni '90, il nostro fondatore Ephraim è venuto a Medjugorje ed ha detto, questo è stata la mia seconda conversione. Dopo questo viaggio, ha scritto un libro sulla consacrazione di 33 giorni a Maria. Non sapevo che sarei stata coinvolta con Medjugorje in Cina, ma abbastanza rapidamente, mi chiesero di accompagnare un gruppo a Medjugorje. Non prevedevo il primo impatto del collegamento con Medjugorje sulla nostra Comunità in Cina, ma questo è come Dio lo ha condotto. Infatti, ho unito un gruppo di Ivy il primo Natale dopo il mio arrivo. Siamo venuti una volta e mi hanno chiesto di continuare. Davvero, ora è diventata la mia vita. Sto venendo tre volte all'anno a Medjugorje e, nel fratempo, abbiamo dei gruppi di preghiera da accompagnare; Sto tenendo congressi per i gruppi di preghiera a Macao ed a Hong Kong. Macao ed Hong Kong distano soltanto tre ore. Fra Slavko è stata a Macao, fu un evento impressionante. La gente riempiva la cattedrale.

Qual'è la differenza fra Hong Kong e Macao?
S. Claire-Marie: Hong Kong è più protestante, perché era stato un protettorato britannico e Macao è piuttosto cattolica perché era stata Portoghese. La chiesa a Hong Kong è molto l'influenzata dai protestanti, molto aperti e dinamici e a Macao è piuttosto tradizionale. Macao è stata consacrata a Nostra Signora 10 anni fa. Potete vedere l'effetto di Maria nella chiesa cattolica di Macao. Potete sentirlo.
Michelle Yau Ivy: Macao è denominata la Roma dell'Asia. Tutti i missionari che sono andati in Cina si sono fermati in primo luogo a Macao. Hong Kong e Macao erano regioni a statuto speciale, ma recentemente sono state date di nuovo alla Cina. Ci sono accordi fra la Cina ed il Portogallo e la Cina e la Gran Bretagna. C'è un periodo di 50 anni per gli aggiustamenti fra il continente Cina ed Hong Kong e Macao.

State diffondendo libri e messaggi di Medjugorje in cinese?
Michelle Yau Ivy: Abbiamo sparso le notizie col passaparola. Non facciamo pubblicità sui giornali. Diciamo a coloro che si sono uniti a noi per un pellegrinaggio: se vedete i frutti, parlatene. Di conseguenza i nostri gruppi si sviluppano insieme ai nostri pellegrini. La maggior parte di loro sono invitati da coloro che sono già venuti. Per quanto riguarda i libri in cinese, abbiamo i messaggi. Per altri libri, abbiamo soltanto il libro scritto da Wayne Weible ed il libro di Suor Emmanuel. In aggiunta abbiamo un sito web.

Pùò dirci la differenza fra il continente Cina ed Hong Kong e Macao?
Michelle Yau Ivy: Hong Kong è un posto molto internazionale. Siamo radicati nella coltura cinese, ma educati in modo occidentale, per la maggior parte del tempo dai missionari. Per il cinese in Cina è molto difficile capire i modi occidentali … ma direi quasi che la loro fede è più profonda della fede di quelli di Hong Kong e di Macao. Pregano molto, sono molto interiorizzati. Noi siamo più dinamici, in contatto con il mondo protestante e carismatico. Poiché il confine fra Hong Kong, Macao e la Cina è stato aperto, molti vengono qui a scoprire i casinò e cose simili. Ma hanno anche la possibilità di scoprire altre cose.... 450.000 persone sono venute nell'ultimo mese dalla Cina ad Hong Kong ed a Macao. Adesso la porta è aperta.
Qui a Medjugorje il vostro gruppo sta per fare un consacrazione a Nostra Signora?

Michelle Yau Ivy: Abbiamo bisogno del Suo aiuto per diffondere il Suo messaggio in Cina. Medjugorje è un prolungamento di Fatima ed a Fatima ha chiesto la consacrazione del mondo al Suo Cuore immacolato. Non possiamo raggiungere la Cina là, così portiamo la Cina qui e Nostra Signora può fare miracoli per questo paese. Veniamo qui chiedere a Maria di toccare i cuori in Cina.
S. Claire-Marie: Stiamo facendo la consacrazione qui a Medjugorje a nome di tutti coloro che non lo hanno fatto. Per consacrare il paese intero a Nostra Signora della Cina. Nostra Signora di Fatima ha annunciato la fine del comunismo … Ecco perché abbiamo scelto di fare questa consacrazione quest'anno, nel novantesimo anniversario di Fatima. Se ogni di noi fa questa consacrazione a nome di coloro che vivono nel continente Cina, penso che Nostra Signora userà questo. Lei farà uso di ciò. Maria è Nostra Madre così profondamente.


© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » sab giu 16, 2007 12:21 pm

08/06/2007

Solennità del Corpus Domini – Processione

Giovedì 07.06.2007, Solennità del Corpus Domini, la Santa Messa serale è stata presieduta da fra Svetozar Kraljević. Come ogni anno, dopo la Santa Messa è seguita la Processione con il Santissimo Sacramento per le strade di Međugorje. photos


Solennità del Corpus Domini – Processione

Immagine

Giovedì 07.06.2007, Solennità del Corpus Domini, la Santa Messa serale è stata presieduta da fra Svetozar Kraljević. Come ogni anno, dopo la Santa Messa è seguita la Processione con il Santissimo Sacramento per le strade di Međugorje. Circa 20 Sacerdoti di diversi Paesi hanno portato a turno il Santissimo. Durante la Processione, fra Ljubo Kurtović e fra Bože Milić hanno guidato la preghiera del Rosario, accompagnata dai canti di un gruppo di giovani. Alla Processione si sono uniti numerosi parrocchiani e pellegrini. Essa si è conclusa con la preghiera e la benedizione davanti alla Chiesa Parrocchiale.

photos

© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » sab giu 16, 2007 12:35 pm

10/06/2007

Cresima nella parrocchia di San Giacomo a Medjugorje

Immagine
Sabato 9 Giugno 2007, Mons. Ratko Peric, Vescovo di Mostar, ha visitato la parrocchia di Medjugorje per presiedere alla santa Messa delle 11 e conferire il sacramento della Cresima. Quest'anno 73 cresimandi hanno ricevuto questo sacramento.

Il Vescovo, i sacerdoti, i cresimandi ed i loro padrini sono entrati in chiesa in processione. I loro genitori, i parenti ed i parrocchiani hanno riempito la chiesa e lo spazio intorno alla chiesa. photos

Cresima nella parrocchia di San Giacomo a Medjugorje

Sabato 9 Giugno 2007, Mons. Ratko Peric, Vescovo di Mostar, ha visitato la parrocchia di Medjugorje per presiedere alla santa Messa delle 11 e conferire il sacramento della Cresima. Quest'anno 73 cresimandi hanno ricevuto questo sacramento.

Il Vescovo, i sacerdoti, i cresimandi ed i loro padrini sono entrati in chiesa in processione. I loro genitori, i parenti ed i parrocchiani hanno riempito la chiesa e lo spazio intorno alla chiesa.

All'inizio della Messa, Fra Petar Vlašić ha ringraziato il vescovo ed i cresimandi che lo hanno accolto. Nella sua omelia, Mons. Perić ha incoraggiato i cresimandi a vivere nella fede e nella forza dei doni dello Spirito Santo.

La santa Messa è stata abbellita dal canto del coro della parrocchia della Regina della Pace diretto da Suor Slavica Kozul.

Dopo la Messa, Mons. Peric si è unito ai francescani per il pranzo ed è rimasto con loro per una lunga conversazione.


photos

© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » sab giu 16, 2007 12:43 pm

14/06/2007

Programma liturgico di preghiera per il 26° Anniversario delle apparizioni della Gospa a Međugorje

Da Venerdì 15.06. a Sabato 23.06.

Ore 16:00 Novena – Preghiera del Rosario sul Podbrdo



Domenica 24.06. – Solennità di San Giovanni Battista

Ore 6:00 “Marcia della Pace” da Humac a Međugorje

Partenza a piedi da Humac alle 6:00 del mattino davanti alla Chiesa di Sant’Antonio

Arrivo a Međugorje intorno alle 10:00. Benedizione col Santissimo Sacramento.

Confessioni nella mattinata e dopo le ore 17:00.

Ore 8:00 e 11:00 Sante Messe in Croato.

Sante Messe in altre lingue – secondo l’orario festivo.

Ore 18:00 Rosario

Ore 19:00 Santa Messa serale della vigilia.

Dalle ore 22:00 alle 5:00 del mattino: Adorazione del Santissimo Sacramento.



Lunedì 25.06. – 26° Anniversario delle apparizioni della Gospa a Međugorje

Confessioni durante tutta la giornata

Ore 5:00, 6:00, 7:00, 8:00, 9:00, 11:00, 16:00 Sante Messe in Croato

Sante Messe in alte lingue – secondo l’orario festivo.

Ore 18:00 Rosario

Ore 19:00 Messa Solenne serale



Programma liturgico di preghiera per il 26° Anniversario delle apparizioni della Gospa a Međugorje


Da Venerdì 15.06. a Sabato 23.06.

Ore 16:00 Novena – Preghiera del Rosario sul Podbrdo



Domenica 24.06. – Solennità di San Giovanni Battista

Ore 6:00 “Marcia della Pace” da Humac a Međugorje

Partenza a piedi da Humac alle 6:00 del mattino davanti alla Chiesa di Sant’Antonio

Arrivo a Međugorje intorno alle 10:00. Benedizione col Santissimo Sacramento.

Confessioni nella mattinata e dopo le ore 17:00.

Ore 8:00 e 11:00 Sante Messe in Croato.

Sante Messe in altre lingue – secondo l’orario festivo.

Ore 18:00 Rosario

Ore 19:00 Santa Messa serale della vigilia.

Dalle ore 22:00 alle 5:00 del mattino: Adorazione del Santissimo Sacramento.



Lunedì 25.06. – 26° Anniversario delle apparizioni della Gospa a Međugorje

Confessioni durante tutta la giornata

Ore 5:00, 6:00, 7:00, 8:00, 9:00, 11:00, 16:00 Sante Messe in Croato

Sante Messe in alte lingue – secondo l’orario festivo.

Ore 18:00 Rosario

Ore 19:00 Messa Solenne serale

© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » sab giu 16, 2007 12:47 pm

Dodicesimo seminario internazionale per sacerdoti


Il dodicesimo seminario internazionale per sacerdoti si terrà a Medjugorje dal 2 al 7 luglio 2007. Il tema del seminario sarà: “Con Maria nel Cenacolo, in attesa dello Spirito Santo”.

Il docente del seminario sarà P. Raniero Cantalamessa, OFMCap.

Programma

e adesioni seminar.marija@medjugorje.hr

© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » lun giu 18, 2007 2:44 pm

15/06/2007

In bicicletta dall'Italia a Medjugorje

Dal 2 al 10 giugno 2007 un gruppo di 29 amici della parrocchia di Santa Maria Assunta di Vigonovo (Ve) ha intrapreso un pellegrinaggio ciclistico a Medjugorje. Sette giorni di pedalate sono stati dedicati all'incontro con la gente, le città e le abitudini locali, e due giorni a Medjugorje sono stati riservati alla preghiera, al ricordo ed alla meditazione personale. (vedere: http://www.pedaliamoperlavita.it)


In bicicletta dall'Italia a Medjugorje

Immagine

Dal 2 al 10 giugno 2007 un gruppo di 29 amici della parrocchia di Santa Maria Assunta di Vigonovo (Ve) ha intrapreso un pellegrinaggio ciclistico a Medjugorje. Sette giorni di pedalate sono stati dedicati all'incontro con la gente, le città e le abitudini locali, e due giorni a Medjugorje sono stati riservati alla preghiera, al ricordo ed alla meditazione personale. (vedere: http://www.pedaliamoperlavita.it)

© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » mar giu 26, 2007 3:53 pm

20/06/2007

Dalla Slovacchia a Međugorje a piedi e a mani vuote

Nel Maggio 2007, Robert Kučerak, un giovane Sacerdote dalla Slovacchia (31 anni, ordinato 4 anni fa, parroco già da 2 anni) è venuto a piedi a Međugorje. Ha deciso di intraprendere questo pellegrinaggio perché sentiva il bisogno della preghiera solitaria che include l'anima e il corpo. Ha camminato per 15 giorni.


Dalla Slovacchia a Međugorje a piedi e a mani vuote


Immagine


Nel Maggio 2007, Robert Kučerak, un giovane Sacerdote dalla Slovacchia (31 anni, ordinato 4 anni fa, parroco già da 2 anni) è venuto a piedi a Međugorje. Ha deciso di intraprendere questo pellegrinaggio perché sentiva il bisogno della preghiera solitaria che include l'anima e il corpo. Ha camminato per 15 giorni.

In questi giorni di solitudine desiderava trovare un ritmo di preghiera ed esperienza della Provvidenza di Dio in azione. Ha dormito nelle Case Parrocchiali e a Banja Luka presso la casa del Vescovo. Non chiedeva cibo a nessuno e rispondeva solo agli inviti. Non ha preso con sé né telefono, né denaro, ma solo il suo passaporto e il suo celebret per poter celebrare Messa nelle Chiese. Proprio perché non aveva soldi con sé, ha trovato difficoltà al confine tra Ungheria e Croazia: infatti, secondo la legge, si suppone che ogni persona abbia un minimo di denaro per entrare in un Paese. Quando la polizia di frontiera lo ha visto a piedi, solo con uno zaino, non lo ha aiutato neppure il fatto di essere un Sacerdote! Pensando di trovare un problema simile entrando in Bosnia Erzegovina ha cercato un suo amico Sacerdote in Ungheria, che gli ha dato il necessario per rispettare la legge e lo ha portato oltre il confine.

L’esperienza di questo pellegrinaggio è stata che la preghiera “gli è entrata nel sangue” ed adesso se non prega diversi Rosari ogni giorno, sente quanto gli manchi. Ha sperimentato la Divina Provvidenza e sa che Dio ci da tutto ciò di cui abbiamo bisogno.

© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » sab lug 07, 2007 9:03 am

25/06/2007

16a Marcia della Pace Humac-Medjugorje

Immagine


La marcia della pace da Humac a Medjugorje si tiene tradizionalmente il 24 giugno, festa di San Giovanni Battista. Anche quest'anno migliaia di pellegrini, che non sono stati scoraggiati dal forte sole, hanno seguito la croce pregando. Questa marcia di 14 chilometri, che procede cantando e pregando, è iniziata davanti al monastero francescano di Humac verso le 6 ed arrivata davanti alla Chiesa della parrocchia di Medjugorje verso le 10. Si è quindi conclusa con la Benedizione Eucaristica. [url=http://212.39.96.6/foto.htm]photos

16a Marcia della Pace Humac-Medjugorje

Immagine

La marcia della pace da Humac a Medjugorje si tiene tradizionalmente il 24 giugno, festa di San Giovanni Battista. Anche quest'anno migliaia di pellegrini, che non sono stati scoraggiati dal forte sole, hanno seguito la croce pregando. Questa marcia di 14 chilometri, che procede cantando e pregando, è iniziata davanti al monastero francescano di Humac verso le 6 ed arrivata davanti alla Chiesa della parrocchia di Medjugorje verso le 10. Si è quindi conclusa con la Benedizione Eucaristica.

La prima marcia della pace fù un evento spontaneo. Era durante la guerra, quando i pellegrini non osavano venire a Medjugorje. Un gruppo di amici di Medjugorje dall'Europa e dal mondo pensava che fosse inammissibile per Medjugorje rimanere chiusa a tutti coloro che desideravano pregare per la pace. Pellegrini da varie città europee, accompagnati spiritualmente dal defunto Mons. Pavel Hnilica, si riunirono ad Ancona (Italia) dove presero una nave per Spalato. A bordo fu celebrata la santa Messa ed un'intera notte di Adorazione. Così, con il Santissimo Sacramento, arrivarono a Humac da dove, camminando e pregando, giunsero a Medjugorje per celebrare l'anniversario delle apparizioni. A quel tempo non avevano idea di quanti difensori croati li seguivano a distanza per garantire la loro sicurezza…

Da allora il programma di preghiera serale si tiene ancora, il programma che è stato interrotto a causa del pericolo di guerra.

Da allora la marcia della pace si tiene ogni anno. È una marcia caratterizzata dalla gioia ed anche da un accento penitenziale molto forte e dalla preghiera per la pace nel mondo.

© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » sab lug 07, 2007 9:06 am

26/06/2007

Due Vescovi a Međugorje per l'Anniversario


Due Vescovi sono stati a Međugorje per l'Anniversario delle apparizioni: Mons. Emilio Ogñénovich, Arcivescovo Emerito di Mercedes-Luján (Argentina) e Mons. Geevarghese Divannasios Ottathengil, Vescovo Malankaro della Diocesi di Battery (Kerala, India).
Mons. Ogñénovich è venuto con un gruppo di pellegrini dall’Argentina e Mons. Ottathengil con un gruppo di pellegrini dalla Svizzera.

Per entrambi questo è il loro secondo soggiorno a Međugorje.

Due Vescovi a Međugorje per l'Anniversario

Due Vescovi sono stati a Međugorje per l'Anniversario delle apparizioni: Mons. Emilio Ogñénovich, Arcivescovo Emerito di Mercedes-Luján (Argentina) e Mons. Geevarghese Divannasios Ottathengil, Vescovo Malankaro della Diocesi di Battery (Kerala, India).

Mons. Ogñénovich è venuto con un gruppo di pellegrini dall’Argentina e Mons. Ottathengil con un gruppo di pellegrini dalla Svizzera.

Per entrambi questo è il loro secondo soggiorno a Međugorje.


© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » sab lug 07, 2007 9:14 am

27/06/2007

Celebrazione del 26° Anniversario delle apparizioni della Gospa

Immagine


“L’anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio mio Salvatore”. Con queste parole durante tutta la Novena ogni sera dopo la Santa Messa i veggenti di Međugorje, i fedeli ed i pellegrini hanno ringraziato per la grazia che Dio ha dato a Međugorje ed a tutto il mondo durante questi 26 anni di apparizioni della Gospa. photos


Celebrazione del 26° Anniversario delle apparizioni della Gospa

Immagine

“L’anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio mio Salvatore”. Con queste parole durante tutta la Novena ogni sera dopo la Santa Messa i veggenti di Međugorje, i fedeli ed i pellegrini hanno ringraziato per la grazia che Dio ha dato a Međugorje ed a tutto il mondo durante questi 26 anni di apparizioni della Gospa.

Giorni di preghiera intensiva in Chiesa e sui monti, giorni di intensiva vita sacramentale. Una cinquantina e più di Sacerdoti hanno confessato, centinaia di Sacerdoti hanno concelebrato, sono state celebrate Messe in quindici lingue, migliaia di pellegrini sono venuti da tutte le parti del mondo. Dai luoghi circostanti vicini e più lontani sono arrivati pellegrini a piedi già durante la notte.

Durante la Novena ogni pomeriggio alle 16:00 si è pregato il Rosario sulla Collina delle apparizioni ed il “Magnificat” di Maria dopo la Santa Messa serale.

Sabato 23 Giugno tra la Santa Messa serale e l’Adorazione, fra Šimun Šito Ćorić con il coro parrocchiale di Međugorje „Regina della Pace“ ed il coro dei bambini „Colombe della Pace“ ha tenuto un concerto per l'occasione.

Domenica 24 Giugno al mattino si è svolta la tradizionale Marcia della Pace con la preghiera per la pace.

La Santa Messa serale è stata celebrata da fra Mijo Džolan, OFM Provinciale della Provincia di Bosna Srebrena. Hanno concelebrato 120 Sacerdoti. Dalle 22:00 alle 23:00 c’è stata l’Adorazione davanti al Santissimo Sacramento sull’Altare esterno guidata da fra Ljubo Kurtović. Dalle 23:00 alle 5:00 del mattino l’Adorazione è continuata in silenzio nella Chiesa Parrocchiale gremita.

Il giorno dell’Anniversario le Sante Messe in croato sono state celebrate ogni ora dalle 5:00 alle 11:00 del mattino. La Messa delle 11:00 per il popolo è stata celebrata dal Provinciale dell’Erzegovina e Parroco di Međugorje fra Ivan Sesar. Nel pomeriggio c'è stata ancora una Santa Messa in croato alle 16:00 mentre la Messa solenne dell'Anniversario è stata celebrata alle ore 19:00. L'ha presieduta e vi ha tenuto l'omelia fra Zoran Senjak, assistente spirituale ospedaliero da Zagabria. Hanno concelebrato 200 Sacerdoti. In quel giorno e nel precedente sono state celebrate Messe per i pellegrini in 16 lingue (inglese, francese, tedesco, italiano, spagnolo, fiammingo (olandese), portoghese, rumeno, sloveno, slovacco, ceco, polacco, ungherese, arabo, coreano e croato). I pellegrini sono venuti da quaranta Paesi di tutti i continenti, tra gli altri dal Brasile, dall’Argentina, da Tahiti, dal Libano, dalla Corea, dalla Nuova Zelanda, dall’Australia, dai Carabi, dagli USA, dal Canada, dall’Uganda, dall’India… e dalla maggior parte dei Paesi Europei.

La Messa serale del 24 e del 25 Giugno è stata animata musicalmente dal coro parrocchiale “Regina della Pace” e dal coro dei bambini “ Colombe della Pace” sotto la direzione di Suor Slavica Kožul.

Il giorno dell’Anniversario, Ivanka Ivanković – Elez ha avuto la regolare apparizione annuale promessa dalla Gospa. Dopo l’apparizione Ivanka ha detto: La Madonna è rimasta con me 17 minuti, era gioiosa, mi ha parlato della sua vita. La Madonna ha detto: “Cari figli, ricevete la mia benedizione materna!”.

Marija Pavlović-Lunetti e Ivan Dragićević hanno avuto l’apparizione insieme. La Gospa ha dato a Marija il seguente messaggio:
“Cari figli! Anche oggi con grande gioia nel mio cuore vi invito alla conversione. Figlioli, non dimenticate che siete tutti importanti in questo grande piano che Dio porta avanti attraverso Medjugorje. Dio desidera convertire il mondo intero e chiamarlo alla salvezza e al cammino verso di Lui che è il principio e la fine di ogni essere. In modo speciale, figlioli, vi invito tutti dal profondo del mio cuore: apritevi a questa grande grazia che Dio vi dà attraverso la mia presenza qui. Desidero ringraziare ciascuno di voi per i sacrifici e le preghiere. Sono con voi e vi benedico tutti. Grazie per aver risposto alla mia chiamata."

© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » sab lug 07, 2007 9:32 am

28/06/2007

Anniversario di Medjugorje in ogni parte del mondo


Nel mondo intero, gli amici di Medjugorje raccolti nelle varie associazioni, nei centri di pace e nei gruppi di preghiera, hanno celebrato il 26° anniversario delle apparizioni della Regina della Pace.


Anniversario di Medjugorje in ogni parte del mondo

Nel mondo intero, gli amici di Medjugorje raccolti nelle varie associazioni, nei centri di pace e nei gruppi di preghiera, hanno celebrato il 26° anniversario delle apparizioni della Regina della Pace.

Gli amici del Libano e dell'Oregon, U.S.A., si sono messi in contatto con noi ed hanno sottolineato la loro unione nella preghiera con gli altri pellegrini ed i parrocchiani di Medjugorje.

Nell'Oregon, U.S.A., il Centro della Pace per l'ovest ha organizzato il programma di preghiera serale come a Medjugorje. Mons. Kenneth Donald Steiner, vescovo ausiliario di Portland nell'Oregon, U.S.A., si è unito a questo programma.

Nel Libano, l'associazione "Amici di Maria, Regina della Pace" organizza per la settima volta consecutiva una novena di preghiera e di digiuno con l'intenzione di chiedere la grazia della pace e l'unità nel Libano. I vescovi libanesi si sono associati a questa novena.

© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » sab lug 07, 2007 9:40 am

29/06/2007

P. Rainer Herteis, Diocesi di Eichstätt (Germania)

Immagine

P. Rainer Herteis, nato nel 1975, ha ricevuto l’Ordinazione Sacerdotale il 6 Maggio 2006 nella Diocesi di Eichstätt in Germania. La storia della sua vita e la sua vocazione sono strettamente legate a Međugorje. Nel Giugno 2007 è stato a Medjugorje. Lidija Paris ha parlato con lui.

P. Rainer Herteis, Diocesi di Eichstätt (Germania)


Immagine

P. Rainer Herteis, nato nel 1975, ha ricevuto l’Ordinazione Sacerdotale il 6 Maggio 2006 nella Diocesi di Eichstätt in Germania. La storia della sua vita e la sua vocazione sono strettamente legate a Međugorje. Nel Giugno 2007 è stato a Medjugorje. Lidija Paris ha parlato con lui.

P. Herteis, ci dica come è diventato Sacerdote?

Sono nato con la vista debole. Quando ero all’asilo i medici determinarono che avevo una malattia della retina che è incurabile dal punto di vista medico. Un disturbo metabolico che mi portò quando avevo solo 25 anni a poter vedere solo una luce molto piccola. Poiché i medici mi davano poca speranza di vedere di nuovo, ho conosciuto una donna che mi disse: Pregherò per te. Avevo circa 15 anni quando ha pregato per la prima volta per me. Allora ho sentito un calore molto forte ed ho concluso che poteva venire solo da Dio. Questa fu per me la prima esperienza che Dio era un Dio vivente che può ascoltare le nostre preghiere, un Dio che ci ama e che è qui per noi.

A quell’età cominciai a cercare la guarigione fisica… ma ho sempre trovato qualcos’altro… mai la guarigione dei miei occhi, ma altri doni molto più grandi: l’amore di Dio Padre, lo Spirito Santo, il frutto della gioia in me. A Medjugorje ho conosciuto la Chiesa. Io sono venuto qui per la prima volta nel 1991. Quel primo viaggio fu apparentemente infruttuoso. Ma nel mio cuore era stato seminato un seme che è germogliato solo 6 anni più tardi… durante le vacanze di Pentecoste del 1997, quando sono venuto per la seconda volta a Medjugorje, di nuovo col desiderio di essere guarito fisicamente. Per me la guarigione fisica è sempre stata la ragione delle mie ricerche. Accadde durante la Messa in Tedesco alle 9:00. Improvvisamente il mio cuore ardeva in senso spirituale, improvvisamente mi innamorai dei Sacramenti della Chiesa! Improvvisamente avevo il desiderio di alzarmi e parlare di Gesù alle persone, di celebrare la Messa e in particolare di sedere nel Confessionale per aiutare le persone a ritrovare la gioia e la pace.

E’ andato a scuola, ha una laurea?

Ho finito la scuola superiore e ho preso la Maturità nel 1996. Ciò è andato quasi normalmente, eccetto che dovevo avere i testi con lettere più grosse e più tempo per i test. In seguito ho studiato musica per tre anni… Già al tempo dello studio sentivo che questo non avrebbe riempito la mia vita. Nel 1997 la mia vocazione era già qui, nel mio cuore. Nel 1999 cominciai a studiare Teologia. Il mio Vescovo mi disse: si richiede un cuore che arda per Gesù e per gli uomini. Nel mondo di oggi gli handicap fisici possono essere corretti dall’odierna tecnologia. Mi incoraggiò. Dal 1997, vengo ogni anno a Medjugorje e attraverso questi viaggi la mia vocazione è divenuta sempre più forte. In Seminario ho conosciuto molti che sono venuti e se ne sono andati. La mia vocazione, comunque, diventava di giorno in giorno più forte… grazie alle visite regolari a Medjugorje.

Questo cammino di ricerca della guarigione fisica e del trovare sempre qualcos’altro è importante per tutti i cristiani… la nostra nozione di ciò che Dio dovrebbe fare per noi spesso è in qualche modo distorta…

Il significato della mia malattia è che sono cresciuto nella Chiesa Cattolica. Dio mi voleva condurre a questo. Nella Bibbia c’è una parola che dice: è meglio andare in cielo con un occhio piuttosto che cadere nella rovina eterna con entrambi gli occhi. Gesù non mi ha dato la guarigione fisica, voleva che io scoprissi il mondo spirituale. Il desiderio di essere guarito è ancora qui, ma il mio vero desiderio ora è che quante più anime possibile vengano sulla via della santità. Io prego per i doni dello Spirito per essere capace di aiutare molte anime in questo cammino. La mia vita di preghiera è cambiata e, attraverso la mia cecità, il mio occhio interiore si è aperto.

Molti sono handicappati in vari modi. Come può l’uomo accettare il proprio handicap come qualcosa di positivo, come una grazia di Dio? Come arrivare a questo passo?


Ciò è possibile solo attraverso una relazione personale con Gesù Cristo. Durante un ritiro ho abbandonato coscientemente la mia vita nelle mani di Dio. “Gesù, tu sei il mio Signore, la mia vita appartiene a te, puoi fare di me tutto ciò che vuoi”. Poi altri hanno pregato per me, per la effusione dello Spirito Santo e allora la gioia è entrata nel mio cuore. Allora ho notato che la mia cecità, la mia croce, la mia sofferenza, mi tengono lontano da molte cose che mi allontanano da Dio. Questo è possibile solo se l’uomo da senso alla sua sofferenza, alla sua croce, al suo handicap: esso mi guida a Dio, mi tiene lontano da molte cose, posso anche offrirlo perché molte anime vengano alla fede.

Si è sempre detto che l’uomo deve essere sano per diventare Sacerdote o Religioso. Che ruolo ha giocato il suo Vescovo?

Dal 1984 abbiamo un canone nel Diritto Canonico che dice che anche gli uomini ciechi possono essere ordinati. Hanno il diritto ad avere un laico preparato che li aiuti all’altare. Il Vescovo Mixa ha fatto affidamento sulla propria esperienza, sulle persone handicappate che conosce, che lavorano molto bene per il Regno di Dio. Si è fondato anche sull’esempio di Giovanni Paolo II.

Come riesce a leggere la messa?

Per mezzo di un nastro, che porto al collo. Su questo nastro leggo i testi della messa. Ho tutti i testi nel computer con uscita audio. Una lunga preparazione per ogni messa. Per me, quello è un momento di preghiera, spesso sono interiormente profondamente toccato e commosso. Ho anche un diacono permanente che mi aiuta.

Come può uno accettare l'assistenza di un altro, il fatto di dipendere sempre dall’aiuto di qualcuno?

Dipende soprattutto dal fatto che sto trovando la libertà nella fede, nel mondo spirituale. Là sono completamente libero. Se dipendo da qualcuno che si suppone debba tirarmi su e farmi aspettare, in questo tempo non mi dispero, non mi annoio, ma in questo tempo posso pregare… o preparare sempre l’omelia … Si deve anche imparare l’umiltà: Ho bisogno dell'assistenza e quello è importante in senso spirituale. È un umiliazione, ma la offro. "Signore ti offro questo per la santità dei sacerdoti", o qualcosa di simile… La buona volontà di offrire, la buona volontà di diventare umile, la libertà nello Spirito che la vita di preghiera è sempre possibile… la capacità di accettare la perfetta debolezza… per concludere, dipendiamo tutti da Dio.

I genitori si chiedono molto spesso se l'handicap del figlio dipenda dai loro peccati.

Nel Vangelo di Giovanni Gesù dice: né lui né i suoi genitori hanno peccato. Ciò deve essere a gloria di Dio.

Come sacerdote è chiamato a vivere una paternità spirituale. Nella sua dipendenza relativa, come trova la forza interiore necessaria?

Vivendo una vita di fede dove uno vive cioè che dice. Ascoltando, sentendo, esprimendo un parere… Sto chiedendo questo allo Spirito Santo. Coloro che vengono da me per la confessione o per un colloquio sono spesso felici che non li veda! È sicura protezione per la gente. Inoltre notano che posso ascoltare e che li aiuto grazie all'assistenza dello Spirito Santo. Dicono: questo sacerdote ha un legame col cielo!

Che cosa si attendono il fedeli da un sacerdote?

Che dia i sacramenti in modo tale che abbiano qualcosa per la loro vita. E sia autentico, che viva la fede e parli in modo tale che lo capiscano. E che abbia una vita genuina di preghiera. Il sacerdote che prega il rosario non può perdersi. È bene inoltre che un prete riconosca i propri doni e talenti e li viva nello Spirito Santo. Allora le croci e gli handicaps non saranno pesanti.

© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » sab lug 07, 2007 9:46 am

01/07/2007

Statistiche per Maggio e Giugno 2007

Immagine

Maggio 2007:

Sante Comunioni distribuite: 159.600

Sacerdoti concelebranti: 3.202

Giugno 2007:

Sante Comunioni distribuite: 187.000

Sacerdoti concelebranti: 3.468

Statistiche per Maggio e Giugno 2007

Immagine

Maggio 2007:

Sante Comunioni distribuite: 159.600
Sacerdoti concelebranti: 3.202



Giugno 2007:

Sante Comunioni distribuite: 187.000
Sacerdoti concelebranti: 3.468


© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » gio lug 12, 2007 12:32 am

08/07/2007

Immagine

“Con Maria in attesa dello Spirito Santo”

Il Dodicesimo Seminario Internazionale per i Sacerdoti ha avuto luogo a Medjugorje dal 2 al 7 Luglio 2007. Il tema del Seminario è stato: “Con Maria in attesa dello Spirito Santo. photos

“Con Maria in attesa dello Spirito Santo”

Immagine


Il Dodicesimo Seminario Internazionale per i Sacerdoti ha avuto luogo a Medjugorje dal 2 al 7 Luglio 2007. Il tema del Seminario è stato: “Con Maria in attesa dello Spirito Santo.

Come relatore di questo seminario era stato annunciato Raniero Cantalamessa, Predicatore della Casa Pontificia, che è stato impossibilitato a venire a causa di circostanze inaspettate. Al suo posto ha guidato questi esercizi spirituali il Prof. Dr. Tomislav Ivančić (nato nel 1938), ex Decano della Facoltà Cattolica di Teologia di Zagabria (Croazia), attualmente Direttore dell’Istituto per la Teologia Fondamentale, fondatore della Comunità “Preghiera e Parola” e del “Centro per l’aiuto spirituale” a Zagabria, dove viene applicata l’Hagioterapia (Guarigione con il Santo), fondatore della Scuola per l’Evangelizzazione e della Scuola per l’Hagioterapia.

Al seminario hanno partecipato 628 Sacerdoti da 46 Paesi di tutti e cinque i Continenti.

Durante tutto il seminario è stato presente anche Mons. Sebastian Thekethecheril, Vescovo della Diocesi di Vijayapuram (India) che ha anche concelebrato durante le Sante Messe serali.

Ogni giornata è incominciata con la preghiera delle Lodi in latino e con l’Adorazione al Santissimo guidata da Fra Ljubo Kurtović, a cui seguiva la lezione tenuta dal Prof. Dr. Tomislav Ivančić. Durante la pausa di Mezzogiorno i Sacerdoti hanno avuto la possibilità di rimanere in Adorazione silenziosa davanti al Santissimo. Nel pomeriggio c’era una lezione seguita dal Programma di Preghiera serale nella Chiesa Parrocchiale.

Durante il seminario i Sacerdoti sono saliti insieme sulla Collina delle Apparizioni, dove hanno pregato il Rosario, e sono anche saliti insieme sul Križevac pregando la Via Crucis dopo la quale hanno avuto la possibilità per la Confessione. L’ultimo giorno la preghiera delle Lodi si è svolta presso la tomba di Fra Slavko Barbarić, Cappellano di Medjugorje, che ha iniziato questi seminari.

Il Seminario è stato tradotto simultaneamente dal Croato in nove lingue: Inglese, Francese, Tedesco, Italiano, Spagnolo, Polacco, Slovacco, Russo ed Ungherese.

Le lezioni sono state trasmesse in diretta da Radio Maria per l’Austria ed il Sud Tirolo.

I Sacerdoti sono stati ospitati gratuitamente nelle famiglie dei parrocchiani e sono state coinvolte diverse Organizzazioni di Medjugorje e Centri della Pace di tutto il mondo perché aiutassero finanziariamente i Sacerdoti che avevano difficoltà per il viaggio.

Parole austere dietro cui si nasconde un’esperienza sacerdotale che si potrebbe riassumere in un comune denominatore: esperienza della Chiesa Cattolica Universale.



Impressioni dei Sacerdoti

“Una esperienza molto positiva. Lo stesso spirito di Medjugorje attrae. Io sono venuto per incontrare qui Sacerdoti da tutto il mondo, per sperimentare la comunione con loro, l’unione con Cristo indipendentemente dai diversi luoghi in cui viviamo, indipendentemente dai diversi servizi che svolgiamo. Noi siamo qui insieme, noi apparteniamo a Cristo, apparteniamo a Maria, siamo venuti per incoraggiarci l’un l’altro ed andare avanti”.

“Venire a Medjugorje è come andare in Cielo. Per me la cosa più bella è l’Adorazione”.

“Questa è la prima volta che partecipo a questi esercizi spirituali e la mia terza venuta a Medjugorje. Adesso per la prima volta per convinzione interiore personale dico: la Gospa veramente appare qui. Questo è veramente un luogo santo dove sappiamo che il Cielo tocca la terra attraverso la Madre di Dio. Ciò mi è divenuto così chiaro per la prima volta quest’anno ed è diventata una mia convinzione personale. Prima credevo a ciò che gli altri dicevano di questo, ma non ero molto interessato. Dopo essere arrivato a questa convinzione, per la prima volta ho iniziato coscienziosamente a leggere i messaggi, come quello dato a Mirjana il 2 Luglio. Sono rimasto incredibilmente toccato, perché per la prima volta ho sentito un messaggio che parla di tenerezza, della tenerezza della Gospa, della tenerezza di Gesù. Negli esercizi spirituali P. Ivančić ha parlato di questo molto ampiamente e mi sono detto: questo va insieme. Sono stato profondamente toccato. Io sono un membro del Movimento dei Focolari: noi non siamo particolarmente legati a Medjugorje, anche se ci chiamiamo “Opera di Maria” e desideriamo essere come Maria con tutte le nostre vite. Finora non mi era chiaro come collegare questo con Medjugorje, ma ora penso di aver capito”.

“Questa è la mia prima volta a Medjugorje. Sono venuto perché ho visto molti frutti. C’è una cosa che mi disturbava sempre un po’: avevo l’impressione che qui a Medjugorje la Gospa parlasse così tanto. Ma, vedendo i frutti, mi sono detto: vado a vedere. Sono molto soddisfatto. E’ molto tranquillo e molto bello. Credo che verrò di nuovo. Gli esercizi spirituali sono di alta qualità, in spirito di preghiera; sono molto toccato dall’Adorazione serale che è molto semplice. Ciò che si vive qui è molto semplice e molto profondo. Sono molto soddisfatto”.



"Sono venuto perché Nostra Signora - in qualche modo - "mi ha preso nella sua rete ". Non una trappola ma una rete. Da tempo sto dicendo che desidero venire a vedere che cosa è Medjugorje. Avevo detto ad uno dei miei parrocchiani di portare degli opuscoli da Medjugorje. E’ tornato recentemente ed ha portato un opuscolo che annunciava un ritiro per i sacerdoti tenuto da Raniero Cantalamessa. Cantalamessa non è qui, ma io sono a Medjugorje e so che qui la Beata Vergine sta versando su noi le grazie di Suo Figlio. La scorsa settimana un altro dei miei parrocchiani era qui. Aveva rigettato la sua fede e la Chiesa. A Medjugorje ha trovato di nuovo il suo Signore. Di conseguenza forse anch’io incontrerò qui il Signore in modo più profondo.

"Sono stato sorpreso dal cambiamento della preghiera, ma vedo in questo l'azione dello Spirito Santo che ama confondere i nostri piani. In questo ritiro ho capito che non devo provare a salvare prima i miei parrocchiani, ma me stesso! Se mi santificherò mi seguiranno."

"Questa è la terza volta che partecipo al ritiro per i sacerdoti. Sono felice che Tomislav Ivančić stia predicando. L’ho sentito tre anni fa, quando il seminario mi ha aiutato a cambiare la mia vita. Speravo che anche quest’anno Dio parlasse in modo speciale. L’arrivo del prof. Ivančić è la risposta alla mia preghiera."

"Mi piace molto. Desideravo venire già l'anno scorso per il ritiro dei sacerdoti, ma non ho potuto. Ogni anno vengo due o tre volte a Medjugorje per la preghiera personale. Mi piace essere qui da solo ed avvertire la presenza di Nostra Signora. Sono stato qui circa trenta volte, soltanto cinque o sei volte con gruppi di pellegrini. Ho portato qui anche il mio vescovo. Non so cosa sarebbe accaduto se fosse venuto un altro predicatore. Ciò è eccellente. Il Prof. Ivančić sta trattando questioni molto interessanti. Sta dando le risposte giuste a molte domande dei nostri tempi. Sono felice che sia qui."

"Mi piace che il prof. Ivančić parli degli esseri umani in generale. La nostra missione sacerdotale è universale, per il mondo intero."

"Questa è la terza volta consecutiva che partecipo a questo ritiro. Intensa atmosfera spirituale. La preghiera è molto forte, la presenza di Dio si sente fortemente. Le celebrazioni ed le Adorazioni Eucaristiche mi hanno profondamente impressionato. Spero che tutto questo porti frutti quando tornerò a casa. Ringrazio Dio per la possibilità di essere qui."

"Le letture risuonano nel mio cuore, particolarmente l’importanza centrale del nostro rapporto con Gesù, che deve di continuo essere approfondito. La necessità per un sacerdote di essere un altro Cristo. La gente ha bisogno di Gesù e non delle nostre storie."

"Il predicatore ha parlato di Gesù e della chiesa. Vengo ogni anno per questo ritiro. Sono membro della Comunità "Madre della Pace", fondata 15 anni fa in Belgio. Quest’estate il nostro vescovo ha proceduto al nostro riconoscimento come congregazione religiosa. Per la solennità dell’Assunzione di Nostra Signora, ai nostri membri sarà permesso per la prima volta fare i voti finali a vita ed io sarò ordinato sacerdote il 6 ottobre, vigilia della festività di Nostra Signora del Rosario."

"Ho studiato Patrologia a Roma ed ora presto servizio in Italia. È là che ho sentito parlare di questo ritiro ed ho deciso di venire. Durante il ritiro, sono trattati temi molto validi e con umiltà. Il predicatore è contemplativo. Si vede che il predicatore è un uomo che ha esperienza di preghiera e contemplativa. Quando parla di Dio, dell'amore di Dio, si vede che vive quello che dice. Ha incontrato Dio nella preghiera. Questo è ciò che mi impressiona di più, così come quando ci ha detto che noi, preti cattolici, abbiamo le risposte alle domande che il mondo chiede, ma queste risposte non vengono da noi ma da Gesù, che è Dio ed uomo. Dobbiamo dare queste risposte al mondo, che le cerca dappertutto, in altre religioni. E noi abbiamo le risposte."

"Questa è la mia terza volta qui. Questo è un eccellente ritiro, molto importante, che ci aiuta nella nostra crescita spirituale, nella nostra vita sacerdotale e nel nostro lavoro pastorale."

"Sono un collaboratore volontario di Radio Maria. Da parecchi anni trasmettiamo per radio il Festival della Gioventù ed il Ritiro per i Sacerdoti da Medjugorje verso l’Austria ed il Sud Tirolo. È un compito meraviglioso diffondere in questo modo la Gloria di Dio ed essere al servizio della Madre di Dio. "

"Due anni e mezzo fa ho partecipato al ritiro internazionale per i sacerdoti ad Ars, dove il santo curato d’Ars era parroco e questo mi ha ispirato a venire a Medjugorje. Qui un prete capisce la straordinaria sensazione di chiesa. Qui realmente sperimentiamo la chiesa cattolica universale nella sua diversità; tutti viviamo la stessa cosa e veniamo da così tante culture differenti."



Sacerdoti dai seguenti paesi hanno partecipato a questo ritiro:

Europa: Austria, Belgio, Bielorussia, Bosnia-Herzegovina, repubblica Ceca, Inghilterra, Francia, Croazia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Ungheria, Moldavia, Germania, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Serbia, Scozia, Spagna, Svizzera, Ucraina.

Asia: Azerbaijan, India, Kazakistan, Tailandia.

America del Nord: Canada, U.S.A..

Sudamerica: Argentina, Brasile, Cile, Repubblica Domenicana, Colombia, Messico, Paraguay, Perù, Nicaragua, Porto Rico, Venezuela.

Africa: Cameron, Nigeria, La Reunion.

Australia



Impressioni del vescovo Sebastian Thekethecheril, vescovo della diocesi di Vijayapuram (India)

Mons. Sebastian Thekethecheril, vescovo della diocesi di Vijayapuram (Kerala, India) è stato a Medjugorje dal 2 al 7 luglio 2007, durante l’incontro internazionale per i sacerdoti. Ha anche celebrato la santa Messa per i pellegrini anglofoni ed ha tenuto l’omelia.

Alla conclusione del seminario ha detto:

"Oggi ho celebrato la santa Messa delle 10. Ho detto che questo è il posto più bello del mondo perché la Donna più bella è apparsa qui. E perchè è la Donna più bella? Perché ha concepito la persona più bella – Gesù Cristo. E poiché è apparsa qui, questo posto è il posto più bello. Vengo dall'India, da Kerala, che è un luogo altrettanto bello, vengo qui e dico che questo è il posto più bello, perché la Nostra Madre Benedetta è apparsa qui. Perché è così bella? Perché è piena di grazia. E qui possiamo vedere le grazie, particolarmente durante questo ritiro. Tanti sacerdoti, oltre 600, sono qui e li vedo tutti felici. Perché? Soltanto quando la gente è piena di Spirito Santo può essere felice, anche esternamente. Ho avuto anche questa esperienza. Desideravo venire qui da tanti anni. Ho avuto un problema con il visto ma all'ultimo minuto l’ho ottenuto e sono venuto qui, e credo che questo sia già un miracolo già in sé."

© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » gio lug 12, 2007 12:38 am

18o Incontro Internazionale di preghiera dei Giovani

Il 18° Incontro Internazionale di preghiera dei Giovani si svolgerà a Medjugorje dall’1 al 6 Agosto 2007. Il tema dell’incontro è: “Come io vi ho amato, così amatevi anche voi gli uni gli altri” (Gv 13,34) (“Cari figli, oggi vi invito all’amore. Figlioli, amatevi con l’amore di Dio. Gesù risorto sarà con voi e voi sarete i suoi testimoni.” Messaggio del 25 marzo 2005) (Vedere anche: Incontri internazionali)

© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » dom ago 26, 2007 6:14 pm

22/07/2007

Messa per la Pace in Oregon – 26° Anniversario delle apparizioni della Madonna a Medjugorje

Il “Center for Peace-West” a Portland (Oregon) è un Centro Informativo di Medjugorje aperto nel 1983 per diffondere i messaggi della Madonna di Medjugorje. Realizziamo presentazioni di Medjugorje, organizziamo due pellegrinaggi all’anno e pubblichiamo una newsletter mensile. Già da molti anni, il 25 Giugno noi celebriamo l’anniversario delle apparizioni della Madonna a Medjugorje con una Messa per la Pace.

Messa per la Pace in Oregon – 26° Anniversario delle apparizioni della Madonna a Medjugorje

Immagine

Il “Center for Peace-West” a Portland (Oregon) è un Centro Informativo di Medjugorje aperto nel 1983 per diffondere i messaggi della Madonna di Medjugorje. Realizziamo presentazioni di Medjugorje, organizziamo due pellegrinaggi all’anno e pubblichiamo una newsletter mensile. Già da molti anni, il 25 Giugno noi celebriamo l’anniversario delle apparizioni della Madonna a Medjugorje con una Messa per la Pace.
La nostra serata di preghiera è iniziata alle 18:00 con l’Adorazione del Santissimo Sacramento, le Confessioni e Suor Mary Fidelis Kreutzer ha guidato il Rosario che è stato pregato in Croato, Spagnolo, Vietnamita ed Inglese. Le lunghe file per la Confessione sono state certamente un ricordo di Medjugorje. L’ora di Adorazione si è conclusa con la Benedizione.

Alle 19:00, Frank Dunn, Direttore del Center for Peace-West ha dato il benvenuto al grande numero di persone presenti ed ha letto il saluto e la parola di incoraggiamento che abbiamo ricevuto da Fra Ivan Sesar. E’ seguita la Santa Messa. Il Vescovo Kenneth Steiner non ha potuto celebrare con noi quest’anno. P. Scott Vandehey, Direttore Spirituale del Center for Peace-West (e pellegrino a Medjugorje per 4 volte) è stato il Celebrante principale. P. Peter O'Brien, che è appena tornado il 10 Giugno dal suo secondo pellegrinaggio, ha tenuto l’Omelia e P. George Nazareth ha concelebrato. I Diaconi David Hammes e Chuck Amsberry hanno assistito. Il Coro di adulti della Chiesa di Santa Cecilia ci ha fornito una bellissima musica “celestiale”. La guardia d’onore Knights of Columbus ha reso questo evento ancora più solenne.

Dopo la Messa è seguito un ricevimento nel Centro Parrocchiale ed è stato meraviglioso vedere così tante persone che amano la Madonna, l’incontro con pellegrini ed amici che condividono le loro storie gioiose di Medjugorje. E’ stata veramente una serata benedetta.

Marie Gustafson, Center for Peace West, Portland, Oregon, USA

© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » dom ago 26, 2007 8:16 pm

Il Santo Padre Benedetto XVI ha pregato davanti ad un'immagine di Nostra Signora di MedjugorjeIl Portale Web di Radio Vaticana segnala in un testo del 21 luglio 2007 che Papa Benedetto XVI, a Lorenzago di Cadore dove rimarrà fino al 27 luglio, ha passato un'ora in preghiera davanti ad un'immagine di Nostra Signora di Medjugorje.

Immagine

Radio Vaticana dice che è stato un momento molto intenso.

Il Santo Padre Benedetto XVI ha pregato davanti ad un'immagine di Nostra Signora di Medjugorje

Immagine

Il Portale Web di Radio Vaticana segnala in un testo del 21 luglio 2007 che Papa Benedetto XVI, a Lorenzago di Cadore dove rimarrà fino al 27 luglio, ha passato un'ora in preghiera davanti ad un'immagine di Nostra Signora di Medjugorje.

Radio Vaticana dice che è stato un momento molto intenso.

"Il Papa è andato alla piccola cappella nella foresta ed ha pregato davanti all'immagine di Nostra Signora di Medjugorje. Una storia interessante è collegata a questa immagine: è stata portata qui negli anni 80 ed è stata poi rubata. Dopo un certo tempo il ladro l'ha riportata di nuovo alla piccola cappella. Il Papa ha pregato il rosario ed ha passato là circa un'ora " - ha detto il giornalista di Radio Vaticana. Di più a riguardo: 21/07/2007 13.58.19, „Attesa per il secondo Angelus di Benedetto XVI da Lorenzago. Ieri sera, al Castello di Mirabello, il concerto dei cori del Cadore in onore del Papa“

(http://www.radiovaticana.org/it1/Articolo.asp?c=145895, http://www.radiovaticana.org/it1/indice ... CategSel=6)


© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » dom ago 26, 2007 8:21 pm

24/07/2007

Mons. Luigi Bommarito per la terza volta a Medjugorje
Mons. Luigi Bommarito, Arcivescovo Emerito dell’Arcidiocesi di Catania (Italia) è venuto a Medjugorje nel Luglio 2007. Questa è la sua terza venuta a Medjugorje.

Egli ha pregato qui, ha confessato ed ha celebrato la Santa Messa per i pellegrini italiani.


Mons. Luigi Bommarito per la terza volta a Medjugorje

Mons. Luigi Bommarito, Arcivescovo Emerito dell’Arcidiocesi di Catania (Italia) è venuto a Medjugorje nel Luglio 2007. Questa è la sua terza venuta a Medjugorje.

Egli ha pregato qui, ha confessato ed ha celebrato la Santa Messa per i pellegrini italiani.


© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » dom ago 26, 2007 8:37 pm

26/07/2007
Festa di San Giacomo Apostolo, Patrono della Parrocchia di Međugorje

Il 25 Luglio la Parrocchia di Međugorje ha celebrato la Festa del suo Santo Patrono, San Giacomo Apostolo.
Secondo la tradizione la Celebrazione Eucaristica mattutina, che si è svolta nel parco vicino alla Chiesa Parrocchiale, è stata preceduta dalla Processione con la statua di San Giacomo e dal canto delle Litanie dei Santi. Quest’anno l’onore di portare la statua è stato dato a coloro che vivono nella zona di Međugorje chiamata Ostojić. photos

Immagine


Festa di San Giacomo Apostolo, Patrono della Parrocchia di Međugorje

Immagine

Il 25 Luglio la Parrocchia di Međugorje ha celebrato la Festa del suo Santo Patrono, San Giacomo Apostolo.

Secondo la tradizione la Celebrazione Eucaristica mattutina, che si è svolta nel parco vicino alla Chiesa Parrocchiale, è stata preceduta dalla Processione con la statua di San Giacomo e dal canto delle Litanie dei Santi. Quest’anno l’onore di portare la statua è stato dato a coloro che vivono nella zona di Međugorje chiamata Ostojići.

La Santa Messa è stata celebrata da Fra Ljudevit Lasta, Parroco di Šuica, e concelebrata da Fra Mika Stojić, da Fr. Petar Vlašić, e da circa venti Sacerdoti locali e stranieri. La maggioranza dei fedeli che hanno assistito alla Santa Messa erano parrocchiani, insieme ad alcuni pellegrini. Dopo la Messa in Processione, e cantando le Litanie dei Santi, la statua di San Giacomo è stata riportata in Chiesa.

La Messa serale presso l’altare esterno è stata presieduta da Fra Karlo Lovrić.

La Parrocchia di Međugorje è stata fondata nel 1892 ed è stata posta sotto la protezione di San Giacomo Apostolo. Solo cinque anni più tardi, nel 1897, grazie agli sforzi del Parroco e dei parrocchiani, fu costruita la Chiesa Parrocchiale. La costruzione non era abbastanza stabile e fu necessario costruire una nuova Chiesa, che è stata benedetta il 19 Gennaio 1969.

San Giacomo Apostolo, come suo fratello Giovanni, era figlio di Zebedeo, pescatore nel lago di Galilea e amico di Pietro ed Andrea. Insieme con loro Giacomo era stato in precedenza discepolo di Giovanni il Battista e poi divenuto discepolo di Gesù e “pescatore di uomini”. Giacomo, uno dei più intimi discepoli di Gesù, con Pietro e Giovanni è stato presente alla risurrezione della figlia di Giairo ed alla Trasfigurazione di Gesù. Egli era tra coloro che erano con Gesù durante la sua agonia nel Giardino del Getsemani. Giacomo fu il primo tra gli apostoli a dare la vita per il Vangelo nel 43/44 sotto il regno del Re Erode Agrippa I.

Dal IX secolo San Giacomo è venerato in Europa. Quando i Musulmani occuparono la Terra Santa, i pellegrini ritornando da Gerusalemme portarono le sue reliquie nella città di Compostella in Spagna, che per questo è diventata il principale punto di ritrovo di tutti i pellegrini che volevano ma non potevano visitare il Sepolcro di Gesù. San Giacomo è stato dichiarato Patrono dei pellegrini. Egli viene rappresentato come un pellegrino con un bastone in mano, un recipiente per l’acqua ed una conchiglia per bere.


© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » dom ago 26, 2007 9:00 pm

27/07/2007
Primo Congresso Internazionale “I Pasti di Maria” a Medjugorje: una proposta di semplice soluzione, alla fame nel mondo, che funziona

L'organizzazione umanitaria "Soccorso Internazionale Scozzese" ha organizzato a Medjugorje il Primo Congresso Internazionale “I Pasti di Maria” dall’11 al 15 giugno 2007.

Immagine

Primo Congresso Internazionale “I Pasti di Maria” a Medjugorje: una proposta di semplice soluzione, alla fame nel mondo, che funziona


Immagine

Primo Congresso Internazionale “I Pasti di Maria” a Medjugorje: una proposta di semplice soluzione, alla fame nel mondo, che funziona "Se non potete alimentare cento persone, date da mangiare almeno ad una" (Madre Teresa)

L'organizzazione umanitaria "Soccorso Internazionale Scozzese" ha organizzato a Medjugorje il Primo Congresso Internazionale “I Pasti di Maria” dall’11 al 15 giugno 2007.

Che cosa sono è “I Pasti di Maria”?

Il progetto “I Pasti di Maria” è iniziato nel 2002 per circa duecento bambini di una scuola del Malawi ed oggi, cinque anni più tardi, alimenta circa 200.000 bambini in Africa, Asia, America Latina ed Europa Orientale. Funziona grazie alle donazioni (10 euro sono abbastanza per un intero anno per un bambino!), ed ai volontari delle Comunità locali, in cui i bambini soffrono la fame e la povertà cronica. Le donazioni sono utilizzate per comprare alimenti e per istruire i volontari che cucinano e servono i pasti quotidiani nelle scuole. Per la maggior parte del tempo, questi sono genitori e parenti dei bambini. Grazie a loro l’intera Comunità locale è coinvolta nel progetto.

Durante il congresso vari oratori hanno presentato i progetti che hanno luogo ovunque nel mondo: Ibi Ungur - Romania, Leisbeth Glas – Liberia, Peter Nkata – Malawi, Mark McGreevy – Ucraina, Milona von Habsburg – Francia, John Pridmore – Irlanda ed altri. Anche il veggente di Medjugorje Jakov Colo, che organizza personalmente la fornitura di “Pasti di Maria” ai bambini mentalmente handicappati in un'istituzione vicino a Sarajevo, ha parlato durante il congresso.



I partecipanti (circa 200 da ognidove, non soltanto cattolici) hanno avvertito questo incontro come un ritiro piuttosto che come un congresso. I commenti illustrati dalle immagini hanno parlato di vere storie di bontà e sofferenza… Ci sono bambini nel mondo il cui unico desiderio è di avere abbastanza da mangiare e di poter andare a scuola. Questo desiderio di un ragazzo del Malawi, che ha visto sua madre morire di Aids, ha ispirato Magnus McFarlane-Barrow a iniziare il Progetto “I Pasti di Maria”.

Fra Slavko Barbaric usava dire: “l'amore è inventiva… Desiderate essere coinvolti? Potreste coinvolgere la vostra scuola, per esempio, e patrocinare i bambini affamati di una piccola povera scuola in un povero paese lontano…”

Oggi “I pasti di Maria” hanno uffici in numerosi paesi del mondo, come pure un piccolo punto informativo a Medjugorje.



Perchè questo congresso si è tenuto a Medjugorje?

Per coloro che non conoscono “I Pasti di Maria” ed il “SIR”: tutto è cominciato nel 1983 quando Magnus e Ruth McFarlane-Barrow, ancora adolescenti, sono venuti dalla Scozia per la prima volta a Medjugorje. Qui hanno incontrato Fra Slavko Barbarić. La settimana passata qui ha cambiato per sempre le loro vite. I loro genitori hanno trasformato il loro Hotel in un Centro di Ritiro in cui vive lo spirito di Medjugorje…

Quando è iniziata la guerra in questa regione la famiglia McFarlane-Barrow ha desiderato aiutare la gente bisognosa ed ha organizzato un camion con aiuti umanitari. Magnus McFarlane-Barrow capì presto che non sarebbe finita con un singolo viaggio ma quella che sarebbe diventata la sua attività principale…

Così hanno fondato l’Opera Pia "Soccorso Internazionale Scozzese" il cui principale e più importante progetto oggi sono “I Pasti di Maria” che offrono, come dicono loro, una soluzione semplice, alla fame nel mondo, che funziona. Per alimentare un bambino per un intero anno sono sufficienti soltanto 10 euro…

Lo spirito di questo Primo Congresso Internazionale “I Pasti di Maria” a Medjugorje conferma che questo è realmente lavoro di Nostra Signora per i più poveri dei poveri, un lavoro ispirato dalla Regina della Pace a Medjugorje.

Di più a riguardo: www.marysmeals.org



© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » dom ago 26, 2007 9:10 pm

29/07/2007

In Bicicletta da Berna (Svizzera) a Međugorje

Ivan Čolina (44 anni, padre di quattro figli), un Croato che vive e lavora a Berna (Svizzera), nato nella Parrocchia erzegovinese di Kongora ha compiuto il suo voto: venire in bicicletta da Berna a Međugorje.

Immagine

In Bicicletta da Berna (Svizzera) a Međugorje


Immagine

Ivan Čolina (44 anni, padre di quattro figli), un Croato che vive e lavora a Berna (Svizzera), nato nella Parrocchia erzegovinese di Kongora ha compiuto il suo voto: venire in bicicletta da Berna a Međugorje.

Il suo pellegrinaggio è durato sette giorni e mezzo. Egli ha percorso 1507 chilometri, cioé circa 220 chilometri al giorno. La montagna più alta che ha dovuto attraversare era alta 1800 metri. Per riuscire a compiere il suo voto, in condizioni così difficili, ha sempre implorato l’aiuto di Dio.

Al suo arrivo a Međugorje Fra Petar Vlašić lo aspettava davanti alla Chiesa. Molti anni fa nella Parrocchia di Kongora Fra Petar è stato il suo catechista.

Ivan è stato a Međugorje due giorni in preghiera di ringraziamento.

© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » dom ago 26, 2007 9:13 pm

31/07/2007

Mons. Joseph Leo Charron, Vescovo Emerito della Diocesi di Des Moines (USA), ha visitato Međugorje

Mons. Joseph Leo Charron, Vescovo Emerito della Diocesi di Des Moines (USA) ha visitato Međugorje nel Luglio 2007.

Domenica 15 Luglio, egli ha presieduto la Santa Messa per i pellegrini di lingua Inglese e ha tenuto l'omelia.

Mons. Joseph Leo Charron, Vescovo Emerito della Diocesi di Des Moines (USA), ha visitato Međugorje

Mons. Joseph Leo Charron, Vescovo Emerito della Diocesi di Des Moines (USA) ha visitato Međugorje nel Luglio 2007.

Domenica 15 Luglio, egli ha presieduto la Santa Messa per i pellegrini di lingua Inglese e ha tenuto l'omelia.

Mons Charron è stato Vescovo della Diocesi di Des Moines dal Novembre 1993 all’Aprile del 2007, quando è divenuto Vescovo Emerito all’età di 78 anni, dopo 40 anni di vita Sacerdotale.

© fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » dom ago 26, 2007 9:19 pm

01/08/2007

E' iniziato il 18° Festival Internazionale dei Giovani

Il 1° agosto è iniziato a Medjugorje il 18° Festival Internazionale dei Giovani. Questo incontro di preghiera è cominciato con la preghiera del rosario seguito dalle parole di benvenuto ai giovani di tutti i continenti. photos

Immagine

E' iniziato il 18° Festival Internazionale dei giovani


Il 1° agosto è iniziato a Medjugorje il 18° Festival Internazionale dei Giovani. Questo incontro di preghiera è cominciato con la preghiera del rosario seguito dalle parole di benvenuto ai giovani di tutti i continenti.

Giovani da 47 paesi hanno salutato i loro concittadini dell'Australia, dell'Austria, del Belgio, della Bosnia-Herzegovina, della Repubblica Ceca, dell'Egitto, di El Salvador, dell'Inghilterra, della Francia, dell'Honduras, di Hong Kong, della Croazia, dell'India, dell'Irlanda, dell'Italia, del Canada, della Cina, del Congo, della Corea, della Guadalupa, de La Reunion, della Lettonia, della Lituania, del Libano, dell'Ungheria, di Macao, della Malesia, di Malta, de La Martinica, del Messico, dei Paesi Bassi, della Nuova Zelanda, della Germania, della Norvegia, della Polonia, della Romania, della Russia, della Slovacchia, della Slovenia, della Serbia, dello Sri Lanka, della Scozia, della Spagna, della Svizzera, dell'Ucraina, degli U.S.A. e del Vietnam.

La Santa Messa è stata presieduta da Fra Ivan Sesar, provinciale francescano di Herzegovina e concelebrata da due ex sacerdoti della parrocchia di Medjugorje, Fra Ivan Dugandžić e Fra Branko Radoš, così come da diverse centinaia di sacerdoti.

Il festival della gioventù viene tradotto simultaneamente in 15 lingue.

Viene anche trasmesso da Radio Mir Medjugorje e da Radio Maria (in tedesco, per l'Austria ed il Sud Tirolo).

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » dom ago 26, 2007 9:28 pm

02/08/2007

Mons. Domenico Sigalini, Vescovo di Palestrina vicino a Roma, ha partecipato al Festival dei Giovani a Medjugorje

Mons. Domenico Sigalini, vescovo di Palestrina (che appartiene alla diocesi romana) partecipa al festival della gioventù a Medjugorje per la seconda volta. Giovedì 2 agosto ha introdotto il tema di quest'anno: "Così come vi ho amato, anche voi amatevi l'un l'altro" (Giov. 13:34)

photos

Immagine

Mons. Domenico Sigalini, Vescovo di Palestrina vicino a Roma, ha partecipato al Festival dei Giovani a Medjugorje


Immagine

Mons. Domenico Sigalini, vescovo di Palestrina (che appartiene alla diocesi romana) partecipa al festival della gioventù a Medjugorje per la seconda volta. Giovedì 2 agosto ha introdotto il tema di quest'anno: "Così come vi ho amato, anche voi amatevi l'un l'altro" (Giov. 13:34).

Mons. Sigalini ha invitato i giovani all'incontro con il Santo Padre il 2 settembre in Loreto.

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » dom ago 26, 2007 9:35 pm

03/08/2007

Bernd Posselt, deputato al Parlamento Europeo, ha parlato ai giovani a Medjugorje

Venerdì 3 agosto Bernd Posselt, dalla Baviera (Germania), membro dell'Unione Cristiano-Sociale (CSU) e delegato al Parlamento Europeo, ha parlato ai giovani a Medjugorje. Ha spiegato cosa era l'Europa e come partecipare alla costruzione di un'Europa come desideriamo che sia. Ha invitato i giovani ad essere attivi nella vita politica, perché l'Europa sarà cristiana tanto quanto i cittadini sono cristiani.

Immagine
photos

Bernd Posselt, deputato al Parlamento Europeo, ha parlato ai giovani a Medjugorje

Immagine

Venerdì 3 agosto Bernd Posselt, dalla Baviera (Germania), membro dell'Unione Cristiano-Sociale (CSU) e delegato al Parlamento Europeo, ha parlato ai giovani a Medjugorje. Ha spiegato cosa era l'Europa e come partecipare alla costruzione di un'Europa come desideriamo che sia. Ha invitato i giovani ad essere attivi nella vita politica, perché l'Europa sarà cristiana tanto quanto i cittadini sono cristiani.

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » dom ago 26, 2007 9:52 pm

06/08/2007

Diciottesimo incontro internazionale di preghiera dei Giovani – Un Festival di gioia

Dal 1° al 6 Agosto 2007 si è svolto a Medjugorje il Diciottesimo Incontro Internazionale di Preghiera dei Giovani dal tema „Come io vi ho amato, così amatevi anche voi gli uni gli altri”. (Gv 13:34).

Già uno o due giorni prima dell'inizio, si poteva notare una moltitudine di giovani volti. Molti desideravano salire la Collina delle apparizioni ed il Križevac e pregare là prima dell'inizio del Festival.
photos

Immagine

Dal 1° al 6 Agosto 2007 si è svolto a Medjugorje il Diciottesimo Incontro Internazionale di Preghiera dei Giovani dal tema „Come io vi ho amato, così amatevi anche voi gli uni gli altri”. (Gv 13:34).

Già uno o due giorni prima dell'inizio, si poteva notare una moltitudine di giovani volti. Molti desideravano salire la Collina delle apparizioni ed il Križevac e pregare là prima dell'inizio del Festival.

Diciottesimo incontro internazionale di preghiera dei Giovani – Un Festival di gioia

Immagine


Mercoledì 1° Agosto


L'incontro è iniziato alle ore 18:00 con la preghiera del Rosario. Dopo il Rosario, giovani di diversi paesi hanno dato il benvenuto a Medjugorje ai loro compatrioti nelle loro lingue. La Santa Messa di inizio del Festival è stata celebrata da Fra Ivan Sesar, Provinciale Francescano dell'Erzegovina, in concelebrazione con Fra Branko Radoš, ex Parroco di Medjugorje, Fra Ivan Dugandžić, che ha lavorato anche lui a Medjugorje, e concelebrata da 310 Sacerdoti. Dalle 22:00 alle 23:00 c'è stata l'Adorazione del Santissimo Sacramento che ha riunito alcune decine di migliaia di giovani. Fra Bože Milić ha guidato la preghiera. Dopo l'Adorazione i ragazzi della Comunità „Padre Misericordioso“, insieme ai bambini del „Villaggio della Madre“ di Medjugorje, hanno tenuto uno spettacolo scenico-musicale sui drammi umani provocati dalle droghe. La loro rappresentazione è stata introdotta da Fra Svetozar Kraljević, responsabile del „Villaggio della Madre“ e della Comunità „Padre Misericordioso“. Egli ha ricordato ai partecipanti al Festival che Fra Slavko Barbarić – che ha iniziato questi Incontri dei Giovani a Medjugorje – è stato anche il fondatore sia del Villaggio della Madre che della Comunità del Padre Misericordioso.


Giovedì 2 Agosto


Il programma della giornata è iniziato alle ore 9:00 del mattino con la preghiera mattutina guidata dai giovani della Parrocchia di Medjugorje. E' seguita la testimonianza della veggente Marija Pavlović-Lunetti che ha le apparizioni quotidiane e, attraverso di lei, la Gospa da il messaggio mensile alla parrocchia ed al mondo. Dopo di lei i membri della band musicale „Cardiac Move“, dall'Austria, hanno eseguito due canzoni del loro ricco repertorio ed hanno dato la loro testimonianza. Il primo giorno del Festival si è rivolto ai giovani anche Ivica Ursić, esperto di Marketing di Spalato, che lavora anche come giornalista di temi religiosi a Radio Split. La relazione principale del primo giorno è stata tenuta da Mons. Domenico Sigalini, Vescovo di Palestrina, vicino a Roma. Con la sua catechesi ha introdotto i giovani nel tema del Festival di quest'anno: „Come io vi ho amato, così amatevi anche voi gli uni gli altri” (Gv 13,34). Li ha invitati ad andare all'incontro col Santo Padre il 2 Settembre a Loreto. Nel Pomeriggio, Padre Francesco dall'Italia ha pregato con i giovani la Coroncina della Divina Misericordia ed Andras Csokai, neurochirurgo di Budapest (Ungheria) ha parlato di come la fede e la preghiera influiscano sulla sua vita professionale.

La Santa Messa serale è stata presieduta da Fra Drago Vujević (dopo il suo ritorno dalle missioni in Africa) e concelebrata da 430 Sacerdoti. La giornata si è conclusa con l'Adorazione del Santissimo Sacramento che è stata guidata da Fra Ljubo Kurtović. Poi il Santissimo è stato esposto in Chiesa per l'Adorazione notturna.


Venerdì 3 Agosto


Dopo la preghiera del mattino si è rivolta ai giovani la veggente Mirjana Dragićević-Soldo e, dopo di lei, la giovane Canadese Jeanine, che a Londra segue il programma della Scuola di Evangelizzazione „St. Patrick's Evangelisation School“. La relazione principale è stata tenuta da P. Augustin dall'India. Ha parlato delle quattro emozioni umane fondamentali che rappresentano le quattro aree basilari in cui il cuore umano può essere ferito e di come Gesù ci guarisce. Il programma mattutino si è concluso con la testimonianza data da M. Lac, un uomo d’affari del Vietnam, che due anni fa si è convertito a Medjugorje ed ora guida in Vietnam un gruppo di preghiera che conta più di 4.000 membri. Nel pomeriggio ha parlato Bernd Posselt della Baviera, deputato al Parlamento Europeo. Ha invitato i giovani ad essere attivi nella vita politica, perché l'Europa sarà cristiana nella misura in cui i suoi abitanti saranno cristiani. Il programma pomeridiano è stato concluso dal veggente Ivan Dragićević con la sua testimonianza.

La Santa Messa serale è stata presiduta da Fra Mario Knezović e concelebrata dal Provinciale Francescano dell'Erzegovina Fra Ivan Sesar, dall'ex Provinciale Fra Slavko Soldo e da 450 Sacerdoti. Dopo la santa Messa si è tenuta la processione attraverso la Parrocchia, durata due ore. Giovani da ogni parte del mondo, portando torce, bandiere e cartelli col nome del proprio Paese, hanno camminato attraverso la Parrocchia pregando il Rosario e cantando. La Processione è terminata con la Benedizione Eucaristica presso l'Altare esterno.



Sabato 4 agosto


Sabato i giovani di parecchie differenti Comunità hanno dato la loro testimonianza. Nuovi Orizzonti è una Comunità che è stata fondata in Italia da Chiara Amirante, per portare la luce ai giovani che vivono nel buio. Oggi questa Comunità ha le sue case dappertutto. Ha parlato anche Suor Elvira, fondatrice della Comunità Cenacolo. In questa Comunità i giovani trovano una nuova vita dopo un'esperienza drammatica con le droghe. Anche i giovani del Cenacolo, che ha case dappertutto, hanno dato la loro testimonianza. Giovani dall'Italia hanno presentato la loro scuola di Evangelizazione „Sentinelle del mattino di Pasqua“. Questa scuola riprende "Jeunesse Lumiere" fondata in Francia da Fra Daniel-Ange. Ha parlato anche Marino Restretto, nato in Colombia. Ha studiato musica e teatro ad Amburgo e vive e lavora in California. Ha abbandonato la fede da giovane. Quando, all'età di 47, è stato rapito dai guerriglieri ed è stato portato nella giungla, ha avuto un'esperienza mistica di Gesù ed è tornato a Dio. È diventato missionario laico ed ora gira per il mondo a risvegliare la fede dormiente dei cristiani.

La Messa serale è stata presieduta da Fra Miro Šego, un francescano nato a Medjugorje. 410 sacerdoti hanno concelebrato. La sera la Comunità Cenacolo ha rappresentato lo spettacolo "Non avere paura", davanti a parecchie dozzine di migliaia di persone.



Domenica 5 agosto


La domenica mattina le sante Messe sono state celebrate nelle differenti lingue in tutti i luoghi sacri disponibili. Nel pomeriggio, Jakov Čolo, uno dei veggenti di Medjugorje, ha dato la sua testimonianza.

La Messa serale è stata presieduta da Fra Branko Radoš, ex parroco di Medjugorje, e concelebrato da Fra Ivan Sesar, da Fra Miro Šego, e da 295 sacerdoti. Dopo la Messa c'è stata l'Adorazione del Santissimo Sacramento e quindi i canti di addio, dopo di che i giovani hanno cominciato ad arrampicarsi sul Krizevac dove, all'alba, è stata celebrata la Santa Messa della Trasfigurazione del Signore.



Alcune statistiche del festival della gioventù

· Partecipanti da 58 paesi:

Argentina, Austria, Belgio, Brasile, Costa Rica, Repubblica Ceca, Danimarca, Egitto, Inghilterra, Francia, Guadalupa (Mar dei Caraibi, Antille francesi), Martinica (Mar dei Caraibi, Antille francesi), La Reunion (un dipartimento francese nell'Oceano Indiano), Tahiti (Polinesia francese), Honduras, India, Irlanda, Italia, Canada, Camerun, Cina, Hong Kong, Macao, Colombia, Congo, Corea, Lettonia, Lituania, Libano, Lussemburgo, Ungheria, Macedonia, Malesia, Malta, Messico, Paesi Bassi, Aruba (Antille olandesi), Curaçao (Antille olandesi), Nuova Zelanda, Germania, Norvegia, Costa D'avorio, Polonia, Portogallo, Romania, Russia, Slovacchia, Slovenia, Serbia, Sri Lanka, Scozia, Spagna, Svizzera, Ucraina, U.S.A., Vietnam, Croazia, Bosnia ed Herzegovina.

· Ogni sera rosario e preghiera dei fedeli sono stati pregati insieme in 24 lingue differenti: Croato, Inglese, Francese, Tedesco, Italiano, Spagnolo, Polacco, Ceco, Slovacco, Russo, Ungherese, Rumeno, Coreano, Arabo, Cinese, Sloveno, Serbo, Olandese, Ucraino, Lettone, Lituano, Ebreo, Aramaico, Maltese.

· 23 interpreti hanno tradotto simultaneamente dal croato in 15 lingue (inglese, francese, tedesco, italiano, spagnolo, polacco, ceco, slovacco, russo, ungherese, rumeno, coreano, arabo, cinese, sloveno)

· Erano presenti due vescovi (Mons Sigalini, diocesi di Palestrina, Italia, e Mons. László Bíró, vescovo ausiliario della diocesi di Kalocsa-Kecskemét in Ungheria

· Il festival è stato trasmesso dal vivo da Radio Mir-Medjugorje e da Radio Maria (in tedesco, per l'Austria ed il Sud Tirol).

· Un gruppo di circa 100 giovani di circa 20 paesi ha formato il coro e l'orchestra internazionali che hanno accompagnato il festival con musica e canto

· Durante l'intero festival, dalla mattina presto a tarda notte, centinaia di preti erano disponibili per le sante confessioni


Ed alla fine una domanda: come è possibile che i Media hanno segnalato a malapena questo evento che indubbiamente può essere considerato il più internazionale e grande raduno (non soltanto di giovani) in questa parte del mondo?

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Messaggio da Info da Medjugorje » gio set 06, 2007 10:29 pm

Immagine

07/08/2007
Mons. László Bíró, Vescovo Ausiliare della Diocesi di Kalocsa-Kecskemét (Ungheria) è venuto al Festival dei Giovani

Mons. László Bíró, Vescovo Ausiliare della Diocesi di Kalocsa-Kecskemét in Ungheria, è stato al Festival dei Giovani a Međugorje nell'Agosto 2007. Mons. Bíro ha rilasciato una intervista per Radio „Mir“ Međugorje. (Intervista: in preparazione).

Mons. László Bíró, Vescovo Ausiliare della Diocesi di Kalocsa-Kecskemét (Ungheria) è venuto al Festival dei Giovani


Immagine

Mons. László Bíró, Vescovo Ausiliare della Diocesi di Kalocsa-Kecskemét in Ungheria, è stato al Festival dei Giovani a Međugorje nell'Agosto 2007. Mons. Bíro ha rilasciato una intervista per Radio „Mir“ Međugorje. (Intervista: in preparazione).

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE

Bloccato

Torna a “Medjugorje. Informazioni e link al sito ufficiale”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite