PERCHÉ NON HO PAURA DELLA MORTE.

Giammarco... perchè credo in Dio, le mie poesie e un po' della mia vita

Moderatore: Giammarco De Vincentis

Rispondi
Avatar utente
Giammarco De Vincentis
Fondatore del Forum
Fondatore del Forum
Messaggi: 3701
Iscritto il: ven mag 06, 2005 4:11 pm
Località: San Benedetto dei Marsi (AQ)
Contatta:

PERCHÉ NON HO PAURA DELLA MORTE.

Messaggio da Giammarco De Vincentis » mer set 12, 2018 10:18 pm

...PERCHÉ NON HO PAURA DELLA MORTE.

Cari amici, non e' facile esteriorare con le parole, cio' che si prova dentro di se, nei vari momenti della vita.
Lo stato d'animo a volte cambia tra un battito di ciglia e l'altro, proviamo l'opposto di quando pensavamo poco prima.
Le emozioni fanno del nostro essere strati di vita, dipingono nel tempo, il quadro della vita per intero.
Non e' facile mettere insieme una frase e spiegare con due righe, cosa e' l'amore, immaginate quanto sara' difficile se si vuole scrivere cosa e' la morte, un temine che si cerca sempre di non mettere tra le righe.
E' lo stesso quando la parola CANCRO si descrive, come una brutta malattia.
E' certo più di ogni altra cosa, che dopo la vita, prima o poi si muore.
Ne siamo consapevoli tutti, e' stato sempre cosi, per fortuna che non sappiamo quando accadra', perché vivremo facendo il conto alla rovescio, per fortuna che viviamo come se la vita non finisse mai.
Durante la mia esistenza, quasi 64enne, ho vissuto delle esperienze che hanno creato la mia personalita', fortificato il carattere e questo maggiormente quando ho dovuto affrontare malattie e sofferenze di ogni genere.
Durante questo tempo ho constatato che pur soffrendo molto fisicamente, l'anima non mi ha fatto male mai, reagisco come se stessi aiutando un altra persona.
A volte il corpo mi diventa come una zavorra, una palla al piede, se potessi lo lascerei andare per conto suo, mi godrei la pace che provo ad occhi chiusi.
Cosi penso che succedera' al momento del trapasso, da questo mondo all'al di la', se la morte non arriva come una disgrazia all'improvviso.
Quando il corpo ha esaurito le sue risorse, si lascera' consumare fino a ritornare cenere e l'anima veleggera' nell'aria fino a raggiungere, un altra dimensione.
L'anima continuera' ad essere invisibile, senza voce, non sarà piu' nel corpo, lo strumento che siamo stati, ci separeremo come l'acqua e l'olio, mescolati prima.
Sono un cristiano convinto che esiste un altro mondo, dove le anime si ritroveranno immerse nella pace eterna, i dolori resteranno sepolti insieme al corpo sulla terra.
Ecco perché non ho paura della morte, male che vada sara' la fine di ogni sofferenza, un sonno che durera' per sempre.
La morte sia chiaro che deve essere conquistata, accettando la vita nella gioia, ma soprattutto nel dolore, giorno dopo giorno.
Non ho paura della morte, ma ho paura di morire.
Sarebbe troppo bello se avvenisse nel sonno, ho paura che la sofferenza diventi piu forte della fede.
Vorrei morire in pace con gli uomini di questo mondo e con Dio che mi porti in braccio, soprattutto nel momento del trapasso.
Vorrei essere testimone soprattutto con chi gli manchero', lasciando loro la mia fede, l'eredita' che vale di piu'.
La vita disegna un cerchio che inizia laddove muore.
La morte non e' altro che la vita che arriva a capolinea, momento in cui la locomotiva lascia i vagoni e continua da sola il viaggio verso l'eternita'.

Giammarco De Vincentis
C'è piu' gioia nel dare :-) che nel ricevere
CLICCA QUI Per leggere le mie poesie. il mio tel è 348-3825993

Rispondi

Torna a “GIAMMARCO... LE MIE POESIE E UN PO' DELLA MIA VITA.”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti