INFORMAZIONI DA MEDJUGORJE fino al 2006

A cura di Silvia da Medjugorje

Moderatore: Staff

Bloccato
Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

INFORMAZIONI DA MEDJUGORJE fino al 2006

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 4:27 pm

Invito per il 12esimo incontro internazionale delle guide dei Centri della Pace, dei Gruppi di preghiera, di pellegrinaggio e di carità di Medjugorje


Il dodicesimo incontro internazionale delle guide dei Centri della pace, dei Gruppi di preghiera, di pellegrinaggio e di carità legati a Medjugorje si terrà dal 6 al 10 Marzo 2005 a Medjugorje. Il tema dell'incontro è: "GUIDA E PELLEGRINO" (Vedere INCONTRI INTERNAZIONALI).


Molti hanno il desiderio di creare contatti regolari con coloro che operano a Medjugorje e si chiedono come fare. Questi regolari incontri annuali hanno proprio questa finalità: fornire spunti spirituali e pratici a tutti coloro che nel mondo diffondono il messaggio di pace della Gospa, ma anche ascoltare le loro proposte, desideri, bisogni e difficoltà. Durante il seminario ci sono relazioni tenute a questo scopo, ma c'è anche il tempo per gli incontri a gruppi linguistici e per incontri personali.


Il primo Incontro Internazionale delle guide dei Centri della Pace, dei Gruppi di preghiera, di pellegrinaggio e di carità è stato organizzato dal Centro informativo "Mir" Medjugorje il 22 e 23 Giugno 1994, in occasione del 13esimo anniversario delle apparizioni della Gospa a Medjugorje. Hanno partecipato dall'Europa, USA, America Latina, Australia e Nuova Zelanda. Questo primo incontro rese chiara l'urgenza di organizzarne altri simili in futuro, preparati con più cura con più ricchi contenuti spirituali.

Cosi sono nati i "Seminari di Preghiera e Formazione" per le guide dei Centri della Pace, dei Gruppi di preghiera, di pellegrinaggio e di carità, che - a causa dell'insufficienza di posti a Medjugorje - si sono tenuti a Baska Voda (1995), a Tucepi (1996) e a Neum (1997, 1998, 1999, 2000). A ogni incontro il Centro informativo "Mir" Medjugorje ha invitato relatori – specialisti nei vari settori della Teologia (fondamentale, pastorale, mistica), della Spiritualità, della Filosofia, delle Scienze Bibliche, Storiche, dei Media... per esplorare da differenti angolazioni il fenomeno di Medjugorje conosciuto in tutto il mondo. Per gli organizzatori di pellegrinaggi, dei Centri della Pace e dei Gruppi di preghiera, queste sono state occasioni per approfondire la loro personale comprensione degli eventi di Medjugorje, per condividere questa conoscenza con gli altri, ma anche con le persone alle quali si sono messe a disposizione per amore di Dio, della Chiesa e della Gospa. Potete trovare tutte le relazioni e le conclusioni di questi seminari nelle nostre pagine Web al collegamento LEZIONI date durante gli Incontri annuali Internazionali delle Guide e dei responsabili dei Centri di Pace, dei Gruppi di preghiera, pellegrinaggio e carità ispirati a Medjugorje, CONCLUSIONI degli Incontri annuali Internazionali delle Guide e dei responsabili dei Centri di Pace, dei Gruppi di preghiera, pellegrinaggio e carità ispirati a Medjugorje e RIFLESSIONI TEOLOGICHE. Il libro "Seminari di Preghiera ed Educazione" contenente le relazioni si può trovare nel negozio del Santuario.

Attraverso questi incontri, il Centro Informativo "MIR" Medjugorje vuole essere "servo dell'unità". Il ruolo di questi incontri è dare un orientamento, educare, consigliare, ma anche mostrare eventuali errori o deviazioni nell'approccio agli eventi di Medjugorje. Per questo il Centro informativo ha sempre cercato aiuto, consiglio e spunti dagli esperti competenti.

Questi seminari non sono mai stati pensati come un obbligo, ma vengono proposti agli organizzatori dei pellegrinaggi, dei Centri della Pace e dei Gruppi di preghiera e carità come un aiuto nel loro apostolato. I seminari sono frequentati da amici di Medjugorje di tutto il mondo e di tutti i profili: dai cosiddetti "grandi" organizzatori, rappresentanti dei "grandi" Centri della Pace e "grandi" benefattori, agli anonimi "piccoli" pellegrini, per i quali questo è un nutrimento prezioso annuale.

Nell'impossibilità di invitare ognuno personalmente, invitiamo cordialmente in questo modo tutte le Guide e i Responsabili dei Centri della Pace e dei Gruppi di Preghiera e di Carità di Medjugorje a venire a questo incontro.




preso dal sito ufficiale di medjugorje.hr

Un abbraccio da Medjugorje. Silvia :)
Ultima modifica di Info da Medjugorje il dom dic 25, 2005 9:52 pm, modificato 3 volte in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

11.03.Movimento spirituale della Regina della Pace nel mondo

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 4:31 pm

Movimento spirituale della Regina della Pace nel mondo – indirizzario e coordinamento

Durante il 12° incontro internazionale delle guide dei Centri della pace, dei gruppi di preghiera, pellegrinaggio e carità di Medjugorje (svoltosi dal 6 al 10 Marzo 2005) abbiamo presentato il primo tentativo di compilazione di un indirizzario che testimonia l’universalità del movimento spirituale ispirato dalle apparizioni della Gospa a Medjugorje. Grazie alle risposte al questionario e alle informazioni pubblicate in diverse pagine web riguardanti Medjugorje, per ora l’indirizzario contiene 544 indirizzi d’organizzatori di pellegrinaggi, di Centri della pace e di gruppi di preghiera di tutti i continenti. Questo è solo l’inizio e noi chiediamo il vostro aiuto per completate l’indirizzario. Per ora esso non è destinato alla pubblicazione perché ci stiamo ancora lavorando, ma speriamo di poterlo pubblicare nel prossimo futuro. Il suo scopo è quello di aiutare i fedeli che desiderano unirsi a questo movimento di preghiera.

Durante il 12° incontro internazionale delle guide dei Centri della pace, dei gruppi di preghiera, pellegrinaggio e carità di Medjugorje abbiamo anche sottolineato il bisogno del Santuario e dei pellegrini della creazione di strutture di coordinamento a livelli nazionali il cui ruolo sarà di facilitare la collaborazione a livello nazionale, la comunicazione con la Chiesa Locale e col Santuario di Medjugorje. In alcuni paesi tali strutture esistono già e sono attive: in Germania c’è la «Deutschsprachiges Informationszentrum für Medjugorje», Hubert Liebherr - www.medjugorje-info.de, in Polonia c’è la «Wspolnota Krolowej Pokoju przy kosciole ojcov Pijarow», Fr. Stanislaw Kania, Krakow, in Austria c’è la «Gebetsaktion» - http://www.gebetsaktion.at, per l’Irlanda c’è il «National Medjugorje Council of Ireland», Paul Wallace… vi chiediamo cordialmente di collaborare con essi al servizio della diffusione dei messaggi della Gospa. Speriamo che nei prossimi anni si creino anche negli altri paesi strutture simili a servizio della collaborazione e dell’evangelizzazione a livello nazionale.

Chiediamo cordialmente a tutti i Responsabili dei Centri della pace, dei gruppi di preghiera, pellegrinaggio e carità di Medjugorje di compilare questo questionario e di mandarcelo al Santuario della Regina della Pace via mail all’indirizzo medj.lidija@medjugorje.hr o via fax al numero +387 36 651 444. (Questionario: HRVATSKI / ENGLISH / FRANCAIS / DEUTSCH / ITALIANO / POLSKI / ESPAÑOL / ČESKY / SLOVENSKY-SK / MAGYAR / NEDERLANDS-VLAAMS / ROMANA / RUSSIAN / PORTUGUêS). Se non riuscite ad aprire il programma Acrobat Reader, contattateci all’indirizzo medj.lidija@medjugorje.hr.

(Vedere anche: Questionario: Il Movimento spirituale della Regina della Pace nel mondo Lettera ai gruppi di preghiera)

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:04 pm, modificato 5 volte in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

L’apparizione annuale a Mirjana Dragićević

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 4:33 pm

Immagine

La veggente Mirjana Dragićević-Soldo ha avuto apparizioni giornaliere dal 24 giugno 1981 fino al 25 dicembre 1982. In occasione della sua ultima apparizione quotidiana, rivelandole il decimo segreto, la Vergine le rivelò che avrebbe avuto apparizioni annuali il 18 marzo e così è stato in tutti questi anni.

Più di mille pellegrini si sono radunati per recitare il Rosario presso la comunità „Cenacolo”. L’apparizione è iniziata alle 14:09 ed è durata fino alle 14:14. La Vergine ha dato il seguente messaggio:


"Cari figli, io vengo a voi come Madre che al di sopra di tutto ama i suoi figli. Figli miei, desidero insegnare anche a voi ad amare. Io prego per questo. Prego affinchè riconosciate mio Figlio in ogni vostro prossimo. La via che porta a mio Figlio, che è vera pace e amore, passa attraverso l’amore al prossimo. Figli miei, pregate e digiunate affinchè il vostro cuore sia aperto per questa mia intenzione".

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:05 pm, modificato 2 volte in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

08.04.2005 Grazie, Santo Padre Giovani Paolo II

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 4:58 pm

Immagine

Grazie, Santo Padre Giovani Paolo II

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:05 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

22.04.2005 Il Papa non è contro Medjugorje...

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:00 pm

“Habemus Papam – Abbiamo il Papa!” Questo annuncio ha rallegrato la Chiesa intera, i credenti e il mondo. Ma succede che – per alcuni – l’annuncio che abbiamo un Papa non è sufficiente. Alcuni vorrebbero avere e infiammare conflitti nella Chiesa. Un settimanale croato in prima pagina, insieme alla notizia sul nuovo Papa Benedetto XVI, ha pubblicato l’asserzione secondo cui il nuovo Papa sarebbe un oppositore di Medjugorje. Certamente, secondo lo scenario consueto, il testo in sé non contiene argomenti per questo giudizio ma solo una posizione della Congregazione per la Dottrina della Fede pubblicata l’8 Novembre 1995 estrapolata dal suo contesto. Essa così recita: “Per i luoghi di apparizioni che sono ancora sotto indagine i pellegrinaggi sono proibiti”. E questo è tutto. Non c’è nulla che riguardi l’attitudine del nuovo Papa su Medjugorje. Potremmo dire l’esca è tirata. Qualche giorno fa, un rinomato giornalista croato mi ha detto che la Chiesa in questi giorni deve fare attenzione perché essa dovrà pagare tutto il bene scritto su di lei quando Giovanni Paolo II è morto. Accade che il pagamento arriva e quel giornalista non si è sbagliato.

Al fine di difendere la Verità, è bene dire che questi tipi di articoli sono maliziosi e scritti non a caso. Imputare al neoeletto Papa qualcosa che egli non ha detto, significa offendere il suo ufficio. Siamo logici e guardiamo la cosa in questo modo: se qualcuno sottolinea in modo così spettacolare che il nuovo Papa è contro Medjugorje, secondo la logica delle cose, significa che ci sono alcuni cambiamenti in Vaticano. L’affermazione che il Papa è un oppositore di Medjugorje è qualcosa di nuovo e perciò interessante. Ciò ci conduce a pensare che il precedente Papa fosse favorevole a Medjugorje. Questo fatto tocca anche la personalità e l’autorità del neoeletto Papa che – finora – è stato Prefetto della Congregazione per la Dottrina della fede e, come tale, avrebbe potuto dire chiaramente innumerevoli volte che era contrario a Medjugorje, se lo fosse. Il nuovo Papa, dunque, è stato ipocrita? Certamente no. La cosa è chiara per coloro che vogliano andare alle fonti della verità su Medjugorje. L’Ufficio della Congregazione per la Dottrina della Fede ha confermato diverse volte che i fedeli si devono attenere alla Dichiarazione su Medjugorje pubblicata dai Vescovi a Zara il 10 Aprile 1991 basata sul lavoro delle commissioni che hanno esaminato gli eventi di Medjugorje. Mons. Tarcisio Bertone, Segretario della Congregazione per la Dottrina della Fede (di cui era Prefetto il Card. Ratzinger) nella Dichiarazione Prot. Numero 154/81-01985, pubblicata il 23 Marzo 1996, scrive: “…Sulla base delle ricerche sin qui compiute non è possibile affermare che si tratta di apparizioni e fenomeni soprannaturali. Tuttavia, i numerosi credenti che arrivano a Medjugorje provenienti da vali luoghi e spinti da motivi religiosi e di altro genere hanno bisogno dell'attenzione e della cura pastorale innanzitutto del vescovo della diocesi e poi anche di altri vescovi così che a Medjugorje e con Medjugorje si possa promuovere una sana devozione verso la Beata Vergine Maria, in armonia con l'insegnamento della Chiesa”.

Oltre a ciò, possiamo citare numerose altre dichiarazioni ufficiali nelle quali non c’è la proibizioni dei pellegrinaggi privati a Medjugorje. Per ciò che concerne Medjugorje, il Cardinale – ora Papa – Jozef Ratzinger ne ha parlato molto positivamente nel suo libro intervista “Zur Lage des Glaubens”, pubblicato nel 1986. C’è un’intervista sulla situazione della fede nella Chiesa e nel mondo, dove egli parla positivamente di Medjugorje come luogo di preghiera, un luogo dove l’uomo si converte al Signore, spinto dalla Madre Maria. Quando, qualche tempo fa, fu diffusa la notizia che il Vaticano aveva proibito i pellegrinaggi a Medjugorje, il portavoce della Santa Sede, Joaquin Navarro Valls, dichiarò: “Non si può dire alla gente che non possono andare là finché non si dimostra che le apparizioni sono false. Questo non è ancora stato dimostrato. Dunque, chiunque può andare, se vuole” (Catholic News Service, 21.8.1996).

Commentando in questi giorni la scelta del nuovo Papa Benedetto XVI, il dr. Fra Tomislav Ivancic, professore alla Facoltà di Teologia Cattolica a Zagabria, che conosce personalmente il Cardinale Ratzinger e con cui si è spesso incontrato nella Commissione Teologica Internazionale, ha detto che non si dovrebbe dimenticare che il nuovo Papa sa prendere una buona posizione nei confronti di Medjugorje. Fra Tomislav Pervan, che ha tradotto i libri del Cardinale Ratzinger e ha scambiato lettere con lui lo conferma. In definitiva Medjugorje non si può né dimostrare, né negare con scritti o discussioni. Gesù ha detto: “Dai loro frutti li riconoscerete” e questi frutti della grazia di Dio e della guida della Madonna nella conversione delle persone sono evidenti di giorno in giorno.

Fra Mario Knezovic,

responsabile del CIMM e capo redattore di Radio “Mir” Medjugorje

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:06 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Cresima a Medjugorje e Santa Messa per il Papa Benedetto XVI

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:02 pm

Immagine

Domenica 24 Aprile 2005, 93 cresimandi hanno ricevuto a Medjugorje il Sacramento della Santa Cresima dalle mani di Mons. Ratko Peric, Vescovo di Mostar. La Celebrazione Liturgica è iniziata con la Processione e il solenne ingresso in Chiesa del Vescovo, dei Sacerdoti e dei cresimandi. La Santa Messa è stata celebrata da Mons. Ratko Peric e concelebrata da fra Branko Rados, Parroco, da fra Petar Vlasic, vicario parrocchiale e da quattro altri Sacerdoti. Il grande coro parrocchiale ha accompagnato la Liturgia. A nome dei Cresimandi, una di loro ha salutato il Vescovo e a nome della parrocchia lo ha salutato fra Branko Rados. Questa Santa Messa è stata anche celebrata in ringraziamento per l’elezione del nuovo Papa Benedetto XVI, che è stata anche il tema dell’omelia di Mons. Peric. La Santa Messa si è conclusa col canto del Te Deum. Dopo la Messa, Mons. Ratko Peric è rimasto a pranzo nella casa parrocchiale.

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:06 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

25.04.Adorazione notturna silenziosa per Papa Benedetto XVI

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:04 pm

Nella notte tra il 25 e il 26 Aprile nella Chiesa Parrocchiale di San Giacomo si terrà l’Adorazione e la preghiera notturna per le intenzioni del nostro Santo Padre Benedetto XVI. L’Adorazione inizierà alle 22:00 e terminerà alle 7:00 del mattino.

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:07 pm, modificato 2 volte in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

25.04.2005 16° Festival dei giovani

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:05 pm

Il Sedicesimo Incontro Internazionale dei Giovani si svolgerà a Medjugorje dall’1 al 6 Agosto 2005. Il tema “Siamo venuti per adorarlo” (Mt 2,2) è in consonanza con l’Anno dell’Eucaristia e con la Giornata Mondiale della Gioventù che riunirà a metà Agosto a Colonia centinaia di migliaia di giovani intorno al Santo Padre il Papa.

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:08 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

26.04.2005 Pellegrini indonesiani

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:07 pm

Immagine

Dal 14 al 20 aprile 2005 è stato a Medjugorje un gruppo di pellegrini da Giakarta (Indonesia) Nuning Siregar segretaria della Parrocchia di San Francesco d’Assisi e presidentessa del ramo indonesiano dell’Organizzazione Cattolica Femminile Internazionale e suo marito Rivai Siregar; Albertus Mansyur Tampubolon, responsabile di una delle quattro zone pastorali nella Parrocchia di San Francesco d’Assisi e sua moglie Anxsugiarti Tampubolon; Teresa Singgih che traduce in Indonesiano i messaggi della Gospa, ma anche manuali per lo studio della Bibbia, Siska Tjanur, assistente sociale che lavora coi poveri e promuove la conoscenza della Bibbia nelle famiglie, sono venuti a pregare per la pace nella loro terra.

Teresa Singgih è venuta per la prima volta a Medjugorje nel 1986 e da allora viene spesso da sola o con amici sempre privatamente. In Indonesia ci sono agenzie che organizzano viaggi molto costosi, in cui Medjugorje è solo una parte del viaggio. Questo è il primo vero pellegrinaggio in cui gli Indonesiani restano a Medjugorje per una intera settimana. Teresa traduce i messaggi della Madonna e studi biblici in indonesiano. Qui ha imparato a pregare, specialmente il Rosario, che la introduce nella meditazione dell’intera vita di Gesù. Nel suo vicinato ha iniziato incontri di preghiera settimanali – il giovedì il Rosario e studi biblici. Lei dice che uno non può parlare di Medjugorje, deve sperimentarlo. Ecco perché porta i suoi amici a Medjugorje. La Chiesa Cattolica in Indonesia è una minoranza: è solo il 4 per cento della popolazione che conta circa 200 milioni di abitanti. I Cattolici sono diffusi in tutto il paese, ma la maggioranza è a Giakarta. In tempi recenti c’è una persecuzione dei Cattolici nell’est del paese. Il Vescovo di Djakarta ha dichiarato: “E’ meglio che loro perseguitino noi, che noi perseguitiamo loro. Le persecuzioni fanno più forti i Cattolici”. Teresa pensa che alcuni capi religiosi vogliano provocare conflitti. Quando i Cattolici celebrano il Natale o la Pasqua essi sempre invitano anche i vicini non Cattolici. A qualcuno questo non piace e convincono i Musulmani a non rispondere agli inviti dei Cattolici perché “essi vi battezzeranno”.

Nuning Siregar segretaria della Parrocchia di San Francesco d’Assisi e presidentessa del ramo femminile dell’Organizzazione Cattolica indonesiana Internazionale è sorpresa da Medjugorje. Lei può sentire la vicinanza del Cielo e di Maria qui. Maria l’aiuta a portare Gesù agli altri. Parlerà nel suo paese delle grazie che si possono ricevere qui. L’Organizzazione Internazionale Cattolica Femminile vuole che le donne non siano solo brave persone, ma anche che aiutino gli altri a diventarlo. Lavora per la protezione delle donne dalla violenza. Lavora per la loro educazione e istruzione e per la crescita dello stile di vita. Nuning visita città e villaggi Cattolici e non, lavora per la promozione della persona umana in tutta l’Indonesia. Rivai e Nuning Siregar hanno due figli. Rivai è un uomo d’affari, tutti e due sono molto impegnati, ma sentono che essere al servizio dei fratelli e delle sorelle nella fede aiuta anche la loro vita familiare.

La Parrocchia di San Francesco d’Assisi a Giakarta ha numerosi parrocchiani ed è divisa in quattro settori pastorali. Di ogni settore è responsabile un laico, scelto dal Sacerdote e dal Consiglio Parrocchiale. Albertus Mansyur Tampubolon è responsabile di uno dei Quattro settori di questa parrocchia, organizzata come una piramide: in punta c’è il Parroco, sotto di lui il Consiglio Pastorale che delega quattro uomini per i quattro settori pastorali. Il loro compito è visitare i parrocchiani e incitarli a vivere la loro fede attraverso i Sacramenti e attraverso i gruppi di preghiera nella loro vita quotidiana. Mansur è un ingegnere e consacra il suo tempo libero ai doveri familiari e parrocchiali. Mansyur e sua moglie Anxsugiarti hanno quattro figli. Lei pens ache, a causa del suo servizio in Parrocchia, suo marito è diventato migliore. Egli è stato lontano dalla Chiesa per molto tempo e lei ha pregato per lui e quando è tornato, è diventato molto attivo. Mansyur pensa che la Provvidenza lo abbia aiutato a venire in pellegrinaggio perché i suoi obblighi professionali lo conducono in tutto il mondo ed i doveri parrocchiali e familiari difficilmente gli lasciano tempo libero. Quest’anno ha festeggiato il suo compleanno a Medjugorje.

Essi sono tutti d’accordo che è molto difficile essere una minoranza in un paese come l’Indonesia, la vita è difficile, ma loro ripetono: “Non preoccupiamoci, Dio ci aiuterà!”. Sono venuti a Medjugorje per chiedere in modo speciale l’aiuto Divino e l’intercessione della Regina della Pace.

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:08 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

27.04.05 Egli parla in modo ispirato di Medjugorje...

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:08 pm

Milan Vukovic, dottore in legge e giudice della corte costituzionale della Repubblica Croata, dichiara: "Come cardinale, Joseph Ratzinger non ha mai pronunciato una parola non amichevole od ostile, o in contraddizione alle apparizioni di Medjugorje". (Vjesnik, Mercoledì, 27 Aprile 2005.)

"Come Prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, il cardinal Joseph Ratzinger non ha mai ed in nessun luogo pronunciato parole avverse od ostili, o contraddicenti alle apparizioni di Medjugorje, un fenomeno che ha unito il mondo intero, perché Medjugorje è un intervento divine e non umano!

Come avvocato, ho difeso Fra Jozo Zovko che è stato accusato nel 1981 a Mostar di aver partecipato alla creazione di questo fenomeno. Ho pubblicato due libri sulle mie osservazioni e sulla vile accusa e sui relativi risultati: “Čl. 133 KZ SFRJ nad Međugorjem” (1990) e “Obdareni milošću – Dvadeset godina poslije procesa fra Jozi Zovku” (2000).

Descrivo la dichiarazione del cardinal Ratzinger nella conferenza stampa del presidente Tudjman (pubblicata nel bollettino stampa n. 61), che ha risposto ai giornalisti durante la sua visita a Medjugorje: "Ripeto ancora che, in occasione della mia ultima conversazione con lui, Papa Giovanni Paolo II ha detto che, in occasione della sua visita in Bosnia-Herzegovina, avrebbe voluto visitare anche Medjugorje."

Questa testimonianza del presidente Tudjman è occasione affinché citi la dichiarazione del cardinale Ratzinger che "in base alle indagini, finora non può essere affermato che si tratti di apparizioni e rivelazioni soprannaturali ... Per i luoghi di apparizioni ancora in esame, i pellegrinaggi ufficiali non sono consentiti." Ciò non significa che non possa cambiare in avvenire.

Ciò è pratica abituale della chiesa in casi simili. Il desiderio del Santo Padre di visitare Medjugorje, secondo la testimonianza del presidente Tudjman, indica in conclusione che, nella prospettiva del passato Papa di un nuovo ordine mondiale - la civiltà dell'amore - Medjugorje ha avuto un posto importante.

Nel mensile “Nasa ognjista” XXI (1991) N.10 il compianto Padre Slavko Barbaric parla del suo incontro con il cardinal Ratzinger a Linz, nel corso di una riunione con più di 300 sacerdoti che hanno discusso le loro esperienze nei confessionali di Medjugorje. Egli ebbe una lunga conversazione col cardinal Ratzinger su Medjugorje. Fra Slavko, con grande senso di responsabilità, riferì che Ratzinger gli disse: "La chiesa non desidera reprimere qualche cosa che sta portando buoni frutti spirituali". Per quanto riguarda le apparizioni, ha sottolineato che "Attualmente non può dire sì o no. La Commissione della Conferenza episcopale continuerà con il suo lavoro ".

Il cardinal Ratzinger ha parlato in modo ispirato di Medjugorje nel 1991. Nella prima pagina di Neue Bildpost del 8 settembre 1991, ha annunciato presto la soluzione alla questione di Medjugorje ed ha promesso che in ogni caso si sforzerà di dichiarare Medjugorje un luogo di pellegrinaggio e di preghiera."

"Camminiamo nella verità", usava dire il defunto cardinal Kuharic , "perché è ben meglio scrivere la verità che inventarla."

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:08 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Medjugorje e Papa Giovanni Paolo II – intervista col Vescovo

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:11 pm

Immagine

28.04.2005

Questa intervista è stata condotta da Marie Czernin per il Mensile Cattolico Tedesco PUR ed è stata pubblicata nel Dicembre 2004. (PUR - Politik und Religion, Magazin tedesco molto famoso guidato da due giornalisti Bernhard i Martin Muller, fratelli di quasi 43 anni). Il loro mensile è cattolico e viene consegnato a tutti i Vescovi tedeschi. Sono molto devoti a Fatima, dove è nata l’idea di realizzare questo mensile.



“Abbiamo avuto qualche dubbio sul realizzare questa intervista, perché tutta la questione di Medjugorje è un po’ controversa. Ma ci siamo decisi a farla, perché desideriamo che i nostri lettori siano coscienti di tutto ciò che si dice nel mondo e, in questo caso, in Germania. Siamo convinti che le parole del Vescovo Hnilica, riportate totalmente, saranno interessanti per i nostri lettori. Esse parlano da sole. Questo articolo non presenta una “voce a favore di Medjugorje” da parte del nostro giornale. Ma dimostrano la decisione di dare ai nostri lettori informazioni concrete su ciò che gli uomini vicini al Papa dicono, o riportano come detto da altri, sulle apparizioni di Medjugorje e i loro frutti. Questo articolo prosegue due precedenti articoli su Medjugorje pubblicati in Ottobre sul giornale della Conferenza Episcopale Italiana “Avvenire” che si pongono in modo positivo su Medjugorje. Uno di questi due articoli riferisce come le forze italiane dell’Onu, dislocate a Sarajevo, si siano recate in pellegrinaggio a Medjugorje per ringraziare la Regina della Pace per la protezione nel tempo della missione di pace in Bosnia. Il secondo articolo, pubblicato il 15.10 da Alessandro Fo, Professore di Lingua Latina all’Università di Siena, riferisce la sua conversione come frutto di un pellegrinaggio a Medjugorje. “Il fatto che il giornale italiano della Conferenza Episcopale Italiana dia così tanto spazio è molto interessante per noi”.

Per questo abbiamo inviato Marie Czernin a domandare al Vescovo Pavao Hnilica – vecchio amico del Papa, che ha vissuto a Roma dal 1950, quando lasciò la Slovacchia – se il Papa avesse mai fatto qualche commento su Medjugorje e se sì, in che modo” (Editore del PUR-a).



Intervista:



Marie Czernin: Vescovo Hnilica, lei ha trascorso abbastanza tempo con il Papa Giovanni Paolo II e ha avuto con lui molti incontri privati, ad esempio, quando è andato a trovarlo al Policlinico Gemelli poco dopo l’attentato del 13.05.1981. Ha parlato col Papa degli avvenimenti di Medjugorje?

Vescovo Pavao Hnilica (V.P.H.): Ho visitato il Santo Padre nel 1984. Ci siamo trovati a Castel Gandolfo, sua residenza estiva, è gli ho parlato della consacrazione della Russia al Cuore Immacolato di Maria da me fatta nella Cattedrale dell’Assunta a Mosca il 24.3 di quell’anno come chiese la Madonna a Fatima. Quando dissi questo al Santo Padre, rimase molto colpito e disse: “La Vergine Maria ti ha guidato là sotto la sua protezione”. Io risposi: “No Santo Padre, Lei mi ha portato in braccio”. Poi mi chiese cosa pensassi di Medjugorje e se ci fossi stato. Gli ho risposto che il Vaticano me lo aveva sconsigliato. Il Papa mi guardò e disse: “Vai a Medjugorje in incognito come sei andato a Mosca. Chi te lo può proibire?”. Il Papa non mi ha autorizzato ufficialmente ad andare, ma ha trovato un'altra soluzione. Il Papa mi mostrò un libro su Medjugorje scritto da Rene Laurentin. Cominciò a leggerne alcuni brani e sottolineò che i messaggi di Medjugorje sono in stretto rapporto con quelli di Fatima. “Medjugorje è la continuazione di Fatima. La Madonna appare per la prima volta in terre comuniste a causa dei problemi che vengono dalla Russia”, disse il Papa che aveva già preso questo come missione del suo Pontificato. Per questo ho capito il collegamento riguardo allo stesso tempo.

Dopo il colloquio col Papa ho visitato Medjugorje tre o quattro volte in incognito. Ma il Precedente Vescovo di Mostar mi scrisse una lettera in cui mi chiese di non visitare più Medjugorje; e che se avessi rifiutato lui avrebbe scritto al Papa stesso. Si vede che qualcuno lo aveva informato della mia visita. Invece io non avevo alcuna ragione di aver paura del Santo Padre.



- Ha avuto ancora occasione di parlare col Papa di Medjugorje?

V.P.H. Sì. Abbiamo parlato di Medjugorje il primo agosto 1988. Un gruppo di medici di Milano, che avevano esaminato i ragazzi, vennero in visita al Papa a Castel Gandolfo. Uno dei medici ricordò che il Vescovo di Mostar avesse reso difficile il loro lavoro. Il Papa disse: “Poiché lui è il Vescovo di quella terra, dovete rispettarlo”. Poi continuò con tono accorato: “Ma lui risponderà a Dio se non ha agito correttamente”. Poi il Papa pensò per qualche minuto e poi disse: “Il mondo di oggi ha perso il senso del soprannaturale, ovvero, il senso di Dio. Ma molti lo riscoprono a Medjugorje attraverso la preghiera, il digiuno e i Sacramenti”.

Per me personalmente questa è la più forte e esplicita testimonianza su Medjugorje. Ciò che ha particolarmente e profondamente impressionato è che i dottori presenti avevano dichiarato “Non constat de supernaturalitate”, il Papa, al contrario, aveva riconosciuto molto tempo prima che gli avvenimenti in corso a Medjugorje sono davvero soprannaturali. Attraverso diverse fonti il Papa è arrivato alla convinzione che in quel posto si può sperimentare Dio.



- Non è possibile che molto di quello che si lega a Medjugorje sia inventato?

V.P.H. Qualche anno fa si tenne un incontro giovanile a Marienfrend e fui invitato. Un giornalista, durante l’incontro, mi domandò: “Vescovo, perché lei non crede che tutto quello che si lega a Medjugorje venga da satana?”. Risposi: “Sono un Gesuita. Sant’Ignazio ci ha insegnato come dobbiamo sapere discernere gli spiriti. Ma ci ha anche insegnato che ogni avvenimento può provenire da tre diverse fonti: dall’uomo, da Dio o dal diavolo”. Alla fine ha concordato con me che è impossibile spiegare umanamente ciò che avviene a Medjugorje. Di fatto, ogni anno giovani normali vi si recano attirati in silenzi e dicono come si siano riconciliati con Dio. Medjugorje è chiamato il “Confessionale del mondo” perché né Lourdes né Fatima sono riuscite ad ottenere che una così grande massa di giovani si confessassero. Cosa accade nella Confessione? Il Sacerdote libera il peccatore dal diavolo. Ho risposto al giornalista: “Certo, Satana è capace di molte cose, ma di una certamente no: è possibile che satana spinga la gente a confessarsi, proprio per liberarsi di lui?”. I giornalisti hanno sorriso capendo ciò che volevo dire. Perciò rimane Dio come unica fonte. In seguito ho riferito questo colloqui anche al Santo Padre.



- Come sintetizzereste i messaggi di Medjugorje? Cosa li differenzia da quelli di Lourdes e di Fatima?

V.P.H: In tutti e tre i luoghi la Madonna ci invita alla penitenza, al perdono, alla preghiera. Sotto questo aspetto i messaggi delle tre apparizioni sono simili. La differenza è che a Medjugorje le apparizioni continuano già da 23 anni. L’intensità degli insegnamenti spirituali non è diminuita in tutti questi anni, risulta invece che un numero sempre più grande di intellettuali si converte qui.



- Molti non vedono come possibili i messaggi di Medjugorje, perché la guerra ha toccato queste regioni e perché risulta che i popoli si sono volti gli uni contro gli altri. Non è un posto di pace e non di conflitti?

V.P.H.: Nel 1991 (dieci anni dopo il primo messaggio “Pace, Pace, Pace”, quando la guerrà scoppio in Croazia, mi incontrai ancora una volta col Papa e lui mi chiese: “Come si possono spiegare le apparizioni di Medjugorje in mezzo alla guerra in Bosnia?”. Davvero la guerra fu orribile. Ho risposto: “Si vede che siamo nella stessa situazione di Fatima. Se la Russia si fosse consacrata subito al Cuore Immacolato di Maria, la Seconda Guerra Mondiale e la diffusione del comunismo e dell’ateismo potevano essere evitate. Santo Padre, subito dopo che Lei ha consacrato nel 1984 la Russia al Cuore Immacolato di Maria ci sono stati innumerevoli cambiamenti in Russia ed è iniziata la caduta del Comunismo. La Madonna a Medjugorje aveva ammonito che sarebbe venuta la guerra se non ci fossimo convertiti. Nessuno ha preso questi messaggi seriamente. Forse se i Vescovi jugoslavi avessero accolto seriamente questi messaggi, questo non sarebbe andato così lontano. Ma certo questo non avrebbe garantito il riconoscimento definitivo della chiesa riguardo al fatto che le apparizioni continuano ancora oggi”. Allora il Papa mi disse: “Dunque, Vescovo Hnilica, è vero che il mio atto di consacrazione al Cuore Immacolato di Maria è stato valido?”. Risposi: “Certo che è stato valido! L’unica domanda è quanti Vescovi veramente abbiano fatto quell’atto di consacrazione in unione col Santo Padre”.



- Perché questo è così importante che tutti i vescovi lo hanno dovuto fare in unione spirituale a quello fatto dal Santo Padre?

V.P.H: Questo esprime la collegialità della Chiesa, in altre parole, l’unione dei Vescovi col Papa, che conferisce all’atto un significato più profondo. Quando nel 1978 Karol Wojtyla è stato eletto Papa, gli ho fatto i miei auguri, ma gli ho subito detto che sarebbe mancato qualcosa al suo Pontificato se non avesse consacrato la Russia insieme a tutti i Vescovi. Lui mi disse: “Se riesci a convincere i Vescovi, lo farò già domani”. Per questo dopo la consacrazione del 25.3.1984 mi chiese quanti Vescovi avessero concelebrato con me. Poiché non seppi rispondere alla sua domanda, il Papa disse: “Ogni Vescovo deve preparare la sua Diocesi, ogni Sacerdote la sua comunità, ogni padre la sua famiglia, poiché la Madonna ha detto che anche i laici devono consacrarsi al Suo Cuore”.

Traduzione dal Tedesco di Christine Badde

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:09 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

29.04.2005

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:13 pm

L’ufficio parrocchiale di Medjugorje non supporta il progetto “Gospa’s Dom”


Numerosi pellegrini ci rivolgono domande sulla costruzione della “Gospa’s Dom” intrapresa dall’Organizzazione “Fiat voluntas tua” e dalla Signora Lynn Hoffman (Tracy, CA, USA). Riguardo a ciò, l’Ufficio Parrocchiale dichiara che le loro dichiarazioni non sono in accordo con le direttive pastorali di questa Parrocchia. Nessun Francescano è mai stato informato personalmente riguardo a questo progetto, né nessun Francescano ha mai parlato riguardo a esso con l’Organizzazione “Fiat Voluntas Tua” o con la Signora Lynn Hoffman, né l’Ufficio parrocchiale ha mai dato alcun consenso alla costruzione.

Fra Branko Rados, OFM Parroco.

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:11 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

29.04.05La statua della “Gospa” piange lacrime di sangue...

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:16 pm

Immagine

Da dieci anni, la statua della “Gospa” piange lacrime di sangue nella città di Civitavecchia

Intervista con Mons. Girolamo Grillo da Civitavecchia - «L'albero si riconosce dai frutti». Monsignor Girolamo Grillo cita il Vangelo per rispondere a chi gli chiede, dieci anni dopo, un giudizio sulla vicenda della Madonnina che piangeva sangue. Tanti ne sono passati, infatti, dal 2 febbraio 1995, quando il fenomeno si manifestò per la prima volta. E il vescovo di Civitavecchia, che il successivo 15 marzo fu testimone diretto di una delle lacrimazioni, oggi salta a pie' pari tutti i discorsi sul «vero o falso», e ricorda un colloquio avuto proprio in quei giorni con il cardinale Joseph Ratzinger. «"Eminenza" - gli dissi - se non si tratta di un fatto soprannaturale tutto si sgonfierà da sé. Ma se lo fosse, nessuno potrà fermare la Madonna». E lui mi rispose: «Sì è proprio così».

Che cosa è accaduto, dunque, in questi dieci anni?

«Giudichi lei stesso. Da allora la presenza dei pellegrini non solo non è mai venuta meno, ma si è purificata da ogni scoria di sensazionalismo. Le persone che vanno a Pantano sono spinte da un grande bisogno di conversione. E lo sta a dimostrare il fatto che ho dovuto provvedere alla presenza continua di cinque confessori. I quali mi raccontano di aver potuto riconciliare con Dio tanta gente che era lontana anche da moltissimi anni, non di rado anche delinquenti. Circa un migliaio di famiglie dissestate, a causa di divorzi o separazioni si sono ricomposte e al giorno d'oggi non è un fatto certamente usuale. Tante donne hanno ottenuto la maternità desiderata e poi vengono a battezzare lì il loro bambino. Molti, infine, hanno chiesto il battesimo, anche ex musulmani. E allora perché non far conoscere al mondo questi frutti positivi?»

Avete in mente qualche iniziativa particolare per il decennale?

«È stato preparato un Dossier, che sarà pubblicato tra breve a livello nazionale. E poi ci sono i 44 registri, pieni di firme e di pensieri dei visitatori, che a mio parere raccolgono tutte le angosce del nostro tempo. Ma anche tutte le speranze di chi si rivolge a Maria».

E in questi giorni è prevista una celebrazione particolare?

«Ogni anno, nella notte tra l'uno e il 2 febbraio, i fedeli partono dal centro della città e raggiungono la località Pantano, percorrendo a piedi i 12 chilometri del tragitto. Quest'anno erano 1500 e hanno sfidato il freddo intenso. Tenga presente che fino a 20 anni fa Civitavecchia era considerata "la Stalingrado del Lazio": il 60 per cento di comunisti, una città anticlericale e anarchica. Oggi credo che questo fatto abbia lasciato il segno. Certo, se è davvero la Madonna che ha pianto, non credo abbia pianto solo per Civitavecchia».

Dal punto di vista pastorale che cosa ha rappresentato per lei questo evento?

«Come vescovo sono molto contento perché la parrocchia di Sant'Agostino a Pantano è diventata un centro di evangelizzazione non solo per la città, ma per l'Italia e il mondo intero. Nell'ultimo registro delle presenze, che riguardava i mesi di novembre e dicembre 2004, ho contato 12 pellegrinaggi esteri, dallo Sri Lanka all'America Latina. Noi ci sforziamo di indicare la vera devozione a Maria, che è colei che porta a Cristo. E credo che questo insegnamento sia ampiamente recepito. Del resto, penso che queste cose abbiano bisogno di sedimentazione, attesa e grande pazienza. Il soprannaturale, specie in un mondo che non crede in Dio e che ha perduto i valori, non si può dimostrare se non dai frutti».

E per il vescovo Grillo quali frutti ha portato?

«Dopo quella mattina del 15 marzo sono rimasto sotto shock per due o tre anni. La Madonnina ha scombussolato la mia vita e mi ha spinto a una maggiore interiorizzazione, ha aumentato da parte mia lo sforzo di essere attento e aperto alle necessità dei fedeli. Per questo mi sono dedicato molto di più alla direzione spirituale, oltre che al lavoro pastorale».

Ha mai parlato della Madonnina con Giovanni Paolo II?

«Nel corso dell'ultima visita ad limina il Santo Padre mi ha chiesto dell'eventualità di costruire un santuario. Gli ho detto che ero pronto a farlo, ma gli ho anche chiesto di aiutarmi ad aprire a Civitavecchia una casa delle suore di Madre Teresa di Calcutta. Vorrei, infatti, che i frutti spirituali e materiali di un santuario vadano anche e soprattutto a favore dei poveri».

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:12 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

02.05.05. Prima Comunione a Medjugorje...

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:18 pm

Immagine

Domenica 1° Maggio 76 bambini della Parrocchia di Medjugorje hanno ricevuto il Sacramento della Prima Comunione nella Chiesa Parrocchiale di San Giacomo. La Santa Messa è stata celebrata da fra Ljubo Kurtović e concelebrata dal Parroco fra Branko Radoš, da fra Petar Vlašić e da altri Sacerdoti. Il coro delle “Colombe della Pace”, sotto la direzione di suor Slavica Kožul, ha arricchito la Celebrazione coi suoi canti.

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:12 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

07.05.05 Maratona Medjugorje – Bleiburg

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:20 pm

Immagine

In occasione del 60° anniversario della tragedia di Bleiburg che sarà commemorato Sabato 14 Maggio 2005 nel campo di Bleiburg (Austria) l’unità onoraria di Bleiburg in coordinazione con il Club dei Croati ritornati dall’emigrazione, organizza una ultra maratona lunga 650 Km da Medjugorje a Bleiburg. Aleksandar Aco Golo, un maratoneta di Mostar, ha iniziato questa ultra maratona alle 9:00 del 7 Maggio 2005 davanti alla Chiesa di Medjugorje. Egli è stato accompagnato dalla preghiera e dalla benedizione impartita da Fra Mario Knezović. A questo pellegrino di pace è stato posto un Rosario al collo che l’accompagnerà in questo lungo cammino.

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:12 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

08.05.05. Seminaristi francescani a Medjugorje...

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:21 pm

Immagine

Domenica 8 Maggio un gruppo di seminaristi francescani della Provincia Francescana di Bosnia provenienti da Sarajevo è stato a Medjugorje. Essi, con canti e suono di tamburi, hanno arricchito la celebrazione della Messa serale che è stata presieduta dal loro educatore e professore dr. Fra Miron Sikirić. Dopo la celebrazione della Santa Messa i giovani frati hanno tenuto un breve concertodi canti spirituali che è stato molto gradito da tutti i fedeli presenti in Chiesa, in particolare dai pellegrini stranieri. Il concerto è stato diretto dal dr. fra Slavko Topić e dal maestro Pero Čubić.

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:13 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

11.05.05. Medjugorje in Benelux...

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:22 pm

Immagine

Albert e Marie Thérèse de Theux provenienti da Bruxelles, oggi sono al centro di un'iniziativa che si chiama «Groupe Contact Medjugorje Benelux» che riunisce numerosi gruppi di Medjugorje in Belgio, in olanda e in Lussemburgo. Oltre a ciò pubblicano 25.000 copie della rivista «Nouvelles de Medjugorje», frutto del lavoro devoto di un gruppo di amici. Continuano il lavoro svolto da Roberta i Dorothée Van Holm e da Jacques i Ute Costermans che, per ragioni di salute, si sono ritirati dalla diffusione attiva dei messaggi della Gospa. Ogni anno il «Groupe Contact Medjugorje Benelux» organizza incontri nello spirito di Medjugorje a Banneux i Beauraing, santuari belgi dove la Madonna è apparsa all’inizio del XX secolo. Il Vescovo locale partecipa regolarmente agli incontri a Beauraing. Egli afferma: “Ciò non significa che riconosco le apparizioni di Medjugorje, non è mio compito, tuttavia, quando i fedeli della mia Diocesi si riuniscono in così gran numero a pregare Maria, desidero essere presente”. Lidija Paris ha parlato con loro:



L.P.: Albert, come avete conosciuto Medjugorje?



Albert de Theux : Marie Thérèse e io abbiamo sentito parlare per la prima volta di Medjugorje 20 anni fa da un articolo di giornale. Ci siamo detti: “Se questo è vero, è molto importante conoscerlo”. Non sapevamo se questo fosse autentico o no. Così presi ferie, acquistammo una carta stradale, saltammo in macchina e giungemmo qui a Medjugorje. Davanti alla Chiesa incontrammo un frate e gli domandammo in latino se qualcuno poteva darci informazioni e se qualcuno parlasse il Francese. Rispose: “Forse io”. Era fra Tomislav Vlašić. Ci portò da fra Slavko Barbarić che nel basamento dell’Ufficio Parrocchiale, ci comunicò i dati fondamentali di ciò che avviene qui a Medjugorje.



L.P.: Avete creduto subito?



Albert de Theux: Abbiamo sentito che questo era veramente in accordo con la Fede Cristiana e che poteva essere qualcosa di serio. Oltre a ciò il fervore che osservammo a Medjugorje fu un segno molto positivo e subito iniziammo a leggere tutti i testi seri su Medjugorje che trovammo, per vedere se potevamo considerarlo affidabile. Quando ci convincemmo, iniziammo a pubblicare ogni mese il messaggio della Gospa.



L.P.: Come facevate?



Albert de Theux: All’inizio non era facile perché nessuno della Parrocchia poteva inviarcelo ogni mese. Ce lo faceva pervenire un Sacerdote Polacco, ma mai regolarmente. L’anno seguente o quello dopo ancora un giovane francese qui a Medjugorje venne verso di noi e ci propose di aiutarci. Ci diede appuntamento per l’indomani alla Messa delle 7:00, ma lui non venne, non aveva sentito la sveglia! Alcuni mesi dopo ero in Belgio nel mio ufficio quando qualcuno mi chiamò da Archennes (un villaggio vicino a Wavre). Egli era appena tornato dal pellegrinaggio con Jacques e Ute Costermans e iniziò a mandarci regolarmente i messaggi. Noi li ricevevamo anche dalla Francia via Fax. In seguito con i Costermans, iniziammo a pubblicare una piccola rivista all’inizio in 35 e poi in 350 copie. Oggi abbiamo una tiratura di 25.000 copie.



L.P.: Come avete creato il “Gruppo di contatto Medjugorje Benelux”?



Albert de Theux: Quando fra Slavko venne in Belgio ci chiese di riunirci insieme a livello di paesi del Benelux e di lavorare insieme. P. Ory (che purtroppo nel frattempo è morto) riunì i gruppi che conosceva.

All’inizio si pensava di creare 4 gruppi: uno per i Belgi che parlano Fiammingo, uno per i Belgi francofoni, uno per i Paesi Bassi e uno per il Lussemburgo, ma finimmo per creare un solo gruppo trilingue. Ma è un “Gruppo di contatto”, vale a dire che ogni gruppo ha una sua vita propria: gruppi di preghiera, di pellegrinaggio, gruppi di diffusione dei messaggi, ma ci incontriamo due volte l’anno per organizzare tutti insieme degli incontri di preghiera e collaboriamo su diversi punti, in particolare per quanto riguarda l’informazione. Ecco la situazione in cui siamo oggi.



L.P.: Quindi voi organizzate ogni anno incontri di preghiera a Banneux e a Beauraing, due Santuari mariani belgi riconosciuti dove la Vergine è apparsa. Potete dirci qualcosa su questo? Come si sentono i pellegrini di Medjugorje nei loro Santuari belgi?



Albert de Theux : All’inizio questo non era ovvio. Avevamo queste due riviste: «Koningin van de Vrede» in lingua Fiamminga e « Nouvelles de Medjugorje » in Francese ed esisteva qualcosa anche in Tedesco. Cercavamo il modo di riunirci tutti insieme. Abbiamo detto (ed è molto importante) che durante questi incontri ci sono molte conversioni. Ma dove vogliono tornare queste persone dopo la loro conversione? Di sicuro vorranno ritornare nei luoghi in cui hanno ricevuto la fede. Allora ci siamo detti: “Bisogna che sia un luogo mariano, in modo che le persone che non possono venire regolarmente a Medjugorje, possano andare a Banneux o a Beauraing, i luoghi della loro fede, per poter nuovamente imparare come vivere cristianamente e approfondire la loro fede”. Ci recammo dal rettore di Banneux e gli chiedemmo il permesso di incontrarci lì. In effetti noi seguiamo gli avvenimenti di Banneux dal loro inizio. Ci siamo recati là tra i primi dopo le apparizioni. Il Rettore del Santuario ospitò i nostri incontri nella grande Chiesa del Santuario. In seguito, questa situazione mutò e noi ora ci riuniamo sempre a Banneux, ma nella casa Dei Padri di San Giovanni cheapprezzano molto Medjugorje. A Beauraing le nostre riunioni si tengono sempre nella grande Chiesa. Abbiamo il sostegno del Vescovo del luogo (Mgr Léonard, Vescovo di Namur) che ci ha detto molto chiaramente: “La mia presenza qui non è un riconoscimento delle apparizioni non è mio compito, tuttavia, credo che quando dei pellegrini della mia Diocesi si riuniscono in così gran numero a pregare il mio posto è in mezzo a loro”. Abbiamo anche delle riunioni a Temse (Tamise in Francese) che riuniscono principalmente i fedeli di lingua Fiamminga.



L.P.: Quindi siete multilingue?



Albert de Theux: Il Belgio ha da sempre una vocazione internazionale. Tutti quelli che hanno frequentato le scuole medie imparano una seconda lingua nazionale. In più sempre più Belgi parlano l’Inglese e questo facilita molte cose. Nei gruppi di Medjugorje si è sviluppata una volontà di armonia tra gruppi di lingue e origini differenti. Possiamo vedere un profondo spirito di pace.



L.P.: In base alla vostra esperienza, la presenza dei pellegrini di Medjugorje ha cambiato qualcosa nella Chiesa Belga?



Albert de Theux: I Sacerdoti che seguono i nostri incontri di preghiera dicono che le confessioni che avvengono durante le riunioni sono impressionanti. Persone che non mettevano più piede in Chiesa da 20, 30 o 40 anni vengono a pregare perché è Medjugorje… Sono toccati e si convertono. Questa gente torna nelle loro parrocchie e cambia qualcosa. Ci sono dei gruppi di preghiera che si sono costituiti spontaneamente e che vivono le loro riunioni in modo molto vivo e fervente. Un grande numero di gruppi di preghiera si sono costituiti sulla base dei messaggi di Maria a Medjugorje, ma noi non li conosciamo tutti, perché non necessariamente tutti ci contattano. Veramente sta avvenendo qualcosa.

Marie Thérèse de Theux : la gente trova un’altra dimensione di spiritualità, perché incontrano una fede più viva. Incontrano o rincontrano il Signore e la Vergine. Con gioia notiamo quanto siano attratti dall’Adorazione.

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:13 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

12.05.05. Presentazione di nuovo documentario

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:24 pm

Presentazione di nuovo documentario

Sabato 14 maggio, ci sarà la presentazione di nuovo documentario intitolato "Le luci di Medjugorje". Il film sarà proiettato dopo la Messa serale delle 19. Maro Jovic è il direttore, che ha anche scritto la sceneggiatura; riprese: Mato Kristovic; montaggio: Boris Jovic, tutti di Dubrovnik. Il documentario mostra i veggenti, i francescani di Medjugorje, sacerdoti dal paese e dall'estero, pellegrini e persone che si sono convertiti o sono guariti a Medjugorje.
[/img]

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:14 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

15.05.05 "Il nuovo documentario "Le luci di Medjug

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:27 pm

Immagine

"Il nuovo documentario "Le luci di Medjugorje"

Il nuovo documentario intitolato "Le luci di Medjugorje" è stato proiettato nel salone giallo sabato 14 maggio. C'erano circa 1000 ospiti. Il documentario è stato realizzato da tre giovani di Dubrovnik: Maro Jovic, regista, che ha scritto anche la sceneggiatura; riprese: Mato Kristovic; montaggio: Boris Jovic. Il documentario mostra, in immagini e parole, i particolari delle apparizioni di Nostra Signora; ci sono inoltre numerose testimonianze dei veggenti, dei francescani di Medjugorje, dei pellegrini e delle persone convertite o guarite con l'intercessione della Regina della Pace. Dopo la proiezione a Dubrovnik ed a Medjugorje, la pellicola sarà trasmessa dalla TV in Croazia ed in Bosnia-Herzegovina.

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:14 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

16.05.05. P. Zlatko Sudac su Medjugorje

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:30 pm

Immagine

P. Zlatko Sudac su Medjugorje

Nell’ultimo numero di “Glas mira” e del “Večernji list”, il più letto quotidiano croato, il famoso Sacerdote della Chiesa Croata P. Zlatko Sudac ha parlato anche di Medjugorje. Alla domanda su cosa pensi delle apparizioni della Gospa a Medjugorje Sudac ha affermato:

“Medjugorje è il confessionale del mondo. Milioni di persone vengono a Medjugorje, si convertono a Dio, fanno esperienza di Dio, fanno confessioni generali, ricevono i Sacramenti… Questi sono i frutti e Gesù ha detto chiaramente: “Dai loro frutti li riconoscerete”. Sono profondamente convinto che Medjugorje sia un luogo santo. La Madonna è paziente e ci ammaestra con i suoi messaggi. Una volta ha detto: “Se voi non verrete a me, io verrò a voi”. Tutti noi siamo la Chiesa di Dio e siano rese grazie a Dio perché ci riunisce a Medjugorje”.

Alla domanda su cosa pensi delle apparizioni della Madonna in genere, ha detto:

“Ciò è solo un’ulteriore conferma di quanto Maria si preoccupi per l’umanità e per la salvezza del mondo. La prima volta Gesù venne attraverso Maria, stiamo aspettando la sua seconda venuta. Sono profondamente convinto che Gesù verrà attraverso Maria”.

Alla domanda se ritiene che la Chiesa riconoscerà Medjugorje come ha riconosciuto Fatima e Lourdes, ha dato la seguente risposta:

“Ci vorrà tempo perché la Chiesa riconosca Medjugorje. La Chiesa agisce sempre con saggezza e esamina col passare del tempo, ma ciò non significa che Medjugorje non sia un luogo santo. Ogni Chiesa è un luogo santo e quanto più Medjugorje, dove vanno in pellegrinaggio persone da tutto il mondo”.

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:15 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

17.05.05 L'Arcivescovo Hieronymus Herculanus Bumbun...

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:32 pm

Immagine

L'Arcivescovo Hieronymus Herculanus Bumbun, O.F.M. Cap, arcivescovo di Pontianak (Indonesia) è venuto a Medjugorje


L'Arcivescovo Hieronymus Herculanus Bumbun, O.F.M. Cap, arcivescovo di Pontianak (Indonesia) è stato a Medjugorje il 13 ed il 14 maggio 2005. È venuto in pellegrinaggio con un gruppo di Giakarta organizzato da Harry Karnadi. Lidija Paris ha parlato con loro.

L'arcivescovo Hieronymus Herculanus Bumbun ha detto che è venuto a Medjugorje per via della sua devozione alla Beata Vergine Maria. E' stato molto impressionato dal messaggio di Medjugorje dato ai 6 veggenti. Pensa che sia un bene che la gente segua questi messaggi, perché conducono alla pace, alla speranza ed alla fede. Li vede come base della formazione cattolica per le famiglie. Dice che sarebbe bene che le famiglie prestassero più attenzione a questi messaggi. Nella sua diocesi di Pontianak in Indonesia, hanno aumentato lo spirito della Comunità. I messaggi di Medjugorje possono essere applicati molto bene alla filosofia di vita in Indonesia. Sono collegati strettamente alla vita della gente e della chiesa. Nell'attuale globalizzazione del mondo, che sta interessando i rapporti nella famiglia, questi messaggi possono aiutare la famiglia a sentirsi come la cellula base della chiesa.

Circa le sue impressioni qui, l'arcivescovo Hieronymus Herculanus Bumbun ha detto che è stato molto toccato dal senso di accoglienza con cui la gente offre ospitalità ai pellegrini a Medjugorje. Ciò che dicono non è esagerato, non è promozione; è semplice e reale.

Circa la preghiera nella chiesa, ha detto che è facile da vedere la forte vita spirituale. È impressionato, ringrazia il Signore per la possibilità di essere qui a vedere con i suoi occhi e sentire con i suoi orecchi.

Harry Karnadi, direttore e presidente dell'agenzia di viaggi " Myrons Travel Associates " viene a Medjugorje tre volte all'anno da 10 anni. Sta organizzando lunghi viaggi in Europa, conducendo gli indonesiani in altri santuari e luoghi santi in Europa, e Medjugorje è inclusa in ogni viaggio in Europa. Ogni viaggio si conclude a Roma - la città eterna - il cuore della cristianità. Harry Karnadi ha una grande devozione per Nostra Signora e questo è il suo modo di diffondere i suoi messaggi.

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:15 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

17.05.05 Raduno di preghiera dei Cinesi

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:38 pm

Immagine

Raduno di preghiera dei Cinesi

Dal 13 al 15 Maggio a Medjugorje si è svolto il Secondo Raduno di preghiera dei Cinesi. Questo incontro di preghiera di più di 200 Cinesi, è stato consacrato alla Gospa Regina della Pace. A questo incontro, secondo quanto riferitoci da P. Peter Chin della Congregazione del Santissimo Redentore di Toronto, hanno partecipato Cinesi dal Nord America, da Hong Kong, da Taiwan, dalle Mauritius, dalle isole Caraibiche e dalla Cina. L’intenzione di preghiera a Medjugorje è stata la libertà della fede in Cina, loro terra natale, dove le attività della Chiesa sono proibite.

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:15 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

20.05.05 In memoria di Otto Herz...

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:40 pm

Immagine

In memoria di Otto Herz

Un grande amico e benefattore di Medjugorje, il Sig, Otto Herz (63 anni), è salito al cielo il 19 maggio 2005, dopo una lunga e grave malattia. Dal suo primo pellegrinaggio a Medjugorje nel 1994, l'importanza di Medjugorje e le grandi necessità della gente si sono trasformati nello scopo principale della sua vita. Con Padre Slavko Barbaric, ha fondato nel 1995 l'associazione onluss "Amici dei Talenti" e.V., a Pöring vicino a Monaco di Baviera, per vincere borse di studio per gli orfani di guerra in Bosnia-Herzegovina e sostenere con donazioni vari progetti umanitari fondati da Padre Slavko. Quindi, nel corso degli anni e grazie al servizio instancabile e generoso di Otto e di sua moglie Betty, non solo sono state raccolte somme considerevoli per i poveri di questo paese, ma sono stati raccolti e trasportati anche aiuti umanitari per i bisognosi, in maniera superiore alle sue forze. Questa attività devota e continua è stata riconosciuta dalla Repubblica Federale Tedesca, che ha onorato, nel 2002, Otto e la sua affezionata e servizievole moglie Betty con la medaglia al merito.

A causa della sua grave malattia, Otto non ha più potuto visitare la sua cara Medjugorje durante lo scorso anno, anche se questo era il suo più grande desiderio.

Ringraziamo Otto per il suo grande cuore, sempre aperto ai poveri ed ai bisognosi del nostro paese e per tutto ciò che ha fatto per le intenzioni di Nostra Signora in modo così generoso ed esemplare. Grazie, caro Otto, grazie, cara Betty, noi vi ricordiamo entrambi nelle nostre preghiere.

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:15 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

22.05.05 Sloveni conosciuti a Medjugorje

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:41 pm

Immagine

Sloveni conosciuti a Medjugorje

A Medjugorje a metà Maggio sono venuti Alojz Rebula e Zora Tavčar, conosciuti fedeli laici Sloveni. Alojz Rebula, membro della Pontificia Accademia delle Scienze e delle Arti è lo scrittore e traduttore Sloveno più produttivo. Ha tradotto le Sacre Scritture in Sloveno e su di lui sono stati realizzati diversi documentari in Slovenia ed in Italia. Ecco cosa dice della sua esperienza di Medjugorje: “Io devo essere grato a uno dei miei insegnanti per Medjugorje. E’ con lui che sono venuto a Medjugorje per la prima volta nel 1983. Poi scrissi il mio primo articolo su Medjugorje, viste le mie esperienze molto positive. Rimasi anche molto colpito dalla mia conversazione con fra Ljudevit Rupčić. Oggi penso che Medjugorje sia diventato uno dei più grandi Santuari Mariani del mondo, al livello di Lourdes e Fatima. Noi ora possiamo solo desiderare che la Chiesa riconosca questo. Per me è una grande cosa che la Gospa desidera mostrarci che Lei è con noi in ogni momento”, ha detto Rebula. La Professoressa di lingua Slovena Zora Tavčar ha detto su Medjugorje: “La conversione di mio marito è opera della Gospa. Ho detto alla Gospa di volgere lo sguardo a tutte le mie tribolazioni e l’ho pregata di concedere la pace a me e alla mia famiglia. Vorrei suggerire a tutti di venire a Medjugorje e vivere la pienezza della vita spirituale e la pace”.

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEĐUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il gio gen 05, 2006 1:06 am, modificato 2 volte in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

23.05.05. Giornata dei Cattolici a Kupres...

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:43 pm

Immagine

Giornata dei Cattolici a Kupres

Sabato 21 Maggio si è svolta a Kupres (Bosnia Erzegovina) la Giornata dei Cattolici dell’Europa centrale. Per questa occasione si è radunata una moltitudine di fedeli da tutte le regioni della Bosnia Erzegovina oltre a rappresentanze dalla Polonia, dalla Repubblica Ceca, dalla Slovacchia, dall’Ungheria e dall’Austria. La Santa Messa è stata celebrata dall’Arcivescovo di Vrhbosna (Sarajevo), Cardinal Vinko Puljić, mentre l’omelia è stata tenuta dall’Arcivescovo di Zagabria, Cardinal Josip Bozanić. Per questa occasione il Cardinal Cristoph Schoenborn, Arcivescovo di Vienna, ha anche benedetto le campane per la nuova Chiesa della “Sacra Famiglia”. A questo pellegrinaggio hanno partecipato anche i parrocchiani di Medjugorje e i giovani dei gruppi di preghiera attivi in parrocchia. Radio “Mir” Medjugorje ha trasmesso in diretta la Celebrazione della Messa, che è stata diffusa anche da una decina di altre radio in Bosnia Erzegovina. Dopo la celebrazione molti dei partecipanti stranieri sono venuti in pellegrinaggio al Santuario di Medjugorje.

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:16 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

Amministratore Generale dell'Ordine Secolare Francescano

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:46 pm

Immagine

23.05.05. Amministratore Generale dell'Ordine Secolare Francescano a Medjugorje


Encarnacion del Pozo, Amministratore Generale dell'Ordine Secolare Francescano, è stata a Medjugorje dal 22 al 23 maggio. Era in visita di lavoro alla comunità della Bosnia-Herzegovina assieme a Fra Ivan Matic, Assistente Generale dell'Ordine Secolare Francescano ed a Fra Milan Kristo, Assistente Nazionale. Ha voluto anche visitare il Santuario di Medjugorje. Ci ha detto della sua esperienza a Medjugorje: "Per me, questa è una nuova, profonda e meravigliosa esperienza. Qui vedo il lavoro meraviglioso della Provvidenza. Tutto qui può essere osservato e capito solo con gli occhi della fede. Sono stata anche sulla collina delle apparizioni. Camminando su questi sentieri, la riflessione mi ha portato a capire il senso della semplicità. Sono felice di essere potuta venire qui."

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:17 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

27.05.05. Il primo cittadino di Zagabria a Medjugorje...

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:48 pm

Immagine

Il primo cittadino di Zagabria a Medjugorje


Nella Solennità del Corpus Domini, il 26 Maggio, è venuto a Medjugorje Milan Bandić, recentemente eletto Sindaco di Zagabria (Croazia). In un breve incontro con Fra Branko Radoš, Parroco di Medjugorje, e con Fra Mario Knezović, Direttore del Centro Informativo “Mir” Medjugorje sì è informato sulla vita pastorale della Parrocchia, sull’impegno profuso verso i pellegrini e sulle attività del Centro Informativo “Mir” Medjugorje. In un intervista a Radio “Mir” Medjugorje ha detto: “Sono venuto qui a ringraziare Dio e la Gospa per tutto e in particolare per la mia salute. Desideravo anche visitare i Francescani che qui lavorano così diligentemente e pazientemente per la Patria e per tutto il mondo. Come credente in questo momento sono tra la 6° e la 7° Stazione della Via Crucis”.

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:17 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

02.06.05 la Madonnina di Civitavecchia (Medjugorje)...

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:51 pm

Immagine


Santo Padre Giovanni Paolo II venero la Madonnina di Civitavecchia (Medjugorje


Il Messagero, Mercoledì 1 Giugno 2005 – “‘Apertura’ di Ratzinger: Papa Wojtyla venero la Madonna di Civitavecchia”, di Orazio Petrosillo

Città del Vaticano – “La Madonna di Civitavecchia farà grandi cose” e stato l'auspicio espresso da Benedetto XVI nel salutare il vescovo Girolamo Grillo, al termine dell'incontro di lunedì con la CEI. Esattamente il 1 aprile scorso, giorno precedente alla morte di Giovanni Paolo II, il vescovo di Civitavecchia consegnò un dossier di studi al dicastero della Dottrina della fede presieduto dal cardinale Ratzinger. Una commissione sotto l'egida del dicastero aveva emesso il verdetto secondo il quale non constava della soprannaturalità delle lacrimazioni. Cosa peraltro detta pubblicamente, durante una trasmissione di "Porta a porta", dal cardinale Tarcisio Bertone, gia collaboratore di Ratzinger.

Monsignor Grillo, in un incontro avuto ieri, ci ha ricordato la grande venerazione che Giovanni Paolo II ha avuto per la Madonnina di Civitavecchia e del suo desiderio che non venisse reso noto quel verdetto sfavorevole, in attesa di migliori approfondimenti. Ripetendo cose in parte gia dette ma aggiungendo altri particolari inediti, Grillo ha raccontato che una sera della fine del febbraio 1995 porto la statuina miracolosa in Vaticano, dove Giovanni Paolo II la venero, prego dinanzi ad essa e al termine pose sul capo della Vergine una corona che egli aveva portato.

Il racconto minuzioso della serata e della venerazione mostrata dal Pontefice si trova nel diario di mons. Grillo il quale, temendo di non essere creduto dopo la sua morte circa l'effettivo svolgimento dei gesti compiuti da papa Wojtyla, chiese al segretario mons. Stanislao Dziwisz una sorta di testimonianza dello stesso Pontefice. Una copia delle pagine del diario furono mandate in Vaticano e il Papa le autentico con la firma: “Joannes Paulus PP II” e la data: 20 ottobre 2000.

Come si ricorderà la statuina, che raffigura la Madonna di Medjugorje, lacrimo sangue (provato quale sangue umano maschile da esami clinici) 13 volte a casa dei Gregori dal 2 al 6 febbraio 1995 in presenza di decine di testimoni, anche pubblici ufficiali, e una 14.ma in casa del vescovo il 15 marzo successivo. Una commissione di teologi si pronuncio per l'origine soprannaturale degli eventi; l'altra costituita sotto l'egida del dicastero ne nego la soprannaturalità.

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:17 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

06.06.05 Sportivi di Slunj stanno promuovendo Medjugorje...

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:55 pm

Immagine

Sportivi di Slunj stanno promuovendo Medjugorje


Un interessante notizia ci arriva dalla città di Slunj in Croazia: Il Club di ping-pong “Grad Slunj” ha preso l'iniziativa di promuovere Medjugorje mettendo il logo di "Radio MIR - Medjugorje" sulle tute. Inoltre ha riportato la frequenza di 107.8 MHz, sulla quale "Radio MIR - Medjugorje" può essere ascoltata nella loro città, a Lika, a Zagabria e nella croazia centrale, dove gareggiano spesso. Secondo Mladen Skukan, questo club, che partecipa spesso a concorsi locali ed internazionali, ha il desiderio di aiutare più gente possibile a venire a conoscenza del messaggio di Nostra Signora attraverso "Radio MIR - Medjugorje".

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:17 pm, modificato 1 volta in totale.

Info da Medjugorje
Messaggi: 2707
Iscritto il: ven mag 06, 2005 3:51 pm

09.06.05 Il Sedicesimo Incontro Internazionale dei Giovani

Messaggio da Info da Medjugorje » sab dic 17, 2005 5:58 pm

Il Sedicesimo Incontro Internazionale dei Giovani – Mladifest 16 - Medjugorje 2005

Il Sedicesimo Incontro Internazionale dei Giovani si svolgerà a Medjugorje dall’1 al 6 Agosto 2005. Il tema, “Siamo venuti per adorarlo” (Mt 2,2), è in consonanza con l’Anno dell’Eucaristia e con la Giornata Mondiale della Gioventù che riunirà a metà Agosto a Colonia centinaia di migliaia di giovani intorno al Santo Padre il Papa. (Programma)

Raccomandazioni

Portare cuffie e radiolina con frequenza FM, Bibbia, ombrello. I gruppi che partecipano al Festival non devono programmare altre attività durante i giorni dell’incontro. Il programma serale per tutti inizia alle 18 h con il Rosario. La S. Messa è alle 19 h. All’arrivo a Medjugorje, i capi dei gruppi devono iscrivere il gruppo nel luogo designato. In qualsiasi giorno del Festival, durante tutto il festival, tra le 9 h e le 18 h.

Avvertimento

Durante il Festival (eccetto la domenica) non saranno celebrate le messe mattutine per i pellegrini. Tutti i pellegrini parteciperanno alla messa serale con i giovani. Per tutto il tempo del Festival è assicurata la traduzione simultanea.

fonte originale: INFORMATIVNI CENTAR "MIR" MEDJUGORJE
Ultima modifica di Info da Medjugorje il mer gen 04, 2006 11:18 pm, modificato 1 volta in totale.

Bloccato

Torna a “Medjugorje. Informazioni e link al sito ufficiale”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite